REGIONE EMILIA-ROMAGNA - COMUNE DI COMACCHIO (FERRARA)

COMUNICATO

Titolo III - Decisione relativa alla procedura di VIA del progetto di ampliamento dell'Hotel Club Spiaggia Romea - Localita' Lido delle Nazioni, Via Oasi n. 2, comune di Comacchio

L'Autorita' competente Comune di Comacchio (Provincia di Ferrara),              
comunica la deliberazione relativa alla procedura di VIA concernente            
il                                                                              
- progetto: ampliamento dell'Hotel Club Spiaggia Romea - Localita'              
Lido delle Nazioni, Via Oasi n. 2, comune di Comacchio (L.R. 9/99,              
Titolo III);                                                                    
- localizzato: Lido delle Nazioni, Via dell'Oasi n. 2, Comacchio;               
- presentato da: Societa' Spiaggia Romea Srl con sede in Lido delle             
Nazioni, Comacchio.                                                             
Il progetto interessa il territorio del comune di Comacchio e della             
provincia di Ferrara.                                                           
Ai sensi del Titolo III della L.R. 19 maggio 1999, n. 9 come                    
modificato dalla L.R. 16 novembre 2000, n. 35, l'Autorita' competente           
Comune di Comacchio con atto deliberativo di Giunta comunale n. 20              
del 3/2/2004 ha assunto la seguente decisione:                                  
a) sulla scorta delle determinazioni assunte dalla Conferenza di                
Servizi, la valutazione di impatto ambientale positiva, ai sensi                
dell'art. 16 della L.R. 9/99 del Progetto di ampliamento dell'Hotel             
Club Spiaggia Romeo localizzato Lido delle Nazioni Via dell'Oasi n. 2           
- Comune di Comacchio, presentato dalla Soc. Spiaggia Romea Srl, a              
condizione che siano rispettate le prescrizioni ed indirizzi indicati           
ai punti 3.C e 4.C dell'allegato "Rapporto sull'impatto ambientale",            
parte integrante del presente atto, che di seguito si riportano:                
3.C) Prescrizioni emerse in Conferenza di Servizi in merito al Quadro           
di Riferimento progettuale:                                                     
- la conclusione della procedura di questa VIA non costituisce per la           
fase di cantiere deroga ai limiti di rumore previsti per attivita'              
temporanee ai sensi della Legge 447/95;                                         
- contestualmente alla domanda per il permesso di costruire dovra'              
essere presentata la documentazione relativa all'impatto acustico               
dell'insediamento prevista dalla Legge 447/95;                                  
- per il rilascio del permesso di costruire sara' necessario produrre           
la valutazione delle emissioni in atmosfera degli impianti                      
tecnologici;                                                                    
- le coperture in lamiera preverniciata verde dovranno essere                   
sostituite con elementi in rame pretrattato di analoga colorazione.             
Andra' prevista la massima coibentazione sia per i solai di copertura           
sia sulle pareti esterne al fine di minimizzare l'energia necessaria            
per la climatizzazione degli ambienti interni. Tale coibentazione               
dovra' essere effettuata esclusivamente con materiali naturali                  
(pannelli, fibre di legno, sughero, ecc...);                                    
- i rifiuti derivanti dalle demolizioni previste dovranno essere                
smaltiti in idonea discarica autorizzata;                                       
- i terreni di scavo dovranno essere riutilizzati nell'area                     
d'intervento;                                                                   
- che la linea elettrica Mt (15 kV) venga del tutto interrata anche             
nel tratto fino al palo di derivazione adiacente la Strada                      
Acciaioli.                                                                      
4.C. Prescrizioni emerse in Conferenza di Servizi in merito al Quadro           
di Riferimento ambientale:                                                      
- le acque meteoriche dovranno essere smaltite direttamente in falda            
o disperse sul terreno in loco;                                                 
- dovra' essere predisposto un sistema di accumulo e stoccaggio di              
acqua meteorica per l'innaffiamento di soccorso agli impianti                   
vegetazionali previsti;                                                         
- gli scavi relativi agli allacciamenti fognari, idrici, etc., non              
dovranno superare la profondita' di m. 1 dal pdc al fine di non                 
interferire con la falda freatica anche in fase di predisposizione;             
- per l'attestazione del piano di posa del sottofondo della piscina             
si dovra' prevedere un franco di almeno cm. 30 dal massimo livello di           
escursione della falda freatica che, come risulta dalla relazione               
geologica, nell'area investigata risulta essere di cm 130 dal pdc;              
- occorre evitare la messa a dimora di esemplari vegetali                       
appartenenti alle specie Agazzino e Biancospino;                                
- si dovra' provvedere alla realizzazione di barriera verde tra                 
l'area d'intervento e la Strada Acciaioli costituita da essenze                 
tipiche del luogo gia' strutturate (h > m. 3,50) con minimo tre                 
filari disposte a quinconce con adozione di accorgimenti atti a                 
garantirne il mantenimento;                                                     
- si prescrive che i corpi illuminanti previsti siano opportunamente            
schermati in modo da indirizzare il fascio luminoso soltanto verso              
terra;                                                                          
b) di dare atto che la presente deliberazione comprende la sola                 
Valutazione di impatto ambientale ai sensi della L.R. 9/99 e sue                
successive modifiche ed integrazioni;                                           
c) di stabilire, ai sensi dell'art. 17, comma 7 della stessa legge              
regionale, che l'efficacia temporale della presente Valutazione di              
impatto ambientale e' fissata in anni 3;                                        
d) di dare altresi' atto che le spese istruttorie per l'espletamento            
della procedura di VIA a carico del proponente fissate nella misura             
dello 0,04% del costo di realizzazione del progetto, come previsto              
dalla deliberazione di Giunta del 15/7/2002, n. 1238 "Approvazione              
direttiva generale sull'attuazione L.R. 9/99, sono quantificate in              
2.000 Euro";                                                                    
e) di trasmettere, ai sensi dell'art. 16, comma 3 della L.R. 9/99, e            
sue successive modifiche ed integrazioni, la presente deliberazione             
al proponente Soc. Spiaggia Romea Srl, alla Regione Emilia-Romagna,             
alla Provincia di Ferrara, al Consorzio del Parco regionale del Delta           
del Po e di pubblicarla, per estratto, nel Bollettino Ufficiale della           
Regione Emilia-Romagna.                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it