COMUNE DI BERRA (FERRARA)

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Bando di gara d'appalto per pubblico incanto per la costruzione di pista ciclabile finalizzata alla mobilita' sostenibile nei centri abitati del comune di Berra

Il Comune di Berra, Via 2 Febbraio n. 23, Berra, tel. 0532/831139 -             
fax 0532/832259 - sito Internet: http://www.comune.berra.fe.it in               
esecuzione della determinazione del Responsabile del Settore Tecnico            
n. 382 in data 6 novembre 2004, intende appaltare ai sensi dell'art.            
21, comma 1, lett. a) della Legge 109/94, mediante pubblico incanto             
con il criterio del ribasso sull'elenco prezzi posto a base di gara,            
l'esecuzione dei seguenti lavori a misura: costruzione pista                    
ciclabile finalizzata alla mobilita' sostenibile nei centri abitati             
del comune di Berra.                                                            
Importo a base d'asta: Euro 618.268,83, IVA esclusa oltre ad Euro               
6.731,17 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso in sede di               
offerta.                                                                        
Importo complessivo: Euro 625.000,00, IVA esclusa.                              
Categoria SOA prevalente: OG3 (strade, autostrade, ecc.) - Classifica           
III fino a Euro 1.032.913.                                                      
Per la partecipazione alla gara e' altresi' richiesto il possesso del           
Sistema di qualita' aziendale conforme alle norme europee della serie           
UNI EN ISO 9000, oppure di elementi significativi e correlati del               
suddetto sistema.                                                               
Il termine di esecuzione dei lavori e' fissato dall'art. 28 del                 
Capitolato speciale d'appalto in mesi 18.                                       
La misura della cauzione provvisoria e' del 2% dell'importo                     
complessivo (oneri di sicurezza compresi), mentre la misura della               
cauzione definitiva e' del 10% dell'importo contrattuale; in caso di            
aggiudicazione con ribasso d'asta superiore al 10%, la garanzia                 
fidejussoria e' aumentata di tanti punti percentuali quanti sono                
quelli eccedenti il 10%; ove il ribasso sia superiore al 20%,                   
l'aumento e' di due punti percentuali per ogni punto di ribasso                 
superiore al 20% (art. 30, I e II comma, Legge 109/94).                         
Luogo di esecuzione dei lavori: Berra capoluogo e frazione di                   
Serravalle.                                                                     
I lavori sono finanziati con fondi previsti dalla deliberazione CIPE            
36/2002 ed assegnati dalla Regione Emilia-Romagna.                              
Il corrispettivo sara' corrisposto a misura ai sensi di quanto                  
previsto dal combinato disposto degli articoli 19, commi 4 e 21,                
comma 1 (lettera a), Legge 109/94.                                              
I certificati di pagamento saranno emessi ogniqualvolta lo Stato                
Avanzamento Lavori raggiungera' l'importo netto di Euro 100.000,00 ai           
sensi dell'art. 6 del Capitolato speciale d'appalto.                            
Copie del Capitolato speciale d'appalto e degli altri elaborati                 
progettuali, potranno essere visionate e richieste, previo                      
appuntamento, presso il Settore Lavori pubblici di questo Ente - Via            
2 febbraio n. 23, Berra (tel. 0532/831139 - fax 832259) tutti i                 
giorni feriali escluso il sabato dalle ore 9 alle ore 13.                       
Le offerte, a pena di esclusione, redatte in lingua italiana con le             
modalita' piu' sotto specificate e la relativa documentazione,                  
dovranno essere recapitate entro le ore 13 del 15 dicembre 2004                 
direttamente a mano, con contestuale consegna della relativa                    
ricevuta, oppure a mezzo del Servizio postale, Posta celere o                   
corriere, in plico sigillato con ceralacca indirizzato a: Comune di             
Berra - Ufficio Protocollo - Via 2 Febbraio n. 23 - 44033 Berra.                
Chiunque e' ammesso ad assistere alla gara che avverra' alle ore 12             
del 22 dicembre 2004 nella Sala consiliare della Residenza comunale,            
Via 2 febbraio 23 - Berra.                                                      
L'offerta, a pena di esclusione, redatta in lingua italiana, in bollo           
da Euro 11,00 e sottoscritta con firma leggibile e per esteso dal               
legale rappresentante della ditta offerente, dovra' indicare cosi' in           
cifre come in lettere, la misura percentuale del ribasso offerto,               
(indicare massimo tre cifre decimali - in caso di indicazione di piu'           
cifre decimali si procedera' a troncamento), da applicare all'elenco            
prezzi posto a base di gara.                                                    
In caso di discordanza prevale il ribasso percentuale indicato in               
lettere.                                                                        
L'offerta, a pena di esclusione, va chiusa da sola in busta sigillata           
con ceralacca e controfirmata sui lembi di chiusura. Tale busta,                
indicante l'oggetto della gara d'appalto ed il nominativo della ditta           
offerente, sara' inclusa nel plico contenente tutti i documenti che             
il presente bando prescrive, plico che dovra' essere sigillato con              
ceralacca sui lembi di chiusura e portare l'indirizzo di questa                 
Amministrazione comunale, l'oggetto della gara d'appalto, nonche' il            
nominativo e il numero di fax della ditta mittente.                             
Ai fini dell'ammissione alla gara il concorrente, pena di eslusione,            
dovra' allegare la seguente documentazione:                                     
1) dichiarazione cumulativa contenente anche la richiesta di                    
partecipazione, con firma non autenticata corredata da fotocopia                
semplice di valido documento di identita' del sottoscrittore (artt.             
46 e 47, DPR 445/00), nella quale, consapevole delle sanzioni penali            
previste dall'art. 76 del detto DPR per le ipotesi di falsita' in               
atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, il legale rappresentante             
dell'impresa attesti: a) estremi di iscrizione nel Registro delle               
Imprese presso la Camera di Commercio ed insussistenza di stato di              
fallimento, di liquidazione coatta, di amministrazione controllata,             
di concordato preventivo ovvero insussistenza di un procedimento in             
corso per la dichiarazione di una di tali situazioni; b) nominativi e           
poteri di tutti i direttori tecnici e dei seguenti soggetti: impresa            
individuale: titolare; societa' in nome collettivo: tutti i soci;               
societa' in accomandita semplice: tutti gli accomandatari; ogni altro           
tipo di societa' o consorzio: tutti gli amministratori muniti di                
poteri di rappresentanza; c) di non trovarsi in alcuna delle cause di           
esclusione previste dall'art. 75, comma 1, lettere da a) ad h) del              
DPR 554/99, e successive modifiche (le eventuali cause di esclusione            
devono essere specificamente indicate); d) che nei propri confronti             
non e' stata disposta ne' e' pendente un procedimento per                       
l'applicazione di una misura di prevenzione di cui all'art. 3 della             
Legge 27/12/1956, n. 1423; e) che nei propri confronti, negli ultimi            
cinque anni, non sono stati estesi gli effetti delle misure di                  
prevenzione di cui all'articolo 3 della Legge 27/12/1956, n. 1423,              
irrogate nei confronti di un proprio convivente; f) che nei propri              
confronti non sono state emesse sentenze, ancorche' non definitive,             
che precludono la partecipazione a gare d'appalto. N.B.: oltre il               
soggetto che compila la dichiarazione principale (Parte 1 del                   
modello), le dichiarazioni di cui ai precedenti punti c), d), e) ed             
f) devono essere rese, a pena di esclusione, anche da tutti i                   
soggetti indicati alla lettera b), utilizzando la Parte 2 del modello           
di dichiarazione cumulativa predisposto dall'Ente, disponibile sul              
sito Internet citato in calce; g) che l'impresa non e' sottoposta               
alle sanzioni di interdizione della capacita' a contrattare con la              
pubblica Amministrazione o alla interruzione, anche temporanea,                 
dell'attivita', ai sensi degli articoli 14 e 16 del DLgs 8/6/2001, n.           
231; h) di non partecipare alla gara in piu' di un'associazione                 
temporanea, consorzio o soggetto di cui all'art. 10, comma 1, lettere           
d), e) ed e-bis) della Legge 109/94 e successive modificazioni,                 
ovvero di non partecipare simultaneamente in forma individuale ed in            
associazione temporanea o consorzio. I consorzi di cui all'art. 10,             
comma 1, lettere b) e c) della suddetta legge sono tenuti anche a               
dichiarare per quali consorziati il consorzio concorre: a questi                
ultimi e' fatto divieto di partecipare alla gara in qualsiasi forma;            
i) di non trovarsi in una delle situazioni di controllo di cui                  
all'art. 2359 del Codice civile, rispetto ad altra impresa che                  
partecipi alla gara; l) di essere in regola con le norme che                    
disciplinano il collocamento obbligatorio dei disabili, ai sensi e              
per gli effetti di quanto richiesto dall'art. 17 della Legge                    
12/3/1999, n. 68, "Norme per il diritto al lavoro dei disabili"; se             
l'Impresa occupa meno di 15 dipendenti ovvero occupa da 15 a 35                 
dipendenti ma non ha fatto nuove assunzioni dopo il 18/1/2000,                  
dichiarare tale circostanza ovvero specificare altre cause di non               
soggezione all'obbligo. N.B.: l'Ente accertera' l'ottemperanza alla             
Legge 68/99 e la veridicita' delle dichiarazioni sostitutive                    
presentate presso i competenti uffici in sede di controllo                      
successivo; m) di essere in possesso di attestato di qualificazione             
rilasciato da una SOA, in corso di validita' ed adeguato per                    
categoria e classifica ai valori della gara, dal quale risulti pure             
il possesso della certificazione del sistema di qualita' aziendale              
conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9000, oppure di              
elementi significativi e correlati del suddetto sistema (specificare            
categorie, classifiche e certificazione di qualita' posseduta o                 
allegare fotocopia semplice di attestazione SOA sottoscritta dal                
dichiarante per conformita' all'originale posseduto); n) di avere               
esaminato gli elaborati progettuali, compreso il computo metrico, di            
essersi recato sul luogo di esecuzione dei lavori, di avere preso               
conoscenza delle condizioni locali, della viabilita' di accesso,                
delle cave eventualmente necessarie e delle discariche autorizzate              
nonche' di tutte le circostanze generali e particolari suscettibili             
di influire sulla determinazione dei prezzi, sulle condizioni                   
contrattuali e sull'esecuzione dei lavori e di aver giudicato i                 
lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali adeguati ed i             
prezzi nel loro complesso remunerativi e tali da consentire il                  
ribasso offerto. Di avere altresi' effettuato una verifica della                
disponibilita' della mano d'opera necessaria per l'esecuzione dei               
lavori nonche' della disponibilita' di attrezzature adeguate                    
all'entita' e alla tipologia e categoria dei lavori in appalto; o) i            
lavori o le parti di opere che l'impresa intende eventualmente                  
subappaltare o concedere in cottimo ai sensi dell'art. 18 della Legge           
55/90; p) l'inesistenza dei piani individuali di emersione di cui               
all'art. 1 bis, comma 14 della Legge 383/01, ovvero la conclusione              
del periodo di emersione; q) l'accettazione incondizionata di tutte             
le norme contenute nel presente bando, nel Capitolato speciale                  
d'appalto e negli altri allegati di progetto. La dichiarazione di cui           
al presente punto deve essere redatta utilizzando la Parte 1 del                
modello di dichiarazione cumulativa predisposto dall'Ente,                      
disponibile sul sito Internet citato in calce). Il legale                       
rappresentante dell'impresa dovra' altresi' rendere le dichiarazioni            
in materia contributiva, previdenziale, antinfortunistica e                     
contrattuale contenute nel predetto modello di dichiarazione.                   
2) Cauzione provvisoria di Euro 12.500,00 da documentare con                    
fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari            
finanziari di cui all'art. 30 della Legge 109/94, con validita'                 
minima di 180 giorni e corredata da: a) impegno del fidejussore a               
rilasciare la garanzia fidejussoria definitiva in caso di                       
aggiudicazione; b) espressa rinuncia al beneficio della preventiva              
escussione del debitore principale; c) operativita' della garanzia              
entro 15 giorni a semplice richiesta scritta dell'Ente appaltante. La           
cauzione provvisoria puo' anche essere prestata nelle altre forme               
previste dall'art. 100 del DPR 554/99; essa dovra' essere conforme              
agli schemi di polizza tipo previsti dal DM 123/04; i concorrenti               
sono abilitati a presentare le sole schede tecniche debitamente                 
compilate e sottoscritte dalle parti contraenti, fermo restando il              
rispetto delle disposizioni di cui al detto decreto ministeriale. Le            
imprese singole o riunite possono beneficiare della riduzione del 50            
per cento della cauzione alle condizioni e con le modalita'                     
tassativamente previste dall'art. 8, comma 11 quater della Legge                
109/94, nell'ottica interpretativa di cui alla determinazione                   
Autorita' Vigilanza Lavori pubblici 3/12/2003.                                  
3) Attestazione, rilasciata dal Comune, che l'impresa ha preso                  
visione dei luoghi ove debbono essere eseguiti i lavori.                        
L'attestazione dovra' essere sottoscritta dal rappresentante                    
designato dal Comune e controfirmata dal rappresentante designato               
dall'impresa, che ha eseguito il sopralluogo. Il relativo modello               
verra' consegnato in duplice esemplare presso la sede del Comune. Il            
giorno e l'ora del sopralluogo dovranno essere preventivamente                  
concordati telefonando al n. 0532/831139. Al sopralluogo, il                    
rappresentante dell'impresa dovra' presentarsi munito di un documento           
identificativo e della designazione effettuata dal legale                       
rappresentante dell'impresa.                                                    
Saranno ammesse imprese riunite ai sensi dell'art. 13 della Legge               
109/94, con le modalita', i requisiti e le percentuali minime                   
indicate agli artt. 93 e seguenti del DPR 554/99.                               
Le imprese riunite, a norma dell'art. 13, Legge 109/94 e successive             
modificazioni, oltre alla dichiarazione indicata al punto 1) riferita           
a ciascuna impresa, dovranno produrre scrittura privata autenticata             
(in originale o in copia notarile) con la quale viene conferito                 
mandato collettivo speciale all'impresa capogruppo. Qualora esse non            
producano il mandato collettivo, l'offerta deve essere sottoscritta             
da tutte le imprese che costituiranno il raggruppamento temporaneo o            
il consorzio e la dichiarazione indicata al punto 1) dovra' contenere           
l'impegno che, in caso di aggiudicazione, le stesse imprese                     
conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza ad una di           
esse, qualificata come capogruppo, la quale stipulera' il contratto             
in nome e per conto proprio e delle mandanti.                                   
Saranno ammesse imprese aventi sede in un altro Stato della U.E. alle           
condizioni previste dall'art. 8, comma 11 bis della Legge 109/94:               
l'esistenza degli stessi requisiti minimi richiesti alle imprese                
italiane nella presente gara sara' accertata in base alla                       
documentazione prodotta secondo le normative vigenti nei rispettivi             
Paesi.Tutti i documenti e l'offerta presentati da tali imprese devono           
essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata e gli               
importi dichiarati devono essere espressi in Euro.                              
Oltre il termine sopra indicato non resta valida alcuna altra offerta           
anche se sostitutiva o aggiuntiva ad offerta precedente. Non si fara'           
luogo a gara di miglioria ne' sara' consentita, in sede di gara, la             
presentazione di altra offerta.                                                 
Non sono ammesse offerte in aumento o di valore pari all'importo a              
base d'asta.                                                                    
Gli offerenti avranno facolta', esercitabile solo se l'appalto non              
sia aggiudicato entro tale termine, di svincolarsi dalla propria                
offerta decorso un periodo di 180 giorni dalla data della gara.                 
Il recapito del piego rimane ad esclusivo rischio del mittente ove              
per qualsiasi motivo il piego stesso non giunga all'Ente in tempo               
utile.                                                                          
L'Ente appaltante procedera' ad una immediata verifica circa il                 
possesso dei requisiti generali dei concorrenti al fine della loro              
ammissione alla gara, sulla base delle dichiarazioni da essi                    
presentate, delle certificazioni dagli stessi prodotte e dei                    
riscontri rilevabili dai dati risultanti dal casellario delle imprese           
qualificate istituito presso l'Autorita' di Vigilanza dei Lavori                
pubblici.                                                                       
La formulazione delle offerte e l'aggiudicazione avverranno con le              
modalita' previste dall'art. 89 del DPR 554/99 e quindi con                     
riferimento al massimo ribasso percentuale sull'elenco prezzi posto a           
base di gara. Qualora il numero di offerte valide sia pari o                    
superiore a cinque, si procedera' ai sensi dell'art. 21, comma 1 bis,           
Legge 109/94 e successive modifiche (esclusione automatica delle                
offerte anomale). La soglia di anomalia verra' calcolata e                      
considerata con tutte le cifre decimali disponibili senza                       
arrotondamenti: nel caso di offerte in numero inferiore a cinque, la            
Stazione appaltante procedera' conformemente a quanto previsto                  
dall'art. 89, IV comma, DPR 554/99.                                             
Si procedera' all'aggiudicazione anche quando sia pervenuta una sola            
offerta valida; in caso di offerte uguali si procedera'                         
all'aggiudicazione mediante sorteggio.                                          
L'impresa aggiudicataria e' tenuta alla presentazione di tutta la               
documentazione occorrente per la stipulazione del contratto d'appalto           
entro 15 giorni dalla data di comunicazione dell'aggiudicazione.                
La consegna dei lavori potra' avvenire in via d'urgenza - sotto le              
riserve di legge ai sensi degli artt. 129 e seguenti del DPR 554/99.            
All'atto del contratto l'aggiudicatario deve prestare:                          
1) cauzione definitiva nella misura precedentemente indicata e nei              
modi di cui all'art. 30, comma 2 bis, Legge 109/94 e dell'art. 101              
del DPR 554/99;                                                                 
2) polizza assicurativa ex art. 30, comma 3, Legge 109/94 e art. 103            
del DPR 554/99, relativa alla copertura dei seguenti rischi: danni di           
esecuzione con un massimale pari ad Euro 1.500.000,00 e                         
responsabilita' civile verso terzi, pari ad Euro 500.000,00.                    
In caso di subappalto debitamente autorizzato l'Amministrazione                 
provvedera' a corrispondere direttamente al subappaltatore o al                 
cottimista l'importo dei lavori dagli stessi eseguiti, con le                   
modalita' di cui all'art. 18, comma 3 bis della Legge 55/90.                    
L'Ente si riserva di applicare l'art. 10, comma 1 ter della Legge               
109/94 e successive modificazioni.                                              
Sul sito Internet rra.fe.it>, sono disponibili il bando di gara ed il           
modello di dichiarazione a corredo dell'offerta.                                
Responsabile del procedimento e' il dipendente del Comune di Berra,             
geom. Gianni Battaglia.                                                         
IL DIRETTORE GENERALE                                                           
Francesco Serpilli                                                              
Scadenza: 15 dicembre 2004                                                      

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it