REGIONE EMILIA-ROMAGNA - RESPONSABILE DEL SERVIZIO PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DEI SERVIZI SOCIALI E SOCIO-SANITARI

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PIANIFICAZIONE E SVILUPPO DEI SERVIZI SOCIALI E SOCIO-SANITARI 23 dicembre 2003, n. 17306

Assegnazione risorse ai Comuni sede di distretto per la realizzazione del programma finalizzato dipendenze in attuazione della Delibera Consiglio regionale 514/03 e relativo impegno di spesa

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Visti:                                                                          
- la L.R. 12 marzo 2003, n. 2, "Norme per la promozione della                   
cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di            
interventi e servizi sociali";                                                  
- la Legge 8 novembre 2000, n. 328 "Legge quadro per la realizzazione           
del sistema integrato di interventi e servizi sociali";                         
- la deliberazione del Consiglio regionale n. 514 del 4/11/2003                 
avente per oggetto "Programma annuale degli interventi e dei criteri            
di ripartizione delle risorse ai sensi dell'art. 47, comma 3, della             
L.R. 2/03. Stralcio Piano regionale degli interventi e dei servizi              
sociali ai sensi dell'art. 27, L.R. 2/03, proposta della Giunta                 
regionale in data 22 settembre 2003, n. 1829";                                  
- la L.R. 12 maggio 1994, n. 19 "Norme per il riordino del Servizio             
sanitario regionale ai sensi del DLgs 30 dicembre 1992, n. 502,                 
modificato dal DLgs 7 dicembre 1993, n. 517";                                   
- la Legge regionale 20 ottobre 2003, n. 21 "Istituzione dell'Azienda           
Unita' sanitaria locale di Bologna - modifiche alla L.R. 12 maggio              
1994, n. 19";                                                                   
- la delibera di Giunta n. 2528 del 16 dicembre 2002 "Progetto di               
iniziativa regionale area dipendenze anno 2002. Assegnazione                    
contributi ai Comuni in attuazione della delibera CR 394/02";                   
richiamate le specifiche indicazioni contenute nel dispositivo                  
nonche' quanto espressamente contenuto al punto C.3 della citata                
delibera del Consiglio regionale 514/03 che prevede l'adozione di               
apposito atto formale da parte del competente Dirigente regionale per           
l'assegnazione e l'impegno di spesa della somma di Euro 2.000.000,00            
destinata al Programma finalizzato "Dipendenze";                                
considerato che ai sensi dell'art. 6, comma 2, della L.R. 20 ottobre            
2003, n. 21, l'Azienda USL di Imola acquisisce dall'Azienda USL                 
Bologna Nord - Distretto Pianura ovest - il territorio del Comune di            
Medicina, con la conseguente ridefinizione della popolazione di                 
riferimento ai fini dell'assegnazione ai Comuni sede di distretto               
delle somme per il programma "Dipendenze";                                      
ritenuto, in attuazione della sopra citata delibera del Consiglio               
regionale, di dover provvedere alla ripartizione della somma                    
complessiva di Euro 2.000.000,00 tra i Comuni sede di distretto, per            
il 50% in base alla popolazione 15-44 anni residente nei Comuni della           
zona al 31/12/2002, assegnando ai Comuni capoluogo valore 1,5 ed agli           
altri Comuni valore 1, per il 50% sulla base del numero di utenti in            
carico ai SERT nel 2002;                                                        
rammentati gli obiettivi del Programma finalizzato "Dipendenze",                
cosi' come definiti al punto C.3 della citata delibera consiliare               
514/03;                                                                         
precisato che possono essere finanziati soltanto i programmi locali             
che facciano riferimento a tali obiettivi;                                      
ritenuto di dover definire le procedure di adozione dei programmi               
locali, di liquidazione e rendicontazione del contributo regionale,             
cosi' come indicate nell'Allegato 2 alla presente determinazione,               
richiamando a tale proposito quanto stabilito all'Allegato 2 della              
citata delibera di Giunta 2528/02 e precisando che le risorse sono              
assegnate al Comune sede di Distretto a nome e per conto di tutti i             
Comuni dell'ambito distrettuale;                                                
preso atto di quanto determinato dalla citata deliberazione                     
consiliare in merito al limite del 70% per quanto riguarda il                   
concorso della Regione alle spese di realizzazione del Programma                
finalizzato "Dipendenze";                                                       
preso atto inoltre che la medesima delibera prevede che le risorse              
assegnate con il presente atto possano essere liquidate ad altro                
Comune o soggetto pubblico di cui all'art.16 della L.R. 2/03, in                
qualita' di soggetto capofila del Programma finalizzato "Dipendenze",           
da comunicare all'atto della presentazione del programma locale;                
ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all'articolo 47, secondo             
comma, della LR 40/01 e che pertanto l'impegno di spesa possa essere            
assunto con il presente atto;                                                   
viste le LL.RR. 39/02 e 16/03;                                                  
vista la deliberazione di Giunta regionale n. 447 del 24/3/2003                 
recante "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e                     
funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni                     
dirigenziali";                                                                  
attestata la regolarita' amministrativa ai sensi della deliberazione            
della Giunta regionale 447/03;                                                  
richiamate, infine, la delibera di Giunta n. 1750 del 30 settembre              
2002, nonche' le determinazioni del Direttore generale Risorse                  
finanziarie e strumentali n. 10039 del 2 ottobre 2002 e n. 16832 del            
12/12/2003, relative al conferimento dell'incarico dirigenziale di              
responsabilita' della posizione professional "Controllo e presidio              
dei processi connessi alla gestione delle spese del bilancio                    
regionale";                                                                     
dato atto, pertanto, del parere di regolarita' contabile espresso dal           
Dirigente Professional "Controllo e presidio dei processi connessi              
alla gestione delle spese del bilancio regionale", dott. Marcello               
Bonaccurso, ai sensi della deliberazione della Giunta regionale                 
447/03;                                                                         
determina:                                                                      
1. di ripartire la somma complessiva di Euro 2.000.000,00 per il 50%            
in base alla popolazione 15-44 anni residente nei Comuni dell'ambito            
distrettuale alla data del 31/12/2002, assegnando ai Comuni capoluogo           
valore 1,5 ed agli altri Comuni valore 1, per il 50% in base agli               
utenti dei SERT nel 2002, fra i Comuni sede di Distretto di cui                 
all'Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente                     
provvedimento, assegnando la somma a fianco di ciascuno indicata per            
la realizzazione del Programma finalizzato "Dipendenze", approvato              
con deliberazione n. 514 del 4/11/2003 del Consiglio regionale;                 
2. di dare atto che le risorse sono assegnate ai Comuni sede di                 
Distretto a nome e per conto di tutti i Comuni dell'ambito                      
distrettuale;                                                                   
3. di approvare l'Allegato 2, parte integrante e sostanziale della              
presente determinazione, avente per oggetto le procedure per                    
l'approvazione dei programmi locali, per la liquidazione e la                   
rendicontazione dei contributi ripartiti con il presente atto, avendo           
a riferimento quanto stabilito dalla citata delibera di Giunta                  
2528/02;                                                                        
4. di impegnare la somma di Euro 2.000.000,00 registrata al n. 5895             
di impegno sul Capitolo 57107 "Fondo sociale regionale. Quota parte             
destinata ai Comuni singoli e alle forme associative per l'attuazione           
dei Piani di zona e per la realizzazione degli interventi relativi              
agli assegni di cura, al sostegno economico ed alla mobilita' degli             
anziani dei disabili o inabili (art. 47, comma 1, lett. b), L.R. 12             
marzo 2003 n. 2 e Legge 8 novembre 2000, n. 328) - Mezzi statali" UPB           
1.5.2.2.20101 del Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario            
2003 che presenta la necessaria disponibilita';                                 
5. di dare atto che, ferma restando l'assegnazione massima di cui               
alla presente determinazione, il limite massimo del concorso                    
finanziario della Regione e' fissato nel 70% del totale della spesa             
ammissibile per la realizzazione del Programma finalizzato                      
"Dipendenze" di ambito zonale o provinciale;                                    
6. di stabilire che alla liquidazione e alla relativa richiesta di              
emissione dei titoli di pagamento dei contributi regionali di cui al            
punto 1) che precede, si provvedera' con propri atti formali, ai                
sensi degli artt. 51 e 52 della L.R. 40/01 nonche' della delibera di            
Giunta 447/03, sulla base delle procedure e modalita' di cui                    
all'Allegato 2;                                                                 
7. di stabilire che in sede di liquidazione si potranno apportare le            
necessarie modifiche all'elenco dei soggetti assegnatari delle somme            
di cui al presente atto, in conseguenza di quanto stabilito                     
nell'accordo di programma che approva il Piano di zona - attuativo              
2004 in merito all'eventuale individuazione di altro soggetto di cui            
all'art. 16 della L.R. 2/03 in qualita' di capofila per il Programma            
"Dipendenze";                                                                   
8. di pubblicare, per estratto, la presente determinazione nel                  
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.                              
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Graziano Giorgi                                                                 
(segue allegato fotografato)                                                    
ALLEGATO 2                                                                      
Procedure                                                                       
Approvazione dei programmi locali                                               
Si fa riferimento a quanto gia' stabilito con delibera di Giunta n.             
2528 del 16 dicembre 2002 e precisamente:                                       
i Comuni predispongono un programma locale, di ambito zonale o                  
provinciale, in attuazione del Programma finalizzato "Dipendenze" di            
cui all'Allegato C.3 della delibera di Consiglio regionale n. 514 del           
4/11/2003.                                                                      
Il Programma locale "Dipendenze":                                               
- e' approvato nell'ambito del Programma attuativo 2004 dei Piani di            
zona e viene presentato alla Regione nei tempi previsti per i Piani             
di zona 2004;                                                                   
- fa riferimento agli obiettivi definiti al punto C.3 della delibera            
del Consiglio regionale 514/03 e precisamente:                                  
- sviluppare e consolidare interventi e servizi socio-sanitari di               
contrasto alla dipendenza da sostanze legali ed illegali associata a            
marginalita' sociale, in particolare nelle aree urbane, attraverso il           
lavoro di strada e l'offerta di interventi e servizi a bassa soglia             
di accesso, anche prevedendo modalita' organizzative innovative e               
flessibili che consentano di rispondere tempestivamente e                       
adeguatamente ai bisogni;                                                       
- sviluppare e consolidare percorsi di avviamento/integrazione                  
lavorativa di soggetti in carico ai SERT;                                       
- sviluppare e consolidare interventi socio-sanitari di promozione              
della salute nei luoghi del divertimento, anche con l'utilizzo di               
unita' mobili e prevedendo il coinvolgimento dei gestori dei locali e           
delle Forze dell'ordine;                                                        
- sviluppare e consolidare interventi socio-sanitari di tutela della            
salute nell'area costiera, in particolare nel periodo estivo;                   
- e' predisposto congiuntamente da Enti locali ed AUSL, con il                  
concorso finanziario di entrambi i soggetti e con la collaborazione             
del terzo settore;                                                              
- contiene la motivazione delle scelte compiute con riferimento ai              
bisogni individuati, ai destinatari, alle azioni previste, ai                   
soggetti pubblici e del terzo settore coinvolti nelle attivita' ed              
alle funzioni svolte da ciascuno, alle risorse (personale,                      
attrezzature ecc.) necessarie, alla valutazione, ai costi complessivi           
ed a quelli a carico dei soggetti coinvolti, specificando che questi            
ultimi dovranno essere almeno pari al 30% del totale della spesa                
ammissibile.                                                                    
Non sono ammissibili le spese relative a costruzione, acquisto e                
ristrutturazione di immobili.                                                   
In caso di mancata trasmissione della documentazione richiesta o di             
mancato rispetto dei tempi, l'assegnazione del contributo regionale             
di cui al presente atto si intende revocata.                                    
Individuazione di un soggetto capofila diverso dal Comune sede di               
distretto                                                                       
Qualora venga individuato altro Comune o soggetto di cui all'art. 16            
della L.R. 2/03, in qualita' di soggetto capofila del programma                 
finalizzato "Dipendenze", tale decisione va formalizzata nell'accordo           
di programma che approva il Programma attuativo 2004 del Piano di               
zona e comunicata all'atto della presentazione del programma locale.            
Qualora si prevedano programmi o singoli interventi di ambito                   
sovrazonale e/o provinciale ne va dato atto nell'accordo di programma           
che approva il Programma attuativo 2004 del Piano di zona di tutte le           
zone coinvolte nel programma o nei singoli interventi, indicando                
contemporaneamente il soggetto capofila tra quelli previsti dall'art.           
16 della L.R. 2/03 e le funzioni ad esso attribuite.                            
Liquidazione dei contributi e rendicontazione                                   
Il Dirigente competente, valutata la congruita' dei programmi locali,           
procedera', con propri atti formali, alla liquidazione dei contributi           
in misura non superiore al 70% del totale delle spese ammissibili ed            
alla eventuale modifica dei soggetti assegnatari dei contributi                 
conseguente alla individuazione di un soggetto diverso dal Comune               
sede di Distretto quale capofila del Programma "Dipendenze".                    
Entro il termine di 15 mesi dall'avvenuta erogazione dei                        
finanziamenti, gli assegnatari dovranno far pervenire una relazione             
di valutazione del programma realizzato unitamente alla                         
rendicontazione delle spese effettivamente sostenute.                           
Qualora l'ammontare della spesa complessiva rendicontata risultasse             
inferiore a quella ammessa a contributo, il dirigente competente                
provvedera', con proprio atto formale, al reintroito delle somme                
erogate in eccedenza.                                                           

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it