REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 2 febbraio 2004, n. 131

Integrazione alla deliberazione di Giunta regionale n. 635 del 14/4/2003

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Richiamata la propria deliberazione 14 aprile 2003, n. 635                      
"Determinazione dei criteri per le Aziende sanitarie regionali ai               
fini del passaggio al Servizio sanitario nazionale dei dipendenti               
dell'AVIS regionale";                                                           
atteso che la determinazione dei suddetti criteri e' il frutto di una           
intensa attivita' di concertazione fra l'Assessorato regionale alla             
Sanita', i vertici AVIS e le Aziende sanitarie interessate;                     
ravvisata l'esigenza, a fronte della verificata complessita' della              
procedura da attivare per il trasferimento in argomento, di fornire i           
necessari chiarimenti, integrando la propria deliberazione n. 635               
come segue:                                                                     
a) il trasferimento interessa il personale in servizio presso l'AVIS            
alla data di adozione della deliberazione di Giunta regionale piu'              
volte citata (14 aprile 2003), con rapporto di lavoro a tempo                   
indeterminato e, al fine di permettere l'espletamento da parte delle            
Aziende sanitarie interessate delle procedure relative, decorre                 
anziche' dall'1 gennaio 2003 - data prevista dalla propria                      
deliberazione 635/03 - da una data intercorrente fra la data di                 
sottoscrizione dei verbali di conciliazione e l'1 giugno 2004;                  
b) il regime procedurale da applicare alla fattispecie e' quello                
contemplato dall'articolo 2112 del Codice civile, ai sensi                      
dell'articolo 2, comma 2 del DLgs 30 marzo 2001, n. 165, fatto salvo            
quanto previsto per l'espletamento delle procedure selettive e, per             
quanto attiene alle procedure di informazione e consultazione, si               
applica l'articolo 47, commi da 1 a 4 della Legge 29 dicembre 1990,             
n. 428;                                                                         
c) il personale che viene trasferito mantiene l'anzianita' ed il                
maturato economico in godimento alla data del trasferimento e, quanto           
al sistema previdenziale applicabile, si rinvia alla normativa                  
vigente in materia;                                                             
d) il trattamento di fine rapporto ed eventuali altre pendenze in               
sospeso alla data del trasferimento sono a carico dell'Ente di                  
provenienza (AVIS), fatta salva la possibilita' di disporre                     
diversamente nell'ambito degli accordi locali relativamente a                   
situazioni specifiche createsi nel tempo presso le diverse Aziende              
sanitarie;                                                                      
e) i dipendenti trasferiti al Servizio sanitario conservano, quali              
assegni ad personam, riassorbibili con i miglioramenti, relativi al             
trattamento fisso e ricorrente, a qualsiasi titolo spettanti a                  
decorrere dalla data del trasferimento, le eccedenze retributive che            
dovessero manifestarsi nel confronto tra le retribuzioni AVIS gia' in           
godimento alla data del trasferimento e le retribuzioni fisse e                 
ricorrenti da riconoscersi a seguito dell'inquadramento alle                    
dipendenze dell'Azienda sanitaria;                                              
f) il personale in questione rinuncera' a qualsivoglia rivendicazione           
e pretesa relativamente al rapporto di lavoro ed alle prestazioni               
lavorative rese anteriormente al trasferimento;                                 
g) l'inquadramento del personale interessato avviene nella categoria            
e nel profilo previsto dal competente vigente Contratto collettivo              
nazionale di lavoro Comparto Sanita' ed il personale medesimo                   
rinuncia a rivendicare inquadramenti difformi da quelli indicati nei            
verbali di conciliazione;                                                       
h) le Aziende sanitarie provvederanno alla stipulazione di                      
altrettanti contratti individuali di lavoro a tempo indeterminato;              
i) lo schema di verbale di conciliazione, allegato alla deliberazione           
n. 635, viene sostituito dallo schema allegato alla presente                    
(Allegato 1);                                                                   
richiamata la propria deliberazione n. 447 del 24 marzo 2003,                   
concernente gli indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e              
funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni                     
dirigenziali;                                                                   
dato atto, ai sensi dell'articolo 37, quarto comma, della L.R. 43/01            
e della propria deliberazione 477/03:                                           
- del parere favorevole in merito alla regolarita' amministrativa               
della presente deliberazione, espresso dal Direttore generale Sanita'           
e Politiche sociali, dott. Franco Rossi;                                        
su proposta dell'Assessore alla Sanita';                                        
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di approvare, per le ragioni esposte nelle premesse e che qui                
s'intendono richiamate, le integrazioni elencate ai punti a), b), c),           
d), e), f), g), h), i) delle premesse, da apportare alla propria                
deliberazione n. 635 del 14 aprile 2003;                                        
2) di pubblicare la presente deliberazione e l'allegato schema di               
verbale, parte integrante del presente atto, nel Bollettino Ufficiale           
della Regione Emilia-Romagna.                                                   
ALLEGATO 1                                                                      
Schema di verbale di conciliazione                                              
Addi' . . . . . . . . . . . alle ore . . . . . . . . ., presso la               
Direzione provinciale del Lavoro di . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . . . . sono comparsi dinanzi al dott.  . . . . . . . . . . . . . .           
. . ., ai fini dell'attuazione della procedura prevista dalla                   
deliberazione di Giunta regionale n. 635 del 14 aprile 2003 sulle               
modalita' di trasferimento alle Aziende sanitarie regionali del                 
personale AVIS operante presso i Centri trasfusionali gestiti per               
convenzione dall'AVIS (Legge 4 maggio 1990, n. 107) i sigg.ri:                  
- dott. . . . . . . . . . . . . . . - in rappresentanza dell'Azienda            
USL                                                                             
- dott. . . . . . . . . . . . . . . - in rappresentanza dell'AVIS               
- dott. . . . . . . . . . . . . . . - in rappresentanza delle OO.SS.            
si conviene quanto segue:                                                       
l'inquadramento avverra' sulla base delle modalita' fissate nella               
citata deliberazione di Giunta regionale, tenuto conto degli elementi           
di seguito riportati.                                                           
Stato giuridico ed economico del dipendente alla data del  . . . . .            
. . . . . . . . . . ., ai sensi dell'art. 19, Legge 107/90.                     
Cognome e nome                                                                  
Data di nascita                                                                 
Data assunzione                                                                 
Categoria                                                                       
Segue elencazione delle voci retributive.                                       
Totale retribuzione mensile in atto presso l'AVIS al . . . . . . . .            
. . . . . e riconsciuta dall'Azienda Unita' sanitaria locale di . . .           
. . . . . . . . . . . con decorrenza . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . .                                                                           
Il trattamento di fine rapporto (TFR) ed eventuali altre pendenze in            
sospeso alla data del trasferimento sono a carico dell'Ente di                  
provenienza (AVIS), fatta salva la possibilita' di disporre                     
diversamente nell'ambito degli accordi locali relativamente a                   
situazioni specifiche createsi nel tempo presso le diverse aziende              
sanitarie.                                                                      
Con la sottoscrizione del presente verbale il lavoratore, trasferito            
all'Azienda Unita' sanitaria locale . . . . . . . . . . . . . . . con           
decorrenza . . . . . . . . . . . . . . . ., con lo stato giuridico ed           
economico sopra esposto, dichiara di concordare con tutti i dati                
indicati e di non avere piu' nulla da pretendere dall'AVIS e                    
dall'Azienda Unita' sanitaria locale . . . . . . . . . . . . . . . .            
., a qualsiasi titolo, per il rapporto di lavoro intercorso dalla               
data di assunzione fino al trasferimento.                                       
Letto, confermato e sottoscritto anche agli effetti di quanto                   
previsto dall'ultimo comma dell'articolo 2113 Codice civile.                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it