REGIONE EMILIA-ROMAGNA - RESPONSABILE DEL SERVIZIO AIUTI ALLE IMPRESE

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AIUTI ALLE IMPRESE 23 marzo 2004, n. 3588

R.R. 17/03 - Anagrafe delle aziende agricole - Disposizioni in merito alle modalita' di gestione delle domande di cui ai Regolamenti CE 1251/99, 1782/03 e 2237/03 per quanto riguarda il regime di aiuto a favore di taluni seminativi

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Visti:                                                                          
- la L.R. 30 maggio 1997, n. 15 "Norme per l'esercizio delle funzioni           
regionali in materia di agricoltura. Abrogazione della L.R. 27 agosto           
1983, n. 34" ed in particolare l'art. 22;                                       
- il DPR 1 dicembre 1999, n. 503 "Regolamento recante norme per                 
l'istituzione della Carta dell'agricoltore e del pescatore e                    
dell'anagrafe delle aziende agricole, in attuazione dell'articolo 14,           
comma 3 del DLgs 30 aprile 1998, n. 173";                                       
- il DM del Ministero delle Politiche agricole e forestali del 4                
aprile 2000 "Disposizioni nazionali di attuazione dei regolamenti CE            
n. 1251/99 del Consiglio del 17 maggio 1999, n. 2316/99 della                   
Commissione del 22/10/1999 e n. 2461/99 della Commissione del                   
19/11/1999, in materia di pagamenti per superfici di taluni                     
seminativi, nonche' dei Regolamenti CE 1577/96 del Consiglio e n.               
1644/96 della Commissione relativi alla istituzione di un aiuto a               
favore di talune leguminose in grani";                                          
- il Regolamento CE n. 1782/2003 del Consiglio del 29 settembre 2003,           
che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto              
nell'ambito della politica agricola comune e istituisce taluni regimi           
di sostegno a favore degli agricoltori e che modifica i Regolamenti             
CE 2019/93, 1452/01, 1453/01, 1454/01, 1868/94, 1251/99, 1254/99,               
1673/00, 2358/71 e 2529/01;                                                     
- il Regolamento CE n. 2237/2003 della Commissione del 23 dicembre              
2003, recante modalita' d'applicazione di taluni regimi di sostegno             
di cui al Titolo IV del Regolamento CE n. 1782/2003 del Consiglio,              
che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto              
nell'ambito della politica agricola comune e istituisce taluni regimi           
di sostegno a favore degli agricoltori;                                         
- il R.R. del 15 settembre 2003, n. 17 "Disciplina dell'anagrafe                
delle aziende agricole dell'Emilia-Romagna", con il quale si e' data            
attuazione alla normativa sopra citata;                                         
- la determinazione della Responsabile del Servizio Aiuti alle                  
imprese del 28 novembre 2003,  n. 16309, "R.R. n. 17/03 - Anagrafe              
delle aziende agricole. Disposizioni in merito ad attivazione                   
dell'Anagrafe delle aziende agricole dell'Emilia-Romagna";                      
considerato che:                                                                
- le modalita' di individuazione e di attivazione dei singoli sistemi           
collegati al sistema informatizzato dell'anagrafe sono state                    
determinate con atto della Responsabile del Servizio Aiuti alle                 
imprese n. 16309 del 28/11/2003;                                                
- tra i procedimenti amministrativi individuati con il citato atto              
sono stati individuati quelli collegati alle modalita' di                       
applicazione del Regolamento CE n. 1251/1999 del Consiglio che                  
istituisce un regime di sostegno a favore di coltivatori di taluni              
seminativi, del Regolamento CE n. 2316/1999 della Commissione ed il             
Regolamento CE n. 2461/99 per le modalita' di applicazione del                  
Regolamento CE n. 1251/1999;                                                    
ritenuto pertanto necessario definire le modalita' operative in                 
materia di regimi di sostegno a favore dei coltivatori di taluni                
seminativi, di cui ai citati regolamenti, secondo le specifiche                 
situazioni gestionali delle aziende risultanti nelle fattispecie                
sotto riportate:                                                                
a) per le posizioni aziendali validate nell'anagrafe delle aziende              
agricole, dovranno essere considerati validi i dati contenuti nel               
sistema informatizzato dell'anagrafe;                                           
b) per le posizioni aziendali non validate nell'anagrafe delle                  
aziende agricole i Centri autorizzati di Assistenza Agricola - CAA -            
sono autorizzati a validare le posizioni aziendali omettendo                    
l'inserimento dei dati riferiti alle particelle ed ai possessi                  
relativi a: - fascia altimetrica; - data inizio e data fine possesso;           
che non risultano in banca dati e che non sono ritenuti                         
indispensabili ai fini dei provvedimenti di cui ai citati                       
Regolamenti.                                                                    
La validazione delle posizioni aziendali, con le limitazioni                    
stabilite al punto 1), del presente atto, e' consentita solo nel caso           
in cui l'azienda non abbia in corso altri procedimenti per i quali e'           
richiesta la validazione completa, estesa anche alle informazioni               
relative alla situazione dei possessi.                                          
Viste:                                                                          
- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo Unico in materia di                    
organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione                            
Emilia-Romagna";                                                                
- la deliberazione della Giunta regionale n. 447, in data 24 marzo              
2003, recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e               
funzionali fra le strutture e sull'esercizio delle funzioni                     
dirigenziali";                                                                  
richiamate:                                                                     
- la determinazione del Direttore generale Agricoltura n. 14230, in             
data 21 dicembre 2001, concernente l'attribuzione delle                         
responsabilita' di Servizio, l'istituzione delle posizioni                      
dirigenziali professional ed il conferimento dei relativi incarichi,            
nonche' la successiva deliberazione della Giunta regionale n. 3021              
del 28 dicembre 2001;                                                           
- le determinazioni dello stesso Direttore generale n. 1289, in data            
22 febbraio 2002, e n. 7321, in data 23 giugno 2003, con le quali               
rispettivamente sono stati ulteriormente specificati gli ambiti di              
competenza assegnati ai Servizi e gli ambiti operativo-gestionali               
delle posizioni dirigenziali professional;                                      
richiamate altresi':                                                            
- la deliberazione di Giunta n. 2554, in data 9 dicembre 2003,                  
concernente disposizioni in merito alla proroga degli incarichi di              
livelli dirigenziale;                                                           
- la determinazione del Direttore generale Agricoltura n. 17325 in              
data 23 dicembre 2003, con la quale sono stati prorogati al 31 marzo            
2004 gli incarichi di livello dirigenziale della Direzione generale             
Agricoltura;                                                                    
attestata la regolarita' amministrativa del presente provvedimento ai           
sensi della deliberazione 447/03;                                               
determina:                                                                      
1) di definire le modalita' operative in materia dei regimi di                  
sostegno a favore dei coltivatori di taluni seminativi, di cui ai               
citati regolamenti, secondo le specifiche situazioni gestionali delle           
aziende risultanti nelle fattispecie sotto riportate:                           
a) per le posizioni aziendali validate nell'anagrafe delle aziende              
agricole, dovranno essere considerati validi i dati contenuti nel               
sistema informatizzato dell'anagrafe;                                           
b) per le posizioni aziendali non validate nell'anagrafe delle                  
aziende agricole i Centri autorizzati di Assistenza Agricola - CAA -            
sono autorizzati a validare le posizioni aziendali omettendo                    
l'inserimento dei dati riferiti alle particelle ed ai possessi                  
relativi a: - fascia altimetrica; - data inizio e data fine possesso;           
che non risultano in banca dati e che non sono ritenuti                         
indispensabili ai fini dei provvedimenti di cui ai citati                       
Regolamenti.                                                                    
La validazione delle posizioni aziendali, con le limitazioni                    
stabilite al punto 1), lettera b) del presente atto, e' consentita              
solo nel caso in cui l'azienda non abbia in corso altri procedimenti            
per i quali e' richiesta la validazione completa, estesa anche alle             
informazioni relative alla situazione dei possessi;                             
2) di disporre che il presente atto sia pubblicato nel Bollettino               
Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.                                         
LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Teresita Pergolotti                                                             

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it