COMUNE DI ARGELATO (BOLOGNA)

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Bando di gara pubblico incanto relativo all'appalto per ristrutturazione di area urbana Via Puccini - Via Vivaldi e sistemazione Piazza Donizetti in Funo (BO)

In esecuzione alla determinazione n. 27 del 20/2/2001, il giorno                
16/5/2001, alle ore 9, presso l'Ufficio Tecnico comunale, Via F.lli             
Cervi n. 3, ad Argelato, questo Comune procedera' all'esperimento di            
un'asta pubblica, per l'appalto dei lavori "a misura" di                        
"Ristrutturazione di area urbana Via Puccini - Via Vivaldi e                    
sistemazione di Piazza Donizetti in Funo (BO)".                                 
Costo dell'opera: Lire 1.365.000.000 (pari a 704.963,67 Euro) di cui            
Lire 992.184.448 a base di gara (pari a 512.420,50 Euro) e Lire                 
21.589.911 (pari a 11.150,26 Euro) per oneri per la sicurezza, che              
non sono soggetti a ribasso d'asta. Pertanto, l'importo di                      
aggiudicazione sara' dato dalla somma dei due componenti: importo               
soggetto a ribasso ed importo fisso degli oneri.                                
A) Criterio di aggiudicazione: criterio del massimo ribasso                     
sull'elenco prezzi posto a base di gara (art. 21, comma 1, Legge                
109/94); si procedera' all'applicazione  dell'anomalia prevista                 
dall'art. 21, comma 1 bis, della Legge 109/94 e successive                      
modificazioni ed integrazioni di cui alla Legge 415/98.                         
B) Qualificazione delle imprese parteciparti: ai sensi della Legge              
55/90, art. 18, comma 3, si specifica che la categoria prevalente con           
il relativo importo, nonche' la classifica di qualificazione che                
individuano l'appalto sono le seguenti: OG3, classifica II. La                  
specifica attivita' di impresa per la quale il concorrente e'                   
iscritto nel Registro delle imprese presso la competente Camera di              
commercio, industria, artigianato e agricoltura, dovra' essere                  
pienamente compatibile con l'indicata categoria prevalente,                     
subappaltabile nei limiti del 30%.                                              
fatto obbligo al soggetto aggiudicatario di trasmettere, entro venti            
giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato, copia delle                  
fatture quietanzate relative ai pagamenti corrisposti                           
dall'aggiudicatario al subappaltatore, con l'indicazione delle                  
ritenute di garanzia effettuate.                                                
In mancanza di attestazione SOA, in ordine al possesso da parte                 
dell'impresa di adeguata qualificazione, quest'ultima sara' desunta             
dalla "esecuzione di lavori appartenenti alla categoria prevalente              
oggetto dell'appalto", tramite la "tabella corrispondenze nuove e               
vecchie categorie" di cui all'Allegato A) al DPR 34/00. Nell'attuale            
fase transitoria, le imprese che non posseggono attestazione SOA, non           
possono avvalersi della possibilita' dell'incremento del quinto,                
relativamente alla quantificazione dell'importo dei lavori, validi              
per la definizione della classifica di appartenenza. La                         
qualificazione, tramite attestazione SOA, in una categoria abilita              
l'impresa a partecipare alle gare ed a eseguire i lavori nei limiti             
della propria classifica incrementata di un quinto; nel caso di                 
imprese raggruppate o consorziate la medesima disposizione si applica           
con riferimento a ciascuna impresa raggruppata o consorziata, a                 
condizione che essa sia qualificata per una classifica pari ad almeno           
un quinto dell'importo dei lavori a base di gara" (DPR 34/00, art. 3,           
II comma); possono partecipare alla gara: imprese singole,                      
associazioni temporanee di imprese e consorzi, nel rispetto di quanto           
previsto dall'art. 95 "Requisiti di impresa singola di quelle                   
riunite", nonche' dell'art. 97, "Consorzi stabili di imprese" del DPR           
554/99. Per le "Societa' di imprese riunite" vale quanto stabilito              
dell'art. 96 della stessa norma. I requisiti di idoneita' tecnica e             
finanziaria di cui all'art. 10, lett. b) e c), della Legge 109/94               
devono essere riferiti ai consorzi e non alle singole imprese.                  
L'eventuale possesso di attestazione SOA (pur se riferita ai soli               
requisiti di ordine generale e speciale), esenta il concorrente dal             
dover essere qualificato secondo le norme previste dagli artt. 28, 31           
e 32 del Regolamento sulla qualificazione. Non esenta pero' il                  
concorrente dal dover essere qualificato in ordine alle cause di                
esclusione dalle gare d'appalto.                                                
C) Finanziamento, pagamento della prestazione: l'opera verra'                   
finanziata con mutuo della Cassa depositi e prestiti, gia' concesso             
al Comune di Argelato, con nota trasmessa in data 11/12/2000, prot.             
195460, dall'istituto mutuante stesso.                                          
D) Modalita' di partecipazione: ai sensi dell'art. 10, comma 1 quater           
della Legge 109/94 e successive modificazioni ed integrazioni, la               
procedura di gara e' regolata come segue: le imprese interessate                
dovranno far pervenire entro e non oltre le ore 12 del 24/4/2001, a             
mezzo raccomandata, posta celere, corriere o recapito autorizzato, un           
piego chiuso e sigillato, o con ceralacca o con apposizione di timbro           
e firmato sui lembi di chiusura, recante all'esterno l'indicazione              
del mittente (ragione sociale, anche per le imprese componenti l'ATI            
- partita IVA), completa di sede legale e di numero di fax, con la              
seguente dicitura: offerta per la gara relativa a "Ristrutturazione             
area urbana, Via Puccini - Via Vivaldi e sistemazione Piazza                    
Donizetti a Funo (BO)".                                                         
Il plico puo' anche essere recapitato direttamente a mano, nei giorni           
feriali dalle ore 8,30 alle ore 12, presso l'Ufficio Protocollo della           
Residenza dell'Amministrazione. In tal caso l'offerente dovra' farsi            
rilasciare timbro di avvenuta ricezione da parte dell'Amministrazione           
comunale su foglio in carta semplice, da egli medesimo predisposto e            
recante l'indicazione dell'oggetto della gara, nonche' dell'ora di              
scadenza del termine per la presentazione delle offerte. Il mancato             
rispetto dei termini previsti dal bando e fissati                               
dall'Amministrazione comunale costituiranno motivo di esclusione                
dalla gara da parte delle imprese partecipanti.                                 
Il giorno successivo, non festivo, 26/4/2001, alle ore 10, si                   
procedera' al sorteggio pubblico di un 10% delle offerte presentate             
(arrotondato all'unita' superiore). Ai sorteggiati verra' richiesto             
di esibire, entro il termine perentorio di n. 10 giorni, la                     
documentazione attestante il possesso dei requisiti di capacita'                
economica e tecnica. Tale richiesta, ai sensi del DPR 513/97, nonche'           
del DPR 403/98, avverra' a mezzo fax. Qualora il concorrente non                
indichi il numero di fax, decorrendo il termine dall'invio e non                
dalla ricezione della richiesta predetta, l'Amministrazione non                 
assumera' responsabilita' alcuna per eventuali ritardi postali.                 
Pertanto, il giorno 16/5/2001, alle ore 9, si procedera'                        
preliminarmente alla verifica della documentazione che sara' stata              
trasmessa dai sorteggiati, provvedendosi ad operare le eventuali                
esclusioni e le sanzioni previste. Infine si procedera' all'apertura            
delle buste delle offerte presentate ed all'aggiudicazione della                
gara. Qualora l'aggiudicatario e/o il concorrente che segue in                  
graduatoria non siano stati compresi fra i sorteggiati, verra' loro             
richiesto di esibire, entro il termine di n. 10 giorni, la                      
documentazione attestante il possesso dei requisiti di capacita'                
economica e tecnica.                                                            
Qualora si debba provvedere ad operare esclusioni con le sanzioni               
previste, si procedera' anche alla determinazione della nuova soglia            
di anomalia ed alla conseguente nuova aggiudicazione. La procedura              
con sorteggio non si effettuera' qualora, essendo il numero delle               
offerte presentate inferiore a cinque, non operi l'automatismo di               
esclusione delle offerte anomale e l'appalto sia quindi aggiudicato             
al massimo ribasso. In tal caso, nello spirito della norma, si                  
procedera' soltanto a verificare l'aggiudicatario ed il concorrente             
che segue in graduatoria con onere documentale a loro carico.                   
Ai sensi dell'art. 10, I comma della Legge 31/12/1996,  n.675, in               
ordine al procedimento instaurato da questo bando, si fa presente che           
le finalita' cui sono destinati i dati raccolti dalle imprese                   
partecipanti ineriscono strettamente e soltanto allo svolgimento                
della procedura di gara, fino alla stipulazione del contratto.                  
E) Offerta e documentazione: il suddetto piego dovra' essere chiuso e           
sigillato, o con ceralacca oppure con apposizione di timbro e firma             
sui lembi di chiusura e dovra' contenere, a pena di esclusione:                 
 1) offerta su carta legale, racchiusa in apposita busta chiusa e               
sigillata, o con ceralacca o controfirmata e timbrata sui lembi di              
chiusura, a pena di esclusione, che dovra' contenere l'indicazione di           
un unico ribasso percentuale in cifre o in lettere, sull'importo                
netto di Lire 992.184.448 a base di gara (pari a 512.420,50 Euro)               
sopraspecificato e dovra' essere sottoscritta con firma leggibile e             
per esteso dal titolare o dal rappresentante dell'impresa. Non sono             
ammesse offerte in aumento. L'offerta deve essere sottoscritta da               
tutte le imprese che costituiranno i raggruppamenti o i consorzi e              
contenere l'impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, le               
stesse imprese conferiranno mandato collettivo speciale con                     
rappresentanza ad una di esse, da indicare in sede di offerta e                 
qualificata come capogruppo, la quale stipulera' il contratto in nome           
e per conto proprio e delle mandanti (Legge 109/94, art. 13, comma              
5). Si avverte che scaduto il termine suddetto non sara' consentita             
la presentazione di altre offerte, neppure in sede gara anche se                
sostitutive o aggiuntive ad offerta precedente, ne' si fara' luogo a            
gara di miglioria.                                                              
 2) Dichiarazione in carta legale, autenticata con le modalita' di              
cui all'art. 20 della Legge 15/68, con la quale codesta impresa                 
attesti di avere preso conoscenza, recandosi sul posto, delle                   
condizioni del luogo ove verranno eseguiti i lavori; di avere preso             
visione ed accettare integralmente il progetto esecutivo ed il                  
capitolato speciale d'appalto e di avere valutato tutte le                      
circostanze generali e particolari che possono avere influito sulla             
determinazione dei prezzi e delle condizioni contrattuali, o che                
possono influire sull'andamento delle opere, di avere giudicato i               
prezzi medesimi, nel loro complesso remunerativi in relazione                   
all'offerta presentata, ed attesti, inoltre, di possedere                       
l'attrezzatura necessaria per l'esecuzione dei lavori; che l'offerta            
tiene conto degli oneri previsti per i piani di sicurezza, (comunque            
non soggetti a ribasso d'asta) per garantire l'esecuzione dei lavori            
nel pieno rispetto delle norme di sicurezza ed igiene del lavoro, ai            
sensi del DLgs 494/96; che l'impresa (per imprese con piu' di 15                
dipendenti) e' in regola con le norme che disciplinano il diritto al            
lavoro dei disabili (Legge 12/3/1999, n. 68); di accettare la                   
consegna dei lavori sotto riserva di legge entro 10 giorni dalla                
comunicazione di aggiudicazione.                                                
 3) Dichiarazione in carta legale, autenticata con le modalita' di              
cui all'art. 20 della Legge 15/68, con la quale codesta impresa                 
attesti quanto segue: - che, ai sensi dell'art. 31, comma 1, lettera            
a) del DPR 34/00, in combinato disposto con l'art. 29, II comma del             
DPR medesimo, l'impresa, nel quinquennio per esercizi conclusi,                 
antecedente la data di pubblicazione del bando, ha realizzato                   
mediante attivita' diretta o indiretta una cifra d'affari in lavori             
di importo almeno pari a 1,75 volte quello totale d'appalto; - che,             
ai sensi dell'art. 31, comma 1, lett. b) del DPR 34/00, in combinato            
disposto con l'art. 29, comma 2 del DPR medesimo, l'impresa, nel                
quinquennio naturale e consecutivo, antecedente la data di                      
pubblicazione del bando, ha eseguito lavori mediante attivita'                  
diretta ed indiretta nella stessa categoria prevalente posta a base             
di gara, per un importo almeno pari al 40% di quello totale                     
d'appalto, (alle ditte oggetto di verifica dei requisiti, secondo               
quanto prevede l'art. 10, comma 1 quater della Legge 109/94, sara'              
richiesta e dovra' essere presentata, pena esclusione, dichiarazione            
del committente dei singoli lavori dichiarati, certificante che i               
lavori sono stati eseguiti regolarmente e con buon esito, segnalando            
eventuali vertenze in sede arbitrale o giudiziaria ed indicandone               
l'esito); - che, ai sensi dell'art. 31, comma 1, lett. c) del DPR               
34/00, in combinato disposto con l'art. 29, comma 2 del DPR medesimo,           
l'impresa ha sostenuto per il personale dipendente rispetto alla                
cifra d'affari in lavori effettivamente realizzata, un costo                    
complessivo (composto da retribuzione, stipendi, contributi sociali             
ed accantonamenti ai fondi di quiescenza) non inferiore: a) al 15%,             
essendo stato il personale operaio pari almeno al 40%; oppure b) non            
inferiore al 10% essendo stato il personale assunto dipendente a                
tempo indeterminato, essendo stato il personale tecnico, laureato o             
diplomato, pari almeno all'80%; - che, ai sensi dell'art. 31, comma             
1, lett. d) del DPR 34/00, in combinato disposto con l'art. 29, comma           
2 del DPR medesimo, l'impresa, ha una dotazione stabile di                      
attrezzatura tecnica per un valore medio quinquennale almeno pari               
all'1% della media annua della cifra d'affari in lavori                         
effettivamente realizzata. Da parte dei concorrenti individuati in              
base all'art. 10, comma 1 quater della Legge 109/94, andra' poi                 
esibita la rispettiva documentazione corrispondente ai soli requisiti           
di capacita' economico-finanziaria e tecnico-organizzativa.                     
 4) Dichiarazione in carta legale, autenticata con le modalita' di              
cui all'art. 20 della Legge 15/68, con la quale codesta impresa                 
attesti quanto segue: - di aver preso conoscenza del cronoprogramma e           
delle relative ipotesi progettuali ed esecutive dei lavori (documento           
facente parte integrante degli elaborati progettuali forniti dalla              
stazione appaltante) e di allegare alla documentazione copia                    
integrale di detto cronoprogramma, pena esclusione dalla gara,                  
firmato in ogni foglio con la dicitura "per accettazione".                      
 5) Dichiarazione in carta legale, autenticata con le modalita' di              
cui all'art. 20 della Legge 15/68, con la quale codesta impresa, nel            
caso di aggiudicazione, si impegna a produrre, pena nullita'                    
dell'aggiudicazione stessa, prima della consegna dei lavori: -                  
polizza assicurativa CAR (contractor all risk), che tiene indenne               
l'Amministrazione appaltante con massimale di Lire 968.135.000 (pari            
a Euro 500.000), unico per sinistro, per la copertura dei danni ad              
opere ed impianti, anche preesistenti, nel corso dell'esecuzione dei            
lavori e con un massimale di Lire 968.135.000 (pari a Euro 500.000),            
per sinistro, per responsabilita' civile verso terzi (art. 103 del              
DPR 554/99). Per quanto riguarda la copertura assicurativa per danni            
di esecuzione e responsabilita' civile verso terzi, si recepisce                
integralmente quanto previsto dall'art. 103 del DPR 554/99). La                 
polizza assicurativa prevede espressamente la rinuncia al beneficio             
della preventiva escussione del debitore principale e la sua                    
operativita' entro 15 giorni a semplice richiesta scritta della                 
stazione appaltante.                                                            
 6) Certificato generale del casellario giudiziale, di data non                 
anteriore a sei mesi da quella fissata per la gara, riferito: - per             
le imprese individuali: al titolare ed ai direttori tecnici                     
dell'impresa, qualora questi ultimi siano persone diverse dal                   
titolare; - per le societa' commerciali, le cooperative ed i loro               
consorzi: ai direttori tecnici ed a tutti i loro componenti, se si              
tratta di societa' in nome collettivo; ai direttori tecnici ed a                
tutti i soci accomandatari, se si tratta di societa' in accomandita             
semplice; ai direttori tecnici ed agli amministratori muniti di                 
poteri di rappresentanza, per ogni altro tipo di societa' o                     
consorzio.                                                                      
 7) Certificato di iscrizione nel Registro delle imprese di data non            
anteriore a sei mesi a quella fissata per la gara, attestante, a pena           
di esclusione: numero di iscrizione; data di iscrizione e forma                 
giuridica dell'impresa; attivita' dell'impresa e nominativo di tutti            
i legali rappresentanti nonche' quello di tutti i direttori tecnici;            
attivita' dell'impresa e data d'inizio dell'attivita'. Inoltre dovra'           
contenere la dichiarazione relativa allo stato di fallimento,                   
concordato preventivo o amministrazione controllata della ditta                 
stessa e se a carico di quest'ultima risulti pervenuta alla CCIAA               
negli ultimi cinque anni dichiarazione di fallimento, liquidazione              
amministrativa coatta, ammissione in concordato o amministrazione               
controllata.                                                                    
 8) Certificato di iscrizione al Registro prefettizio: le societa'              
cooperative ed i consorzi fra cooperative dovranno, inoltre, produrre           
tale certificazione.                                                            
 9) Dichiarazione in carta legale, autenticata con le modalita' di              
cui all'art. 20 della Legge 15/68, di data non anteriore a sei mesi a           
quella della gara in argomento, con la quale codesta impresa attesti            
l'insussistenza delle cause di esclusione dalla partecipazione agli             
appalti di opere pubbliche di cui all'art. 24, I comma, della                   
direttiva CEE 93/37.                                                            
10) Dichiarazione in carta legale, autenticata con le modalita' di              
cui all'art. 20 della Legge 15/68, attestante che l'impresa, ai sensi           
dell'art. 29, comma 3 del DPR 34/00, e' esente dalle cause di                   
esclusione dalla partecipazione alle gare d'appalto, previste                   
dall'art. 17, I comma del DPR medesimo.                                         
11) Dichiarazione in carta legale, autenticata con le modalita' di              
cui all'art. 20 della Legge 15/68, attestante quanto segue: - se                
trattasi di impresa in cui uno o piu' legali rappresentanti rivestono           
cariche con poteri di rappresentanza in altre imprese, dovra' essere            
dichiarato, a pena di esclusione, l'elenco delle altre imprese in cui           
i legali rappresentanti rivestono cariche con poteri di                         
rappresentanza, indicandone per ciascuna l'esatta ragione sociale; -            
se trattasi di impresa  in cui nessuno dei legali rappresentanti                
riveste cariche con poteri di rappresentanza in altre imprese, dovra'           
essere contestualmente dichiarato, a pena di esclusione, quanto                 
segue: "Si dichiara che nessuno dei legali rappresentanti di questa             
impresa riveste cariche con poteri di rappresentanza in altre                   
imprese".                                                                       
12) Per i consorzi di cui alla Legge 109/94 e successive                        
modificazioni, art. 10, lett. b) e c) dichiarazione in carta legale,            
autenticata con le modalita' di cui all'art. 20 della Legge 15/68,              
attestante il nominativo dei consorziati per i quali il consorzio               
concorre; a questi consorziati e' fatto divieto di partecipare, in              
qualsiasi altra forma alla gara. In caso di aggiudicazione, l'impresa           
esecutrice non puo' essere sostituita durante il corso di esecuzione            
dei lavori, salvo nei casi di forza maggiore, e comunque previa                 
autorizzazione dell'Amministrazione committente. I requisiti di                 
idoneita' tecnica e finanziaria per i soggetti di cui all'art. 10,              
lettere b) e c) della Legge 109/94 e successive modificazioni ed                
integrazioni, devono essere riferiti ai consorzi e non alle singole             
imprese consorziate.                                                            
13) Dichiarazione in carta legale, autenticata con le modalita' di              
cui all'art. 20 della Legge 15/68, attestante l'impegno da parte                
dell'impresa di rispettare tassativamente i contratti collettivi                
nazionali di lavoro di settore, degli accordi sindacali integrativi,            
delle norme sulla sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro,                
nonche' di tutti gli adempimenti di legge nei confronti dei                     
lavoratori dipendenti o soci; il legale rapppresentante dell'impresa,           
inoltre, e' tenuto a dichiarare, al fine di consentire una tempestiva           
e scorrevole verifica d'ufficio della correttezza contributiva, le              
posizioni contributive INPS - INAIL e Casse edili, nonche' i numeri             
di fax dei rispettivi uffici INPS, INAIL e Casse edili,                         
territorialmente competenti riguardo alla concorrente impresa. La               
mancata indicazione di tali numeri di fax comportera' la possibilita'           
di estendere la verifica d'ufficio a tutti gli altri requisiti                  
autocertificati, con la conseguenza che ogni pur minima incongruenza            
sara' denunciabile all'Autorita' giudiziaria penale.                            
14) Dichiarazione in carta legale, autenticata con le modalita' di              
cui all'art. 20 della Legge 15/68, attestante che non presenteranno             
offerta per la gara in oggetto altre imprese con le quali                       
intercorrono rapporti di controllo di cui all'art. 2359 del Codice              
civile.                                                                         
15) Cauzione di Lire 20.275.487 (pari a 1.047,14 Euro), pari al 2%              
dei lavori di cui trattasi, cosi' come previsto dall'art. 30, I comma           
della Legge 109/94, e successive modificazioni ed integrazioni                  
apportate con la Legge 415/98. Tale cauzione, da prestarsi mediante             
fidejussione bancaria o assicurativa e allegarsi, in originale, ai              
documenti di gara, dovra' contenere: - l'impegno del fidejussore a              
rilasciare, qualora l'impresa risultasse aggiudicataria, la cauzione            
definitiva, di cui all'art. 30, II comma della Legge 109/94, e                  
successive modificazioni ed integrazioni; - clausola contenente                 
espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione              
del debitore principale e la sua operativita' entro 15 giorni, a                
semplice richiesta scritta della stazione appaltante, senza                     
possibilita' di porre eccezioni, di cui all'art. 30, comma 2 bis                
della Legge 109/94 e successive modificazioni ed integrazioni.                  
L'impresa potra' effettuare il pagamento della cauzione anche presso            
la Tesoreria comunale della Rolo Banca 1473 SpA, Agenzia di Argelato            
(BO), mediante deposito cauzionale a favore del Comune di Argelato              
della somma indicata, allegando l'originale della ricevuta di                   
deposito. La cauzione provvisoria copre la mancata sottoscrizione del           
contratto per volonta' dell'aggiudicatario e sara' svincolata                   
automaticamente al momento della stipulazione del medesimo; ai non              
aggiudicatari sara' restituita entro 30 giorni dall'aggiudicazione,             
ai sensi dell'art. 30, I comma, della Legge 415/98, con spedizione              
postale semplice. Per quanto non espressamente previsto dal presente            
punto si richiama l'art. 100 del Regolamento (DPR 554/99).                      
16) Subappalto: ai sensi dell'art. 34 della Legge 109/94 e successive           
modificazioni ed integrazioni, e' ammesso fino alla concorrenza del             
30%, vedi capitolato speciale d'appalto. Si precisa che la stazione             
appaltante (Amministrazione comunale) non provvedera' a corrispondere           
direttamente al subappaltatore o al cottimista l'importo dei lavori             
dagli stessi eseguiti. Resta inteso che il recapito del piego rimane            
ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, il piego           
stesso non dovesse giungere a destinazione in tempo utile.                      
Forme dei certificati:                                                          
a) i certificati di cui ai punti 6), 7), 8) possono essere presentati           
in originale, o in copia autenticata ai sensi dell'art. 7 della Legge           
15/68, oppure sotto forma di dichiarazione sostitutiva degli stessi,            
ai sensi dell'art. 2 della Legge 15/68, cosi' come modificata                   
dall'art. 3.10 della Legge 127/97; in tal caso i certificati                    
originali saranno presentati dalla ditta aggiudicataria all'atto                
della stipulazione del contratto;                                               
b) ai sensi della Legge 191/98, art. 2.11, le autodichiarazioni                 
autenticate di cui ai punti 2), 3), 4), 5), 9), 10), 11), 12), 13),             
14) possono essere non autenticate solo qualora siano rese                      
contestualmente ad un'istanza di partecipazione alla gara di cui                
trattasi, istanza alla quale deve essere allegata una copia                     
fotostatica del documento di identita' del sottoscrittore. Le                   
dichiarazioni di cui ai punti 2), 3), 4), 5), 9), 10), 11), 12), 13,            
14) possono essere redatte in un unico documento autenticato in                 
calce, ovvero non autenticato solo qualora sia contestuale ad                   
un'istanza di partecipazione alla gara di cui trattasi, istanza alla            
quale deve essere allegata una copia fotostatica del documento di               
identita' del sottoscrittore.                                                   
Nel caso in cui l'impresa intenda avvalersi dei dispositivi di cui al           
punto b) della Legge 191/98, art. 2.11, dovra' allegare istanza di              
partecipazione alla gara con allegata copia fotostatica del documento           
di identita', valido, del sottoscrittore. Nell'ipotesi di falsita' in           
atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, sono previste le sanzioni            
penali di cui all'art. 26 della Legge 4/1/1968,  n.15.                          
F) Compartecipazioni:                                                           
Alla gara di cui trattasi non sara' ammessa la compartecipazione (o             
singolarmente o in riunione temporanea di imprese) di:                          
1) imprese che hanno identita' totale o parziale delle persone che in           
esse rivestono i ruoli di legale rappresentanza; in presenza di tale            
compartecipazione - verificabile con la dichiarazione di cui al punto           
11) - si procedera' all'esclusione dalla gara di tutte le imprese che           
si trovano in dette condizioni.                                                 
2) Consorzi, di cui alla Legge 109/94 e successive modificazioni ed             
integrazioni e art. 10, lett. b) e c), ed imprese ad essi aderenti              
qualora queste ultime siano state indicate quali "consorziati per il            
quale il consorzio concorre"; in presenza di tale compartecipazione -           
verificabile con la dichiarazione di cui al punto 12) - si procedera'           
all'esclusione dalla gara delle sole imprese aderenti ai consorzi.              
3) Imprese controllanti e controllate; in presenza di tale                      
compartecipazione, verificabile con la dichiarazione di cui al punto            
14), si procedera' all'esclusione dalla gara di tutte le imprese che            
si trovano in dette condizioni.                                                 
vietata, altresi', la partecipazione alla gara in piu' di                       
un'associazione temporanea o consorzi di cui all'art. 12, I comma,              
lettere d), e) della Legge 109/94 e successive modificazioni, ovvero            
la partecipazione alla gara anche in forma individuale qualora si               
partecipi alla gara medesima in associazione o consorzio; in presenza           
di tale compartecipazione, si procedera' all'esclusione dalla gara di           
tutti i partecipanti che si trovano in dette condizioni. Per tali               
soggetti (associazioni temporanee di imprese e consorzi, ex art. 2602           
Codice civile) anche se non ancora costituiti e' consentita la                  
presentazione di offerte.                                                       
G) Riunioni temporanee di imprese: sono ammesse a presentare offerta            
imprese temporaneamente riunite, ai sensi della vigente normativa. La           
capogruppo dovra' presentare tutta la documentazione; le imprese                
mandanti dovranno presentare, quando la natura delle imprese stesse             
lo richieda, la documentazione di cui ai punti 3), 4) , 6), 7), 9),             
10) 11), 13), 14).                                                              
La capogruppo dovra' inoltre presentare, conformemente alla vigente             
normativa:                                                                      
a) il mandato conferitole dall'impresa mandante;                                
b) la procura relativa al mandato di cui alla lettera a).                       
Sono ammesse a presentare offerta associazioni temporanee di                    
concorrenti anche se non ancora costituiti. L'eventuale offerta                 
congiunta deve essere sottoscritta da tutte le imprese che                      
costituiranno i raggruppamenti o i consorzi e contenere l'impegno               
che, in caso di aggiudicazione della gara, le stesse imprese                    
conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza a una di            
esse, da indicare in sede di offerta e qualificata come capogruppo,             
la quale stipulera' il contratto in nome e per conto proprio e delle            
mandanti. In caso di riunione di imprese, le dichiarazioni dovranno             
essere redatte e sottoscritte dalle singole associate e poi                     
presentate dalla capogruppo.                                                    
H) Qualificazione: la partecipazione delle associazioni temporanee e            
dei consorzi di cui all'art. 10, comma 1, lettere d) ed e), Legge               
109/94, e' ammessa a condizione che il mandatario o il capogruppo,              
nonche' gli altri partecipanti, siano gia' in possesso dei requisiti            
di qualificazione in conformita' a quanto stabilito dal DPCM                    
10/1/1991, n. 55, (Legge 109/94, art. 13, comma 1). Inoltre le                  
imprese singole, le associazioni temporanee di imprese ed i consorzi,           
possono partecipare alla gara nel rispetto di quanto previsto                   
dall'art. 95 "Requisiti di impresa singola di quelle riunite",                  
nonche' dell'art. 97, "Consorzi stabili di imprese" del DPR 554/99.             
Per le "Societa' di imprese riunite" vale, invece, quanto stabilito             
dell'art. 96 della stessa norma.                                                
Per la qualificazione delle societa' commerciali, delle cooperative e           
dei loro consorzi, dei consorzi tra imprese artigiane e dei consorzi            
stabili, i requisiti di cui alle lettere a), b) e c) del comma 1,               
dell'art. 17 del DPR 34/00, si riferiscono al direttore tecnico ed a            
tutti i soci se si tratta di societa' in nome collettivo; al                    
Direttore tecnico ed a tutti gli accomandatari se si tratta di                  
societa' in accomandita semplice; al direttore tecnico ed agli                  
amministratori muniti di rappresentanza se si tratta di ogni altro              
tipo di societa' o consorzio.                                                   
I) Aggiudicazione ed adempimenti conseguenti: la gara sara' valida              
anche in presenza di una sola offerta.                                          
L'aggiudicazione avverra' con il criterio del massimo ribasso                   
sull'elenco prezzi, posto a base di gara, qualora le offerte ammesse            
siano inferiori a 5. Qualora, invece, il numero delle offerte ammesse           
non sia inferiore a 5, verranno escluse automaticamente dalla gara le           
offerte che presentano una percentuale di ribasso pari o superiore              
alla media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte               
ammesse, con esclusione del dieci per cento, arrotondato all'unita'             
superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di                
quelle di minor ribasso, incrementata dello scarto aritmetico dei               
ribassi percentuali che superano la predetta media. In caso di                  
offerte vincenti uguali, si procedera' all'aggiudicazione ai sensi              
dell'art. 77 del RD 827/24.                                                     
L'Amministrazione comunale, nel rispetto di quanto previsto dall'art.           
10, comma 1 ter, della Legge 109/94 e successive modificazioni ed               
integrazioni, si avvarra' della facolta', in caso di fallimento o di            
risoluzione del contratto per grave inadempimento dell'originario               
appaltatore, di interpellare il secondo classificato al fine di                 
stipulare un nuovo contratto per il completamento dei lavori alle               
medesime condizioni economiche gia' proposte in sede di offerta; in             
caso di fallimento del secondo classificato, l'Amministrazione potra'           
interpellare il terzo classificato e, in tal caso, il nuovo contratto           
e' stipulato alle condizioni economiche offerte dal secondo                     
classificato.                                                                   
Al contratto, da stipulare a misura, si provvedera' solo quando                 
l'Amministrazione avra' provveduto ad accertare l'insussistenza delle           
cause di divieto, decadenza o sospensione dalla partecipazione ai               
pubblici appalti di cui alla vigente normativa antimafia.                       
espressamente stabilito che l'impegno dell'aggiudicatario e' valido             
dal momento stesso dell'offerta, mentre il Comune rimarra' vincolato            
soltanto ad intervenuta approvazione dell'aggiudicazione e                      
stipulazione del relativo contratto, che dovra' avvenire entro 6 mesi           
dall'aggiudicazione. Decorso tale termine, l'aggiudicatario potra'              
svincolarsi dalla propria offerta. L'aggiudicatario sara' tenuto a              
presentarsi all'Ufficio Contratti del Settore Segreteria generale,              
Via Argelati n. 4, Argelato (BO), per i seguenti adempimenti:                   
- costituzione del deposito spese contrattuali (diritti di                      
segreteria, carte bollate, ecc.);                                               
- costituzione del deposito cauzionale (corrispondente al 10%                   
dell'importo di contratto, salvo quanto disposto dall'art. 30, II               
comma della Legge 109/94 e successive modificazioni);                           
- produzione di tutta la documentazione prevista dalla vigente                  
normativa e necessaria alla stipulazione del contratto medesimo ed              
alla sua registrazione.                                                         
L'aggiudicatario sara' tenuto a provvedere a tutti i suddetti                   
adempimenti entro il termine fissato dall'Ufficio Contratti.                    
In caso di inadempienza agli obblighi di cui sopra, l'appaltatore               
incorrera' nella decadenza di ogni suo diritto, salvo restando per il           
Comune ogni ulteriore azione per il risarcimento danni, a totale                
carico, rischio e responsabilita' dell'appaltatore stesso.                      
Relativamente al pagamento da effettuare a favore dei soggetti                  
subappaltatori, l'Amministrazione non intende avvalersi della                   
facolta' di cui al comma 3 bis dell'art. 18 della Legge 55/90 cosi'             
come introdotto dall'art. 34 del DLgs 406/91.                                   
a carico della ditta che rimarra' aggiudicataria dell'appalto, la               
tassa fissa di registrazione del contratto, il cui versamento dovra'            
essere effettuato presso l'Ufficio Contratti della Segreteria                   
generale, al momento della stipulazione dello stesso.                           
L) Osservanza dei contratti di lavoro: nell'esecuzione dei lavori che           
formano oggetto del presente appalto, le imprese si obbligheranno ad            
applicare integralmente tutte le norme contenute nel Contratto                  
collettivo nazionale di lavoro e di Categoria e negli eventuali                 
accordi locali integrativi, in vigore nel tempo e nella localita' in            
cui si svolgeranno i lavori.M) Spese contrattuali ed IVA: sono a                
carico dell'appaltatore, senza possibilita' di rivalsa nei riguardi             
del Comune, tutte le spese del contratto, compresa la bollatura,                
nonche' l'imposta di bollo e la tassa fissa di registrazione.                   
Per quanto riguarda, infine, l'onere fiscale conseguente                        
all'applicazione dell'IVA (imposta sul valore aggiunto) sul tipo di             
opere oggetto dell'appalto, si precisa che la relativa spesa sara'              
assunta dal Comune a proprio carico, ai sensi di legge. Il contratto,           
oggetto del presente bando di gara, sara' stipulato in forma pubblica           
amministrativa, a seguito di aggiudicazione definitiva.                         
N) Informazioni generali: luogo di esecuzione: Funo, Via Puccini -              
Via Vivaldi e Piazza Donizetti.                                                 
Tempo di esecuzione: 220 giorni naturali, consecutivi e continui,               
decorrenti dal verbale di consegna dei lavori (vedi capitolato                  
speciale d'appalto).                                                            
Caratteristiche generali: l'area, oggetto dell'intervento, si trova             
nella frazione di Funo, ad ovest della S.P. Galliera e comprende la             
ristrutturazione delle Vie Puccini e Vivaldi, nonche' la sistemazione           
di Piazza Donizetti. Il progetto prevede l'inserimento di una                   
rotatoria al fine di ridurre il numero dei punti di conflitto viario,           
la velocita' di attraversamento dell'incrocio, di facilitare le                 
svolte e ridurre i punti di attesa, di favorire la possibilita' di              
inversione di marcia senza manovre pericolose o illegali e di ridurre           
l'inquinamento atmosferico ed acustico. La finalita' dell'intervento            
e' quella di riqualificare la rete viaria all'incrocio delle Vie                
Puccini e Vivaldi in condizioni di sicurezza; di realizzare parcheggi           
di uso pubblico e piste ciclabili, in previsione di un incremento dei           
flussi di traffico.                                                             
Responsabile del procedimento: ing. Massimo Pivanti.                            
O) Documentazione di gara: presso la Segreteria (tel. 051/6634646)              
del Settore Lavori pubblici del Comune di Argelato, Via F.lli Cervi             
n. 3, dalle ore 9 alle ore 12 dei giorni feriali, potra' essere                 
ritirata copia del bando di gara, potranno essere richieste                     
delucidazioni inerenti l'esatta procedura per la partecipazione alla            
gara e sara' inoltre consultabile tutta la relativa documentazione;             
quest'ultima potra' essere acquistata presso: Eliobiemme Srl - Via              
Leonello Spada n. 21 - Bologna (tel. 051/359342 - fax 051/374204).              
Per quanto non espressamente indicato nel presente bando, si                    
applicheranno le norme del Regolamento per l'amministrazione del                
patrimonio e per la contabilita' generale dello Stato.                          
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO                                                
Massimo Pivanti                                                                 
Scadenza: 24 aprile 2001                                                        

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it