REGIONE EMILIA-ROMAGNA - SERVIZIO PATRIMONIO E PROVVEDITORATO

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Appalto concorso per l'individuazione di una ditta per la pubblicazione di materiale e strumenti di conoscenza della rete stradale della regione Emilia-Romagna

1. Amministrazione appaltante: Regione Emilia-Romagna - Assessorato             
Finanze, Organizzazione e Sistemi informativi - Servizio Patrimonio e           
Provveditorato - Viale Aldo Moro n. 38 - 40127 Bologna - tel.                   
051/283081 - fax 051/283084 - E-mail:                                           
provv@regione.emilia-romagna.it. - sito Intemet:                                
www.regione.emilia-romagna.it/appaltipubblici.                                  
2. Descrizione dei servizi: Categoria 15 - CPC88442 - attivita'                 
relative alla "Pubblicazione di materiale e strumenti di conoscenza             
della rete stradale della regione Emilia-Romagna". La puntuale                  
descrizione dei servizi e' contenuta nel Capitolato d'oneri.                    
L'importo posto a base di gara e' di Euro 200.000,00 IVA inclusa.               
3. Luogo di esecuzione: Bologna.                                                
4. Procedura di aggiudicazione: appalto concorso secondo il criterio            
dell'offerta economicamente piu' vantaggiosa, ai sensi dell'art. 14,            
comma 3 della L.R. 9/00. E' consentita l'aggiudicazione anche in                
presenza di una sola offerta, purche' ritenuta congrua. Sono ammessi            
i raggruppamenti di imprese, ai sensi dell'art. 11 del DLgs 157/95,             
cosi' come sostituito dall'art. 9 del DLgs 65/00.                               
5. Offerte: non sono consentite offerte parziali o in aumento.                  
6. Termine ultimo per il completamento del servizio: 12 mesi dalla              
data della sottoscrizione del contratto, fatte salve le proroghe o              
sospensioni previste all'art. 6 del Capitolato.                                 
7. Termine per la ricezione delle domande: le domande dovranno                  
pervenire entro le ore 12 del 23/11/2004.                                       
Le domande di partecipazione, in carta legale, dovranno essere                  
inviate a: Regione Emilia-Romagna - Servizio Patrimonio e                       
Provveditorato - Viale Aldo Moro n. 38 - 40127 Bologna; dovranno                
essere redatte in lingua italiana ed inserite in un plico sigillato e           
controfirmato sui lembi di chiusura, sul quale dovra' essere                    
specificato l'oggetto della domanda.                                            
La Regione Emilia-Romagna, entro 30 giorni dalla data di scadenza               
fissata per la domanda di partecipazione, provvedera' a spedire gli             
inviti alle ditte ammesse.                                                      
Le domande di partecipazione dovranno essere corredate della                    
documentazione di seguito indicata:                                             
a) certificato (o autocertificazione) di iscrizione alla Camera di              
Commercio Industria Artigianato e Agricoltura in originale, o altro             
documento equipollente nel caso di impresa residente in altri Stati             
dell'Unione Europea, che attesti che la ditta non si trova in stato             
di fallimento, di concordato preventivo o di liquidazione coatta                
amministrativa, o comunque di liquidazione, e che tali circostanze              
non si sono verificate nel quinquennio precedente alla data di                  
attestazione, nonche' rechi la dicitura antimafia;                              
b) in caso di raggruppamento temporaneo di imprese, ai sensi                    
dell'art. 11 del DLgs 157/95 e successive modifiche ed integrazioni,            
attestazione sottoscritta da tutte le imprese del raggruppamento                
medesimo o dai loro legali rappresentanti, dell'intenzione di                   
costituirsi giuridicamente in tale forma nel caso di aggiudicazione             
dell'appalto, con riferimento, mediante unico atto, del mandato                 
speciale con rappresentanza ad una di esse, designata quale                     
capogruppo;                                                                     
c) dichiarazione con la quale il titolare o il legale rappresentante            
attesta di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto            
al lavoro dei disabili (art. 17, Legge 68/99);                                  
d) idonee dichiarazioni bancarie;                                               
e) bilanci o estratti dei bilanci dell'impresa;                                 
f) dichiarazione concernente il fatturato globale d'impresa e                   
l'importo relativo ai servizi identici a quello oggetto della gara,             
realizzati negli ultimi tre esercizi; tale fatturato non potra'                 
risultare inferiore all'importo complessivo di Euro 400.000 per i               
suddetti tre esercizi;                                                          
g) elenco dei principali servizi prestati negli ultimi tre anni, con            
l'indicazione degli importi, delle date e dei destinatari, pubblici o           
privati, dei servizi stessi; se trattasi di servizi prestati a favore           
di Amministrazioni o Enti pubblici, essi sono provati da certificati            
rilasciati e vistati dalle Amministrazioni o dagli Enti medesimi; se            
trattasi di servizi prestati a privati, l'effettuazione effettiva               
della prestazione e' dichiarata da questi o, in mancanza, dallo                 
stesso concorrente;                                                             
h) la descrizione delle attrezzature tecniche, dei materiali, degli             
strumenti, compresi quelli di studio e di ricerca, utilizzati per la            
prestazione del servizio e delle misure adottate per garantire la               
qualita'.                                                                       
Le dichiarazioni di cui alle precedenti lettere a), b), c), d), e),             
f), g), h) dovranno essere prodotte ai sensi del DPR 445/00, con                
riserva per l'Amministrazione di verificarne la veridicita'.                    
Nel caso di raggruppamenti temporanei di imprese, le dichiarazioni di           
cui sopra dovranno essere fornite da ogni componente del                        
raggruppamento, ad eccezione del punto f) che potra' riguardare                 
esclusivamente l'impresa mandataria.                                            
Nella domanda di partecipazione le ditte dovranno attestare, sotto              
forma di dichiarazione successivamente verificabile, di non trovarsi            
in nessuna delle condizioni di esclusione dalla partecipazione alla             
gara elencate nell'art. 12, comma 1 del DLgs 157/95, cosi' come                 
sostituito dall'art. 10, comma 1 del DLgs 65/00.                                
La Regione Emilia-Romagna si riserva il diritto di effettuare ogni              
verifica in merito alle dichiarazioni effettuate.                               
La mancata presentazione della documentazione di cui alle sopra                 
citate lettere a), b), c), d), e), f), g), h), oppure la                        
presentazione di documentazione carente o irregolare sara' motivo di            
esclusione qualora, a causa di cio', l'Amministrazione regionale non            
sia in grado di accertare la capacita' economico-finanziaria e/o la             
capacita' tecnica delle ditte concorrenti. Non si fara' comunque                
luogo alla esclusione dalla gara quando la mancanza, l'incompletezza            
o l'irregolarita' siano di carattere meramente formale e tali da non            
inficiare il possesso dei requisiti sostanziali.                                
Il materiale completo inerente l'oggetto della gara e' in visione               
presso il Servizio Viabilita'; inoltre parte dello stesso materiale             
potra' essere richiesto al seguente indirizzo e-mail:                           
ananetti@regione.emilia-romagna.it.                                             
Per qualsiasi informazione e/o chiarimento, e' possibile rivolgersi             
ai seguenti referenti: dott.ssa Rossana Pruni - Servizio Patrimonio e           
Provveditorato - tel. 051/283015, relativamente agli aspetti                    
giuridico amministrativi; dott.ssa Anna Lisa Schembri, tel.                     
051/283523, aschembri@regione.emilia-romagna.it; ing. Antonella                 
Nanetti, tel. 051/283948, ananetti@regione.emilia-romagna.it; per.              
ind. Paolo Dovadoli, tel. 051/283514,                                           
pdovadoli@regione.emilia-romagna.it; arch. Stefano Grandi, tel.                 
051/283948, stgrandi@regione.emilia-romagna.it; relativamente agli              
aspetti tecnici e per la richiesta di materiale.                                
LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Anna Fiorenza                                                                   
Scadenza: 23 novembre 2004                                                      

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it