REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 15 dicembre 2003, n. 2616

Revoca contributi assegnati al Comune di Bologna per mancata attuazione intervento di cui schede 80 PTTA e 4/11 Accordi di programma relativo alla messa in esercizio di Sirio

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Premesso che l'Atto di indirizzo generale in materia di                         
programmazione e amministrazione del trasporto pubblico regionale per           
il triennio 2004/2006, impegna insieme la Regione e gli Enti locali             
nel perseguire le azioni per il miglioramento della qualita'                    
dell'aria nelle aree urbane del territorio regionale;                           
viste:                                                                          
- la Legge 28 agosto 1989, n. 305 "Programma triennale per la tutela            
dell'ambiente";                                                                 
- la L.R. 30 ottobre 1998, n. 30 "Disciplina generale del trasporto             
pubblico regionale e locale" e successive modifiche che ha                      
interamente sostituito la L.R. 15/94 confermando gli interventi                 
avviati con gli Accordi di programma e di servizio 1997/2000;                   
- la propria deliberazione n. 2442 del 7 giugno 1994, ratificata dal            
Consiglio regionale con atto n. 2063 del 13 luglio 1994, che ha                 
individuato gli interventi inseriti nel "Programma triennale per la             
tutela ambientale", come definito dalla deliberazione CIPE del 21               
dicembre 1993 in base alla Legge 305/89;                                        
- la propria deliberazione n. 1895 del 22 ottobre 1997, che ha                  
approvato gli Accordi di programma e di servizio 1997/2000, in                  
attuazione della L.R. 15/94;                                                    
dato atto:                                                                      
- che il Ministro dell'Ambiente con nota del 25 novembre 1994 ha                
approvato, limitatamente all'area programmata "Aree Urbane" - Settore           
disinquinamento atmosferico ed acustico, il Documento regionale di              
Programma proposto con la citata delibera di Giunta regionale                   
2442/94;                                                                        
- che fra i progetti approvati e' compreso l'intervento n. 80                   
"Completamento del controllo automatico all'accesso alle zone a                 
traffico limitato nell'area urbana di Bologna", per un costo presunto           
corrispondente a Euro 1.497.725,01, finanziato:                                 
- per un importo pari a Euro 516.456,90, con i fondi derivanti dalla            
Legge 305/89, DM Ambiente n. 048/94/SIAR/Min. del 12 luglio 1994 di             
assegnazione;                                                                   
- per un importo pari a Euro 748.862,51, con fondi a carico del                 
Comune di Bologna, soggetto attuatore dell'intervento;                          
- per un importo pari a Euro 232.405,60, con un contributo regionale            
assegnato con delibera di Giunta regionale 1895/97, corrispondente              
alla scheda 4/II degli Accordi di programma e di servizio 1997/2000,            
concesso e impegnato con determinazione 4504/99, allocato al Capitolo           
43221 "Contributi a Comuni e Province per interventi volti alla                 
riorganizzazione e qualificazione della mobilita' urbana (art. 2,               
comma 2, L.R. 8 aprile 1994, n. 15 abrogata come modificata dalla               
L.R. 23 ottobre 1996, n. 39 abrogata, art. 46, L.R. 2 ottobre 1998,             
n. 30)" con numero di impegno 1992 dell'esercizio finanziario 1999 e            
liquidato all'80% con la medesima determinazione in ragione di Euro             
185.924,48 ;                                                                    
- che il Ministero dell'Ambiente, con decreto del 25 novembre 1994,             
ha assegnato ed accreditato alla Regione Emilia-Romagna una                     
anticipazione pari al 5% dell'importo finanziato per la realizzazione           
degli interventi come sopra programmati, anticipazione impegnata con            
propria deliberazione n. 739 del 7 marzo 1995, esecutiva ai sensi di            
legge, al n. 670 sul Capitolo 37039 "Interventi di risanamento                  
atmosferico ed acustico inclusi nell'area programmata ôAree urbane'             
(art. 7, Legge 28 agosto 1989, n. 305. Delibera CIPE 21 dicembre 1993           
punto 2.1.2.). Mezzi statali" del Bilancio per l'esercizio                      
finanziario 1995;                                                               
- che l'anticipazione riferita all'intervento n. 80 "Completamento              
del controllo automatico all'accesso alle zone a traffico limitato              
nell'area urbana di Bologna", corrispondente a Euro 25.822,85, non e'           
stata erogata al Comune di Bologna in quanto il soggetto attuatore              
non ha comunicato l'avvenuta approvazione del progetto esecutivo nei            
tempi e nei modi stabiliti dalla delibera CIPE 21 dicembre 1993;                
dato atto inoltre:                                                              
- che secondo quanto disposto dall'art. 3, comma 1 della Legge 28               
dicembre 1995, n. 549 (misure di razionalizzazione della finanza                
pubblica), a partire dall'anno 1996 sono cessati i trasferimenti                
previsti dall'art. 7 della Legge n. 305  a favore delle Regioni a               
Statuto ordinario e cio' ha comportato una riduzione di circa 29,237            
milioni di Euro sullo stanziamento di competenza del Ministero                  
dell'Ambiente per l'anno 1996, destinato a finanziare gli interventi            
di risanamento atmosferico acustico compresi nel programma PTTA                 
1994/1996 "aree urbane";                                                        
- che il "taglio sugli impegni 1996", ha comportato per la Regione              
Emilia-Romagna un minor trasferimento di fondi statali corrispondente           
a Euro 2.904.140,44;                                                            
- che la Regione ha ritenuto opportuno riservare all'interno degli              
stanziamenti dei capitoli della parte uscita riferiti ai trasporti              
pubblici una quota pari a Euro 2.904.140,44 per compensare gli                  
impegni statali 1996 eliminati e pertanto, con deliberazione n. 2485            
del 21 dicembre 1999, esecutiva ai sensi di legge, ha provveduto tra            
l'altro:                                                                        
- a destinare l'importo corrispondente a Euro 490.634,06 al Comune di           
Bologna per il completamento dell'intervento  n.80 "Completamento del           
controllo automatico all'accesso alle zone a traffico limitato                  
nell'area urbana di Bologna" gia' programmato con deliberazione di              
Giunta regionale 2442/94, in considerazione del fatto che il sistema            
di telecontrollo, denominato SIRIO, pur non attivato nei tempi                  
prescritti, era stato riproposto, ai sensi dell'art. 6 del DL 67/97,            
con deliberazione n. 541 del 15 aprile 1997 ratificata dal Consiglio            
regionale con atto n. 629 del 4 giugno 1997 (riproposizione approvata           
con nota ministeriale prot. 222/99/SIAR del 21 gennaio 1999 del                 
Direttore generale del Servizio IAR);                                           
- ad impegnare a favore del Comune di Bologna, soggetto attuatore               
dell'intervento n. 80, la somma corrispondente a Euro 490.634,06,               
registrata al n. 6276 di impegno sul Capitolo 43221 "Contributi a               
Comuni e Province per interventi volti alla riorganizzazione e                  
qualificazione della mobilita' urbana (art. 2, comma 2, L.R. 8 aprile           
1994, n. 15 abrogata come modificata dalla L.R. 23 ottobre 1996, n.             
39 abrogata; art. 46, L.R. 2 ottobre 1998, n. 30) (cambio                       
denominazione)" del Bilancio per l'esercizio finanziario 1999;                  
constatato:                                                                     
- che la documentazione dell'1 settembre 1999, trasmessa dal Comune             
di Bologna, soggetto titolare dell'intervento, attestava che i lavori           
furono completati in data 2 ottobre 1998 e che solo dopo l'emanazione           
del DPR n. 250 del 22 giugno 1999 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale           
n. 179 del 2 agosto 1999 "Regolamento recante norme per                         
l'autorizzazione all'installazione ed all'esercizio di impianti di              
rilevamento degli accessi di veicoli ai centri storici ed alle zone a           
traffico limitato a norma dell'art. 7, comma 133-bis della Legge 15             
maggio 1977, n. 127", e' stato avviato il conseguente collaudo                  
tecnico/amministrativo;                                                         
- che il verbale di collaudo redatto in data 22 novembre 1999                   
evidenzia l'avvenuta installazione del sistema su 10 varchi cittadini           
(stazioni di Via Riva Reno, Via Alessandrini, Via XIII Giugno, Via S.           
Felice e Via S. Stefano, Via S. Isaia, Via S. Vitale, Via                       
Tagliapietre e n. 2 varchi in Via Marconi), con un costo complessivo            
di Euro 1.475.000,90;                                                           
rilevato:                                                                       
- che con decreto n. 4020 del 26 giugno 2000 l'Ispettorato generale             
per la Circolazione e la Sicurezza stradale ha espresso parere                  
favorevole all'uso del Sistema per il controllo delle infrazioni, ai            
sensi del DPR 250/98;                                                           
- che in data 2 marzo 2001 l'Assessorato regionale all'Ambiente ha              
dato comunicazione al Ministero competente dell'avvenuto                        
completamento dei lavori;                                                       
- che pur a fronte di ritardi attuativi derivanti dai tempi di                  
omologazione, tale sistema non e' stato tuttora messo in esercizio              
per le finalita' definite in base alla richiamata delibera CIPE;                
considerato:                                                                    
- che tali obiettivi prevedevano la realizzazione di un sistema di              
controllo degli accessi di tipo ottico sia per memorizzare ed                   
identificare i veicoli autorizzati ad accedere al Centro storico, sia           
per emettere in automatico il documento di contravvenzione per i                
veicoli non autorizzati che per consentire un eventuale telepedaggio,           
indirizzando ai parcheggi o telepass autostradale;                              
- che la funzione di controllo delle infrazioni era finalizzata alla            
conseguente riduzione del numero dei Vigili urbani necessari al                 
controllo degli accessi e alla fluidificazione della circolazione dei           
mezzi pubblici con aumento della velocita' commerciale e risparmio              
energetico e conseguente riduzione delle emissioni inquinanti                   
nell'area urbana;                                                               
- che parimenti gli Accordi di programma e di servizio 1997/2000                
confermano prioritariamente l'obiettivo della sanzionabilita' delle             
trasgressioni alle infrazioni per evitare penetrazioni dei veicoli              
non autorizzati ed attraversamenti nel Centro storico con finalita'             
di miglioramento della qualita' dell'aria;                                      
ritenuto pertanto, sulla base di tali considerazioni nonche' degli              
obiettivi strategici per la mobilita' sostenibile assunti con l'Atto            
di Indirizzo in materia di Programmazione e Amministrazione del                 
Trasporto pubblico regionale per il triennio 2004/2006:                         
- che sia necessario revocare i finanziamenti programmati con le                
deliberazioni di Giunta regionale 2442/94 e successive modifiche ed             
integrazioni e 1895/97;                                                         
- che sia pertanto conseguente dare mandato alle Direzioni competenti           
di procedere alla revoca dei contributi gia' erogati definendo i                
tempi e le modalita' per la tempestiva restituzione delle somme                 
relative;                                                                       
considerato peraltro:                                                           
- che con il medesimo Accordo di programma e di servizio citato in              
premessa, e' stato previsto alla scheda 8, un finanziamento regionale           
per la realizzazione di "Corsie riservate ai mezzi pubblici" da                 
realizzare in alcune vie del Centro cittadino conformemente al Piano            
urbano del traffico come predisposto dal Comune di Bologna;                     
- che al fine di assicurare l'effettivo preferenziamento della                  
circolazione dei mezzi pubblici su tali corsie, il Consorzio ATC ha             
avviato l'attuazione del relativo "Sistema di telecontrollo", ai                
varchi di accesso all'area centrale della citta';                               
- che tale sistema risulta gia' attivato sui varchi di Via                      
dell'Archiginnasio e di Via Matteotti e in corso di completamento               
sulle corsie di Via Indipendenza, S. Donato, S. Isaia e Andrea                  
Costa;                                                                          
- che il completamento di tale sistema di telecontrollo e di                    
effettiva messa in esercizio, con le conseguenti ricadute in termini            
di controllo delle infrazioni dei mezzi non autorizzati, potra'                 
consentire il miglioramento della mobilita' urbana con il mezzo                 
pubblico;ritenuto pertanto opportuno confermare e salvaguardare il              
contributo relativo concesso e impegnato con determinazione  n.13725            
del 31 dicembre 1998, a favore del Consorzio ATC, di cui al numero di           
impegno 6786 sul Capitolo 43219 "Contributi alle Aziende di trasporto           
pubblico locale per infrastrutture, sistemi tecnologici e mezzi di              
trasporto a bassa emissione inquinante anche al fine di contribuire             
alla riduzione dei disavanzi aziendali (art. 8, comma 3, L.R. 8                 
aprile 1994, n. 15 abrogata come modificata dalla L.R. 23 ottobre               
1996, n. 39 abrogata; art. 46, L.R. 2 ottobre 1998, n. 30)" al fine             
di consentire di superare la fase sperimentale e di completare i                
lavori e relativa messa in esercizio del sistema entro il primo                 
semestre 2004;                                                                  
dato atto, ai sensi dell'art. 37, quarto comma della L.R. 43/01 e               
della deliberazione della Giunta regionale 447/03, dei pareri di                
regolarita' amministrativa espressi:                                            
- dal Direttore dell'Agenzia Trasporti pubblici ing. Bruno                      
Ginocchini;                                                                     
- dal Direttore generale Ambiente e Difesa del suolo e della costa              
dott.ssa Leopolda Boschetti;                                                    
su proposta dell'Assessore alla Mobilita' e Trasporti Alfredo Peri e            
dell'Assessore all'Agricoltura. Ambiente e Sviluppo sostenibile Guido           
Tampieri                                                                        
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
a) di prendere atto della mancata attuazione e messa in esercizio del           
sistema per il Controllo automatico dell'accesso alle zone a traffico           
limitato nell'area urbana di Bologna secondo gli obiettivi indicati             
nella scheda di identificazione dell'intervento redatta per il                  
conseguimento delle finalita' di cui alla delibera CIPE del 21                  
dicembre 1993, in base alla Legge 305/89;                                       
b) di revocare conseguentemente il finanziamento assegnato al Comune            
di Bologna ai sensi della Legge 305/89, DM Ambiente n.                          
048/94/SIAR/Min. del 12 luglio 1994, per la realizzazione                       
dell'intervento di cui alla scheda di identificazione n. 80,                    
approvata con delibera di Giunta regionale 2442/94 e successive                 
modifiche ed integrazioni, cosi' ripartito:                                     
- in ragione di Euro 25.822,85, corrispondente alla quota di                    
finanziamento statale assegnata ed accreditata con DM Ambiente del 25           
novembre 1994 alla Regione Emilia-Romagna e dalla stessa impegnata al           
n. 670 di impegno sul Capitolo 37039 "Interventi di risanamento                 
atmosferico ed acustico inclusi nell'area programmata ôAree urbane'             
art. 7, Legge 28 agosto 1989, n. 305. Delibera CIPE 21 dicembre 1993            
punto 2.1.2.) Mezzi statali" del Bilancio per l'esercizio finanziario           
1995, con la citata deliberazione 739/95;                                       
- in ragione di Euro 490.634,06, corrispondente alla quota di                   
finanziamento regionale destinato al completamento  dell'intervento e           
registrato al n. 6276 di impegno sul Capitolo 43221 "Contributi a               
Comuni e Province per interventi volti alla riorganizzazione e                  
qualificazione della mobilita' urbana (art. 2, comma 2, L.R. 8 aprile           
1994, n. 15 abrogata come modificata dalla L.R. 23 ottobre 1996, n.             
39 abrogata; art. 46, L.R. 2 ottobre 1998, n. 30) (cambio                       
denominazione)" del Bilancio per l'esercizio finanziario 1999 con la            
citata deliberazione 2485/99;                                                   
c) di dare mandato alla Direzione generale Ambiente e Difesa del                
suolo e della costa dell'Assessorato all'Agricoltura. Ambiente e                
Sviluppo sostenibile, di assumere gli atti necessari per la                     
restituzione al Ministero Ambiente e Tutela del territorio della                
quota di Euro 25.822,85, corrispondente alla quota di finanziamento             
statale assegnato ed accreditato alla Regione Emilia-Romagna con DM             
Ambiente del 25 novembre 1994 per la realizzazione dell'intervento n.           
80 "Completamento del controllo automatico all'accesso alle zone a              
traffico limitato nell'area urbana di Bologna", come indicato in                
premessa;                                                                       
d) di revocare parimenti i finanziamenti assegnati al medesimo Comune           
relativi alla scheda n. 4/II, delibera di Giunta regionale 1895/97 di           
cui agli Accordi di programma e di servizio 1997/2000 del Bacino di             
Bologna, concessi e impegnati con determina n. 4504 del 2 giugno 1999           
in ragione di Euro 232.405,60, registrati al numero di impegno 1992             
sul Capitolo 43221 "Contributi a Comuni e Province per interventi               
volti alla riorganizzazione e qualificazione della mobilita' urbana             
(art. 2, comma 2, L.R. 8 aprile 1994, n. 15 abrogata come modificata            
dalla L.R. 23 ottobre 1996, n. 39 abrogata, art. 46, L.R. 2 ottobre             
1998, n. 30)";                                                                  
e) di dare mandato alla Direzione competente dell'Agenzia Trasporti             
pubblici dell'Assessorato regionale Mobilita' e Trasporti, di                   
assumere gli atti conseguenti e di definire i termini per la                    
tempestiva restituzione di parte delle somme di cui al precedente               
punto d) gia' liquidate in ragione di Euro 185.924,48;                          
f) di salvaguardare, per quanto indicato in premessa, il                        
finanziamento regionale di Euro 351.190,69 relativo alla scheda 8 del           
succitato Accordo per il completamento del "Sistema di telecontrollo            
delle corsie riservate", concesso e impegnato a favore del Consorzio            
ATC, con determina n. 13725 del 31 dicembre 1998, registrato al                 
numero di impegno 6786 sul Capitolo 43219 "Contributi alle Aziende di           
trasporto pubblico locale per infrastrutture, sistemi tecnologici e             
mezzi di trasporto a bassa emissione inquinante anche al fine di                
contribuire alla riduzione dei disavanzi aziendali (art. 8, comma 3,            
L.R. 8 aprile 1994,  n.15 abrogata come modificata dalla L.R. 23                
ottobre 1996, n. 39 abrogata; art. 46, L.R. 2 ottobre 1998, n. 30)",            
ridefinendo il termine per il completamento e messa in esercizio del            
sistema al secondo semestre 2004;                                               
g) di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino                  
Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it