REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 ottobre 2001, n. 2199

Approvazione piano di riparto e assegnazione di contributi per il finanziamento di progetti destinati al potenziamento dei servizi a favore delle persone che versano in stato di poverta' estrema e senza fissa dimora per l'esercizio 2001 secondo quanto disposto dal DPCM 15/12/2000

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Richiamati:                                                                     
- la propria deliberazione n. 2541 del 4 luglio 1995, esecutiva, con            
la quale sono state fissate le direttive per l'esercizio delle                  
funzioni dirigenziali;                                                          
- l'art. 59, comma 44 della Legge 27 dicembre 1997, n. 449;                     
- l'art. 28 della Legge 8 novembre 2000, n. 328 "Riordino del sistema           
delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza";                       
- il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 15 dicembre              
2000 recante "Riparto tra le Regioni dei finanziamenti destinati al             
potenziamento dei servizi a favore delle persone che versano in stato           
di poverta' estrema e senza fissa dimora";                                      
- il DM 20 marzo 2001 del Ministro per la Solidarieta' sociale,                 
registrato dalla Corte dei conti in data 2 maggio 2001, con il quale            
e' stata operata la ripartizione alle Regioni della quota del Fondo             
nazionale per le politiche sociali per l'anno 2001, che assegna alla            
Regione Emilia-Romagna la somma di Lire 100.793.435.341 (pari a                 
52.055.465,06 Euro);                                                            
dato atto:                                                                      
- che con il citato DM, per gli interventi specificatamente destinati           
al potenziamento dei servizi a favore delle persone che versano in              
stato di poverta' estrema e senza fissa dimora, e' stata assegnata              
alla Regione Emilia-Romagna la somma di Lire 1.192.837.127 (pari a              
616.048,96 Euro) che e' stata allocata al Capitolo 57245 "Contributi            
per l'attuazione di interventi urgenti per le situazioni di poverta'            
estrema (art. 28, Legge 328/00) - Mezzi statali" del Bilancio per               
l'esercizio 2001;                                                               
- che, rispetto alla somma di Lire 65.340.568.665 (pari a                       
33.745.587,48 Euro), assegnata alla Regione Emilia-Romagna come quota           
indistinta ai sensi dell'art. 20 della citata Legge 328/00, e' stata            
disposta con propria deliberazione 1482/01, per le medesime finalita'           
sopra indicate, la variazione in aumento del citato Capitolo 57245              
per un importo di Lire 2.000.000.000 (pari a 1.032.913,80 Euro);                
dato atto inoltre:                                                              
- che l'art. 1 del citato DPCM 15/12/2000 stabilisce che entro il 30            
giugno di ogni anno gli Enti locali, le organizzazioni di                       
volontariato, gli organismi non lucrativi di utilita' sociale e le              
IPAB possono presentare alle Regioni i progetti concernenti la                  
realizzazione, l'ampliamento o l'innovazione di centri e di servizi             
di pronta accoglienza, interventi socio-sanitari, servizi per                   
l'accompagnamento e il reinserimento sociale delle persone che                  
versano in situazioni di poverta' estrema e dalle persone senza fissa           
dimora;                                                                         
- che l'art. 2, comma 1 del citato decreto indica i requisiti dei               
progetti per l'ammissione ai finanziamenti mentre al comma 2 vengono            
stabiliti i criteri preferenziali per la valutazione dei progetti ai            
fini della predisposizione di una graduatoria da parte delle Regioni;           
- che, in considerazione dell'esiguita' delle risorse disponibili,              
risulta opportuno con il presente provvedimento, dare luogo solo al             
finanziamento di progetti che, in ottemperanza alle finalita'                   
espressamente previste dall'art. 1 del DPCM del 15 dicembre 2000,               
prevedono l'utilizzo di risorse correnti, ivi comprese le spese per             
specifiche strumentazioni o arredi funzionalmente inseriti                      
nell'ambito del progetto gestionale, rinviando a successivi ed                  
appositi provvedimenti l'accoglimento di istanze di contributi                  
connessi alla realizzazione di strutture mediante l'utilizzo di                 
risorse finalizzate a spese di investimento;                                    
- che l'istruttoria relativa alla valutazione delle domande di                  
contributo pervenute entro la data del 30 giugno 2001 e' stata                  
effettuata da un apposito gruppo tecnico di valutazione individuato             
nell'ambito del Servizio Politiche per l'accoglienza e l'integrazione           
sociale cosi' come indicato da apposito verbale redatto in data 3               
ottobre 2001 e conservato agli atti del Servizio;                               
- che sulla base della predetta istruttoria e dei conseguenti criteri           
di valutazione preferenziale dei progetti, sono stati predisposti gli           
elenchi dei progetti ammessi al finanziamento e di quelli esclusi,              
che sono contenuti rispettivamente nelle tabelle 1 e 2 contenute nel            
piano di riparto allegato al presente atto, parte integrante dello              
stesso;                                                                         
ritenuto pertanto opportuno:                                                    
- acquisire i risultati dei predetto gruppo tecnico stabilendo nel              
contempo, in ottemperanza al secondo comma dell'art. 3 del citato               
DPCM 15/12/2000, una percentuale di contribuzione pari al 70% del               
contributo ammissibile per ogni intervento da realizzare nel                    
territorio del comune di Bologna e una percentuale pari al 57,5% per            
gli altri progetti da realizzare nel territorio della regione;                  
- di dover conseguentemente procedere al riparto ed alla assegnazione           
di contributi ai progetti approvati per un ammontare complessivo di             
Lire 3.183.457.931 (pari a 1.644.118,81 Euro);                                  
- acquisire la certificazione antimafia, ai sensi dell'art. 3 del DPR           
3/6/1998, n. 252, per i soggetti del privato sociale, ad esclusione             
delle IPAB, destinatari di un contributo superiore a Lire 300.000.000           
(pari a 154.937,07 Euro);                                                       
vista la L.R. 18 aprile 2001, n. 10 nonche' la L.R. 21 agosto 2001,             
n. 28;                                                                          
ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all'art. 57, comma 2 della           
L.R. 31/77 e successive modificazioni e che, pertanto, l'impegno di             
spesa possa essere assunto con il presente atto;                                
vista la propria deliberazione 1841/01 relativa all'attribuzione                
dell'incarico di responsabile del servizio "Ragioneria e credito" ad            
interim alla dirigente Amina Curti;                                             
dato atto, inoltre ai sensi dell'art. 4, comma 6 della L.R. 41/92               
nonche' della propria delibera 2541/95:                                         
- del parere favorevole espresso dal Responsabile del Servizio                  
Politiche per l'accoglienza e l'integrazione sociale dr. Adriano                
Salsi in merito alla regolarita' tecnica della presente                         
deliberazione;                                                                  
- del parere favorevole espresso dal Direttore generale Sanita' e               
Politiche sociali dr. Franco Rossi, in merito alla legittimita' della           
presente deliberazione;                                                         
- del parere favorevole espresso dal Responsabile del Servizio                  
Ragioneria e Credito dr.ssa Amina Curti, in merito alla regolarita'             
contabile del presente provvedimento;                                           
su proposta dell'Assessore alle Politiche Sociali. Immigrazione.                
Progetto giovani. Cooperazione internazionale Gianluca Borghi;                  
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di approvare il "Piano di riparto e assegnazione di contributi per           
il finanziamento di progetti concernenti la realizzazione,                      
l'ampliamento o l'innovazione di centri e di servizi di pronta                  
accoglienza, interventi socio-sanitari, servizi per l'accompagnamento           
e il reinserimento sociale delle persone che versano in situazioni di           
poverta' estrema e dalle persone senza fissa dimora per l'esercizio             
2001", secondo quanto disposto dal DPCM 15 dicembre 2000 "Riparto tra           
le Regioni dei finanziamenti destinati al potenziamento dei servizi a           
favore delle persone che versano in stato di poverta' estrema e senza           
fissa dimora", per un importo complessivo di Lire 3.183.457.931 (pari           
a 1.644.118,81 Euro), che costituisce complemento inscindibile della            
presente deliberazione;                                                         
2) di procedere conseguentemente alle assegnazioni contributive                 
ricomprese nella tabella n. 1 del Piano di cui al punto precedente a            
beneficio dei soggetti ivi elencati e secondo gli importi per                   
ciascuno di essi parimenti specificati;3) di imputare la somma di               
Lire 3.183.457.931 (pari a 1.644.118,81 Euro) derivante dal presente            
provvedimento, registrata al n. di impegno sul Capitolo 57245                   
"Contributi per l'attuazione di interventi urgenti per le situazioni            
di poverta' estrema (art. 28, Legge 328/00) - Mezzi statali" del                
Bilancio per l'esercizio 2001 che presenta la necessaria                        
disponibilita';                                                                 
4) di dare atto che alla liquidazione dei contributi provvedera' il             
Responsabile del Servizio competente con propri atti formali ai sensi           
dell'art. 61 della L.R. 31/77, cosi' come sostituito dall'articolo 14           
della L.R. 40/94 e della deliberazione 2541/95, secondo la seguente             
modalita':                                                                      
- 70% sulla base della dichiarazione di avvenuto avvio dei progetti             
da parte del Dirigente competente o del legale rappresentante dei               
soggetti assegnatari;                                                           
- 30% ad avvenuta conclusione del progetto e comunque entro e non               
oltre il 31/1/2003 sulla base di una relazione conclusiva                       
dell'attivita' svolta corredata di una apposita rendicontazione delle           
spese sostenute.                                                                
Qualora le spese effettivamente sostenute per l'attuazione dei                  
progetti risultassero inferiori a quelle ammesse a contributo                   
indicate nel presente provvedimento, si procedera' alla                         
rideterminazione proporzionale del contributo ed all'eventuale                  
recupero delle somme erogate in eccesso;                                        
5) di dare atto che con il presente provvedimento si da' luogo solo             
al finanziamento di progetti che prevedono l'utilizzo di risorse                
finalizzate a spese correnti di gestione, rinviando a successivi ed             
appositi provvedimenti l'accoglimento di istanze di contributi                  
connessi alla realizzazione di strutture mediante l'utilizzo di                 
risorse finalizzate a spese di investimento;                                    
6) di pubblicare, per estratto, il presente atto deliberativo nel               
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.                              
Piano di riparto e assegnazione di contributi per il finanziamento di           
progetti concernenti la realizzazione, l'ampliamento o l'innovazione            
di centri e di servizi di pronta accoglienza, interventi                        
socio-sanitari, servizi per l'accompagnamento ed il reinserimento               
sociale delle persone che versano in situazioni di poverta' estrema e           
delle persone senza fissa dimora per l'esercizio 2001. DPCM 15                  
dicembre 2000                                                                   
Premessa                                                                        
Il presente piano di ripartizione di contributi utilizza risorse pari           
a complessive Lire 3.183.457.931 (pari a 1.644.118,81 Euro)                     
provenienti dal riparto alle Regioni del Fondo nazionale per le                 
politiche sociali in applicazione dell'art. 28 della Legge 8 novembre           
2000, n. 328 "Riordino del sistema delle istituzioni pubbliche di               
assistenza e beneficenza" per interventi destinati al potenziamento             
dei servizi a favore delle persone che versano in stato di poverta'             
estrema e senza fissa dimora in applicazione del DPCM 15 dicembre               
2000.                                                                           
Infatti il DM 20 marzo 2001 del Ministro per la solidarieta' sociale,           
registrato dalla Corte dei conti in data 2 maggio 2001, ha operato la           
ripartizione alle Regioni della quota del Fondo nazionale per le                
politiche sociali per l'anno 2001, che assegna alla Regione                     
Emilia-Romagna la somma di Lire 100.793.435.341 (pari a 52.055.465,06           
Euro), delle quali Lire 1.192.837.127 per gli interventi                        
specificatamente destinati al potenziamento dei servizi a favore                
delle persone che versano in stato di poverta' estrema e senza fissa            
dimora. La somma e' stata allocata con deliberazione 1482/01 della              
Giunta regionale al Capitolo 57245 "Contributi per l'attuazione di              
interventi urgenti per le situazioni di poverta' estrema".                      
Inoltre, rispetto alla somma di Lire 65.340.568.665 (pari a                     
33.745.587,48 Euro), assegnata alla Regione Emilia-Romagna come quota           
indistinta ai sensi dell'art. 20 della citata Legge 328/00, e' stata            
disposta con la medesima deliberazione  n.1482/01, la variazione in             
aumento del citato Capitolo 57245 per un importo di Lire                        
2.000.000.000 (pari a 1.032.913,80 Euro).Il DPCM 15 dicembre 2000 ha            
specificatamente indicato:                                                      
1) i soggetti ammessi a presentare domanda di contributo;                       
2) la tipologia degli interventi ammessi a contributo;                          
3) i criteri generali per l'assegnazione dei contributi;                        
4) il termine per la presentazione delle domande;                               
5) la destinazione prioritaria delle risorse al territorio del Comune           
di Bologna.                                                                     
2) Domande pervenute                                                            
Decorso il termine per la presentazione delle domande, fissato nel 30           
giugno 2001, risultano pervenute all'Assessorato regionale alle                 
Politiche sociali. Immigrazione. Progetto giovani. Cooperazione                 
internazionale, n. 32 istanze di ammissione a contributo cosi'                  
suddivise per Provincia:                                                        
- n. 8 Piacenza, n. 2 Parma, n. 1 Reggio Emilia, n. 10 Bologna, n. 2            
Ravenna, n. 3 Forli'-Cesena e n. 6 Rimini.                                      
3) Istruttoria                                                                  
Le domande pervenute sono state preliminarmente esaminate dal gruppo            
tecnico di valutazione individuato presso il Servizio competente                
sotto il profilo della regolarita' giuridico-amministrativa in ordine           
alla necessita' di verificarne la corrispondenza ai requisiti di                
ammissibilita' soggettivi e oggettivi, enunciati dal DPCM 15/12/2000.           
Dopo l'istruttoria, sono cosi' risultati non ammissibili, e pertanto            
esclusi, n. 3 progetti di cui n. 2 per finalita' dell'intervento non            
specificamente rivolto alle persone che versano in situazione di                
poverta' estrema o senza fissa dimora, e n. 1 per tipologia di                  
intervento non contemplata dal Bando.                                           
L'elenco delle istanze non ammissibili, con l'indicazione delle                 
rispettive cause d'esclusione, e' riportato alla tabella n. 2.                  
Non sono state inoltre prese in esame n. 1 domanda e n. 7 progetti,             
parti di domanda, relativi a interventi connessi all'utilizzo di                
risorse per spese di investimento, il cui elenco e' contenuto nella             
tabella n. 3.                                                                   
I 28 progetti risultati ammissibili al riparto, in quanto conformi ai           
requisiti stabiliti dal bando, sono quindi stati valutati dal gruppo            
tecnico di valutazione e ordinati secondo una graduatoria formulata             
tenendo conto dei criteri individuati dal citato DPCM.                          
Per quanto attiene alle spese ammissibili, il gruppo tecnico ha                 
introdotto i seguenti criteri:                                                  
1) relativamente al periodo di attivazione e realizzazione dei                  
progetti, sono presi in considerazione i progetti attivati,                     
realizzati o realizzabili nell'arco del periodo che inizia dalla data           
del DPCM (15/12/2000) fino al 31/12/2002;                                       
2) relativamente al periodo di competenza delle spese ammissibili               
sulle quali e' determinato il finanziamento regionale, si considera,            
nell'ambito del periodo pluriennale indicato al punto 1), un periodo            
di attivita' massimo pari a 12 mesi;                                            
3) per quanto attiene alle spese generali di progettazione, si                  
considerano ammissibili fino ad un massimo del 10% del costo totale             
del progetto;                                                                   
4) per quanto attiene alle spese di documentazione, ricerca e                   
divulgazione dei risultati si considerano ammissibili fino ad un                
massimo del 10% del costo totale del progetto.                                  
Sulla base della graduatoria risultante e' stato predisposto l'elenco           
riportato alla Tabella n. 1, comprendente i progetti giudicati idonei           
e ammessi a contributo sulla base del riparto delle risorse                     
attualmente disponibili, con l'indicazione dell'entita' del                     
contributo assegnato.                                                           
4) Risorse disponibili e piano dei finanziamenti                                
Le risorse utilizzate per il finanziamento dei progetti risultati               
ammissibili ammontano a complessive Lire 3.183.457.931 (pari a                  
1.644.118,81 Euro) e risultano disponibili sul Capitolo 57245                   
"Contributi per l'attuazione di interventi urgenti per le situazioni            
di poverta' estrema (art. 28, Legge 328/00) - Mezzi statali" del                
Bilancio per l'esercizio 2001.                                                  
(segue allegato fotografato)                                                    
TABELLA N. 2                                                                    
Elenco dei progetti esclusi dal finanziamento                                   
1) Ass. di solidarieta' "La Ricerca" Onlus (PC) Motivazione                     
sintetica: finalita' dell'intervento non specificamente rivolto alle            
persone che versano in situazione di poverta' estrema o senza fissa             
dimora.                                                                         
2) Sentieri nel mondo - Onlus (PC) Motivazione sintetica: finalita'             
dell'intervento non specificamente rivolto alle persone che versano             
in situazione di poverta' estrema o senza fissa dimora.                         
3) Comune di Bologna, Servizio immigrati, profughi, nomadi                      
Motivazione sintetica: tipologia dell'intervento nell'ambito del                
diritto allo studio.                                                            
TABELLA N. 3                                                                    
Elenco delle domande o delle parti di domande non accolte in quanto             
connesse a spese per investimento                                               
1) Ass. di Volontariato AGAPE "Potenziamento della piccola Casa della           
Carita'" Descrizione: ristrutturazione stabile Via Sforza Pallavicino           
(Fiorenzuola d'Arda)                                                            
2) Comune di Parma "Residenza Casablanca" Descrizione:                          
ristrutturazione immobile Via Casa Bianca (Parma)                               
3) Consorzio per i servizi sociali dei Comuni di Ravenna, Cervia,               
Russi e Azienda Unita' sanitaria locale "Progetto Oltre la                      
solitudine" Descrizione: ristrutturazione immobile Via Bassa (Mezzano           
- Ravenna)                                                                      
4) Comune di Bologna, Settore Sicurezza urbana "Progetto sperimentale           
di intervento sulla popolazione punkabestia sul territorio di                   
Bologna" Descrizione: acquisto strutture tipo container.                        
5) Comune di Bologna, Servizio Integrazione sociale Descrizione:                
ristrutturazione di n. 2 immobili da adibire a ripari notturni e                
dello stabile di Via Libia n. 67                                                
6) Ass. cristiana di volontariato "Matteo 25" "Realizzazione di                 
centro di accoglienza e di reinserimento sociale per soggetti                   
svantaggiati" Descrizione: ristrutturazione immobile Via Corticella             
(Bologna)                                                                       
7) Comunita' Papa Giovanni XXIII "Potenziamento attivita' di                    
accoglienza in localita' Borghi" Descrizione: ristrutturazione                  
immobile Via San Martino in Converseto (Borghi)                                 
8) Coop. soc. "Madonna della Carita'" "Gestione centro accoglienza              
per persone indigenti" Descrizione: ristrutturazione ex Istituto San            
Giuseppe (Rimini)                                                               

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it