TESA PIACENZA SPA - PIACENZA

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Pubblico incanto per somministrazioni e prestazioni di opere necessarie per la manutenzione straordinaria dell'impianto elettrico delle luci votive, dell'impianto idraulico e della rete fognaria del cimitero urbano - II lotto - IV e V reparto

1. TESA Piacenza SPA di Piacenza - Strada Borgoforte n. 22 - tel.               
0523/5491 - telefax 0523/615297.                                                
2.a) Pubblico incanto ai sensi della Legge 11 febbraio 1994, n. 109 e           
successive modificazioni: l'appalto si intende a corpo.                         
b) -                                                                            
3.a) Piacenza - Strada Caorsana n. 26.                                          
b) Somministrazioni e prestazioni di opere necessarie per la                    
manutenzione straordinaria dell'impianto elettrico delle luci,                  
votive, dell'impianto idraulico e della rete fognaria del cimitero              
urbano - II lotto - IV e V reparto.                                             
L'importo a base della gara e' di Euro 595.268,45 + IVA , di cui Euro           
16.400,00 + IVA quali oneri per la sicurezza.                                   
Categoria prevalente: OG11 per Euro 440.305,11 + IVA; altre                     
categorie, ai soli fini del subappalto: OG3 per Euro 105.951,52 + IVA           
e OG6 per Euro 49.011,82 + IVA.                                                 
c) -                                                                            
d) -                                                                            
4. I lavori dovranno iniziare, presumibilmente, entro il mese di                
febbraio 2005 e dovranno essere ultimati entro 180 giorni naturali,             
successivi e continui decorrenti dalla data del verbale di consegna.            
5.a) Per quanto concerne le specifiche tecniche e le condizioni                 
generali dell'appalto si rimanda allo "Schema di contratto -                    
Capitolato speciale di appalto" con i relativi allegati disponibili,            
per la visione gratuita, presso il Servizio Edlizia civile e                    
industriale - Strada Borgoforte n. 22 - 29100 Piacenza.                         
b) Nel caso la ditta concorrente volesse prendere possesso dei                  
documenti di cui sopra, gli stessi sono reperibili presso: Copisteria           
Colombo - Via Colombo n. 9/b - 29100 Piacenza (tel. 0523/592575) al             
prezzo di Euro 62,50 + IVA.                                                     
6.a) Ore 12 dell'1 dicembre 2004. L'invio del plico e' a totale                 
rischio e cura del mittente.                                                    
b) TESA Piacenza SpA - Servizio Affari generali - Strada Borgoforte             
n. 22 - 29100 Piacenza - tel. 0523/5491 - telefax 0523/615297 (nei              
giorni feriali,, sabato escluso, ore 8 - 13).                                   
c) Lingua italiana.                                                             
7.a) Saranno ammessi ad assistere all'apertura dei plichi contenenti            
le offerte i rappresentanti legali delle imprese/ATI concorrenti e/o            
loro delegati (la delega dovra' essere predisposta in forma scritta             
su carta intestata del concorrente).                                            
b) Il pubblico incanto verra' esperito il 2 dicembre 2004 alle ore 15           
presso la sede della scrivente Azienda in Piacenza - Strada                     
Borgoforte n. 22.                                                               
8. Cauzione provvisoria: pari ad Euro 11.905,37, corrispondente al 2%           
dell'importo a base della gara, in sede di presentazione delle                  
offerte, con le modalita' di cui all'art. 30, comma 1, Legge 11                 
febbraio 1994, n 109 e successive modificazioni.Cauzione definitiva:            
da costituirsi con le modalita' di cui all'art. 30, comma 2, Legge 11           
febbraio 1994, n. 109 e successive modificazioni, per la ditta/ATI              
aggiudicataria.                                                                 
Polizze assicurative per la ditta/ATI aggiudicataria, come                      
specificato all'art. 11 dello "Schema di contratto - Capitolato                 
speciale di appalto".                                                           
9. L'appalto e' finanziato da TESA Piacenza SpA.                                
L'appaltatore avra' diritto al pagamento delle fatture, previa                  
trattenuta delle garanzie di legge, compresa quella dello 0,50% per             
gli infortuni, ogni qualvolta l'importo dei lavori eseguiti raggiunga           
il 15% dell'importo a contratto, mediante bonifico bancario come                
riportato all'art. 20 dello "Schema di contratto - Capitolato                   
speciale di appalto", previa esibizione a TESA Piacenza SpA della               
documentazione attestante il versamento dei contributi previdenziali            
e dei contributi assicurativi obbligatori per gli infrotuni sul                 
lavoro e le malattie professionali dei dipendenti.                              
10. Sono ammessi a partecipare alla gara tutti i soggetti di cui                
all'art. 10 della Legge 11 febbraio 1994, n. 109 e successive                   
modificazioni, secondo le disposizioni ivi richiamate ed ai sensi               
degli articoli 93, 94, 95, 96, 97 del DPR 21 dicembre 1999, n. 554. I           
soggetti di cui all'art. 10, comma 1, lettere b) e c) della Legge 11            
febbraio 1994, n. 109 e successive modificazioni, saranno ammessi a             
partecipare con le modalita' di cui agli articoli 11 e 13 della                 
stessa legge. I medesimi sono tenuti ad indicare, pena l'esclusione,            
mediante apposita dichiarazione da presentare separatamente                     
dall'offerta, l'impresa designata all'esecuzione dei lavori; a                  
quest'ultima e' fatto divieto di partecipare in qualsiasi altra                 
forma, alla medesima gara. E' fatto divieto ai concorrenti di                   
partecipare alla gara in piu' di un'associazione temporanea o                   
consorzio ovvero partecipare alla gara anche in forma individuale               
qualora l'impresa partecipi in associazione o consorzio.                        
11. Per partecipare al pubblico incanto l'impresa/ATI dovra'                    
produrre:                                                                       
a) l'offerta indirizzata a TESA Piacenza SpA e firmata, a pena di               
nullita' dal legale rappresentante dell'impresa/ATI stessa o da altra           
persona autorizzata che dovra' essere formulata con l'indicazione               
della percentuale di ribasso applicata sull'importo a base della                
gara, percentuale che dovra' essere unica ed indicata sia in cifre              
che in lettere. In caso di discordanza tra cifre e lettere sara'                
ritenuta valida l'offerta piu' favorevole a TESA Piacenza SpA.                  
L'offerta sara' considerata nulla se condizionata oppure se espressa            
in modo indeterminato;                                                          
b) il certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria,            
Artigianato e Agricoltura, in originale oppure in copia autenticata             
o, in sostituzione, la copia conforme o l'autocertificazione o la               
dichiarazione sostitutiva di atto notorio, accompagnata da copia                
fotostatica di documento di identita' in corso di validita' del                 
legale rappresentante, da detto documento, di data non anteriore a              
sei mesi da quella di pubblicazione del presente bando, dovra'                  
risultare la persona legittimata a rappresentare e ad impegnare                 
legalmente l'impresa;                                                           
c) il certificato di qualificazione SOA, nella Categoria OG11,                  
relativo alla classifica II o superiore o, in caso di ATI, relativo             
alla classifica corrispondente alla quota di partecipazione delle               
varie ditte all'ATI stessa. Ai sensi del DPR 25 gennaio 2004, n. 34,            
dal certificato SOA presentato per le classifiche III, IV e V dovra'            
risultare il possesso della dichiarazione della presenza dei                    
requisiti del sistema di qualita' aziendale; in caso il certificato             
SOA presentato sia superiore alla V classifica, lo stesso dovra'                
indicare il possesso della certificazione di qualita' aziendale;                
d) l'apposito documento che certifichi che un rappresentante                    
dell'impresa/ATI ha effettuato un sopralluogo accompagnato dai                  
funzionari aziendali preposti (i giorni per effettuare detto                    
sopralluogo saranno concordati con la stazione appaltante - per                 
appuntamento telefonare al n. 0523/549960);                                     
e) la dichiarazione che l'offerta tiene conto degli oneri previsti              
per i piani di sicurezza;                                                       
f) la dichiarazione con la quale attesta che si trova in regola con             
le disposizioni di cui all'art. 17 della Legge 12 marzo 1999, n. 68 e           
successive modificazioni;                                                       
g) la dichiarazione con la quale attesta di essere in possesso della            
cittadinanza italiana, di altro Stato della UE oppure di altri Stati            
che concedono trattamento di reciprocita';                                      
h) la dichiarazione di non trovarsi in situazioni di controllo e di             
collegamento di cui all'art. 2359 del C.c. con altre imprese/ATI;               
i) la dichiarazione con la quale attesta che ha proceduto a tutti gli           
accertamenti per rendersi esatto conto di tutte le circostanze di               
luogo e di fatto che comunque possono influire nell'offerta;                    
j) la dichiarazione con la quale attesta che ha preso visione del               
"Bando di gara integrale", dello "Schema di contratto - Capitolato              
speciale di appalto" e dei relativi allegati;                                   
k) la dichiarazione di accettazione incondizionata e senza alcuna               
riserva di tutte le clausole, condizioni e prescrizioni del "Bando di           
gara integrale", dello "Schema di contratto - Capitolato speciale di            
appalto" e dei relativi allegati;                                               
l) la dichiarazione con la quale precisa le opere che, nel caso,                
intende supappaltare o concedere in cottimo, secondo le disposizioni            
di cui all'art. 18 della Legge 19 marzo 1990, n. 55 come da ultimo              
modificato dall'art. 34 della Legge 11 febbraio 1994, n. 109 e                  
successive modificazioni;                                                       
m) la dichiarazione con la quale attesta di non essersi avvalsa di              
piani individuali di emersione di cui alla Legge 18 ottobre 2001, n.            
383 e successive modificazioni, o nel caso si sia avvalsa, che il               
periodo di emersione si e' concluso;                                            
n) la dichiarazione con la quale attesta di non incorrere in alcuna             
delle cause di esclusione di cui all'art. 75 del DPR 21 dicembre                
1999, n. 554 e successive modificazioni.                                        
Tutte le dichiarazioni di cui ai punti b) - solamente nel caso di               
presentazione di autocertificazione o dichiarazione sostitutiva di              
atto notorio - e), f), g), h), i), j), k), l), m) ed n) dovranno                
essere firmate dal legale rappresentante dell'impresa concorrente o             
da altra persona autorizzata e potranno essere redatte su fogli                 
singoli o su un unico foglio.                                                   
In caso di ATI, non ancora costituita, l'offerta di cui al punto a)             
dovra' essere controfirmata da tutte le imprese componenti l'ATI, i             
documenti/dichiarazioni di cui ai punti b), e), f), g), h), i), j),             
k), m) ed n) dovranno essere presentati/e singolarmente da tutte le             
imprese componenti l'ATI, il/i certificato/i di cui al punto c)                 
dovra'/dovranno essere presentato/i singolarmente da tutte le imprese           
componenti l'ATI in base a quanto previsto dall'art. 3, comma 2 del             
DPR 25 gennaio 2000, n. 34 in combinato disposto con l'art. 95, commi           
2 e 3 del DPR 21 dicembre 1999, n. 554, il documento di cui al punto            
d) dovra' essere sottoscritto da un rappresentante dell'ATI medesima            
ed, infine la dichiarazione di cui al punto 1) dovra' essere                    
presentata dalla ditta componente l'ATI designata quale impresa                 
capogruppo mandataria.                                                          
In caso di ATI, gia' costituita il documento/le dichiarazioni di cui            
ai punti d), e), g), i) j), k) ed l) potranno essere rilasciate dalla           
sola ditta capogruppo mandataria.                                               
La cauzione provvisoria dovra' essere firmata e presentata dalla sola           
ditta capogruppo mandataria, anche in caso di ATI non ancora                    
costituita.                                                                     
La mancata presentazione, l'incompletezza o l'irregolarita' anche di            
uno solo dei documenti di cui sopra potra' determinare la non                   
apertura della busta "Offerta" di cui piu' oltre. L'"Offerta" di cui            
al punto "a" dovra' essere contenuta, a pena di nullita', in busta              
chiusa, recante all'esterno la dicitura "Offerta", mentre la                    
documentazione, unitamente alla cauzione provvisoria dovra' essere              
contenuta in altra busta chiusa recante anch'essa all'esterno, la               
dicitura "Documenti". Le due buste, "Offerta" e "Documenti", dovranno           
essere a loro volta contenute in un unico plico chiuso, sulla cui               
parte esterna dovranno essere evidenziati l'indirizzo del mittente e            
l'oggetto della gara.                                                           
La ditta/ATI aggiudicataria dovra' dimostrare, prima della firma del            
contratto, la dichiarazione di cui al punto "n" mediante la                     
presentazione di appositi certificati.                                          
In sostituzione degli stessi potranno essere presentate                         
autocertificazioni o dichiarazioni sostitutive di atto notorio,                 
accompagnate da copia fotostatica di un documento di identita' del              
sottoscrittore in corso di validita'.                                           
12. L'offerta delle imprese/ATI concorrenti dovra' restare valida ed            
impegnativa per il periodo di giorni 90 dalla data di esperimento               
della gara trascorso il quale e' in facolta' delle imprese/ATI stesse           
di svincolarsi dalle proprie offerte.                                           
13. L'aggiudicazione sara' effettuata secondo il criterio previsto              
dall'art. 21 della Legge 11 febbraio 1994, n. 109 e successive                  
modificazioni, con il criterio del massimo ribasso sull'importo a               
base della gara.                                                                
14. -                                                                           
15. Relativamente all'eventuale subpappalto dei lavori, lo stesso               
potra' essere richiesto nella misura stabilita dalle vigenti leggi e            
gli eventuali subappaltatori dovranno dimostrare di possedere i                 
relativi requisiti e le relative certificazioni per gli importi                 
sbappaltati.                                                                    
La ditta aggiudicataria dovra' predisporre il proprio "Piano                    
operativo di sicurezza", elaborato sulla base del "Piano di sicurezza           
e coordinamento" predisposto da TESA Piacenza SpA, nonche' ad                   
integrare quest'ultimo con eventuali proposte ed osservazioni.                  
Per eventuali chiarimenti che dovessero occorrere si prega di                   
contattare il funzionario aziendale Zannardi Donata (tel.                       
0523/549544).                                                                   
TESA Piacenza SpA si riserva la facolta' di non procedere comunque, a           
suo insindacabile giudizio, ad alcuna assegnazione.                             
La gara potra' essere aggiudicata anche in presenza di una sola                 
offerta valida.                                                                 
La mancanza di uno solo dei requisiti richiesti o la incompletezza              
dell'offerta, delle dichiarazioni e della documentazione da produrre            
potra' comportare l'esclusione del richiedente.                                 
TESA Piacenza SpA, si riserva la facolta' di applicare le                       
disposizioni di cui all'art. 10, comma 1-ter della Legge 11 febbraio            
1994, n. 109 e successive modificazioni.                                        
Ogni controversia derivante dal contratto e' deferita alla competenza           
arbitrale ai sensi dell'art. 32 della Legge 11 febbraio 1994, n. 109            
e successive modificazioni.                                                     
16. Nessun avviso di preinformazione e' stato inviato per la                    
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita' Europee.                 
17. Alla Regione Emilia-Romagna per la pubblicazione nel Bollettino             
Ufficiale della Regione Emilia-Romagna: 25 ottobre 2004.                        
18. -                                                                           
19. -                                                                           
IL PRESIDENTE                                                                   
Guido Ramonda                                                                   
Scadenza: 1 dicembre 2004                                                       

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it