REGIONE EMILIA-ROMAGNA - DIRETTORE GENERALE CULTURA, FORMAZIONE E LAVORO

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE CULTURA, FORMAZIONE E LAVORO 31 marzo 2004, n. 4311

Approvazione progetti di tirocinio inseriti in processi di mobilita' geografica - Quarto provvedimento di attuazione della deliberazione di Giunta regionale 791/02. Assunzione impegno di spesa

IL DIRETTORE GENERALE                                                           
(omissis)  determina:                                                           
1) di approvare, in attuazione della deliberazione della Giunta                 
regionale 791/02 e per le motivazioni esposte in premessa, l'elenco             
dei progetti individuali di tirocinio inseriti in processi di                   
mobilita' geografica ammissibili al finanziamento per il rimborso               
delle spese relative al vitto, alloggio e trasporti dei tirocinanti,            
ordinati secondo i criteri di priorita' prestabiliti, di cui                    
all'Allegato 1) parte integrante della presente determinazione;                 
2) di finanziare i tirocini approvati al precedente punto 1) nel                
limite del parametro finanziario massimo mensile di Euro 1.032,91 per           
il rimborso delle voci di spesa relative al vitto, all'alloggio e al            
trasporto sostenute dai tirocinanti per ogni mese di permanenza in              
Emilia-Romagna collegata alla realizzazione dello stesso tirocinio;             
3) di stabilire che l'onere finanziario complessivo per il                      
finanziamento dei tirocini di cui all'Allegato 1), ammonta a                    
complessivi Euro 260.293,32 come riportato nell'Allegato 2), parte              
integrante della presente determinazione;                                       
4) di impegnare la somma di Euro 260.293,32 registrata al n. 1435 di            
impegno sul Capitolo di spesa n. 75568 "Rimborso ai datori di lavoro            
privati e pubblici degli oneri finanziari connessi all'attuazione di            
progetti di tirocinio a favore dei giovani del mezzogiorno - Art. 5,            
DM 22 gennaio 2001 - Mezzi statali" di cui all'UPB 1.6.4.2.25390 del            
Bilancio per l'esercizio finanziario 2004 che presenta la necessaria            
disponibilita';                                                                 
5) di stabilire che le modalita' gestionali sono regolate da quanto             
stabilito con la sopra richiamata deliberazione 791/02, nonche' dalle           
Direttive regionali in materia di formazione professionale 1997/99              
approvate con delibera 1475/99 e successive modificazioni di cui alla           
deliberazione 528/99 e dalle deliberazioni 539/00 e 1697/00, nonche'            
dalle determinazioni 6398/00, 8125/00 e 12602/01, citate in premessa,           
e da eventuali successive integrazioni in corso di definizione,                 
nonche' da quanto di seguito specificato:                                       
- le iniziative che qui si finanziano devono iniziare, di norma,                
entro 60 giorni dall'ammissione al finanziamento e/o in ragione                 
dell'incrocio domanda/offerta, cosi' come al processo di selezione              
definito nelle schede tecniche e terminare, di norma, entro i termini           
previsti da ciascun progetto. Eventuali proroghe devono essere                  
motivate, richieste ed autorizzate preventivamente dal dirigente                
competente;                                                                     
- gli oneri che si intendono finanziare col presente provvedimento              
sono "accessori" all'attivita' di formazione oggetto del tirocinio e            
sono pertanto da considerarsi esenti da IVA, fermo restando                     
l'esistenza del presupposto soggettivo, ai sensi dell'art. 12 del DPR           
633/72 nonche' dell'art. 14, comma 10 della Legge 537/93, come da               
nota dell'Agenzia delle Entrate citata in premessa;                             
- il soggetto gestore e' tenuto a comunicare tempestivamente il                 
termine delle attivita' e dovra' presentare alla struttura regionale            
competente il rendiconto delle spese sostenute entro 60 giorni dal              
termine delle attivita';                                                        
- eventuali variazioni in itinere del progetto approvato con la                 
presente determinazione, dovranno essere richieste alla struttura               
regionale competente esplicitamente e preventivamente autorizzate               
dalla stessa;                                                                   
- le attivita' di cui alla presente determinazione sono soggette alle           
visite ispettive secondo le vigenti disposizioni regionali, nazionali           
e comunitarie;                                                                  
- le variazioni del calendario relative agli orari di presenza presso           
le aziende ospitanti devono essere comunicate preventivamente con               
congruo anticipo;                                                               
- variazioni improvvise non sono di norma ammesse salvo eccezionali             
casi, debitamente motivati;                                                     
- l'accertamento, in sede di verifica in itinere, della mancata                 
realizzazione del progetto puo' comportare l'immediata revoca del               
finanziamento pubblico;                                                         
- in attesa del perfezionamento del presente atto, l'ente puo'                  
avviare le attivita' finanziate sotto propria responsabilita';                  
6) di dare atto che con successive determinazioni del dirigente                 
competente per materia, si provvedera' ai sensi della L.R. 40/01 ed             
in applicazione della deliberazione della Giunta regionale 447/03,              
nel rispetto di quanto precisato al successivo punto 9):                        
- alla liquidazione e regolarizzazione contabile degli importi                  
dovuti, con le modalita' indicate nelle deliberazioni 615/00, 709/01            
e 2659/01, citate in premessa, nelle risultanze dell'analisi                    
organizzativa di dettaglio operata dal gruppo di lavoro costituito              
con determinazione del Direttore generale Formazione Professionale e            
Lavoro n. 1027 del 15/2/2000 e successive integrazioni, nonche' in              
rapporto alle convenzioni sottoscritte con il Tesoriere della Regione           
Emilia-Romagna in data 29/3/2000, 25/10/2000 e 3/9/2001;                        
- all'approvazione del rendiconto finale delle spese complessivamente           
sostenute dal soggetto gestore per il vitto, l'alloggio e i trasporti           
del tirocinante per la sua permanenza in Emilia-Romagna collegata al            
tirocinio che qui si approva;                                                   
7) di dare atto che:                                                            
- viene affidata l'organizzazione e la gestione dei tirocini indicati           
nell'Allegato 1), parte integrante della presente determinazione, al            
soggetto proponente indicato;                                                   
- un numero di riferimento (rif. PA) raccoglie tutti i tirocini che             
un unico soggetto gestisce, cosi' come riportato nell'Allegato 2),              
parte integrante della presente determinazione;                                 
- eventuali variazioni, ai dati riportati nel succitato Allegato 2),            
potranno essere autorizzate con successivi atti dirigenziali nel                
rispetto della normativa vigente;                                               
- per i tirocini di cui all'Allegato 1), parte integrante della                 
presente determinazione, vengono rilasciate le dichiarazioni di                 
competenza cosi' come definite nei progetti presentati;                         
8) di dare atto che l'Agenzia Emilia-Romagna Lavoro in qualita' di              
struttura referente e responsabile dei progetti approvati con la                
presente determinazione garantira' la gestione dei flussi informativi           
al Servizio Gestione, Controllo e Rendicontazione delle attivita'               
finanziate con Fondi Comunitari e altri Fondi per lo svolgimento                
delle competenze gestionali attribuite con determinazione del                   
Direttore generale Formazione Professionale e Lavoro 6331/03;                   
9) di subordinare l'esecutivita' della presente deliberazione alla              
verifica del rispetto dei vincoli posti dalla Legge 55/90 e                     
successive modificazioni citata in premessa di cui si dara' atto nel            
provvedimento di liquidazione e relativa regolarizzazione contabile;            
10) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale           
della Regione Emilia-Romagna.                                                   
IL DIRETTORE GENERALE                                                           
Cristina Balboni                                                                
(segue allegato fotografato)                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it