REGIONE EMILIA-ROMAGNA - SERVIZIO PATRIMONIO E PROVVEDITORATO

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Licitazione privata per la fornitura di servizi di analisi, sviluppo e assistenza alla messa in produzione e gestione di software applicativo

La Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale A. Moro n. 38,            
tel. 051/283081, telefax 051/283084, indice un bando di gara a                  
licitazione privata per la "Fornitura di servizi di analisi, sviluppo           
e assistenza alla messa in produzione e gestione di software                    
applicativo".                                                                   
La fornitura si intende organizzata in 3 lotti, con riferimento alle            
seguenti aree di lavoro:                                                        
A. sistemi informativi su mainframe IBM;                                        
B. sistemi informativi con interfaccia web (a tre livelli);                     
C. sistemi informativi innovativi (open source, SAS, cooperazione               
applicativa, grafica).                                                          
L'obiettivo che la Regione Emilia-Romagna si propone di raggiungere             
con il presente appalto organizzato in lotti, e' la stipulazione di             
un contratto per ogni singolo lotto, per la fornitura dei servizi               
indicati nel capitolato tecnico.                                                
Ogni contratto potra' essere utilizzato per ordinare l'effettuazione            
di ulteriori servizi analoghi, nei limiti di legge, al prezzo                   
stabilito e variabile solo in ragione dell'aumento ISTAT del costo              
della vita, per l'intera durata del contratto.                                  
La fornitura dei servizi avra' decorrenza dal 15 giugno 2004, o                 
comunque dalla data stabilita nell'atto di aggiudicazione, fino al              
termine dell'anno solare corrispondente. L'Amministrazione si riserva           
la facolta' di rinnovare separatamente i contratti, ogni anno                   
successivo, per un massimo di tre ulteriori anni.L'importo annuo,               
presunto e non vincolante per l'Amministrazione, ammonta a Euro                 
2.100.000 (IVA inclusa) complessivi, divisi per lotti nel modo                  
seguente:                                                                       
A. sistemi informativi su mainframe IBM: 800.000 Euro/anno;                     
B. sistemi informativi con interfaccia web (a tre livelli): 800.000             
Euro/anno;                                                                      
C. sistemi informativi innovativi (open source, SAS, cooperazione               
applicativa, grafica): 500.000 Euro/anno.                                       
La natura, le quantita' ed i luoghi di espletamento delle prestazioni           
da erogare sono specificate nei capitolati speciale e tecnico che               
saranno inviati alle imprese invitate.                                          
I termini e i modi per l'effettuazione delle prestazioni saranno                
indicati dall'Amministrazione, nell'ambito del contratto, con singoli           
ordini successivamente all'aggiudicazione.                                      
La gara verra' esperita con le modalita' di cui all'art. 6 del DLgs             
157/95 e all'aggiudicazione si addiverra' sulla base delle offerte              
economicamente piu' vantaggiose, come previsto dall'art. 23, comma 1,           
punto b) del citato DLgs 157/95.                                                
A tale riguardo si chiarisce che i singoli lotti verranno esaminati             
separatamente e per la determinazione delle offerte piu' vantaggiose            
si terra' conto dei seguenti parametri:                                         
a) qualita' tecnica dei servizi offerti  punti 70                               
b) prezzo dei servizi offerti  punti 30.                                        
Le domande in carta legale di partecipazione dovranno pervenire entro           
e non oltre le ore 12 del 29 marzo 2004.                                        
Le domande di cui sopra dovranno essere inviate a: Regione                      
Emilia-Romagna, Viale A. Moro n. 38 - 40127 Bologna - Servizio                  
Patrimonio e Provveditorato; dovranno essere redatte in lingua                  
italiana e inserite in un plico sigillato e controfirmato sui lembi             
di chiusura, sul quale dovra' essere specificato l'oggetto:                     
"Fornitura di servizi di analisi, sviluppo e assistenza alla messa in           
produzione e gestione di software applicativo". La Regione                      
Emilia-Romagna, entro 30 giorni dalla data di scadenza della                    
richiesta di partecipazione, provvedera' a spedire gli inviti alle              
imprese ammesse.                                                                
Nella domanda di partecipazione le ditte dovranno allegare la                   
seguente documentazione:                                                        
a) certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria                
Artigianato ed Agricoltura della provincia in cui le ditte hanno                
sede, od analogo registro professionale di Stato aderente alla CEE              
per le ditte non residenti in Italia, rilasciato in data non                    
anteriore a sei mesi, dal quale risulti che la societa' concorrente             
esercita una attivita' coerente con quanto espresso al successivo               
paragrafo lettera d) punto 2). Quanto sopra potra' essere attestato             
mediante autocertificazione, successivamente verificabile, rilasciata           
a norma dell'art. 20 della Legge 4 gennaio 1968, n. 15 e successive             
modifiche;                                                                      
b) elenco degli Istituti bancari operanti negli Stati membri della              
CEE che possono attestare l'idoneita' finanziaria ed economica della            
ditta al fine dell'assunzione della fornitura;                                  
c) copia delle dichiarazioni IVA relative agli ultimi tre esercizi da           
cui risulti un volume d'affari annuo medio non inferiore ad almeno 5            
volte l'importo del lotto interessato.                                          
Nel contempo la ditta dovra' dimostrare a pena di esclusione, che il            
fatturato per il triennio considerato, riferito esclusivamente alle             
attivita' oggetto della fornitura, come indicate in premessa, abbia             
una media annua non inferiore ad almeno 3 volte l'importo del lotto             
interessato; tale requisito potra' essere attestato mediante                    
autocertificazione, successivamente verificabile, rilasciata a norma            
dell'art. 20 della Legge 4 gennaio 1968, n. 15 e successive                     
modifiche;                                                                      
d) una dichiarazione, successivamente verificabile rilasciata ai                
sensi dell'art. 20 della Legge 15/68 o secondo la legislazione del              
Paese di residenza della ditta, appartenente ai Paesi della CEE con             
la quale il legale rappresentante della ditta attesti, sotto la                 
propria responsabilita': 1) di non trovarsi in alcuna delle                     
condizioni di cui all'articolo 12, DLgs 157/95; 2) di disporre di una           
sede e/o filiale sul territorio della regione Emilia-Romagna, o di              
essere disposti ad aprirne una in caso di aggiudicazione della                  
presente gara; 3) che i prodotti offerti sono conformi alle                     
indicazioni della Direttiva CEE 90/270 in materia di prescrizioni               
minime per la tutela e la sicurezza dei lavoratori. Le ditte dovranno           
possedere, per i servizi offerti, la certificazione ISO 9001/2000.              
Deve essere inoltre, prodotto ed allegato un elenco delle principali            
forniture (riferite agli oggetti di gara) eseguite dalla ditta negli            
ultimi tre anni con il rispettivo importo, data e destinatario.                 
La mancata presentazione di uno qualsiasi dei documenti elencati nei            
punti dalla lettera a) alla lettera d) costituira' motivo di                    
esclusione dalla gara.                                                          
Non sono ammesse forme di subappalto; sono pero' ammessi a presentare           
offerta i raggruppamenti di imprese ai sensi dell'art. 10 del citato            
DLgs 24 luglio 1992, n. 358; in tal caso l'impresa mandataria,                  
qualificata come capogruppo dovra' produrre un documento a norma                
dell'art. 20 della Legge 4 gennaio 1968, n. 15 e successive                     
modifiche, in cui specifica le parti della fornitura che saranno                
eseguite dalle singole imprese raggruppate, con l'impegno che in caso           
di aggiudicazione della gara, le imprese stesse conferiscano mandato            
collettivo speciale con atto notarile.                                          
L'impresa mandataria, che dovra' possedere in proprio almeno il 70%             
dei requisiti di fatturato richiesti per la partecipazione, e' tenuta           
a produrre tutta la documentazione sopraelencata, mentre le ditte               
mandanti dovranno presentare i documenti indicati alle lettere a),              
b), d1). Le ditte mandanti dovranno inoltre essere in grado di                  
presentare i documenti indicati alle lettere d2), d3), d4), d5), a              
richiesta dell'Amministrazione, a seconda del ruolo che si dichiara             
svolgeranno nel raggruppamento. Anche in questo caso la mancata                 
presentazione per l'intero raggruppamento dei documenti richiesti               
costituira' motivo di esclusione dalla gara.                                    
Il presente avviso di gara e' stato inviato per la sua pubblicazione            
all'Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali della CEE in data 19                  
febbraio 2004 e da quest'ultimo ricevuto in data 19 febbraio 2004.              
Per ulteriori informazioni, le ditte interessate potranno rivolgersi            
al dott. Michele Cagnazzo - tel. 051/283432.                                    
Il bando potra' essere reperito al seguente indirizzo:                          
http://www.regione.emilia-romagna.it/gare.                                      
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Anna Fiorenza                                                                   
Scadenza: 29 marzo 2004                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it