COMUNE DI RIVERGARO (PIACENZA)

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Pubblico incanto per l'appalto dei lavori di realizzazione di nuova scuola materna in frazione Niviano

In esecuzione dei seguenti provvedimenti: delibera di Giunta comunale           
n. 19 del 21/2/2004 di approvazione progetto esecutivo con base                 
d'asta di Euro 635.500,00 di cui Euro 18.000,00 per oneri sicurezza             
Legge 494/96.                                                                   
1) Ente appaltante: Comune di Rivergaro - Settore Ufficio Tecnico               
Servizio Lavori pubblici - Indirizzo: Via San Rocco n. 24 - 29029               
Rivergaro (PC) - tel. 0523/953511 - fax: 0523/953520.                           
2) Procedura di aggiudicazione: pubblico incanto, ai sensi del comma            
1, art. 21, Legge 11/2/1994, n. 109 modificato dall'art. 7, Legge               
2/2/1995, n. 216 aggiudicazione mediante il criterio del massimo                
ribasso sull'elenco prezzi: gara ad unico incanto, ad offerte                   
segrete, con aggiudicazione anche in caso di presentazione di unica             
offerta; non sono ammesse offerte in aumento, come prescritto                   
dall'art. 21 della Legge 109/94 e successive modififiche. Il sistema            
di realizzazione dei lavori e': in parte a corpo ed in parte a                  
misura, ai sensi di quanto disposto dal combinato disposto degli                
artt. 19, comma 4 e 21, comma 1, lett. c) della Legge 109/94 e                  
successive modifiche e degli artt. 326 e 329 della Legge 20/3/1865,             
n. 2248, All. F, affidando quindi l'appalto con il sistema del prezzo           
piu' basso determinato mediante ribasso sull'elenco prezzi unitari.             
2 bis) Offerte anomale: ai sensi dell'art. 21, comma 1-bis, ultima              
parte della Legge 109/94 e successive modifiche, nel caso in cui il             
numero delle offerte valide pervenute sia almeno pari a cinque si               
procedera' all'esclusione automatica delle offerte con anomala                  
percentuale di ribasso. Saranno considerate anomale le offerte che              
presentino un ribasso pari o superiore alla media aritmetica dei                
ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del             
10%, arrotondato all'unita' superiore, rispettivamente delle offerte            
di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso, incrementata dello             
scarto aritmetico dei ribassi percentuali che superano la predetta              
media. Nel caso di offerte di numero inferiore a cinque non si                  
procede ad esclusione automatica ma la Stazione appaltante ha                   
comunque facolta' di sottoporre a verifica le offerte ritenute                  
anormalmente basse.                                                             
3) Luogo di esecuzione dei lavori: Rivergaro, frazione Niviano, Via             
Alberoni.                                                                       
4) Caratteristiche dell'opera: le caratteristiche generali                      
dell'opera, la natura ed entita' delle prestazioni, sono                        
specificatamente indicate nel capitolato speciale d'appalto, nel                
computo metrico estimativo, nelle tavole progettuali e nella                    
relazione tecnica, approvati con delibera di Giunta comunale n. 19              
del 21/2/2004, il capitolato speciale d'appalto e gli elaborati                 
tecnici di progetto riguardanti l'appalto, sono visibili presso                 
questa sede comunale Ufficio Tecnico - Servizio Lavori pubblici                 
Attivita' Tecnologiche durante i seguenti giorni ed orari: dal                  
lunedi' al sabato dalle ore 10 alle ore 13. Presso l'Ufficio Tecnico            
sara' possibile ritirare il cd (previo pagamento dei diritti di                 
copia) contenente gli elaborati progettuali quali tavole, capitolato            
speciale d'appalto, ecc. La ditta potra' rivolgersi al professionista           
incaricato arch. Giovanni Battista Menzani - tel. 0523/338704 per               
eventuali chiarimenti tecnico/progettuali e concordare la data per              
effettuare eventuale sopralluogo.                                               
5) Importo dei lavori ai sensi dell'art. 30, DPR 25 gennaio 2000, n.            
34:                                                                             
a) importo complessivo dell'opera, cosi' come risultante dal computo            
metrico e dal capitolato speciale dell'appalto, a base d'asta: Euro             
617.500,00 per opere a corpo e a misura piu' Euro 18.000,00 per oneri           
sicurezza Legge 494/96 per complessivi Euro 635.500,00;                         
b)  categoria prevalente (Allegato A e art. 3, comma 4, DPR                     
25/1/2000, n. 34) - OG1 Edifici civili ed industriali Euro 376.498,36           
(60,97%);                                                                       
c)  categorie generali o specializzate: OS1 lavori in terra Euro                
9.974,00 (1,62%) - OS3 impianto idrici sanitario Euro 32.460,41                 
(5,26%) - OS6 finiture di opere generali in materiali lignei ecc.               
Euro 55.839,70 (9,04%) - OS7 finiture di opere generali di natura               
edile Euro 20.448,70 (3,31%) - OS24 verde e arredo urbano Euro                  
17.749,29 (2,87%) - OS28 impianto termico Euro 58.529,54 (9,48%) -              
OS30 impianto elettrico Euro 46.000,00 (7,45%).                                 
6) Costi per la sicurezza Legge 494/96, Euro 18.000,00 come desunto             
dal Piano di sicurezza e coordinamento redatto dall'ing. Baldini                
Ettore e approvato con la sopracitata delibera di Giunta comunale               
19/04.                                                                          
7) Varianti in corso d'opera: le varianti in corso d'opera troveranno           
la propria disciplina nell'art. 25 della Legge 109/94.                          
8) Termine di esecuzione: il termine per l'esecuzione dei lavori e'             
stabilito in n. 330 giorni naturali e consecutivi, decorrenti dalla             
data di consegna dei lavori, comprensivi dell'andamento stagionale              
sfavorevole ed eventualmente prorogabili solo nei casi espressamente            
previsti dalla legge, previo accertamento della sussistenza delle               
condizioni da parte del direttore dei lavori.                                   
9) Finanziamento dei lavori: le opere oggetto dell'appalto verranno             
realizzate con finanziamento comunale mediante mutuo acceso presso la           
Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza filiale di Rivergaro. I                  
pagamenti avverranno secondo le modalita' stabilite dal capitolato              
speciale d'appalto ed in conformita' a quanto prescritto dalle                  
disposizioni di legge, e dal vigente regolamento di contabilita'                
dell'ente, approvato conformemente a quanto prescritto dal DLgs 77/95           
e successive modificazioni.                                                     
10) Cauzioni: la cauzione provvisoria, ai sensi dell'art. 30, comma             
1, Legge 109/94 e successive modifiche, a garanzia della mancata                
sottoscrizione del contratto per volonta' dell'aggiudicatario, e'               
stabilita nella misura del 2% dell'importo a base dell'appalto e                
quindi Euro 12.700,00, e puo' essere prestata e comprovata mediante             
fideiussione bancaria o assicurativa, la cui polizza dovra' essere              
presentata in originale, senza il beneficio della preventiva                    
escussione e della decadenza di cui all'art. 1944 del Codice civile,            
con la quale il fideiussore si obblighi incondizionatamente ad                  
effettuare il versamento della somma garantita presso la Tesoreria              
dell'Amministrazione alla prima richiesta dell'Amministrazione                  
appaltante nonche' in caso di aggiudicazione di prestare anche la               
cauzione definitiva. La cauzione della ditta aggiudicataria sara'               
svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del                  
contratto. Ai non aggiudicatari la cauzione sara' restituita non                
appena avvenuta l'aggiudicazione definitiva, con determinazione                 
dirigenziale, che, in base al Regolamento sul procedimento                      
amministrativo dell'ente, approvato ai sensi dell'art. 3, Legge                 
241/90, avverra' entro giorni 30 dall'aggiudicazione provvisoria ad             
opera della Commissione aggiudicatrice. La cauzione definitiva, ai              
sensi dell'art. 30, comma 2, Legge 109/94 e successive modifiche, e'            
stabilita nella misura del 10% dell'importo contrattuale. Ai sensi              
dell'art. 21, comma 1-bis, ultimo periodo della Legge 109/94 e                  
successive modifiche, qualora l'offerta dell'aggiudicatario risulti             
maggiore della percentuale di ribasso del 20%, la garanzia e'                   
incrementata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti            
la predetta percentuale. Le cauzioni sono ridotte al 50% per le ditte           
in possesso della certificazione del sistema di qualita', conformata            
alle norme europee della serie UNI EN ISO 9000.                                 
11) Soggetti ammessi alla gara art. 31, DPR 25 gennaio 2000, n. 34:             
le imprese italiane e le imprese degli altri Stati CEE, e che siano             
in possesso dei seguenti requisiti di ordine tecnico-organizzativo:             
1)  categoria prevalente qualificazione SOA OG1 edifici civili e                
industriali cl. III (Euro 1.032,913);                                           
2)  categorie specializzate OS1 - Lavori in terra Euro 9.974,00                 
(1,62%) OS3 impianto idrici sanitario Euro 32.460,41 (5,26%) - OS6              
finiture di opere generali in materiali lignei ecc. Euro 55.839,70              
(9,04%) - OS7 finiture di opere generali di natura edile Euro                   
20.448,70 (3,31%) - OS24 verde e arredo urbano Euro 17.749,29 (2,87%)           
- OS28 impianto termico Euro 58.529,54 (9,48%) - OS30 impianto                  
elettrico Euro 46.000,00 (7,45%).                                               
Inoltre le imprese a norma dell'art. 17 del DPR 25 gennaio 2000, n.             
34 dovranno possedere i seguenti requisiti di ordine generale:                  
a)  cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all'Unione              
Europea, ovvero residenza in Italia per gli stranieri imprenditori ed           
amministratori di societa' commerciali legalmente costituite, se                
appartengono a Stati che concedono trattamento di reciprocita' nei              
riguardi dei cittadini italiani;                                                
b) assenza di procedimento in corso per l'applicazione di una delle             
misure di prevenzione di cui all'art. 3 della Legge 27 dicembre 1956,           
n. 1423, o di una delle cause ostative previste dall'art. 10 della              
Legge 31/5/1965, n. 575;                                                        
c)  inesistenza di sentenze definitive di condanna passate in                   
giudicato ovvero sentenze di applicazione della pena su richiesta ai            
sensi dell'articolo 444 del Codice di procedura penale a carico del             
titolare, del legale rappresentante, dell'Amministratore o del                  
Direttore tecnico per reati che incidono sulla moralita'                        
professionale;                                                                  
d) inesistenza di violazioni gravi, definitivamente accertate alle              
norme in materia di contribuzione sociale secondo la legislazione               
italiana o del paese di residenza;                                              
e) inesistenza di irregolarita', definitivamente accertate, rispetto            
agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse secondo la            
legislazione italiana o del paese di provenienza;                               
f) iscrizione al Registro delle imprese presso le competenti Camere             
di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato, ovvero presso i             
Registri professionali dello Stato di provenienza, con indicazione              
della specifica attivita' di impresa;                                           
g) insussistenza dello stato di fallimento, di liquidazione o di                
cessazione dell'attivita';                                                      
h) inesistenza di procedure di fallimento, di concordato preventivo,            
di amministrazione controllata e di amministrazione straordinaria;              
i) inesistenza di errore grave nell'esecuzione di lavori pubblici;              
l) inesistenza di violazioni gravi, definitivamente accertate,                  
attinenti l'osservanza delle norme poste a tutela della prevenzione e           
della sicurezza sui luoghi di lavoro;                                           
m) inesistenza di false dichiarazioni circa il possesso dei requisiti           
richiesti per l'ammissione agli appalti e per il conseguimento                  
dell'attestazione di qualificazione (punto 3, art. 17, DPR 34/00) per           
la qualificazione delle societa' commerciali, delle cooperative e dei           
loro consorzi, dei consorzi tra imprese artigiane e dei consorzi                
stabili, i requisiti di cui alle lettere a), b), c) anzidescritti si            
riferiscono al Direttore tecnico e a tutti i soci se si tratta di               
Societa' in nome collettivo; al Direttore tecnico e a tutti gli                 
accomandatari se si tratta di Societa' in accomandita semplice; al              
Direttore tecnico e agli amministratori muniti di rappresentanza se             
si tratta di ogni altro tipo di societa' o di consorzio.                        
12) Riunione di concorrenti: ai sensi dell'art. 4 del DPCM 555/91 si            
precisa che le imprese sono ammesse a partecipare alla gara                     
singolarmente o riunite in associazione o consorzio, ai sensi delle             
seguenti disposizioni: artt. 10, 12 e 13 della Legge 109/94 e                   
successive modificazioni; art. 22 e seguenti del DLgs 19 dicembre               
1991, n. 406. Non e' consentito ad una stessa ditta di presentare               
contemporaneamente richiesta di invito (e successivamente offerta) in           
diverse associazioni di imprese o consorzi ovvero individualmente ed            
in associazione e consorzio, a pena di esclusione dalla procedura di            
tutti i richiedenti (o, comunque, di tutte le diverse offerte                   
presentate). I consorzi sono all'uopo tenuti ad indicare la                     
denominazione di tutte le imprese consorziate.                                  
Riunioni orizzontali: le associazioni temporanee e i consorzi di cui            
all'art. 10, comma 1, lettere d), e) ed e-bis) della Legge 109/94 di            
tipo orizzontale, possono partecipare alla gara qualora la mandataria           
o capogruppo e le mandanti o le altre imprese consorziate siano in              
possesso dei requisiti, prescritti dagli articoli 31 e 32 del DPR               
34/00 per le imprese singole, rispettivamente nelle misure minime del           
40% e del 10%. L'associazione deve comunque possedere i requisiti               
nella stessa misura richiesta per l'impresa singola.                            
Riunione verticale: (in caso di opere scorporabili). I concorrenti              
hanno facolta' di presentare offerta in associazione verticale, ai              
sensi dell'art. 10 lett. d), e) ed e-bis) e dell'art. 13, comma 3               
della Legge 109/94 e successive modificazioni. Le associazioni                  
temporanee ed i consorzi di cui all'art. 10, comma 1, lettere d), e)            
ed e-bis) della Legge 109/94 di tipo verticale, possono partecipare             
alla gara qualora la mandataria o capogruppo e ciascuna mandante o              
altra impresa consorziata possiedano i requisiti, prescritti dagli              
articoli 31 e 32 del DPR 34/00 per l'impresa singola, rispettivamente           
con riferimento alla categoria prevalente e alle categorie che                  
intendono assumere ed ai singoli corrispondenti importi; si ritiene,            
inoltre, per le ragioni di cui sopra che possano essere ammesse alle            
gare anche associazioni o consorzi che non prevedono che tutte le               
lavorazioni diverse da quella prevalente siano assunte da mandanti o            
da altre imprese consorziate sempre che i requisiti mancanti siano              
posseduti dalla mandataria o capogruppo con riferimento alla                    
categoria prevalente.                                                           
13) Subappalto: l'affidamento di lavori in subappalto potra' avvenire           
solo a seguito di autorizzazione dell'Ente o al trascorrere del                 
trentesimo giorno dalla domanda (corredata dalla documentazione di              
seguito indicata), nel rispetto dell'art. 18 della Legge 55/90 e                
successive modifiche. Pertanto, l'affidamento in subappalto o in                
cottimo e' sottoposto alle seguenti condizioni:                                 
a)  che i concorrenti abbiano indicato all'atto dell'offerta i lavori           
o le parti di opere che intendono subappaltare o concedere in                   
cottimo;                                                                        
b)  che l'appaltatore provveda al deposito del contratto di                     
subappalto presso la Stazione appaltante almeno venti giorni prima              
della data di effettivo inizio dell'esecuzione delle relative                   
lavorazioni;                                                                    
c) che al momento del deposito del contratto di subappalto presso la            
Stazione appaltante l'appaltatore trasmetta altresi' la                         
certificazione attestante il possesso da parte del subappaltatore dei           
requisiti di cui al punto successivo;                                           
d)  che l'affidatario del subappalto o del cottimo rispetti e                   
dimostri quanto disposto dal precedente art. 11 nel limite                      
dell'importo dei lavori oggetto del subappalto;                                 
e)  che l'affidatario del subappalto o del cottimo sia in possesso              
dell'iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e              
Agricoltura per la tipologia di lavorazioni messe a gara o, se                  
straniero di un paese dell'Unione Europea, alla corrispondente                  
iscrizione nel paese di appartenenza;                                           
f)  che non sussista, nei confronti dell'affidatario del subappalto o           
del cottimo, alcuno dei divieti previsti dall'articolo 10 della Legge           
31 maggio 1965, n. 575, e successive modificazioni;                             
g)  che l'affidatario rispetti i requisiti di ordine                            
tecnico-organizzativo e generale come indicato al precedente punto              
11) in relazione all'importo delle opere oggetto di subappalto. E'              
fatto obbligo al soggetto aggiudicatario di trasmettere, entro venti            
giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti,           
copia delle fatture quietanziate relative ai pagamenti da esso                  
aggiudicatario via corrisposti al subappaltatore o cottimista, con              
l'indicazione delle ritenute di garanzia effettuate; nel caso di                
pagamento diretto, il soggetto aggiudicatario comunichera' all'Ente             
appaltante la parte dei lavori eseguiti dal subappaltatore o dal                
cottimista, con la specificazione del relativo importo e con proposta           
motivata di pagamento.                                                          
14) Svincolo dall'offerta: l'aggiudicatario provvisorio ha facolta'             
di svincolarsi dalla propria offerta qualora, decorsi 60 giorni                 
dall'apertura delle buste, senza propria colpa, non sia ancora stata            
adottata la determinazione di aggiudicazione definitiva.                        
15) Offerta: l'offerta dovra' essere presentata in busta chiusa (sul            
cui frontespizio dovra' essere posta la dicitura "busta contenente              
offerta"), sigillata sui lembi esterni con timbro e firma del                   
titolare della ditta, comunque, con altra modalita' idonea a rendere            
oggettivamente impossibile l'eventuale apertura e richiusura della              
busta senza lasciare traccia dell'operazione, all'interno del plico             
contenente la documentazione di gara, dovra' essere: espressa                   
attraverso l'indicazione dell'offerta a prezzi unitari, da indicarsi            
in cifre ed in lettere utilizzando il modulo da ritirare presso                 
l'Ufficio Tecnico comunale, seguendo le istruzioni ivi indicate,                
precisando che: in caso di discordanza tra cifre e lettere prevarra'            
l'indicazione piu' vantaggiosa per l'Amministrazione, salvo l'ipotesi           
di errore palesemente riconoscibile, nella quale prevarra'                      
l'indicazione non riconosciuta errata; il modulo suddetto dovra'                
essere sottoscritto dal legale rappresentante della ditta offerente,            
e non potra' presentare correzioni di sorta, salvo non siano                    
espressamente confermate tramite apposizione accanto alle stesse di             
espressa indicazione e sottoscrizione; la firma dovra' essere apposta           
per esteso, in modo leggibile. L'offerta deve essere scritta in                 
lingua italiana su carta resa legale tramite l'apposizione del                  
competente bollo da Euro 10,33, senza riserve e condizioni a pena di            
nullita' dell'intera offerta. L'offerta dovra' essere espressa in               
Euro - il modulo dovra' essere compilato in ogni parte e a macchina o           
a mano purche' con calligrafia leggibile.                                       
16) Presentazione dell'offerta e della documentazione - Seduta di               
gara: il plico, contenente la documentazione richiesta dal presente             
bando e la busta sigillata contenente l'offerta, dovra' essere                  
chiuso, sigillato con timbro e controfirma del titolare della ditta             
o, comunque, con altra modalita' idonea a rendere oggettivamente                
impossibile l'eventuale apertura e richiusura della busta senza                 
lasciare traccia dell'operazione. All'esterno del plico dovra' essere           
riportata: l'indicazione dell'oggetto dell'appalto; la ragione                  
sociale; la sede del concorrente, alla quale spedire le notizie                 
relative alla gara; in caso di riunione di imprese le offerte                   
dovranno essere redatte e sottoscritte dalle singole imprese e poi              
presentate dalla capogruppo. In alternativa l'offerta potra' essere             
sottoscritta dalla sola ditta capogruppo, previa produzione di un               
mandato con rappresentanza, nella forma della scrittura privata                 
autenticata. E' vietata qualsiasi modificazione della composizione              
dell'associazione o consorzio temporaneo. La documentazione                     
definitiva in originale o in copia autenticata verra' richiesta solo            
all'aggiudicatario, salvo altri eventuali controlli o verifiche. Il             
piego dovra' pervenire al Protocollo di questo Comune entro le ore 12           
del giorno precedente a quello fissato per l'apertura della gara e              
precisamente entro le ore 12 del 5/4/2004 lunedi', precisando che               
detto piego deve pervenire mezzo il Servizio postale di Stato o altro           
servizio concessionario o abilitato. La seduta di gara si terra' il             
6/4/2004, martedi', alle ore 10,30, la seduta della Commissione e'              
pubblica. La Commissione potra' prendere nota dei presenti, chiedendo           
i relativi documenti di riconoscimento. Prima dell'apertura delle               
buste contenenti l'offerta si procedera' alla verifica del possesso             
dei requisiti di capacita' economico-finanziaria e tecnica                      
organizzativa come disposto dall'art. 10, comma 1 quater della Legge            
109/94 e successive modifiche ed integrazioni.                                  
17) Tutela della privacy: ai sensi del combinato disposto degli artt.           
10, comma 1 e 27, commi 1 e 2 della Legge 31 dicembre 1996, n. 675 e            
successive modifiche, in ordine al procedimento instaurato da questo            
bando si informa che:                                                           
a) i dati richiesti sono raccolti per le seguenti finalita': per                
adempiere a specifici obblighi di Legge;                                        
b) le modalita' del trattamento ineriscono a specifici obblighi di              
Legge;                                                                          
c) conformemente alla vigente disciplina legislativa ed alle                    
disposizioni del Regolamento dei contratti di questo Ente, il                   
conferimento dei dati ha natura di onere: per i documenti da                    
presentare ai fini della partecipazione, il concorrente, se intende             
partecipare alla gara in oggetto e' tenuto a rendere i dati e la                
documentazione richiesta del presente bando, pena l'esclusione; per i           
documenti da presentare ai fini dell'aggiudicazione e della                     
conclusione del contratto, la ditta che non presentera' i documenti o           
non fornira' i dati richiesti si intendera' decaduta                            
dall'aggiudicazione, con incameramento della garanzia di cui all'art.           
30 della Legge 109/94;                                                          
a)  i dati raccolti potranno essere oggetto di comunicazione: al                
personale dipendente dell'ente responsabile in tutto o in parte del             
procedimento o comunque in esso coinvolto per ragioni di servizio;              
alla Commissione di gara; ai concorrenti che parteciperanno alla                
seduta pubblica di gara, prevista per il 6/4/2004, agli altri                   
soggetti aventi titolo, ai sensi della Legge 241/90 e 142/90;                   
b) il trattamento dei dati avverra' mediante strumenti idonei a                 
garantirne la sicurezza e la riservatezza, anche attraverso strumenti           
informatici dotati di apposita password di conoscenza solo del                  
personale addetto al procedimento;                                              
c)  l'utilizzo dei menzionati strumenti consentira' anche modalita'             
di trattamento che consentano il raffronto dei dati e una gestione              
degli stessi nel tempo, allo scopo, se si rendesse necessario, di               
effettuare controlli sulle dichiarazioni, dati e documenti forniti;             
d)  in ogni caso i dati e documenti saranno rilasciati agli organi              
dell'Autorita' giudiziaria che ne facciano richiesta nell'ambito di             
procedimenti a carico delle ditte concorrenti;                                  
e) Il Comune di Rivergaro e' soggetto attivo della raccolta dei                 
dati;                                                                           
f) i diritti spettanti all'interessato sono quelli di cui all'art. 13           
della Legge 675/96 e successive modifiche, alla quale si rinvia. Il             
concorrente, presentando la dichiarazione mod. A allegata, dichiara             
di essere a conoscenza e di accettare le modalita' di trattamento,              
raccolta e comunicazione innanzi menzionate.                                    
18) Facolta' dell'Amministrazione subentro. L'Amministrazione, ai               
sensi dell'art. 10 della Legge 109/94 e successive modifiche, si                
riserva la facolta', in caso di morte, fallimento o risoluzione del             
contratto per grave inadempimento dell'originario appaltatore, di               
interpellare il secondo classificato al fine di stipulare un nuovo              
contratto per il completamento dei lavori alle medesime condizioni              
economiche gia' proposte in sede di offerta. In caso di fallimento              
del secondo classificato potra' essere interpellato il terzo                    
classificato e, in tal caso, il nuovo contratto e' stipulato alle               
condizioni economiche offerte dal secondo classificato.                         
19) Responsabile del procedimento: ai sensi dell'art. 6 della Legge             
109/94 e successive modifiche, e della citata Legge n. 241 si rende             
noto che il responsabile unico del procedimento per l'appalto di cui            
al presente procedimento di gara e' il geom. Capucciati Celso.                  
20) Documenti e schema di dichiarazione da allegare: nel plico                  
esterno le imprese dovranno necessariamente inserire (oltre alla                
busta di offerta come indicata al punto 15):                                    
- le dichiarazioni di cui all'Allegato A), seguendo le istruzioni ivi           
riportate;                                                                      
- se ne ricorrono i presupposti, le dichiarazioni di cui all'Allegato           
B), seguendo le istruzioni ivi riportate; (N.B.: Allegati A e B                 
depositati e da ritirare presso l'Ufficio Tecnico comunale);                    
- documento originale comprovante la prestazione della garanzia per             
la stipula, pari al 2% della somma a base d'asta, e pertanto pari a             
Euro 12.700,00;                                                                 
- dichiarazione di presa visione da parte del legale rappresentante             
della ditta dei luoghi e della documentazione redatta dal                       
Responsabile Servizio Lavori pubblici del Comune di Rivergaro o                 
persona delegata, nel caso di persona delegata, la stessa dovra'                
essere un dipendente e/o socio con idonea qualifica tecnica.                    
21) Ulteriori cause di esclusione:                                              
1)  utilizzazione di moduli diversi da quelli forniti                           
dall'Amministrazione comunale quali: modulo offerta, dichiarazioni              
Allegati A e B (se necessaria);                                                 
2)  abrasioni e/o correzioni di sorta, salvo non siano espressamente            
confermate tramite apposizione accanto alle stesse di espressa                  
indicazione e sottoscrizione del dichiarante;                                   
3) incompletezza nella compilazione sia dell'offerta che delle                  
dichiarazioni A e B (se necessaria).                                            
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO                                                
Celso Capucciati                                                                
Scadenza: 5 aprile 2004                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it