ARPA - AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E L'AMBIENTE DELL'EMILIA-ROMAGNA - SEZIONE PROVINCIALE DI FERRARA

CONFERIMENTO BORSE DI STUDIO

Bando di concorso per n. 1 borsa di studio finanziata da ARPA - Agenzia regionale per la prevenzione e l'ambiente della Regione Emilia-Romagna - da conferire ad un laureato in Scienze Biologiche in materia di controlli ambientali

Art. 1                                                                          
Istituzione della borsa di studio                                               
L'ARPA - Sezione provinciale di Ferrara, istituisce una borsa di                
studio rivolta a laureati in Scienze Biologiche aventi i requisiti              
richiesti dal presente bando, finalizzata allo svolgimento di                   
attivita' connesse al tema di ricerca descritto nel successivo art.             
3.                                                                              
Art. 2                                                                          
Requisiti richiesti e caratteristiche                                           
della borsa di studio                                                           
La borsa di studio, della durata di 9 mesi dalla data di decorrenza,            
ha un importo pari a Lire 25.000.000 al lordo delle ritenute di legge           
e potra' essere rinnovata per un massimo di ulteriori mesi 9, qualora           
si renda necessario prorogare l'attivita' di ricerca di cui al                  
successivo art. 3.                                                              
La borsa di studio e' rivolta ad un laureato in Scienze Biologiche. I           
requisiti dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine           
stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.                     
Art. 3                                                                          
Finalita' scientifiche e tema di ricerca                                        
La borsa e' finalizzata al completamento della formazione scientifica           
ed operativa del vincitore nel campo "Indagine biologica su corpi               
idrici di acqua dolce" e all'avvio di una sperimentazione sulla                 
"Mutagenesi ambientale".                                                        
Art. 4                                                                          
Luogo di svolgimento e responsabilita' scientifica                              
La borsa di studio si svolgera' sotto forma di stage, presso ARPA -             
Sezione provinciale di Ferrara, in Corso Giovecca  n.169 e sotto il             
coordinamento e la responsabilita' scientifica del dott. Pier Luigi             
Trentini e dei suoi diretti collaboratori.                                      
Art. 5                                                                          
Vincoli giuridici ed economici                                                  
La borsa di studio non e' cumulabile con altre conferite dallo Stato            
e da altri Enti pubblici o privati. Il suo godimento e' incompatibile           
con qualsiasi rapporto di impiego pubblico.                                     
L'importo della borsa di studio sara' pagato in rate mensili                    
posticipate,  previa dichiarazione del responsabile scientifico che             
il borsista attende con regolarita' alle attivita' di studio e                  
formazione cui la borsa e' finalizzata.                                         
Art. 6                                                                          
Modalita' di assegnazione                                                       
La borsa di studio sara' assegnata tramite selezione pubblica per               
titoli ed esami. Possono partecipare alla borsa di studio i cittadini           
italiani o equiparati in base alle leggi vigenti o aventi la                    
cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione Europea, in possesso di               
laurea in Scienze Biologiche.                                                   
Art. 7                                                                          
Titoli e prove di esame                                                         
Gli esami consisteranno in un colloquio inerente il tema della borsa            
di studio e piu' specificatamente:                                              
- metodi biologici per la valutazione di un corpo idrico;                       
- metodi di valutazione di un bacino idrografico;                               
- principali normative in materia di controlli ambientali in                    
particolar modo alla matrice acqua;                                             
- elementi di mutagenesi ambientale.                                            
Data e luogo della prova verranno comunicati ai candidati con                   
raccomandata a/r.                                                               
I titoli verranno valutati dalla Commissione di cui al successivo               
art. 8 in base ad un punteggio preventivamente definito considerando:           
- il voto finale del titolo di studio richiesto;                                
- eventuali pubblicazioni;                                                      
- eventuali esperienze lavorative/di ricerca nel settore.                       
Art. 8                                                                          
Costituzione della Commissione esaminatrice                                     
La Commissione sara' composta da rappresentanti di ARPA, nominati con           
determinazione del Direttore di Sezione contestualmente                         
all'approvazione del presente bando.                                            
Art. 9                                                                          
Modalita' di presentazione delle domande                                        
La domanda di ammissione alla borsa di studio, redatta in carta                 
semplice, dovra' essere inviata:                                                
- per raccomandata a/r indirizzandola "Al Direttore della Sezione               
provinciale di Ferrara dell'ARPA, Corso Giovecca  n.169, cap 44100,             
Ferrara" oppure                                                                 
- consegnata a mano all'Ufficio Protocollo della Sezione provinciale            
di Ferrara dell'ARPA, Corso Giovecca n. 169 - Ferrara, durante i                
seguenti orari: dal lunedi' al venerdi' dalle ore 8 alle ore 14,                
entro le ore 12 del quindicesimo giorno non festivo successivo alla             
data di pubblicazione del bando nel Bollettino Ufficiale della                  
Regione Emilia-Romagna a pena di esclusione. Qualora il termine venga           
a cadere in giorno festivo, si intendera' protratto al primo giorno             
non festivo immediatamente seguente. Non saranno prese in                       
considerazione domande che perverranno oltre tale data ed a tal fine            
si precisa che non fa fede il timbro postale dell'Ufficio accettante.           
Nella domanda ciascun candidato dovra' dichiarare:                              
1) cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza;                          
2) titolo di studio o qualifica professionale posseduta, esami                  
sostenuti, con indicazione della data e del luogo del conseguimento,            
nonche' con indicazione del voto finale, titolo di specializzazione,            
di eventuale abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di                 
qualificazione tecnica;                                                         
3) indirizzo presso il quale desidera che gli siano fatte pervenire             
tutte le comunicazioni relative alla selezione e numero telefonico;             
4) di non aver riportato condanne penali, precisando in caso                    
contrario, quali condanne abbia riportato;                                      
5) quale sia la posizione ai fini dell'obbligo del servizio militare;           
6) di essere in possesso della cittadinanza italiana o della                    
cittadinanza di uno degli Stati dell'Unione Europea.                            
Il candidato dovra' apporre la propria firma in calce alla domanda              
senza necessita' di autentica ai sensi dell'art. 3, comma 5 della               
Legge 127/97.                                                                   
Alla domanda di partecipazione dovranno essere allegati in originale            
o in copia semplice i seguenti documenti:                                       
1) curriculum formativo e professionale;                                        
2) eventuali pubblicazioni su argomenti attinenti la materia oggetto            
della borsa di studio, documentate con la copia fotostatica del                 
frontespizio della rivista/volume unitamente alla copia dell'indice             
con evidenziato il nome del partecipante ed il titolo della                     
pubblicazione.                                                                  
Qualora risulti necessario controllare la veridicita' delle                     
dichiarazioni, nel caso in cui gli stati, i fatti e le qualita'                 
personali dichiarati siano certificabili o attestabili da parte di un           
altro soggetto pubblico, l'Amministrazione procedente entro 15 giorni           
richiede direttamente la necessaria documentazione al soggetto                  
competente. In questo caso, per accelerare il procedimento,                     
l'interessato puo' trasmettere, anche attraverso strumenti                      
informatici o telematici, una copia fotostatica, ancorche' non                  
autenticata, dei certificati di cui sia gia' in possesso.                       
Il termine fissato per la presentazione della domanda e dei documenti           
e' perentorio; l'eventuale riserva di invio successivo di documenti             
e' priva di effetto.                                                            
Art. 10                                                                         
Formazione delle graduatorie                                                    
La Commissione formulera' con motivata relazione, la graduatoria dei            
partecipanti risultati idonei. La graduatoria avra' validita' 18                
mesi.                                                                           
Art. 11                                                                         
Conferimento e decorrenza                                                       
La borsa di studio verra' ufficialmente assegnata con determinazione            
del Direttore di Sezione di ARPA sulla base della graduatoria di                
merito formulata dalla Commissione giudicatrice con l'indicazione               
della decorrenza che sara' proposta dal Direttore stesso.                       
Art. 12                                                                         
Accettazione da parte dei vincitori                                             
Nel perentorio termine di dieci giorni dalla data di ricevimento                
della lettera raccomandata con la quale sara' notificato il                     
conferimento della borsa di studio, l'assegnatario dovra' far                   
pervenire all'ARPA - Sezione provinciale di Ferrara, pena decadenza,            
la dichiarazione di accettazione, senza riserve, della borsa                    
medesima, alle condizioni del presente bando. Con detta dichiarazione           
l'assegnatario della borsa dovra' inoltre dare esplicita                        
assicurazione, sotto la propria responsabilita', che non usufruira',            
durante tutto il periodo di godimento della borsa di studio, di altri           
analoghi assegni o sovvenzioni e che non ricopre alcun impiego alle             
dipendenze dello Stato e di altri Enti pubblici o privati.                      
Per tale comunicazione, per il termine fissato, fara' fede il timbro            
postale dell'Ufficio accettante.                                                
Art. 13                                                                         
Obbligo di frequenza                                                            
Il borsista ha l'obbligo di frequentare le strutture dell'ARPA -                
Sezione provinciale di Ferrara, al fine di compiere l'attivita' di              
studio cui la borsa e' finalizzata.                                             
Le assenze complessive che potranno verificarsi nel corso di                    
svolgimento della borsa di studio non dovranno essere                           
complessivamente superiori ai 20 giorni.                                        
Qualora, per motivi di salute, il borsista sia impossibilitato alla             
frequenza per un periodo complessivamente non superiore ai due mesi,            
lo stesso dovra' prolungare la propria attivita' per un periodo pari            
a quello di assenza.                                                            
Art. 14                                                                         
Esclusione                                                                      
L'assegnatario che non ottemperi a quanto previsto dall'art. 13 o che           
si renda comunque responsabile di altri gravi mancanze e non dia                
prova di possedere sufficiente attitudine, sara' dichiarato decaduto            
dal godimento della borsa studio con provvedimento del Direttore                
della Sezione provinciale di Ferrara.                                           
Art. 15                                                                         
Rinuncia                                                                        
In caso di rinuncia da parte del vincitore, la borsa di studio, o la            
parte restante di essa, sara' messa a disposizione, dei concorrenti             
classificati idonei, secondo l'ordine della graduatoria di cui                  
all'art. 10.                                                                    
Art. 16                                                                         
Caratteristiche giuridiche                                                      
La borsa di studio non da' luogo a trattamenti previdenziali. Il suo            
godimento non integra un rapporto di lavoro essendo finalizzata alla            
sola formazione scientifica professionale dei borsisti ed e'                    
sottoposta al regime fiscale previsto dalla legge.                              
Il titolare della borsa di studio gode dell'assicurazione contro gli            
infortuni e per responsabilita' civile contro terzi a cura di ARPA.             
Art. 17                                                                         
Tutela della privacy                                                            
Tutti i dati personali, di cui ARPA verra' in possesso, in occasione            
dell'espletamento della borsa di studio, verranno trattati nel                  
rispetto della Legge 675/96.                                                    
IL DIRETTORE                                                                    
Ivano Graldi                                                                    
Scadenza: 1 marzo 2001                                                          

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it