AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI IMOLA

CONFERIMENTO INCARICHI LIBERO-PROFESSIONALI

Conferimento di n. 3 incarichi libero-professionali di Medico generico addetto all'effettuazione di controlli domiciliari dei lavoratori dipendenti, pubblici e privati, in stato di malattia

In attuazione della determinazione adottata dal Responsabile dell'Unita'        
operativa Risorse umane dell'intestata Azienda Unita' sanitaria                 
locale in data 29 luglio 2004, e' stato stabilito di procedere alla             
formazione di graduatoria per il conferimento di n. 3 incarichi                 
libero professionali di                                                         
Medico di Medicina generale per l'effettuazione di controlli                    
domiciliari dei lavoratori dipendenti pubblici e privati in stato di            
malattia.                                                                       
Il presente avviso pubblico viene emesso per l'attuazione del                   
disposto dell'art. 5, comma 10 del DL 12/9/1983, n. 463 convertito in           
Legge 11/11/1983, n. 638 e dell'art. 5 della Legge 20/5/1970, n.                
300.                                                                            
All'avviso possono partecipare i medici che siano iscritti, alla data           
di scadenza del presente avviso, nell'Albo professionale della                  
Provincia di Bologna.                                                           
Domanda di ammissione                                                           
La domanda presentata, firmata in calce senza necessita' di alcuna              
autentica (art. 39, DPR 445/00) e redatta in carta semplice secondo             
l'allegato schema, va indirizzata al Direttore generale dell'Azienda            
Unita' sanitaria locale.                                                        
Nella domanda l'aspirante dovra' dichiarare, sotto la propria                   
responsabilita':                                                                
a) cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza;                           
b) la regolare iscrizione all'Albo dell'Ordine dei medici chirurghi             
della Provincia di Bologna;                                                     
c) sede e data di conseguimento del diploma di laurea in Medicina e             
Chirurgia e la relativa votazione;                                              
d) le eventuali specializzazioni possedute;                                     
e) gli eventuali periodi svolti in qualita' di medico addetto ai                
controlli;                                                                      
f) di garantire la propria disponibilita' ad eseguire visite di                 
controllo in tutte le fasce di reperibilita' previste dalle                     
disposizioni in vigore;                                                         
g) di non trovarsi in una qualsiasi posizione non compatibile per               
specifiche norme di legge o contratto di lavoro;                                
h) di essere in possesso della patente di guida e di essere                     
disponibile all'uso del proprio automezzo per lo svolgimento                    
dell'attivita';                                                                 
i) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta             
ogni necessaria comunicazione nonche' eventuale recapito telefonico.            
La mancata sottoscrizione della domanda non dara' luogo                         
all'ammissione alla procedura mentre l'accertamento di indicazioni              
non rispondenti a veridicita' determina l'esclusione dalla procedura            
di che trattasi.                                                                
Alla domanda dovra' essere allegata una copia semplice del documento            
di identita'.                                                                   
Modalita' e termini per la presentazione della domanda                          
La domanda, redatta in carta semplice, e la documentazione ad essa              
allegata devono essere presentate entro il termine perentorio delle             
ore 12 del quindicesimo giorno non festivo successivo alla data di              
pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della                
Regione Emilia-Romagna:                                                         
- direttamente all'Azienda Unita' sanitaria locale di Imola -                   
Dipartimento di Sanita' pubblica - Viale Amendola n. 8 - Ospedale               
Vecchio - Imola (apertura: lunedi', martedi', mercoledi', giovedi',             
venerdi' e sabato: dalle ore 10 alle ore 12)                                    
ovvero:                                                                         
- inoltrate tramite Servizio postale, a mezzo raccomandata con avviso           
di ricevimento; a tale fine fa fede il timbro a data dell'Ufficio               
postale di partenza.                                                            
E' esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.                    
Il termine per la presentazione della domanda e della documentazione            
e' perentorio; l'eventuale riserva di invio successivo di documenti             
e' pertanto priva di effetti.                                                   
All'atto della consegna della domanda verra' rilasciata apposita                
ricevuta.el caso di invio a mezzo postale, questa Azienda Unita'                
sanitaria locale declina ogni responsabilita' per eventuali ritardi o           
smarrimenti.                                                                    
Graduatoria e relativo utilizzo                                                 
L'Azienda Unita' sanitaria locale procedera' alla formazione della              
graduatoria della durata di mesi 18 sulla base delle domande                    
pervenute attribuendo a ciascun candidato il punteggio secondo i                
criteri segnalatici dalla delibera della Giunta della Regione                   
Emilia-Romagna n.178 del 20/2/2001, qui di seguito elencati:                    
1) voto di laurea: da 96 a 100 punti, punti 1; da 101 a 105, punti 2;           
da 106 a 110, punti 3; 110 e lode, punti 4;                                     
2) specializzazione in medicina legale, in medicina legale e delle              
assicurazioni, in medicina legale e infortunistica e' valutata una              
sola specializzazione): punti 2;                                                
3) specializzazione in medicina del lavoro (in alternativa alla                 
specializzazione di cui al punto 2): punti 1;                                   
4) per ogni altra specializzazione, oltre a quella considerata ai               
punti 2) o 3): punti 0,5;                                                       
5) per ogni mese, o frazione superiore a 15 giorni, di attivita' di             
medico addetto ai controlli: punti 0,2;                                         
6) per ogni mese, o frazione superiore ai 15 giorni, di anzianita' di           
laurea (fino ad un massimo di 12 mesi): punti 0,2.                              
A parita' di punteggio sara' ritenuta valida l'anzianita' di laurea             
e, in subordine, la minor eta'.                                                 
I suddetti titoli saranno comprovati dall'interessato mediante                  
dichiarazioni sostitutive (ex artt. 46 e 47, DPR 445/00) da rendersi            
nella domanda presentata secondo le modalita' suindicate.                       
La graduatoria sara' approvata dal Direttore generale e rimarra'                
valida per il periodo di mesi 18 dalla data della sua approvazione ed           
in tale periodo potra' essere utilizzata per il conferimento di                 
eventuali ulteriori incarichi.                                                  
L'incarico, di durata annuale eventualmente rinnovabile, verra'                 
conferito secondo l'ordine della graduatoria al medico disponibile              
che risultera', da apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto di              
notorieta' da rendersi al momento dell'accettazione, non avere                  
rapporti di lavoro dipendente con il Servizio Sanitario nazionale o             
altro datore di lavoro pubblico o privato, e di non trovarsi in altre           
condizioni di incompatibilita' per specifiche norme di legge o                  
contratto di lavoro. L'assenza di situazioni di incompatibilita'                
dovra' permanere per tutta la durata dell'incarico.                             
La mancata accettazione dell'incarico da parte di un aspirante                  
utilmente collocato in graduatoria, non ne comporta la decadenza alla           
stessa; pertanto il medesimo potra' essere interpellato una seconda             
volta, dopo di che decade il diritto.                                           
Conferimento dell'incarico libero-professionale                                 
In caso di conferimento dell'incarico libero-professionale,                     
l'aspirante si impegna a presentarsi quotidianamente, secondo le                
modalita' indicate dall'Azienda sanitaria locale, alla sede indicata            
per ricevere le indicazioni relative ai controlli da effettuarsi in             
giornata e se richiesto nei giorni prefestivi e festivi.                        
L'aspirante avra', inoltre, l'obbligo di non trovarsi in una                    
qualsiasi posizione di incompatibilita', quali:                                 
1) avere un rapporto di lavoro subordinato o comunque di                        
collaborazione coordinata e continuativa presso qualsiasi datore di             
lavoro pubblico o privato;                                                      
2) svolgere attivita' medico-generica o pediatrica, anche di                    
sostituzione, in quanto medico di libera scelta iscritto negli                  
elenchi di medicina generale o degli specialisti pediatri,                      
limitatamente all'ambito territoriale dell'Azienda Unita' sanitaria             
locale di Imola. Lo svolgimento di attivita' di sostituzione                    
determina l'incompatibilita' per il periodo di durata della                     
sostituzione stessa;                                                            
3) svolgere attivita' di guardia medica e di medicina dei servizi,              
compresa quella di sostituzione, limitatamente all'ambito                       
territoriale dell'Azienda Unita' sanitaria locale di Imola. Lo                  
svolgimento di attivita' di sostituzione determina l'incompatibilita'           
per il periodo di durata della sostituzione stessa;                             
4) svolgere attivita' come medico specialista, ambulatoriale                    
convenzionato o come medico specialista convenzionato esterno, anche            
di sostituzione. Lo svolgimento di attivita' di sostituzione, da                
parte dello specialista non titolare dell'incarico, determina                   
l'incompatibilita' per il periodo di durata della sostituzione                  
stessa;                                                                         
5) avere cointeressenze dirette o indirette o rapporti di interesse             
in case di cura private o in strutture sanitarie di cui all'art. 43             
della Legge 833/78;                                                             
6) fruire del trattamento ordinario o per inabilita'/invalidita'                
permanente da parte del Fondo di Previdenza competente.                         
Il carico di lavoro e' stabilito, in linea di massima, in ragione di            
21 visite di controllo settimanali per ciascun medico, sulla base dei           
fabbisogni espressi dallo specifico bacino di utenza.                           
Il medico incaricato per l'effettuazione di visite domiciliari per              
gli accertamenti al personale dipendente in stato di malattia, con il           
quale verra' stipulata un'apposita convenzione, ricevera' i compensi            
previsti dalla delibera della Giunta regionale n. 1783 del                      
22/9/2003:                                                                      
- Euro 17,50 omnicomprensivi per visite domiciliari di controllo al             
lavoratore, incrementati di un importo pari a 1/5 di un litro di                
benzina super a chilometro per il percorso effettuato;                          
- Euro 11,00 omnicomprensivi per visite domiciliari di controllo non            
effettuate per assenza del lavoratore al domicilio, incrementati di             
un importo pari a 1/5 di un litro di benzina super a chilometro per             
il percorso effettuato.                                                         
L'aspirante a cui sara' conferito l'incarico libero-professionale,              
avra' l'obbligo di osservare le norme interne dell'Azienda Unita'               
sanitaria locale di Imola e le altre disposizioni impartite dal                 
Direttore del Dipartimento di Sanita' pubblica, nonche' dal Direttore           
dell'Area Igiene e Sanita' pubblica.                                            
Qualora l'aspirante, dopo aver iniziato l'attivita', non la prosegua,           
senza giustificato motivo, regolarmente ed ininterrottamente per                
l'intera durata dell'incarico libero-professionale sara' dichiarato             
decaduto dall'ulteriore svolgimento dello stesso.                               
Nel caso in cui si renda responsabile di gravi e ripetute mancanze o            
dia prova di non possedere sufficiente attitudine all'attivita',                
l'Amministrazione dara' corso alla risoluzione dell'incarico                    
libero-professionale.                                                           
Trattamento dati personali                                                      
Ai sensi delle disposizioni di cui alla Legge 31/12/1996, n. 675                
relativa alla tutela della riservatezza rispetto al trattamento dei             
dati personali e, in particolare, dalle disposizioni di cui all'art.            
10, questa Azienda Unita' sanitaria locale, nella persona del                   
Direttore generale, quale titolare dei dati inerenti il presente                
avviso, informa che il trattamento dei dati contenuti nelle domande             
presentate e' finalizzato all'espletamento della procedura per il               
conferimento dell'incarico professionale in oggetto.                            
Gli stessi potranno essere messi a disposizione di coloro che,                  
dimostrando un concreto interesse nei confronti della suddetta                  
procedura, ne facciano espressa richiesta ai sensi dell'art. 22 della           
Legge 241/90.                                                                   
Questa Azienda Unita' sanitaria locale precisa che, data la natura              
obbligatoria del conferimento dei dati, un eventuale rifiuto degli              
stessi (o una loro omissione) nei termini stabiliti sara' causa di              
esclusione dalla procedura di che trattasi.                                     
Ai sensi dell'art. 13 della Legge 675/96 i candidati hanno diritto di           
conoscere i dati che li riguardano, di chiederne l'aggiornamento, la            
rettifica, la cancellazione o il blocco dei dati in caso di                     
violazione di legge, nel rispetto tuttavia dei termini perentori                
previsti dalla normativa relativa alla procedura di che trattasi. Il            
responsabile del trattamento e' il Direttore del Dipartimento di                
Sanita' pubblica, dott. Guido Laffi.                                            
Disposizioni varie                                                              
Copie del presente avviso potranno essere richieste presso il                   
Dipartimento di Sanita' pubblica - Area Igiene pubblica - Segreteria,           
ovvero i candidati potranno collegarsi al sito Internet dell'Azienda            
(www.ausl.imola.bo.it/index.php) o richiedere la spedizione via                 
e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica:                              
concorsi@ausl.imola.bo.it.                                                      
Per ogni eventuale informazione si precisa che l'Unita' Organizzativa           
responsabile del procedimento e' la Segretaria dell'Area Igiene e               
Sanita' pubblica - telefono 0542/604926 e che il Funzionario                    
responsabile e' il dr. Gabriele Peroni, Direttore dell'Area Igiene              
pubblica - telefono 0542/604960.                                                
IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO                                                   
Guido Laffi                                                                     
Scadenza: 26 agosto 2004                                                        

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it