REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 24 novembre 2003, n. 2330

Piano regionale della pesca, della maricoltura e attivita' connesse - Propria deliberazione 518/03 - Attuazione Assi 2-3-4-5 approvazione e finanziamento dei Piani provinciali - Impegno annualita' 2003

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Richiamati:                                                                     
- la L.R. del 14 febbraio 1979 n. 3: "Interventi per lo sviluppo e la           
valorizzazione delle attivita' ittiche" e successive modifiche, ed in           
particolare l'art. 3, lett. c), che prevede la concessione di                   
contributi alle cooperative di pescatori o loro consorzi, agli enti             
locali e territoriali, agli enti, associazioni e societa' esercenti             
la pesca e l'acquicoltura, agli istituti pubblici di ricerca;                   
- la L.R. del 21 aprile 1999, n. 3: "Riforma del sistema regionale e            
locale", ed in particolare l'art. 80, che nell'ambito della                     
definizione delle funzioni regionali in materia di ôpesca e                     
maricoltura', stabilisce che: "sono delegate alle Province costiere             
le funzioni amministrative di concessione e di liquidazione dei                 
contributi e di controllo sulla destinazione dei medesimi"; nonche'             
l'art. 81 che stabilisce che le risorse finanziarie regionali, in               
materia di sviluppo e valorizzazione delle attivita' ittiche, "siano            
ripartite tra le Province costiere con deliberazione della Giunta               
regionale";                                                                     
- il decreto del Ministero delle Risorse agricole, alimentari e                 
forestali del 25 maggio 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.            
121 del 27 luglio 2000, che ha per oggetto "Adozione del sesto Piano            
triennale della pesca marittima e dell'acquacoltura 2000-2002", la              
cui validita' e' stata estesa a tutto l'anno 2003 come previsto dalla           
Legge 27 dicembre 2002, art. 69, comma 14;                                      
- la propria deliberazione n. 2436 del 14 dicembre 1999, esecutiva,             
con la quale e' stato approvato il "Piano regionale della pesca                 
marittima e delle attivita' connesse. Programma annuale delle                   
modalita' e dei criteri e delle priorita' di attuazione degli                   
interventi per l'anno 2000", redatto ai sensi dell'art. 4 della L.R.            
3/79 e dell'art. 79 della L.R. 3/99;                                            
- la propria deliberazione n. 518 del 31 marzo 2003, esecutiva, che             
ha confermato anche per l'anno 2003 per l'istruttoria delle domande             
pervenute alle Province entro il 31 marzo 2003 i contenuti della                
delibera n. 2436 del 14 dicembre 1999, cosi' come modificati dalla              
delibera n. 2456 del 29 dicembre 2000, in relazione ai criteri e alle           
priorita' di attuazione degli interventi di cui alla L.R. 3/79                  
nonche' alle modalita' di delega di funzioni amministrative alle                
Amministrazioni provinciali costiere, ai sensi dell'art. 79, comma 3            
della L.R. 3/99 contenute nella deliberazione 2436/99 citata, come              
modificate dalla deliberazione 2456/00;                                         
considerato che la citata propria deliberazione 2436/99, prevede, in            
particolare al capitolo dedicato alle "Modalita' della delega di                
funzioni amministrative alle Amministrazioni provinciali", che "la              
Giunta regionale sulla base delle richieste necessarie per il                   
finanziamento dei singoli Piani provinciali degli interventi e in               
considerazione dei fondi a bilancio procede all'approvazione dei                
Piani medesimi e alla contestuale ripartizione dei fondi fra le                 
singole Province";                                                              
atteso che le Amministrazioni provinciali costiere hanno tutte                  
ottemperato alla redazione delle proposte dei Piani provinciali che             
sono state inoltrate alla Amministrazione regionale contestualmente             
alla richiesta di finanziamento degli stessi;                                   
preso atto:                                                                     
- dell'atto di determina, protocollo n. 78919 del 29 luglio 2003,               
emanato dal Dirigente responsabile del Settore Agricoltura, dott.               
Marco Calmistro, dell'Amministrazione provinciale di Ferrara, con il            
quale sono state approvate le risultanze dell'istruttoria delle                 
domande di contributo presentate ai sensi dell'art. 7 della L.R. 14             
febbraio 1979, n. 3, modificato dall'art. 82 della L.R. 3/99, e con             
il quale, ai fini della ripartizione dei fondi di cui all'art. 80               
della L.R. 3/99, e' stato trasmesso, alla Amministrazione regionale,            
il seguente risultato dell'istruttoria stessa:                                  
Domande  Domande  Investimenti  Contributo     presentate  accolte              
ammessi  previsto                                                               
  N.  N.  Euro  Euro                                                            
  193  191  3.542.830,35  824.345,12                                            
- del provvedimento, n. 465 del 9 ottobre 2003, del Dirigente                   
responsabile del Settore Politiche agricole e Sviluppo rurale, dott.            
Davide Danesi, dell'Amministrazione provinciale di Ravenna, con il              
quale sono state approvate le risultanze dell'istruttoria delle                 
domande di contributo presentate ai sensi dell'art. 7 della L.R. 3/79           
modificato dall'art. 82 della L.R. 3/99, e con il quale, ai fini                
della ripartizione dei fondi di cui all'art. 80 della L.R. 3/99, e'             
stato trasmesso, alla Amministrazione regionale, il seguente                    
risultato dell'istruttoria stessa:                                              
Domande  Domande  Investimenti  Contributo     presentate  accolte              
ammessi  previsto                                                               
  N.  N.  Euro  Euro                                                            
  21  20  289.840,51  57.968,11                                                 
- dell'atto di determina n. 173, prot. 41981 del 10 giugno 2003,                
emanato dal Dirigente responsabile del Servizio Agricoltura e Spazio            
rurale, dott. Massimiliano Strocchi, dell'Amministrazione provinciale           
di Forli'-Cesena, con il quale e' stata approvata la risultanza                 
dell'istruttoria delle domande di contributo presentate ai sensi                
dell'art. 7 della L.R. 3/79, modificato dall'art. 82 della L.R. 3/99,           
e con il quale, ai fini della ripartizione dei fondi di cui all'art.            
80 della L.R. 3/99, e' stato trasmesso, alla Amministrazione                    
regionale, il seguente risultato dell'istruttoria stessa:                       
Domande  Domande  Investimenti  Contributo     presentate  accolte              
ammessi  previsto                                                               
  N.  N.  Euro  Euro                                                            
  31  31  1.134.424,78  228.289,85                                              
- dell'atto del Dirigente n. 152 del 31 maggio 2003, emanato dal                
Servizio Agricoltura e Alimentazione, a firma della Posizione                   
Organizzativa dott. Renzo Moroni, dell'Amministrazione provinciale di           
Rimini, con il quale sono state approvate le risultanze                         
dell'istruttoria delle domande di contributo presentate ai sensi                
dell'art. 7 della L.R. 3/79, modificato dall'art. 82 della L.R. 3/99,           
e con il quale, ai fini della ripartizione dei fondi di cui all'art.            
80 della L.R. 3/99, e' stato trasmesso, alla Amministrazione                    
regionale, il seguente risultato dell'istruttoria stessa:                       
Domande  Domande  Investimenti  Contributo     presentate  accolte              
ammessi  previsto                                                               
  N.  N.  Euro  Euro                                                            
  65  65  4.143.497,90  728.063,11                                              
- che i suddetti atti contengono l'elenco delle domande ammesse                 
suddivise in base alla tipologia degli interventi previsti dalla L.R.           
3/79 e secondo i criteri di priorita' stabiliti nelle proprie                   
delibere 2436/99 e 518/03;                                                      
considerato:                                                                    
- che, sulla base degli atti sopracitati, inviati dalle singole                 
Amministrazioni provinciali costiere, trattenute agli atti del                  
Servizio regionale competente, in considerazione delle percentuali              
previste da ogni singola Amministrazione provinciale per le singole             
tipologie di investimento, nel rispetto dei massimali previsti dalla            
L.R. 3/79 e dalle deliberazioni 2436/99 e 518/03, in base a quanto              
previsto dall'art. 81 della L.R. 3/99, risulta che il totale delle              
risorse finanziarie richieste dalle singole Amministrazioni                     
provinciali costiere dell'Emilia-Romagna e', per il finanziamento dei           
Piani provinciali dell'anno 2003, pari a Euro 1.838.666,19, somma che           
risulta essere superiore di Euro 288.666,19 alla somma di Euro                  
1.550.000,00, stanziata al Capitolo 24400 del Bilancio annuale 2003             
della Regione Emilia-Romagna;                                                   
- che le richieste di finanziamento contenute nei Piani provinciali             
per l'anno 2003, sono suddivisibili per tipologia di intervento con             
pari massimale di contributo previsto, nelle seguenti misure                    
percentuali:                                                                    
- iniziative rientranti nelle lett. a) e b) dell'art. 2 della L.R.              
3/79: 78,45%, ca. del totale richiesto;                                         
- iniziative rientranti nelle lett. c), d) ed e) dell'art. 2 della              
L.R. 3/79: 21,55% ca. del totale richiesto;                                     
- che la somma di maggiori richieste per il finanziamento dei Piani             
provinciali per l'anno 2003 pari ad Euro 288.666,19, sulla base di              
tale considerazione, viene pertanto cosi' imputata:                             
- iniziative rientranti nelle lett. a) e b) dell'art. 2 della L.R.              
3/79: Euro 226.454,84;                                                          
- iniziative rientranti nelle lett. c), d) ed e) dell'art. 2 della              
L.R. 3/79: Euro 62.211,35;                                                      
- che tali somme risultano cosi' imputate per singolo Piano                     
provinciale e tipologia di interventi suddivisi per massimali                   
contributivi possibili.                                                         
1. Amministrazione provinciale di Ferrara:                                      
1.1) iniziative rientranti nelle lett. a) e b) dell'art. 2 della L.R.           
3/79 (massimale contributivo previsto 20% della spesa ammessa) Euro             
99.125,15, pari al 43,77% del totale richiesto su tali lettere dalle            
Amministrazioni provinciali;                                                    
1.2) iniziative rientranti nelle lett. c), d) ed e) dell'art. 2 della           
L.R. 3/79 (massimale contributivo previsto 50% della spesa ammessa)             
Euro 30.295,06, pari al 48,70% del totale richiesto su tali lettere             
dalle Amministrazioni provinciali.                                              
2. Amministrazione provinciale di Ravenna:                                      
2.1) iniziative rientranti nelle lett. a) e b) dell'art. 2 della L.R.           
3/79 (massimale contributivo previsto 20% della spesa ammessa) Euro             
9.100,85, pari al 4,02% del totale richiesto su tali lettere dalle              
Amministrazioni provinciali;                                                    
2.2) non vi sono iniziative rientranti nelle lett. c), d) ed e)                 
dell'art. 2 della L.R. 3/79.                                                    
3. Amministrazione provinciale di Forli'-Cesena:                                
3.1) iniziative rientranti nelle lett. a) e b) dell'art. 2 della L.R.           
3/79 (massimale contributivo previsto 20% della spesa ammessa) Euro             
31.786,83, pari al 14,04% del totale richiesto su tali lettere dalle            
Amministrazioni provinciali;                                                    
3.2) iniziative rientranti nelle lett. e), d) ed e) dell'art. 2 della           
L.R. 3/79 (massimale contributivo previsto 50% della spesa ammessa)             
Euro 4.054,13, pari al 6,52% del totale richiesto su tali lettere               
dalle Amministrazioni provinciali.                                              
4. Amministrazione provinciale di Rimini:                                       
4.1) iniziative rientranti nelle lett. a) e b) dell'art. 2 della L.R.           
3/79 (massimale contributivo previsto 20% della spesa ammessa) Euro             
86.442,00, pari al 38,17% del totale richiesto su tali lettere dalle            
Amministrazioni provinciali;                                                    
4.2) iniziative rientranti nelle lett. c), d) ed e) dell'art. 2 della           
L.R. 3/79 (massimale contributivo previsto 50% della spesa ammessa)             
Euro 27.862,17, pari al 44,79% del totale richiesto su tali lettere             
dalle Amministrazioni provinciali;                                              
viste:                                                                          
- la L.R. del 23/12/2002 n. 38 "Legge finanziaria regionale adottata            
a norma dell'art. 40 della L.R. 15/11/2001, n. 40 e successive                  
modificazioni in coincidenza con l'approvazione del Bilancio di                 
previsione per l'esercizio 2003 e del Bilancio pluriennale                      
2003-2005.", in particolare l'art. 38;                                          
- la L.R. del 23/12/2002, n. 39 "Bilancio di previsione della Regione           
Emilia-Romagna per l'esercizio 2003 e del Bilancio pluriennale                  
2003-2005". Segnatamente la Tabella H;                                          
- la L.R. del 26/7/2003, n. 15 "Legge finanziaria regionale adottata            
a norma dell'art. 40 della L.R. 15/11/2001, n. 40 in coincidenza con            
l'approvazione della Legge di assestamento del Bilancio di previsione           
per l'esercizio 2003 e del Bilancio pluriennale 2003-2005. Primo                
provvedimento generale di variazione";                                          
- la L.R. del 26/07/2003, n. 16 "Assestamento del Bilancio di                   
previsione della Regione Emilia-Romagna per l'esercizio finanziario             
2003 e del Bilancio pluriennale 2003-2005, a norma dell'art. 30 della           
L.R. 15/11/2001, n. 40. Primo provvedimento di variazione";                     
dato atto:                                                                      
- che all'onere complessivo di Euro 1.550.000,00, necessario per il             
parziale finanziamento dei Piani provinciali complessivamente intesi,           
si fa fronte con lo stanziamento di cui al Capitolo 24400 "Contributi           
in conto capitale per lo sviluppo e la valorizzazione delle attivita'           
ittiche (L.R. 14 febbraio 1979, n. 3; L.R. 2 dicembre 1988, n. 48)"             
UPB 1.3.2.3.8610 del Bilancio per l'esercizio finanziario 2003 la cui           
disponibilita' ammonta a Euro 1.550.000,00;                                     
- che i Piani provinciali dell'anno 2003, possono quindi essere                 
finanziati solo parzialmente sottraendo alla richiesta di                       
finanziamento avanzata da ogni singola Amministrazione provinciale la           
somma di maggior richiesta, rispetto alla disponibilita' di bilancio,           
calcolata su base percentuale per tipologia di iniziative accorpate             
per massimale di contributo previsto sulla spesa ammessa;                       
- che con la presente delibera si provvede ad impegnare la somma                
totale di Euro 1.550.000,00, a favore delle Amministrazioni                     
provinciali di Ferrara, Ravenna, Forli'-Cesena, e Rimini per il                 
parziale finanziamento delle iniziative ammesse a contributo nei                
propri Piani provinciali per lo sviluppo e la valorizzazione delle              
attivita' ittiche, per l'annualita' 2003;                                       
- che tale somma sulla base di quanto esposto risulta cosi'                     
suddivisa:                                                                      
1. Amministrazione provinciale di Ferrara:                                      
- Euro 694.924,91 a parziale finanziamento Piano provinciale 2003;              
2. Amministrazione provinciale di Ravenna:                                      
- Euro 48.867,26 a parziale finanziamento Piano provinciale 2003;               
3. Amministrazione provinciale di Forli'-Cesena:                                
Euro 192.448,89 a parziale finanziamento Piano provinciale 2003;                
4. Amministrazione provinciale di Rimini:                                       
- Euro 613.758,94 a parziale finanziamento Piano provinciale 2003;              
valutata a norma della L.R. 21 aprile 1999, n. 3 e della L.R. 14                
febbraio 1979, n. 3 e successive modifiche, la conformita' dei Piani            
provinciali presentati dalle Amministrazioni provinciali costiere               
nell'anno 2003, che vengono trattenuti agli atti del Servizio                   
competente per materia e che con la presente delibera si approvano;             
vista la propria deliberazione, esecutiva ai sensi di legge,  n.447             
del 24/3/2003, recante "Indirizzi in ordine alle relazioni                      
organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle              
funzioni dirigenziali";                                                         
vista la L.R. 15/11/2001, n. 40 "Ordinamento contabile della Regione            
Emilia-Romagna, abrogazione della L.R. 6/7/1977, n. 31 e della L.R.             
27/3/1972, n. 4";                                                               
ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all'art. 47, comma 2 della           
L.R. 40/01 e che pertanto l'impegno di spesa puo' essere assunto con            
il presente atto;                                                               
dato atto, ai sensi dell'art. 37, comma 4, "Esercizio di funzioni               
dirigenziali" della L.R. n. 43 del 26/11/2001 "Testo Unico in materia           
di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione                         
Emilia-Romagna" e della delibera 447/03:                                        
- del parere espresso dal Direttore generale Attivita' produttive,              
Commercio, Turismo, dr. Uber Fontanesi, in merito alla regolarita'              
amministrativa della presente deliberazione;                                    
- del parere espresso dal Dirigente professional "Controllo e                   
presidio dei processi connessi alla predisposizione del bilancio e              
del rendiconto generale" dott.ssa Maria Grazia Gaspari in                       
sostituzione della Responsabile del Servizio Bilancio-Risorse                   
finanziarie dott.ssa Amina Curti, ai sensi anche delle note del                 
Direttore generale Risorse finanziarie e Strumentali prot. n.                   
ARB/DRF/02/59146 del 7 novembre 2002, n. ARB/DRF/03/2445-i del 21               
gennaio 2003, in merito alla regolarita' contabile del presente                 
atto;                                                                           
su proposta dell'Assessore alle Attivita' produttive, Sviluppo                  
economico e Piano telematico;                                                   
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di approvare, sulla base di quanto indicato in premessa, i Piani             
provinciali per la valorizzazione e lo sviluppo delle risorse ittiche           
- Anno 2003, citati in narrativa, presentati dalle Province costiere            
di Ferrara, Ravenna, Forli'-Cesena e Rimini, dando atto che gli                 
stessi sono conformi a quanto previsto dalla L.R. 26 aprile 1999, n.            
3, dalla L.R. 14 febbraio 1979, n. 3 e successive modifiche nonche'             
dalle proprie deliberazioni n. 2436 del 14 dicembre 1999, n. 2456 del           
29 dicembre 2000 e n. 518 del 31 marzo 2003;                                    
2) di ripartire ed impegnare le risorse finanziarie regionali                   
destinate al finanziamento dei singoli Piani provinciali per lo                 
sviluppo e la valorizzazione delle attivita' ittiche, fra le Province           
costiere di Ferrara, Ravenna, Forli'-Cesena e Rimini, nei seguenti              
importi opportunamente arrotondati:                                             
A. Amministrazione provinciale di Ferrara:                                      
- Euro 694.924,91 a parziale finanziamento Piano provinciale 2003;              
B. Amministrazione provinciale di Ravenna:                                      
- Euro 48.867,26 a parziale finanziamento Piano provinciale 2003;               
C. Amministrazione provinciale di Forli'-Cesena:                                
- Euro 192.448,89 a parziale finanziamento Piano provinciale 2003.              
D. Amministrazione provinciale di Rimini:                                       
- Euro 613.758,94 a parziale finanziamento Piano provinciale 2003;              
per un ammontare totale di Euro 1.550.000,00, corrispondente ad un              
totale di investimenti ammessi pari Euro 9.110.593,54;                          
3) di imputare la spesa complessiva di Euro 1.550.000,00, registrata            
al n. 5275 di impegno sul Capitolo n. 24400 "Contributi in conto                
capitale per lo sviluppo e la valorizzazione delle attivita' ittiche            
(L.R. 14 febbraio 1979, n. 3; L.R. 2 dicembre 1988, n. 48)" UPB                 
1.3.2.3.8610 del Bilancio per l'esercizio finanziario 2003 che                  
presenta la necessaria disponibilita';                                          
4) di disporre che, sulla base di quanto indicato in premessa, a                
parziale modifica della propria deliberazione 2436/99, le                       
Amministrazioni provinciali provvedano immediatamente alla                      
comunicazione ai richiedenti della reiezione o dell'accoglimento                
delle domande, dando comunicazione in tale ultimo caso della                    
percentuale di investimento ammessa a contributo;                               
5) di disporre che le Amministrazioni provinciali, diano notizia                
degli interventi realizzati su imbarcazioni alle competenti                     
Capitanerie di porto e ai competenti Uffici locali marittimi, dove e'           
iscritta l'imbarcazione, affinche' procedano all'opportuna                      
annotazione negli appositi registri;                                            
6) di dare atto che al trasferimento dei fondi delle risorse a                  
ciascun ente delegato nella misura di cui al precedente punto 2)                
provvedera', ai sensi dell'art. 51 della L.R. 40/01 nonche' della               
propria deliberazione 447/03, il Dirigente competente per materia con           
proprio atto formale di liquidazione ad avvenuta esecutivita' della             
presente deliberazione;                                                         
7) di dare atto infine che per quanto non espressamente previsto nel            
presente atto si rimanda alle disposizioni di cui alle proprie                  
deliberazioni 2436/99, 2456/00 e 518/03;                                        
8) di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della                
Regione Emilia-Romagna.                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it