ROIR - FONDAZIONE ALDINI MASINI ED ISTITUTI EDUCATIVI DI CESENA

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Avviso d'asta per la vendita di un terreno sito in Cesena destinato attualmente a zona agricola e destinato con la variante adottata con deliberazione del Consiglio comunale n.266 del 5/10/2000 in corso di approvazione, a zona "D produttivo di completamento o per nuovi insediamenti"

In esecuzione della deliberazione di questo Ente ROIR  n.85 del 26              
ottobre 2000, si rende noto che il 16 marzo 2001 alle ore 10                    
nell'Ufficio Segreteria di questo Ente ROIR in Via Dandini n. 24,               
Cesena, dinnanzi al Segretario generale del ROIR o ad un suo                    
delegato, si procedera' alla vendita al pubblico incanto, col metodo            
dell'estinzione della candela vergine, a norma dell'art. 73, lett. a)           
e dell'art. 74 del RD 23/5/1924, n. 827 relativo al "Regolamento per            
l'amministrazione del patrimonio e per la contabilita' generale dello           
Stato", del seguente immobile: terreno di mq. 62.506 circa, sito nel            
comune di Cesena al foglio n. 112 con le particelle nn. 34 - 52 - 126           
(parte) - 127 - 128 - 129 - 130 destinato attualmente a zona agricola           
e destinato con la variante adottata con la deliberazione del                   
Consiglio comunale n. 266 del 5/10/2000 in corso di approvazione a              
zona "D produttivo di completamento o per nuovi insediamenti". La               
particella 126 di complessivi mq. 17.624 circa viene ceduta per circa           
mq. 16.625, in quanto i restanti mq. 999 circa sono stati espropriati           
dall'ANAS, che ha in corso le pratiche per il relativo frazionamento            
per l'esatta individuazione dell'area.                                          
Il prezzo a base d'asta e' fissato in Lire 4.062.890.000 (Euro                  
2.098.307,57).                                                                  
La domanda di partecipazione in bollo, dovra' pervenire al ROIR, Via            
Dandini n. 24 - Cesena, a mezzo posta, con raccornandata o posta                
prioritaria, entro e non oltre le ore 12 del 15 marzo 2001.                     
Si precisa a tal fine che non fa fede il timbro postale, bensi' l'ora           
e la data di ricevimento presso suddetto ente.                                  
Trascorso tale termine non resta valida nessuna altra domanda, anche            
se sostitutiva o aggiuntiva a quella gia' presentata.                           
Il plico postale viaggia ad esclusiva responsabilita' del mittente.             
In allegato alla domanda (in bollo) dovra' essere prodotta la                   
seguente documentazione:                                                        
1) attestato di versamento, a titolo di cauzione, dell'importo di               
Lire 406.289.000 (Euro 209.830,76), nonche' del versamento di altro             
deposito per spese d'asta e contrattuali di Lire 15.000.000 (Euro               
7.746,85), da effettuarsi presso la Tesoreria dell'Ente - Cassa di              
Risparmio di Cesena - Ag. 72 - Via Martiri della Liberta' (da                   
restituire ai non aggiudicatari), ovvero fideiussione bancaria o                
assicurativa di pari importo;                                                   
2) certificati del Casellario giudiziario (per le persone fisiche) di           
data non anteriore a mesi sei di quella fissata per l'asta attestante           
il pieno e libero godimento dei diritti civili;                                 
3) certificato del competente Registro delle imprese (per le imprese            
individuali e persone giuridiche) attestante, tra l'altro, la                   
composizione societaria e i legali rappresentanti e dal quale risulti           
che la Societa' non si trovi in stato di liquidazione, di fallimento            
e di concordato preventivo o di ogni altra analoga situazione e che             
non sia in corso una procedura per la dichiarazione di una di tali              
situazioni; tale certificato dovra' essere di data non anteriore a              
mesi sei da quella fissata per l'asta;                                          
4) dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorieta', con firma                 
autenticata o, in alternativa, con allegato documento di identita'              
valido, in base alla quale venga dichiarata l'inesistenza, in capo              
all'offerente, di situazioni o provvedimenti che impediscano la                 
partecipazione a pubblici incanti (in bollo).                                   
La dichiarazione e' d'obbligo pena l'esclusione dalla gara.                     
ammessa la partecipazione alla gara a mezzo procura speciale che                
dovra' essere fatta per atto pubblico o per scrittura privata con               
firma autenticata dal notaio.                                                   
La domanda dovra' contenere la dichiarazione della perfetta                     
conoscenza ed accettazione, senza alcuna riserva, del presente bando            
integrale.                                                                      
La mancanza o l'irregolarita' della documentazione, che non sia la              
regolarizzazione del bollo, comporta l'esclusione dalla gara.                   
La documentazione inviata per la partecipazione alla gara viene                 
restituita ai soggetti non aggiudicatari al termine dell'asta.                  
Modalita' di gara: la gara si terra' secondo le modalita' di cui agli           
artt. 69, 73, lettera a) e 74, RD del 23/5/1924, n. 827 - metodo                
dell'estinzione della candela vergine - con offerte in miglioramento            
sulla base di gara.                                                             
L'aggiudicazione sara' fatta a favore del migliore offerente.                   
L'aumento minimo per le offerte e' determinato in Lire 41.000.000 o             
multiplo di tale cifra.                                                         
Ove non partecipino almeno due concorrenti e non vengano presentate             
almeno due offerte valide, l'asta verra' dichiarata deserta.Con la              
partecipazione alla gara e' implicita da parte dei concorrenti la               
conoscenza e la completa accettazione di tutte le clausole riportate            
nel presente bando.                                                             
L'aggiudicazione sara' immediatamente impegnativa per la parte                  
aggiudicataria, a tutti gli effetti di legge, mentre per l'Ente a               
corpo sara' impegnativa solo dopo l'adozione del provvedimento di               
definitiva aggiudicazione.                                                      
L'immobile sopra indicato sara' venduto a corpo e nello stato di                
fatto e di diritto in cui si trova al momento dell'asta e cosi' con             
ogni pertinenza, aderenza, ragioni, azioni, usi e servitu' attive e             
passive se vi sono e come vi sono. A tal proposito si precisa che               
nell'immobile grava una servitu' di elettrodotto.                               
L'aggiudicatario dovra' pagare il prezzo d'acquisto entro 90 giorni             
dall'espletamento della gara e comunque prima della stipulazione                
dell'atto di compravendita, scaduto il quale termine                            
infruttuosamente, decadra' dall'acquisto e perdera' il deposito fatto           
senza bisogno di diffide o qualunque atto legale. Tutti gli effetti             
utili e onerosi avranno inizio dal giorno di stipula dell'atto di               
compravendita. Tutte le spese di incanto (comprese le spese di                  
pubblicita' sulla stampa) di contratto e quelle inerenti e                      
conseguenti, sono a carico dell'acquirente.                                     
Per quanto non e' qui previsto si osservano le norme stabilite nei              
citato regolamento sulla contabilita' generale dello Stato.                     
Il presente avviso d'asta e' inserito a norma dell'art. 66 del piu'             
volte citato regolamento, nel Foglio annunzi legali della Provincia             
di Forli' e nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.                 
Per maggiori informazioni gli interessati potranno rivolgersi al                
Segretario di questo Ente nelle ore di ufficio (tel. 0547/27604 - fax           
0547/611309).                                                                   
IL SEGRETARIO GENERALE  LA PRESIDENTE                                           
Massimo Comandini  Maria Grazia Zittignani                                      
Scadenza: 15 marzo 2001                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it