REGIONE EMILIA-ROMAGNA - RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI ISTITUZIONALI, SISTEMA DELLE AUTONOMIE TERRITORIALI

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI ISTITUZIONALI, SISTEMA DELLE AUTONOMIE TERRITORIALI 28 marzo 2002, n.

Modalita' di presentazione della domanda di contributo per la gestione associata dei servizi e delle funzioni ai sensi del Programma di riordino territoriale (art. 14, L.R. 26 aprile 2001, n. 11)

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Visti:                                                                          
- l'art. 33 del DLgs 18 agosto 2000, n. 267 recante "Testo unico                
delle leggi sull'ordinamento degli Enti locali", ed in particolare il           
comma 4;                                                                        
- la L.R. 26 aprile 2001, n. 11 "Disciplina delle forme associative             
ed altre disposizioni in materia di Enti locali", ed in particolare             
il Capo V che disciplina gli interventi regionali per lo sviluppo               
delle gestioni associate;                                                       
- la deliberazione della Giunta regionale del 25 marzo 2002, n. 496,            
avente ad oggetto l'aggiornamento del Programma di riordino                     
territoriale, alla medesima allegato, ed in particolare la parte II             
dello stesso, paragrafo 9, punto 6, il quale prevede che le modalita'           
per l'inoltro delle domande di erogazione dei contributi alle forme             
associative, la documentazione da allegare e la relativa modulistica            
siano stabiliti con determinazione del Responsabile del Servizio                
Affari istituzionali, Sistema delle autonomie territoriali;                     
dato atto della regolarita' tecnica e della legittimita' del presente           
atto, espressa ai sensi dell'art. 37, comma 4, L.R. 43/01 e della               
delibera della Giunta regionale 2774/01,                                        
determina:                                                                      
sono legittimati a presentare domanda di contributo i Presidenti                
delle Unioni, delle Associazioni intercomunali e delle Comunita'                
Montane;                                                                        
le domande vanno presentate a pena di inammissibilita' compilando in            
ogni loro parte i modelli allegati al presente atto, che ne                     
costituiscono parte integrante e sostanziale. Tali modelli devono               
essere sottoscritti dal Presidente richiedente; l'Allegato B deve               
inoltre essere sottoscritto dal Responsabile del Servizio                       
finanziario;                                                                    
le domande vanno inoltrate al Servizio Affari istituzionali, Sistema            
delle autonomie territoriali, Regione Emilia-Romagna, Viale A. Moro             
n. 52 - 40127 Bologna entro il termine improrogabile di invio                   
stabilito dal vigente Programma di riordino territoriale. A tal fine            
fa fede la data del timbro postale;                                             
alla domanda va allegata, in copia conforme all'originale, la                   
documentazione di seguito indicata.                                             
Unioni                                                                          
a) Per il contributo straordinario iniziale e prima annualita' del              
contributo ordinario, compilare l'Allegato A1;                                  
b) per il contributo ordinario annuale, compilare l'Allegato A3 e               
trasmettere: - bilancio di previsione; - piano esecutivo di gestione            
(ove approvato); - rendiconto consuntivo dell'anno precedente; -                
rendiconto delle gestioni associate, redatto conformemente al modello           
Allegato B, compilando un prospetto riepilogativo per ciascuna                  
funzione o servizio ammesso a contributo l'anno precedente; - nuove             
convenzioni sottoscritte da almeno i 4/5 dei Comuni componenti                  
l'Unione, o eventuali modifiche a convenzioni gia' stipulate e gia'             
inoltrate, indicando (ove mancanti nella convenzione) gli estremi               
delle deliberazioni consiliari di approvazione; - eventuali                     
deliberazioni ed atti di attuazione relativi all'esercizio delle                
funzioni e dei servizi associati indicanti le modalita' di gestione,            
qualora le modalita' stesse non siano evincibili dalle relative                 
convenzioni; - eventuali deliberazioni di approvazione di regolamenti           
o atti amministrativi generali oggetto di armonizzazione ai sensi               
della parte seconda, paragrafo 5, comma 3 del Programma di riordino             
territoriale; - schede illustrative delle gestioni associate, redatte           
conformemente al modello Allegato C, compilando una scheda per                  
ciascuna gestione associata.                                                    
Associazioni intercomunali                                                      
a) Per il contributo straordinario e la prima annualita' del                    
contributo ordinario, compilare l'Allegato A2 e trasmettere: -                  
convenzioni sottoscritte da almeno i 4/5 dei Comuni componenti                  
l'Associazione, conformi alle prescrizioni del regolamento                      
istitutivo, indicando (ove mancanti nella convenzione) gli estremi              
delle deliberazioni consiliari di approvazione; - eventuali                     
deliberazioni ed atti di attuazione relativi all'esercizio delle                
funzioni e dei servizi associati indicanti le modalita' di gestione,            
qualora le modalita' stesse non siano evincibili dalle relative                 
convenzioni; - eventuali deliberazioni di approvazione di regolamenti           
o atti amministrativi generali oggetto di armonizzazione ai sensi               
della parte seconda, paragrafo 5, comma 3 del Programma di riordino             
territoriale; - schede illustrative delle gestioni associate, redatte           
conformemente al modello Allegato C, compilando una scheda per                  
ciascuna gestione associata;                                                    
b) per le successive annualita', compilare l'Allegato A3 e                      
trasmettere: - documento finanziario preventivo; - piano esecutivo di           
gestione (ove adottato); - documento finanziario riepilogativo; -               
rendiconto delle gestioni associate, redatto conformemente al modello           
Allegato B, compilando un prospetto riepilogativo per ciascuna                  
funzione o servizio ammesso a contributo l'anno precedente; - nuove             
convenzioni sottoscritte da almeno i 4/5 dei Comuni componenti                  
l'Associazione, conformi alle prescrizioni del regolamento                      
istitutivo, o eventuali modifiche a convenzioni gia' stipulate e gia'           
inoltrate, indicando (ove mancanti nella convenzione) gli estremi               
delle deliberazioni consiliari di approvazione; - eventuali                     
deliberazioni ed atti di attuazione relativi all'esercizio delle                
funzioni e dei servizi associati indicanti le modalita' di gestione,            
qualora le modalita' stesse non siano evincibili dalle relative                 
convenzioni; - eventuali deliberazioni di approvazione di regolamenti           
o atti amministrativi generali oggetto di armonizzazione ai sensi               
della parte seconda, paragrafo 5, comma 3 del Programma di riordino             
territoriale; - schede illustrative delle gestioni associate, redatte           
conformemente al modello Allegato C, compilando una scheda per                  
ciascuna gestione associata.                                                    
Comunita' Montane                                                               
a) Per il contributo straordinario e la prima annualita' del                    
contributo ordinario, compilare l'Allegato A2 e trasmettere: -                  
bilancio di previsione; - piano esecutivo di gestione (ove adottato);           
- convenzioni sottoscritte da almeno i 4/5 dei Comuni componenti la             
Comunita' Montana, indicando (ove mancanti nella convenzione) gli               
estremi delle deliberazioni consiliari di approvazione; - eventuali             
deliberazioni ed atti di attuazione relativi all'esercizio delle                
funzioni e dei servizi associati indicanti le modalita' di gestione,            
qualora le modalita' stesse non siano evincibili dalle relative                 
convenzioni; - eventuali deliberazioni di approvazione di regolamenti           
o atti amministrativi generali oggetto di armonizzazione ai sensi               
della parte seconda, paragrafo 5, comma 3 del Programma di riordino             
territoriale; - schede illustrative delle gestioni associate, redatte           
conformemente al modello Allegato C, compilando una scheda per                  
ciascuna gestione associata;                                                    
b) per le Comunita' Montane di nuova istituzione non e' richiesta la            
documentazione di cui ai punti precedenti. E' sufficiente la                    
compilazione dell'Allegato A1;                                                  
c) per le successive annualita', compilare l'Allegato A3 e                      
trasmettere: - bilancio di previsione; - piano esecutivo di gestione            
(ove approvato); - rendiconto consuntivo dell'anno precedente; -                
rendiconto delle gestioni associate, redatto conformemente al modello           
Allegato B, compilando un prospetto riepilogativo per ciascuna                  
funzione o servizio ammesso a contributo l'anno precedente; - nuove             
convenzioni sottoscritte da almeno i 4/5 dei Comuni componenti la               
Comunita' Montana, o eventuali modifiche a convenzioni gia' stipulate           
e gia' inoltrate, indicando (ove mancanti nella convenzione) gli                
estremi delle deliberazioni consiliari di approvazione; - eventuali             
deliberazioni ed atti di attuazione relativi all'esercizio delle                
funzioni e dei servizi associati indicanti le modalita' di gestione,            
qualora le modalita' stesse non siano evincibili dalle relative                 
convenzioni; - eventuali deliberazioni di approvazione di regolamenti           
o atti amministrativi generali oggetto di armonizzazione ai sensi               
della parte seconda, paragrafo 5, comma 3 del Programma di riordino             
territoriale; - schede illustrative delle gestioni associate, redatte           
conformemente al modello Allegato C, compilando una scheda per                  
ciascuna gestione associata.                                                    
Ove siano state istituite delle zone, trasmettere, oltre alla                   
documentazione sopra indicata:                                                  
- deliberazioni conformi di individuazione della zona, adottate dai             
Comuni partecipanti e delibera di recepimento della Comunita'                   
Montana;                                                                        
- convenzioni sottoscritte tra tutti i Comuni della zona e la                   
Comunita' Montana per i conferimenti che non siano resi                         
immediatamente operativi con la deliberazione di individuazione della           
zona.                                                                           
Il presente atto verra' pubblicato nel Bollettino Ufficiale della               
Regione Emilia-Romagna.                                                         
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Rita Filippini                                                                  
(segue allegato fotografato)                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it