AIPO - AGENZIA INTERREGIONALE PER IL FIUME PO - PARMA

COMUNICATO

DPR 8/6/2001, n. 327 e successive modificazioni ed integrazioni - Articolo 22 - Espropriazione per pubblica utilita' per i lavori occorrenti per la realizzazione di difese lungo il torrente Nure a protezione degli abitati di "Roncaglia" e di "Fossadello" (prot. n. n. 5293/2004)

Il Dirigente, dato atto che sussistono i presupposti per la                     
determinazione urgente dell'indennita', previsti dall'art. 22, comma            
1 del DPR 327/01, per le motivazioni addotte dal promotore                      
dell'espropriazione; accertato che la pubblica utilita', dichiarata             
con provvedimento del Direttore dell'AIPO con determina n. 286 del              
23/7/2003 ha efficacia fino alla data del 23/7/2008; visto il DPR               
327/01, come modificato dal DLgs 302/02; decreta:                               
Art. 1 - Sono espropriati a favore del Demanio pubblico dello Stato -           
Opera idraulica, gli immobili occorrenti per i lavori occorrenti per            
il ripristino della sezione di deflusso e per la realizzazione di               
difese lungo il torrente Nure a protezione degli abitati di                     
"Roncaglia" del comune di Piacenza e di "Fossadello" del comune di              
Caorso (PC) ed identificati come nel seguente elenco.                           
Comune censuario: Caorso                                                        
Proprietari:                                                                    
20) Barani Zefira, Botti Filippo e Maria foglio 15, mappali: 20,                
superficie (ha) 02.72.80, superficie reale di esproprio mq. 3.570,00,           
coltura in atto seminativo irriguo; 21, superficie (ha) 00.10.00,               
superficie reale di esproprio mq. 1.120,00, coltura in atto                     
seminativo irriguo; 22, superficie (ha) 06.68.10, superficie reale di           
esproprio mq. 1.680,00, coltura in atto seminativo irriguo.                     
Articolo 2 - I proprietari espropriandi, entro 30 giorni dalla data             
di immissione in possesso a seguito dell'esecuzione del presente                
decreto, hanno diritto a convenire la cessione volontaria degli                 
immobili oggetto di espropriazione con la maggiorazione del 50%                 
dell'indennita' provvisoria.                                                    
Articolo 3 - In assenza di istanza per la costituzione del Collegio             
tecnico o in caso di silenzio, decorsi 30 giorni dalla data di                  
immissione in possesso, verra' richiesta la rideterminazione                    
dell'indennita' alla competente Commissione provinciale prevista                
dall'articolo 41 del DPR 327/01.                                                
IL DIRIGENTE                                                                    
Luigi Pesce                                                                     

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it