REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 31 maggio 2004, n. 1060

Fondo regionale per l'accesso alle abitazioni in locazione di cui all'art. 38 della L.R. n. 24 del 9/8/2001 - Anticipo dei contributi - Anno 2004

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Richiamati:                                                                     
- la Legge n. 431 del 9/12/1998 e in particolare l'art. 11 che ha               
istituito il Fondo nazionale per la locazione per il sostegno                   
all'accesso alle abitazioni in locazione cosi' come modificato dalla            
Legge n. 21 dell'8/2/2001;                                                      
- il decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del             
5/12/2003 (GU n. 66 del 19/3/2004), con cui si e' provveduto al                 
riparto delle risorse del Fondo nazionale per il sostegno all'accesso           
alle abitazioni in locazione relative alla Finanziaria 2003                     
destinando alla Regione Emilia-Romagna una quota pari a Euro                    
24.523.073,60;                                                                  
- la L.R. n. 24 del 9/8/2001 che, nel disciplinare l'intervento                 
pubblico nel settore abitativo, relativamente al Fondo regionale per            
il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione di cui agli                
artt. 38 e 39 (di seguito denominato Fondo regionale) ha stabilito              
che la Regione provvede alla definizione dei criteri di riparto tra i           
Comuni delle risorse del Fondo regionale e le modalita' di                      
conferimento delle stesse nonche' alla individuazione della quota del           
concorso finanziario comunale;                                                  
- la propria deliberazione n. 2156 del 3/11/2003 con la quale si e'             
assegnato ai Comuni richiedenti il saldo del contributo relativo                
all'anno 2003;                                                                  
- la propria deliberazione n. 191 del 9/2/2004 con la quale si e'               
assegnato ai Comuni richiedenti un'integrazione dei Fondi relativi ai           
bandi aperti nell'anno 2003;                                                    
- la propria deliberazione n. 547 del 29/3/2004 con la quale si e'              
disciplinato il Fondo regionale per l'anno 2004;                                
- la propria deliberazione n. 671 del 14/4/2004 con la quale si e'              
assegnato ai Comuni richiedenti una integrazione dei contributi per             
l'anno 2003;                                                                    
- la propria deliberazione n. 732 del 26/4/2004 con la quale si e'              
preso atto dell'assegnazione di Euro 24.523.073,60 di cui al decreto            
del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sopra citato e si            
sono apportate le relative variazioni al Bilancio di previsione per             
l'anno 2004;                                                                    
- la propria deliberazione n. 903 del 10/5/2004 con la quale si e'              
assegnato ai Comuni beneficiari nell'anno 2003 una integrazione dei             
contributi;considerato di consentire l'erogazione ai soggetti                   
beneficiari di un acconto del contributo relativo all'anno 2004 da              
parte dei Comuni che hanno provveduto ad aprire i bandi pubblici di             
cui alla propria deliberazione n. 547 del 29/3/2004 e che hanno                 
ammesso al contributo economico una o piu' domande per un importo               
complessivo del contributo teorico a carico del bilancio regionale              
(85% del contributo teorico complessivo) almeno pari al 30% di quanto           
complessivamente assegnato nella gestione dell'anno 2003 (eventuali             
economie anno 2002 dichiarate dal Comune + eventuale anticipo                   
richiesto dal Comune (propria deliberazione n. 1172 del 23/6/2003) +            
saldo (propria deliberazione n. 2156 del 3/11/2003) + integrazione              
(propria deliberazione n. 903 del 10/5/2004));                                  
ritenuto pertanto di assegnare a titolo di anticipo una quota pari al           
30,00% di quanto complessivamente assegnato ai Comuni nell'anno 2003            
(eventuali economie anno 2002 dichiarate dal Comune + eventuale                 
anticipo richiesto dal Comune (propria deliberazione n. 1172 del                
23/6/2003) + saldo (propria deliberazione n. 2156 del 3/11/2003) +              
integrazione (propria deliberazione n. 903 del 10/5/2004))                      
subordinando tale assegnazione ad una espressa richiesta del Comune,            
per un onere massimo di spesa di Euro 9.945.231,59;                             
richiamata la propria deliberazione n. 2832 del 17 dicembre 2001                
"Riorganizzazione delle posizioni dirigenziali della Giunta regionale           
- Servizi e professional";                                                      
dato atto del parere di regolarita' amministrativa espresso dal                 
Direttore generale alla Programmazione territoriale e Sistemi di                
mobilita' arch. Giovanni De Marchi in ordine al presente                        
provvedimento, ai sensi dell'art. 37, comma 4 della L.R. 26 novembre            
2001, n. 43 e della propria deliberazione 447/03;                               
su proposta dell'Assessore competente per materia;                              
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di assegnare a titolo di anticipo, al fine di consentire una                 
tempestiva erogazione dei contributi ai soggetti beneficiari, una               
quota pari al 30,00% di quanto complessivamente assegnato ai Comuni             
beneficiari nell'anno 2003 (eventuali economie anno 2002 dichiarate             
dal Comune + eventuale anticipo richiesto dal comune (propria                   
deliberazione n. 1172 del 23/6/2003) + saldo (propria deliberazione             
n. 2156 del 3/11/2003) + integrazione (propria deliberazione n. 903             
del 10/5/2004)) per un onere massimo di spesa di Euro 9.945.231,59 da           
liquidare in un'unica soluzione all'atto di concessione ed impegno              
dei contributi.                                                                 
L'assegnazione e' subordinata alle seguenti condizioni:                         
a) ammissione a contributo di una o piu' domande per un importo                 
complessivo del contributo teorico a carico del bilancio regionale              
(85% del contributo teorico complessivo) almeno pari al 30% di quanto           
complessivamente assegnato nell'anno 2003 (eventuali economie anno              
2002 dichiarate dal Comune + eventuale anticipo richiesto dal Comune            
(propria deliberazione n. 1172 del 23/6/2003) + saldo (propria                  
deliberazione n. 2156 del 3/11/2003) + integrazione (propria                    
deliberazione n. 903 del 10/5/2004));                                           
b) espressa richiesta del Comune a cura del Responsabile dell'Ufficio           
Casa o altra struttura demandata che dovra' pervenire al Servizio               
regionale Politiche abitative entro e non oltre il 12/7/2004. La                
richiesta di cui sopra dovra' contenere la dichiarazione di avere               
aperto il bando comunale e di avere ammesso una o piu' domande di               
contributo in seguito all'istruttoria ai sensi della propria                    
deliberazione n. 547 del 29/3/2004 per un importo complessivo del               
contributo teorico a carico del bilancio regionale (85% del                     
contributo teorico complessivo) almeno pari al 30% di quanto                    
complessivamente assegnato nell'anno 2003 (vedi precedente punto a)).           
Possono inviare richiesta di contributo anche le Unioni di Comuni,              
Istituzioni e Consorzi ai quali con l'atto istitutivo sia stato                 
demandato l'esercizio delle competenze relative al fondo regionale.             
Per le richieste di anticipo inviate per posta vale la data del                 
timbro postale;2) di demandare ad una determinazione del Responsabile           
del Servizio regionale Politiche abitative la assegnazione e                    
concessione dell'anticipo ai Comuni richiedenti di cui al precedente            
punto 1);                                                                       
3) di dare atto che all'impegno ed alla liquidazione della spesa si             
procedera' con successivi atti formali dei Dirigenti competenti per             
materia, nel rispetto della normativa contabile vigente;                        
4) di stabilire che la determinazione del conguaglio del contributo             
avverra' con propria deliberazione contestualmente alla assegnazione            
ai Comuni richiedenti del contributo relativo all'anno 2004 ai sensi            
della propria deliberazione 547/04 e con l'applicazione del criterio            
di riparto previsto dal punto 3) del dispositivo della medesima                 
propria deliberazione 547/04;                                                   
5) di dare atto che il conguaglio di cui al punto precedente avverra'           
posteriormente alla propria deliberazione di presa d'atto                       
dell'assegnazione alla Regione Emilia-Romagna della quota di fondi              
relativa alla Legge finanziaria 2004 e di variazione nel bilancio               
preventivo regionale;                                                           
6) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale             
della Regione Emilia-Romagna.                                                   

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it