ARESTUD - AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI MODENA E REGGIO EMILIA

COMUNICATO

Avviso pubblico per la presentazione di progetti da realizzare con il contributo del Fondo sociale europeo - Obiettivo 3 Misura A2 - anno 2003 nell'area dell'orientamento al lavoro (approvato con delibera del Consiglio di amministrazione n. 56 del 25/11/2003) - Scadenza 20/2/2004

L'Azienda regionale per il diritto allo Studio universitario                    
(ARESTUD) di Modena e Reggio Emilia, rende noto che procedera'                  
all'approvazione di progetti di orientamento al lavoro per l'anno               
2003, da realizzarsi con il contributo del Fondo sociale europeo -              
Obiettivo 3 - anno 2003, ai sensi ed in attuazione dei seguenti atti,           
norme, direttive e programmi:                                                   
- Quadro Comunitario Sostegno, Ob.3 regioni centro nord per il                  
periodo 2000/2006, approvato con la decisione della Commissione                 
Europea C/1120 del 18/7/2000;                                                   
- Programma operativo Regione Emilia-Romagna - FSE - Obiettivo 3 -              
2000/2006 approvato con la decisione della Commissione Europea n.               
2066 del 21/9/2000;                                                             
- complemento di programmazione del POR Ob. 3 - 2000/2006, approvato            
con deliberazione della Giunta regionale n. 1694 del 10/10/2000;                
- direttive attuative per la formazione professionale e per                     
l'orientamento - triennio 1997/99 - approvate con deliberazione della           
Giunta regionale 1475/97 e successive integrazioni e modificazioni;             
- direttive regionali stralcio per l'avvio della nuova programmazione           
2000-2006 approvate con la deliberazione della Giunta regionale n.              
539 dell'1/3/2000;                                                              
- direttive regionali in ordine alle tipologie di azioni ed alle                
regole per l'accreditamento degli organismi di formazione                       
professionale, approvate con delibera di Giunta regionale n. 77 del             
2003;                                                                           
- Regolamento (CE) n. 1260/99 del Consiglio del 21/6/1999 recante               
disposizioni generali sui Fondi strutturali;                                    
- Regolamento (CE) n. 1784/99 del Parlamento Europeo e del Consiglio            
del 12/7/1999 relativo al Fondo sociale europeo;                                
- Regolamento (CE) n. 1159/00 della Commissione del 30/5/2000                   
relativo alle azioni informative e pubblicitarie a cura degli Stati             
membri sugli interventi dei Fondi strutturali;                                  
- deliberazione della Giunta regionale n. 670 del 14/4/2003 recante             
"Destinazione alle ARDSU per il triennio 2003-2005 di risorse FSE Ob.           
3 2000-2006 per iniziative di orientamento al lavoro. Ripartizione,             
assegnazione e impegno di spesa per l'anno 2003";                               
- Legge 390/91 recante Norme sul diritto agli studi universitari;               
- L.R. 50/96 istitutiva delle Aziende regionali per il diritto allo             
studio universitario;                                                           
- Statuto e regolamento di contabilita' e dei contratti                         
dell'ARESTUD;                                                                   
- DM 25/3/1998, n. 142 recante Norme di attuazione dei principi e dei           
criteri di cui all'art. 18 della Legge 24/6/1997  n.196 sui tirocini            
formativi e di orientamento;                                                    
- L.R. 30/6/2003, n. 12 "Norme per l'uguaglianza delle opportunita'             
di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco della vita,                 
attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della formazione                  
professionale, anche in integrazione tra loro";                                 
- deliberazione del Consiglio di amministrazione dell'ARESTUD n. 56             
del 25/11/2003 di approvazione del presente avviso.                             
Asse, Misura, Azioni oggetto del presente avviso                                
Le attivita' oggetto del presente avviso rientrano nella seguente               
misura individuata nell'ambito del complemento di programmazione Ob.            
3 della Regione Emilia-Romagna:                                                 
Asse A - Sviluppo e promozione di politiche attive del mercato del              
lavoro per combattere e prevenire la disoccupazione, evitare a donne            
e uomini la disoccupazione di lunga durata, agevolare il                        
reinserimento dei disoccupati di lunga durata nel mercato del lavoro            
e sostenere l'inserimento nella vita professionale dei giovani e di             
coloro, uomini e donne, che si reinseriscono nel mercato del lavoro.            
Misura A2 - Inserimento e reinserimento nel mercato del lavoro di               
giovani e adulti nella logica dell'approccio preventivo.                        
Azione 1 - Comunicare l'orientamento e l'accompagnamento al lavoro              
azioni di accompagnamento - Sensibilizzazione, informazione e                   
pubblicita', (tipologia 59)                                                     
Finalita'                                                                       
Con ARESTUDORIENTA, servizi e sportello per l'orientamento al lavoro,           
l'ARESTUD di Modena e Reggio Emilia offre a laureati e laureandi                
servizi di informazione e orientamento al lavoro e un'ampia gamma di            
attivita' di accompagnamento e sostegno nella transizione                       
dall'Universita' al lavoro. L'attivita' si realizza con un duplice              
obiettivo: da un lato sostenere gli studenti universitari degli                 
ultimi anni e i neolaureati nel contatto con il mondo del lavoro                
accompagnandoli nel processo di scelta professionale e favorendone              
l'inserimento lavorativo; dall'altro cogliere le esigenze e                     
rispondere alle sollecitazioni provenienti dalla realta' sociale,               
economica e produttiva.                                                         
Particolare attenzione e' dedicata alla collaborazione con il sistema           
delle imprese, private e pubbliche, sia attraverso numerose occasioni           
di incontro con aziende, professionisti e consulenti, sia mediante la           
realizzazione di tirocini formativi e professionalizzanti.                      
Servizi di ARESTUDORIENTA sono lo sportello di informazione e                   
documentazione sul lavoro e le professioni e la consulenza                      
individuale (orientamento alla scelta e assistenza allo sviluppo                
della carriera).                                                                
Le attivita' si articolano in quattro macro aree: le tecniche e gli             
strumenti di ricerca attiva del lavoro (CV, colloquio individuale,              
colloquio di gruppo), lo sviluppo delle competenze trasversali                  
(comunicazione, lavorare in gruppo, gestione del tempo), i tirocini             
professionalizzanti (Italia ed estero) e gli incontri con le imprese            
(presentazioni aziendali, incontri sulle professioni).                          
L'attivita' e' realizzata ricercando la collaborazione e integrazione           
di tutte le realta' territoriali, pubbliche e private, che operano              
per favorire lo sviluppo del legame tra mondo universitario e mondo             
del lavoro; si colloca quindi nell'ambito della rete territoriale di            
servizi pubblici che creano e favoriscono occasioni di occupabilita'            
per i giovani laureati.                                                         
L'ARESTUD intende definire un adeguato piano di comunicazione e                 
informazione del nuovo servizio con l'obiettivo di darne visibilita'            
e riconoscibilita' presso la generalita' dei cittadini e le                     
istituzioni pubbliche e private. Tale piano dovra' essere strutturato           
nel tempo, utilizzando anche i canali della rete istituzionale dei              
servizi pubblici, al fine di creare un fluido flusso informativo                
reciproco. L'Azienda intende inoltre pubblicizzare le specifiche                
attivita', che si sviluppano nel corso di tutto l'anno secondo un               
calendario bimestrale, in modo mirato agli utenti diretti (laureati e           
studenti dell'ultimo anno) con forme e strumenti adeguati,                      
utilizzando quanto piu' possibile l'innovazione tecnologica.                    
Contenuti minimi                                                                
- Ideazione, progettazione e realizzazione grafica di una linea di              
immagine coordinata di prodotti informativi del servizio e delle                
attivita', sia su supporto cartaceo che informatico;                            
- progettazione e realizzazione di un logotipo specifico per                    
ARESTUDORIENTA;                                                                 
- progettazione di una linea grafica e realizzazione di materiale di            
supporto per il funzionamento del servizio;                                     
- realizzazione di gadgets che riconducano al Servizio ARESTUDORIENTA           
da distribuire in occasione di incontri o manifestazioni curate dal             
servizio;                                                                       
- progettazione e realizzazione di materiale promozionale del                   
servizio e divulgazione dello stesso a mezzo posta a banca utenti               
ARESTUD di almeno 2500 destinatari;                                             
- attivita' di regolare pubblicizzazione delle attivita' in corso di            
anno utilizzando tutti i mezzi di comunicazione (media, web etc);               
- attivita' di redazione testi, correzione bozze, redazione testi               
web; pubblicizzazione via web; cura dei rapporti di comunicazione con           
media locali e nazionali e stampa specializzata nell'area                       
dell'orientamento al lavoro. Tale attivita' dovra' essere curata da             
un operatore di provata e documentata professionalita'.                         
Priorita'                                                                       
L'immagine coordinata e le ideazioni grafiche che verranno proposte             
dovranno tener conto della tipologia di soggetti ai quali il servizio           
e' rivolto e dovranno essere connotati da elementi di innovativita' e           
creativita'.                                                                    
Azione 2 - Le opportunita' dell'internazionalizzazione                          
Azioni di sistema - Attivita' di studio e analisi di carattere                  
economico e sociale (Tipologia 50)                                              
Finalita'                                                                       
L'entrata nella Comunita' Europea di molti Paesi dell'Est europeo               
prevista per l'anno 2004 (Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta,            
Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Ungheria), e la                 
richiesta di ingresso di molti altri Paesi, congiuntamente alla                 
considerazione degli investimenti di capitali e di risorse che oramai           
da anni le aziende italiane compiono in tale area, ha spinto                    
l'ARESTUD di Modena e Reggio Emilia a considerare le enormi                     
potenzialita' che tali nuovi mercati potranno offrire ai laureandi e            
neolaureati dell'Ateneo di Modena e Reggio Emilia , in termini di               
opportunita' di crescita professionale e occupabilita'. D'altra parte           
essi sono da valutare come una risorsa strategica per il processo di            
internazionalizzazione delle PMI e gli scambi commerciali. A tale               
fine l'ARESTUD intende effettuare una verifica di fattibilita' sul              
sistema produttivo locale per comprendere e valutare gli spazi e gli            
ambiti di sviluppo professionale nei Paesi dell'adesione, in                    
relazione anche alla mobilita' professionale dei giovani laureati.              
L'obiettivo e' una ricognizione sullo stato dell'arte del processo di           
internazionalizzazione e delocalizzazione delle imprese del                     
territorio delle province di Modena e Reggio Emilia verso i Paesi               
dell'adesione, al fine di conoscere aree di interesse, bisogni,                 
prospettive di sviluppo, azioni di sostegno e supporto concretamente            
realizzabili che vedano coinvolti i laureati.                                   
Contenuti                                                                       
- Rilevazione delle aziende delle province di Modena e Reggio Emilia            
coinvolte nel processo di internazionalizzazione e delocalizzazione             
verso i mercati esteri; individuazione delle aree e dei settori per i           
quali il fenomeno e' particolarmente consolidato e di quelle in via             
di sviluppo;                                                                    
- individuazione delle competenze professionali maggiormente                    
richieste nelle varie fasi del processo e degli spazi di                        
occupazione;                                                                    
- individuazione delle possibili azioni a sostegno del processo di              
internazionalizzazione che vedano coinvolti i giovani laureati in               
un'ottica di orientamento al lavoro e di professionalizzazione, con             
un particolare approfondimento per quanto concerne gli studenti                 
stranieri che si siano laureati in Italia e le loro specifiche                  
esigenze tenuto conto degli aspetti socio-economici connessi;                   
- produzione di un report finale della ricerca realizzata, nonche' di           
un report sintetico e riassuntivo della ricerca finalizzato alla                
diffusione piu' ampia dei risultati agli interlocutori pubblici e               
privati interessati;                                                            
- realizzazione di un seminario di diffusione dei risultati a                   
interlocutori privilegiati dell'area pubblica e privata delle                   
province di Modena e Reggio Emilia.                                             
Priorita'                                                                       
Capacita' di coinvolgimento documentato nel progetto dell'Universita'           
di Modena e Reggio Emilia, di imprese pubbliche e private, italiane             
ed estere, degli organismi di categoria (Camere di Commercio, API,              
Confindustria, Confartigianato, etc) etc.                                       
Azione 3 - Servizi e sportello per l'orientamento al lavoro. Azioni             
di accompagnamento - Servizi alle persone (Tipologia 57). Persone,              
informazione, consulenza e formazione con finalita' orientativa -               
Aiuti alle persone (Tipologia 01)                                               
Finalita'                                                                       
ARESTUDORIENTA, servizio operativo dall'ottobre del 2003, e' la                 
struttura attraverso la quale l'Azienda regionale per il diritto allo           
studio universitario di Modena e Reggio Emilia offre servizi di                 
orientamento al lavoro per laureandi e neolaureati. Le attivita' che            
vengono realizzate hanno un duplice obiettivo: da un lato sostenere             
gli studenti universitari degli ultimi anni e i neolaureati nel                 
contatto con il mondo del lavoro accompagnandoli nel processo di                
scelta professionale e favorendone l'inserimento lavorativo;                    
dall'altro cogliere le esigenze e raccogliere le sollecitazioni                 
provenienti dalla realta' sociale, economica e produttiva.                      
Particolare attenzione e' dedicata alla collaborazione con il sistema           
delle imprese private e pubbliche attraverso numerose occasioni di              
incontro con aziende, professionisti e consulenti. Servizi di                   
ARESTUDORIENTA sono lo sportello di informazione e documentazione sul           
lavoro e le professioni e la consulenza individuale (orientamento               
alla scelta e assistenza allo sviluppo della carriera).                         
Destinatari                                                                     
Sono destinatari dell'azione laureati/laureandi che abbiano i                   
requisiti previsti dall'Asse A, Misura A2, cosi' come indicati dal              
Programma operativo della Regione Emilia-Romagna e dal complemento di           
programmazione Ob. 3 FSE della Regione Emilia-Romagna.                          
Contenuti - Azioni di accompagnamento - Servizi alle persone                    
(Tipologia 57)                                                                  
- Attivita' per garantire continuita' dei servizi e delle attivita'             
gia' fornite da ARESTUDORIENTA estendendo e/o consolidando                      
l'attivita' stessa per la sede di Reggio Emilia.                                
Nello specifico:                                                                
- sportello informativo e di accoglienza                                        
- attivita' di sviluppo delle competenze (competenze trasversali e              
tecniche di ricerca attiva del lavoro)                                          
- incontro con le imprese e sulle professioni                                   
- realizzazione di un punto informativo presso la sede ARESTUD di               
Reggio Emilia;                                                                  
- attivita' di ricerca, redazione e documentazione cartacea per la              
realizzazione e gestione del sistema informativo sull'orientamento al           
lavoro per laureati, con particolare attenzione alle professioni e              
alle imprese. Il materiale prodotto, di proprieta' dell'ARESTUD,                
sara' destinato al centro di documentazione di ARESTUDORIENTA per la            
consultazione al pubblico;                                                      
- attivita' di promozione del servizio di consulenza individuale                
attraverso ogni adeguato mezzo di informazione e divulgazione;                  
- definizione di nuove proposte per la definizione di prodotti                  
"formativi-informativi" in grado di rispondere adeguatamente alle               
nuove esigenze di inserimento lavorativo determinate dalle recenti              
innovazioni che hanno interessato il mondo del lavoro;                          
- azioni di coordinamento e di integrazione con quanti, Enti pubblici           
o privati, sono istituzionalmente coinvolti nell'area                           
dell'orientamento al lavoro e della formazione;                                 
- produzione di materiale informativo di tutte le attivita' e                   
laboratori realizzati, al fine di implementare il centro di                     
documentazione di ARESTUDORIENTA;                                               
- attivazione di strumenti idonei per la rilevazione                            
quali/quantitativa delle presenze ai servizi e delle attivita',                 
nonche' per la valutazione delle attivita' di orientamento, nonche'             
la realizzazione di report periodici;                                           
- affiancamento al personale interno dell'ARESTUD.                              
Persone, informazione, consulenza e formazione con finalita'                    
orientativa - Aiuti alle persone (Tipologia 01)                                 
Attivita' di consulenza individuale tesa a far acquisire ai laureati            
e ai laureandi la consapevolezza circa le proprie scelte                        
professionali. Lo scopo e' di sostenere il processo auto-orientativo            
della persona e l'accrescimento della capacita' di verificare e                 
sviluppare in modo autonomo ed efficace la propria esperienza                   
formativa e lavorativa. L'intervento deve prevedere un monte ore di             
circa 80 ore.                                                                   
Priorita'                                                                       
Sara' data priorita' ai progetti caratterizzati da innovativita' di             
prodotti e procedure.                                                           
Azione 4 - Orientamento all'imprenditorialita' - Azione di                      
accompagnamento - Servizi alle persone (Tipologia 57)                           
Finalita'                                                                       
Per rispondere adeguatamente alle innovazioni e alle modifiche che le           
recenti riforme hanno apportato al mondo del lavoro l'ARESTUD si                
propone di diffondere una cultura favorevole alla nascita di nuove              
iniziative imprenditoriali, di orientare e informare su problematiche           
relative alla creazione di una impresa o al lavoro autonomo.                    
A tale fine intende offrire una gamma di attivita' rispondente alla             
valorizzazione della cultura imprenditoriale attraverso la                      
realizzazione di un progetto di orientamento                                    
all'autoimprenditorialita' per laureandi e neolaureati                          
dell'Universita' di Modena e Reggio Emilia che possa sostenere e                
sviluppare la crescita degli atteggiamenti imprenditivi, aumentando             
la consapevolezza dell'importanza del modello imprenditivo e dei                
comportamenti ad esso sottostanti.                                              
Il progetto potra' svilupparsi su due aree:                                     
1) La realizzazione di attivita' seminariali, workshop e/o laboratori           
(con un minimo di 6 edizioni) tenuti da esperti e rappresentanti del            
mondo del lavoro da realizzare durante l'anno accademico, in                    
collaborazione e sintonia con le altre attivita' di ARESTUDORIENTA. I           
seminari possono utilizzare anche la formula della testimonianza                
diretta. I workshop e/o laboratori, di durata adeguata, in relazione            
alla tipologia di utenti devono essere realizzati con un approccio              
interattivo, dinamico e concreto, improntato all'operativita'.                  
Possono essere previste anche altre formule per la realizzazione di             
laboratori all'autoimprenditorialita'. In particolare i giovani                 
devono essere messi in grado: - di conoscere lo scenario socio                  
economico, per comprendere il fenomeno della crescita delle nuove               
imprese e delle caratteristiche distintive degli imprenditori; - di             
conoscere le principali caratteristiche legate alla creazione                   
d'impresa; - di capire e valutare le proprie potenzialita' e                    
attitudini imprenditoriali;                                                     
2) La produzione o l'adattamento ad hoc di materiale informativo                
sulle caratteristiche legate alla creazione di impresa e al lavoro              
autonomo, strutturato e redatto in funzione della tipologia di                  
utenza, da destinare al centro di documentazione di ARESTUDORIENTA              
per la consultazione per il pubblico. Il materiale dovra' essere                
realizzato su supporto cartaceo e informatico, seguendo il linguaggio           
specifico dello strumento e in armonia con le altre aree di attivita'           
di ARESTUDORIENTA, anche sotto forma di orientamento/formazione                 
professionalizzante a distanza.                                                 
Destinatari                                                                     
Sono destinatari dell'azione laureati/laureandi che abbiano i                   
requisiti previsti dall'Asse A, Misura A2, cosi' come indicati dal              
Programma Operativo della Regione Emilia-Romagna e dal Complemento di           
programmazione Ob. 3 FSE della Regione Emilia-Romagna.                          
Priorita'                                                                       
Sara' data priorita' a progetti che si caratterizzano per:                      
- interventi integrati di sistema;                                              
- workshop e laboratori di orientamento di genere (donne, disabili)             
- impegno formalizzato dell'Universita' di Modena e Reggio-Emilia a             
riconoscere l'attivita' come credito formativo                                  
- collegamento con altri enti, Camere di Commercio, associazioni di             
categoria facendo riferimento anche alle metodologie e agli strumenti           
dagli stessi utilizzati (ad es. test Delfi di autovalutazione delle             
potenzialita' del progetto Genesi).                                             
Risorse finanziarie disponibili                                                 
II finanziamento complessivo stanziato e' pari ad Euro 279.000,34               
ripartito nel modo seguente:                                                    
Azione 1 Euro 15.000 (Tipologia 59)                                             
Azione 2 Euro 25.000 (Tipologia 50)                                             
Azione 3                                                                        
- Euro 200.000 Azioni di accompagnamento - Servizi alle persone                 
(Tipologia 57)                                                                  
- Euro 15.000 Persone, informazione, consulenza e formazione con                
finalita' orientativa - Aiuti alle persone (Tipologia 01)                       
Azione 4 Euro 24.000 (Tipologia 57)                                             
Tutti gli importi si intendono omnicomprensivi, oneri fiscali                   
compresi.                                                                       
Progetti ammissibili                                                            
A) Tipologie progettuali ammesse                                                
Le tipologie progettuali ammesse sono quelle previste dalle vigenti             
direttive regionali per la formazione professionale e                           
l'orientamento:                                                                 
Azione 1 Tipologia 59 "Azioni di accompagnamento" -                             
Sensibilizzazione, informazione e pubblicita'                                   
Azione 2 Tipologia 50 "Azioni di sistema" - Attivita' di studio e               
analisi di carattere economico e sociale                                        
Azione 3 Tipologia 57 "Azioni di accompagnamento" - Servizi alle                
persone e Tipologia 01 "Aiuti alle persone" - Persone, informazione,            
consulenza e formazione con finalita' orientativa - Aiuti alle                  
persone                                                                         
Azione 4 Tipologia 57 "Azioni di accompagnamento" - Servizi alle                
persone.                                                                        
B) Tempi di approvazione                                                        
Gli esiti della selezione dei progetti presentati saranno approvati e           
comunicati, indicativamente, dall'1/3/2004.                                     
Soggetti proponenti                                                             
A) Requisiti di ammissibilita'                                                  
I requisiti di ammissibilita' dei soggetti che si candidano a                   
realizzare l'attivita' oggetto del presente avviso sono quelli                  
previsti dalle direttive regionali vigenti. Si ricorda che possono              
candidarsi operatori con comprovata esperienza, debitamente                     
documentata.                                                                    
Possono altresi' candidarsi organismi associati quali le Associazioni           
temporanee di impresa (ATI); in tal caso l'intenzione di costituirsi            
in ATI dovra' essere specificata nel formulario, indicando                      
chiaramente i ruoli, le competenze e la suddivisione finanziaria dei            
singoli soggetti rispetto alla realizzazione del progetto presentato.           
La costituzione formale dell'ATI, la cui validita' temporale risulta            
collegabile unicamente alla realizzazione di un determinato progetto,           
puo' avvenire successivamente all'avvenuta approvazione e                       
finanziamento del progetto presentato, ma inderogabilmente prima                
dell'avvio dell'attivita', anche al fine di evitare spese aggiuntive            
a carico del soggetto presentatore.                                             
B) Obblighi e impegni                                                           
I soggetti gestori che saranno destinatari dei finanziamenti pubblici           
sono tenuti, tramite la sottoscrizione di apposito atto di impegno,             
ai seguenti obblighi generali:                                                  
- assicurare sotto la propria responsabilita' il rispetto della                 
normativa fiscale e previdenziale e di sicurezza nei confronti dei              
loro dipendenti e dei collaboratori esterni per quanto dovuto;                  
- assicurare la regolare tenuta della documentazione di spesa nel               
rispetto delle normative contabili e fiscali;                                   
- garantire condizioni di uguaglianza e di imparzialita' per                    
l'accesso dei cittadini alle attivita';                                         
- accettare di sottoporsi al controllo dell'ARESTUD e della Regione             
che potra' attuarsi anche tramite ispezioni sul campo.                          
I soggetti proponenti devono essere in possesso dei requisiti                   
previsti dall'art. 17 della Legge 68/99 recante Norme per il diritto            
al lavoro dei disabili e presentare debita dichiarazione sostitutiva            
legge antimafia.                                                                
I soggetti proponenti dovranno rispettare rigorosamente il                      
Regolamento comunitario vigente relativo al tema dell'informazione e            
della pubblicita' degli interventi dei Fondi strutturali (Reg. CE               
1159/2000 pubblicato nella GUCE, L. n. 130/30 del 31/5/2000)                    
Procedura e scadenza di presentazione dei progetti                              
Le richieste di contributo con allegati i progetti di attivita' e gli           
altri documenti prescritti dalle direttive regionali dovranno essere            
indirizzate al Presidente dell'ARESTUD ed essere presentate alla Sede           
amministrativa - Ufficio Protocollo, Via Vignolese n. 671 - 41100               
Modena - tel. 059/413713. Le richieste di contributo dovranno                   
pervenire in competente bollo e a firma autentica del legale                    
rappresentante dell'ente proponente. Per l'autentica e' sufficiente,            
ai sensi del DPR 403/98, la fotocopia del documento di identita' del            
legale rappresentante dell'organismo richiedente.                               
I progetti di attivita' devono essere obbligatoriamente compilati               
sulla modulistica standard regionale e presentati in duplice copia              
cartacea corredati da supporto informatico corrispondente di uguale             
contenuto.                                                                      
Il software applicativo per la compilazione del formulario ed il                
relativo manuale possono essere scaricati dal sito: http://                     
sifp.regione.emilia-romagna.it.                                                 
I progetti dovranno pervenire inderogabilmente entro le ore 13 del 20           
febbraio 2004.                                                                  
Le domande potranno essere presentate direttamente o inviate a mezzo            
di raccomandata con avviso di ricevimento. In ogni caso le stesse               
dovranno pervenire entro la scadenza prevista; non saranno quindi               
accolte quelle pervenute oltre i limiti indicati, anche se recanti              
timbri postali di spedizione antecedenti.                                       
Non sono ammesse successive integrazioni ai progetti, se non                    
esplicitamente richieste dall'ARESTUD; gli enti proponenti, dietro              
richiesta dell'ARESTUD, sono tenuti a fornire eventuali dati e                  
documenti integrativi che si rendessero necessari ai fini del                   
completamento dell'istruttoria.                                                 
Alla richiesta devono essere allegati:                                          
1) statuto, atto costitutivo, iscrizione alla CCIAA (quando prevista)           
e ultimo bilancio approvato del soggetto candidato per quanto                   
concerne gli enti non accreditati;                                              
2) curriculum del soggetto candidato, nel quale siano evidenziati: -            
esperienze precedenti del soggetto nella gestione delle attivita' a             
finanziamento pubblico e comunitario; - possesso di eventuali                   
certificazioni di qualita' o forme di accreditamento; - risorse umane           
e di competenza disponibili internamente o nella propria rete di                
collaborazioni e sinergie.                                                      
3) eventuale materiale aggiuntivo a discrezione del soggetto                    
candidato.                                                                      
Tutti i documenti relativi al soggetto proponente possono essere                
presentati in copia, che viene autenticata dalla medesima fotocopia             
del documento d'identita' del legale rappresentante dell'ente.                  
Modalita' dell'istruttoria per l'approvazione dei progetti - Criteri            
di valutazione dei progetti                                                     
La procedura di istruttoria e valutazione si svolgera' secondo le               
seguenti fasi:                                                                  
a) verifica dei requisiti dei soggetti gestori                                  
La verifica verra' effettuata per accertare se il soggetto gestore e'           
in possesso dei requisiti di ammissibilita' previsti dal seguente               
avviso pubblico.                                                                
b) Verifica dei requisiti formali dei progetti                                  
Prima di essere valutati i progetti andranno verificati per quanto              
riguarda:                                                                       
- rispetto dei termini di presentazione;                                        
- presenza dei dati essenziali di merito e finanziari richiesti;                
- rispondenza degli interventi proposti ai vincoli stabiliti                    
nell'avviso pubblico;                                                           
- coerenza degli interventi rispetto a direttive regionali e                    
complemento di programmazione regionale 2000-2006.                              
In assenza dei requisiti succitati i progetti non potranno essere               
ammessi all'istruttoria di valutazione ex ante.                                 
Non saranno altresi' ammessi all'istruttoria i progetti presentati in           
forma dattiloscritta.                                                           
c) Valutazione ex ante dei progetti                                             
Per tutti i progetti che possiedono i requisiti formali e per i quali           
il soggetto gestore risulta in possesso dei requisiti necessari, la             
valutazione complessiva e' espressa secondo i seguenti criteri,                 
indicatori e valori.                                                            
Criteri generali  Indicatori  Valore       massimo                              
1. Finalizzazione  Rispondenza del progetto alle                                
 del progetto  caratteristiche richieste dal  10                                
  presente avviso                                                               
  Rispondenza del progetto agli                                                 
  elementi di priorita' individuati  35                                         
  dal presente avviso                                                           
  Totale criterio 1  45                                                         
2. Qualita'  Corretta articolazione delle azioni                                
 intrinseca  e coerenza tra finalita', obiettivi  10                            
 del progetto  e modalita' di intervento proposte                               
  Rispondenza ed efficacia dei                                                  
  contenuti informativi ai  10                                                  
  bisogni dell'utenza individuata                                               
  Adeguatezza delle risorse umane                                               
  e innovazione dei  15                                                         
  materiali/strumenti preindividuati                                            
  Totale criterio 2  35                                                         
3. Economicita'  Bilanciamento e adeguatezza                                    
 del progetto  delle voci di costo  20                                          
  Totale criterio 3  20                                                         
  Totale  100Saranno ritenuti idonei i progetti che raggiungeranno la           
soglia minima di 60/100.                                                        
L'istruttoria dei progetti presentati determinera' la stesura e                 
l'approvazione di una graduatoria per ciascuna azione contenente                
l'attivita' finanziata e gli interventi ritenuti idonei, ma non                 
finanziati, che potranno essere tuttavia finanziati con eventuali               
ulteriori risorse che si renderanno disponibili ovvero a seguito di             
rinunce di attivita' approvate in prima istanza. Per queste ultime              
attivita' recuperate dalla graduatoria i tempi d'inizio e di                    
conclusione potranno essere specificatamente ridefiniti.                        
Tutela della privacy, proprieta' dei prodotti, riservatezza                     
Tutti i dati personali di cui l'ARESTUD venga in possesso in                    
occasione dell'espletamento del presente procedimento verranno                  
trattati nel rispetto della Legge 675/96 e successive modificazioni.            
Gli enti incaricati della realizzazione dei progetti dovranno                   
garantire la riservatezza delle informazioni (dati anagrafici,                  
patrimoniali, statistici e di qualunque altro genere) limitando il              
loro utilizzo alle sole finalita' istituzionali previste nelle azioni           
del presente avviso.                                                            
Info: ARESTUD di Modena e Reggio Emilia Orientamento al lavoro - Via            
Vignolese n. 671 Modena - tel. 059/413706-42.                                   
IL DIRIGENTE RESPONSABILE                                                       
Rosana Duchich                                                                  

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it