REGIONE EMILIA-ROMAGNA - COMUNE DI PIACENZA

COMUNICATO

Titolo II - Procedura di verifica (screeening) relativa alla variante al Piano di coltivazione per l'estrazione di materiale ghiaioso-sabbioso da una cava gia' autorizzata in data 31/1/2002, n. 1132

L'Autorita' competente: Comune di Piacenza - Servizio Ambiente,                 
avvisa che, ai sensi del Titolo II della L.R. 18 maggio 1999, n. 9              
come modificata dalla L.R. 16 novembre 2000, n. 35, sono stati                  
depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti                   
interessati, gli elaborati prescritti per l'effettuazione della                 
procedura di verifica (screening) relativi alla variante al Piano di            
coltivazione per l'estrazione di materiale ghiaioso-sabbioso da una             
cava gia' autorizzata in data 31/1/2002, n. 1132;                               
- localizzato: localita' Ca' Morta di Roncaglia;                                
- presentato da: Societa' Caripe Srl.                                           
Il progetto appartiene alla seguente categoria: industria estrattiva            
Allegato B3, lettera B3.4).                                                     
Il progetto interessa il territorio del comune di Piacenza e della              
provincia di Piacenza.                                                          
Il progetto prevede il parziale approfondimento della profondita'               
massima della cava Ca' Morta (la variante 96 al PIAE ha individuato             
il polo 43 "Ca'' Morta" assegnando i seguenti volumi estraibili:                
1.400.000 mc. di sabbie silicee, 600.000 mc. di ghiaie e di 400.000             
mc. di limi argillosi per rilevati arginali), finalizzato ad attuare            
una sperimentazione specifica per la sistemazione finale dell'area di           
cava in parte turistico-ricreativa, sulla base della quale definire             
la compatibilita' ambientale e le misure di mitigazione realizzabili            
per contenere il fenomeno di anossia delle acque dei laghi residuali.           
La variante al progetto prevede inoltre la modifica delle zone di               
scavo mirata a permettere l'estrazione di limi argillosi e argille              
limose riducendo i volumi estraibili di sabbie silicee.                         
I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati                 
prescritti per l'effettuazione della procedura di verifica                      
(screening) presso la sede dell'Autorita' competente: Comune di                 
Piacenza - Servizio Ambiente sita in Via Beverora n. 57 - Piacenza:             
- dal lunedi' al venerdi' dalle ore 9 alle ore 13;                              
- il lunedi' ed il giovedi' anche dalle ore 15,30 alle ore 17,30 -              
tel. 0523/492584-87.                                                            
Gli elaborati prescritti per l'effettuazione della procedura di                 
verifica (screening) sono depositati per 30 giorni naturali                     
consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel                 
Bollettino Ufficiale della Regione.                                             
Entro lo stesso termine di 30 giorni chiunque, ai sensi dell'art. 9,            
comma 4, puo' presentare osservazioni all'Autorita' competente:                 
Comune di Piacenza - Servizio Ambiente al seguente indirizzo: Viale             
Beverora n. 57 - 29100 Piacenza.                                                

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it