REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 5 giugno 2001, n. 978

L.R. 5/00, art. 3 - Concessione contributo a fondo perduto a favore dei Comuni di San Benedetto Val di Sambro (BO) e Pellegrino Parmense (PR) da destinare a soggetti privati, per danni ad immobili cagionati da frane comuni San Benedetto Val di Sambro nel 1994 e Pellegrino Parmense (PR) nel 1997 - Impegno di spesa

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Viste:                                                                          
- la L.R. n. 5 dell'1 febbraio 2000, che all'art. 3, concede                    
contributi a favore di soggetti privati, per danni ad immobili,                 
cagionati da frane nei comuni di San Benedetto Val di Sambro (BO),              
nel giugno del 1994 e di Pellegrino Parmense (PR), nel gennaio del              
1997, con le modalita' di cui alla L.R. 24/98;                                  
- la L.R. n. 10 del 18 aprile 2001, avente titolo: "Bilancio di                 
previsione della Regione Emilia-Romagna per l'anno finanziario 2001 e           
Bilancio pluriennale 2001-2003", nella quale e' stata iscritta la               
somma di Lire 3.000.000.000 (pari a Euro 1.549.370,70), al Capitolo             
di spesa n. 48280, "Contributi a favore di soggetti privati per danni           
ad immobili cagionati da frane, nei comuni di San Benedetto Val di              
Sambro (BO) nel giugno del 1994 e di Pellegrino Parmense (PR) nel               
gennaio del 1997 (art. 3, L.R. 1 febbraio 2000, n. 5).";                        
richiamata la propria deliberazione n. 1485 del 12 settembre 2000,              
esecutiva, attuativa dell'art. 3 della L.R. 5/00, avente per titolo:            
"L.R. 5/00, art. 3 - Modalita' per l'ammissione ai contributi a fondo           
perduto a favore di soggetti privati, per danni ad immobili cagionati           
da frane nei comuni di San Benedetto Val di Sambro (BO) nel 1994 e di           
Pellegrino Parmense (PR) nel 1997.";                                            
preso atto delle richieste di contributi trasmesse dai comuni di San            
Benedetto Val di Sambro e di Pellegrino Parmense, agli atti del                 
Servizio Programmi edilizi (prot. n. 2571, del 2/2/2001), per i danni           
ad immobili cagionati dalle frane sopra richiamate, richieste                   
corredate dalle delibere delle Giunte comunali (per San Benedetto Val           
di Sambro: deliberazione n. 1 del 13 gennaio 2001; per Pellegrino               
Parmense: deliberazione n. 4 del 15 gennaio 2001), che approvano gli            
elenchi dei soggetti privati aventi diritto ai contributi, con la               
specificazione per ciascuno di essi dell'importo  ammesso a                     
contributo, conformemente alle modalita' di cui all'Allegato A della            
propria deliberazione 1485/00;                                                  
considerato che:                                                                
- il metodo di calcolo del contributo per le seconde case, nel caso             
di nuova costruzione o acquisto di altro alloggio, come stabilito               
nell'Allegato A della propria deliberazione 1485/00, e'                         
eccessivamente penalizzante e pertanto in tale calcolo al posto della           
Su (superficie utile abitabile) deve essere presa la Sc (superficie             
complessiva);                                                                   
- con deliberazione del Consiglio regionale n. 133 del 21 dicembre              
2000 (proposta della Giunta regionale n. 2160 del 28 novembre 2000)             
ha aggiornato il limite massimo di costo per gli interventi di nuova            
edificazione di edilizia residenziale sovvenzionata, precedentemente            
fissato in Lire 1.800.000/mq (pari a Euro 929,62/mq), portandolo a              
Lire 2.000.000/mq (pari a Euro 1.032,91/mq), pertanto a tale valore             
e' opportuno riferire il calcolo del contributo per le prime e                  
seconde case, nel caso di nuova costruzione o acquisto di altro                 
alloggio;                                                                       
ritenuto, conseguentemente e conformemente alle considerazioni                  
suddette, di ricalcolare i contributi richiesti dai Comuni di San               
Benedetto Val di Sambro e di Pellegrino Parmense, quantificando gli             
importi dei contributi concedibili come indicato nelle Tabelle a) e             
b) dell'Allegato 1, parte integrante del presente provvedimento;                
preso atto che dalle tabelle suddette risulta una somma complessiva             
di contributi concedibili di Lire 3.000.000.000 (pari a Euro                    
1.549.370,70), cosi' ripartita fra i due Comuni interessati:                    
- al Comune di San Benedetto Val di Sambro, spetta la somma di Lire             
442.006.000 (pari a Euro 228.277,05);                                           
- al Comune di Pellegrino Parmense, spetta la somma di Lire                     
2.557.994.000 (pari a Euro 1.321.093,65);                                       
dato atto che alla spesa complessiva sopra quantificata di Lire                 
3.000.000.000 (pari a Euro 1.549.370,70) si fa fronte attraverso lo=20          
stanziamento di cui alla L.R. 10/01, "Bilancio di previsione della              
Regione Emilia-Romagna per l'anno finanziario 2001 e Bilancio                   
pluriennale 2001-2003", al Capitolo di spesa  n.48280, "Contributi a            
favore di soggetti privati per danni ad immobili cagionati da frane,            
nei comuni di San Benedetto Val di Sambro (BO) nel giugno del 1994 e            
di Pellegrino Parmense (PR) nel gennaio del 1997 (art. 3, L.R. 1                
febbraio 2000, n. 5).";                                                         
ritenuto che ricorrano le condizioni di cui all'art. 57, secondo                
comma, della L.R. 31/77 e successive modifiche e che pertanto                   
l'impegno di spesa possa essere assunto con il presente atto;                   
richiamata la propria deliberazione 187/99, esecutiva, avente per               
oggetto: "Approvazione del programma operativo Euro e attuazione dei            
progetti ôNormativa' e ôAtti amministrativi'.";                                 
dato atto, ai sensi dell'art. 4, sesto comma della L.R. 41/92 e del             
punto 3.1 della propria deliberazione 2541/95, dei pareri favorevoli            
espressi:                                                                       
- dal Responsabile del Servizio Programmi edilizi, arch. Piero                  
Orlandi, in merito alla regolarita' tecnica del presente atto;                  
- dal Direttore generale alla Programmazione territoriale e Sistemi             
di mobilita' dott. Roberto Raffaelli, in merito alla legittimita' del           
presente atto;                                                                  
- del Responsabile del Servizio Ragioneria e Credito, dott. Gianni              
Mantovani, in merito alla regolarita' contabile del presente atto;              
su proposta dell'Assessore alla Programmazione territoriale.                    
Politiche abitative. Riqualificazione urbana;                                   
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di approvare, in conformita' alle premesse, la variazione della              
modalita' di calcolo del contributo per le seconde case, nel caso di            
nuova costruzione o acquisto di altro alloggio, come stabilito                  
nell'Allegato A della propria deliberazione 1485/00, sostituendo alla           
Su (superficie utile abitabile), la Sc (superficie complessiva);                
2) di aggiornare, in conformita' alle premesse, il limite massimo di            
costo per gli interventi di nuova edificazione di edilizia                      
residenziale sovvenzionata, gia' stabilito nella propria                        
deliberazione 1485/00 e pari a Lire 1.800.000/mq (pari a Euro                   
929,62/mq), portandolo a Lire 2.000.000/mq (pari a Euro 1.032,92/mq),           
come stabilito dalla deliberazione del Consiglio regionale 133/00               
(proposta della Giunta regionale 2160/00), ai fini del calcolo del              
contributo per le prime e seconde case, nel caso di nuova costruzione           
o acquisto di altro alloggio;                                                   
3) di concedere, in conformita' alle premesse ed ai punti precedenti,           
la somma di Lire 3.000.000.000 (pari a Euro 1.549.370,70), ai Comuni            
di San Benedetto Val di di Sambro (BO) e di Pellegrino Parmense (PR),           
quale importo complessivo dei contributi a favore di soggetti                   
privati, per danni ad immobili, cagionati da frane, nel comune di San           
Benedetto Val di Sambro nel giugno del 1994 e di Pellegrino Parmense            
nel gennaio del 1997, secondo il seguente schema di ripartizione:               
- al Comune di San Benedetto Val di Sambro e' concessa  la somma di             
Lire 442.006.000 (pari a Euro 228.277,05);                                      
- al Comune di Pellegrino Parmense, e' concessa la somma di Lire                
2.557.994.000 (pari a Euro 1.321.093,65);                                       
4) di impegnare la somma di Lire 3.000.000.000 (pari a Euro                     
1.549.370,70), registrata al n. 1801 di impegno, sul Capitolo di                
spesa n. 48280, "Contributi a favore di soggetti privati per danni ad           
immobili cagionati da frane, nei comuni di San Benedetto Val di                 
Sambro  (BO) nel giugno del 1994 e di Pellegrino Parmense (PR) nel              
gennaio del 1997 (art. 3, L.R. 1 febbraio 2000, n. 5)", del Bilancio            
per l'esercizio finanziario 2001, che presenta la necessaria                    
disponibilita';                                                                 
5) di dare atto che, ad esecutivita' della presente deliberazione, il           
Responsabile del Servizio regionale competente provvedera' con                  
proprio atto formale, ai sensi della L.R. 31/77 e successive                    
modificazioni e della propria deliberazione 2541/95, alla                       
liquidazione ed alla emissione della richiesta del titolo di                    
pagamento in un'unica soluzione, di quanto concesso ai Comuni di San            
Benedetto Val di Sambro e di Pellegrino Parmense;                               
6) di dare atto altresi' che i Comuni di San Benedetto Val di Sambro            
e di Pellegrino Parmense provvederanno:                                         
a) alla concessione dei contributi ai soggetti aventi diritto,                  
conformemente alle Tabelle a) e b) dell'Allegato 1, parte integrante            
del presente provvedimento, entro 30 giorni dalla  esecutivita' dello           
stesso, con atto amministrativo idoneo, trasmettendolo per conoscenza           
alla Regione;                                                                   
b) all'erogazione ai soggetti aventi diritto dei contributi concessi,           
secondo le modalita' stabilite ai punti 2 e 4 dell'Allegato A della             
propria deliberazione 1485/00;                                                  
c) alla trasmissione alla Regione Emilia-Romagna, Direzione                     
Programmazione e Pianificazione urbanistica, Servizio Programmi                 
edilizi, entro 30 giorni dal completamento della erogazione                     
complessiva dei contributi concessi, di un apposito elenco a                    
consuntivo delle somme effettivamente erogate, le eventuali economie            
che dovessero risultare da tale rendicontazione debbono essere                  
restituite alla Regione;                                                        
7) di dare atto che le liquidazioni, da parte dei Comuni di San                 
Benedetto Val di Sambro e di Pellegrino Parmense, dei contributi                
afferenti a nuove costruzioni o acquisto di immobili, sono                      
condizionate dall'avvenuta demolizione degli edifici esistenti e                
l'area di risulta e' acquisita al patrimonio indisponibile degli                
stessi comuni, fermo restando la specifica disciplina di tutela                 
prevista per i beni culturali, ai sensi dell'art. 21, comma 1 del               
DLgs 29 ottobre 1999, n. 490;                                                   
8) di dare atto che per quanto non espressamente previsto nel                   
presente provvedimento, si rinvia alle disposizioni operative                   
indicate nella propria deliberazione 1485/00;                                   
9) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale             
della Regione Emilia-Romagna.                                                   
ALLEGATO 1                                                                      
Tabella a) - Contributi spettanti al Comune di San Benedetto Val di             
Sambro                                                                          
Pratica comunale  Proprieta'  Contributo       concedibile    Lire           
(Euro)                                                                          
n. 1 - prot. 10730/00  Mazzanti Luciana  20.012.000                             
    (10.335,34)                                                                 
n. 2 - prot. 10739/00  Zardi Giorgio  6.750.000                                 
    (3.486,08)                                                                  
n. 3 - prot. 10839/00  Monaldi-Lunghini  53.194.000                             
    (27.472,41)                                                                 
n. 4 - prot. 10946/00  Dondini Giovanni  179.680.000                            
    (92.796,98)                                                                 
n. 5 - prot. 11079/00  Prati Leonardo  7.500.000                                
    (3.873,43)                                                                  
n. 6 - prot. 10730/00  Amidei Giovanni  174.870.000                             
    (90.312,82)                                                                 
  Totale  442.006.000                                                           
    (229.277,05)                                                                
Tabella b) - Contributi spettanti al Comune di Pellegrino Parmense              
Pratica comunale  Proprieta'  Contributo       concedibile    Lire           
(Euro)                                                                          
n.1 - prot. 4830/00  Fratelli Corradi  257.520.000                              
(abitazione)    (132.997,98)                                                    
n. 1 - prot. 4830/00  Fratelli Corradi  300.000.000                             
(att. produttive)    (154.937,07)                                               
n. 2 - prot. 4859/00  Gandolfi-Bottazzi  114.330.000                            
    (59.046,52)                                                                 
n. 2 - prot. 4859/00  Galloni Ivo e C.  144.435.000                             
(I piano - int. 3)    (74.594,45)                                               
n. 2 - prot. 4859/00  Pinetti Giorgio  110.325.000                              
    (56.978,11)                                                                 
n. 2 - prot. 4859/00  Gorrara-Caretti  231.700.000                              
    (119.663,06)                                                                
n. 2 - prot. 4859/00  Mazzoli Marzia  165.800.000                               
    (85.628,55)                                                                 
n. 2 - prot. 4859/00  Clifford-Mazzoli  116.310.000                             
    (60.069,10)                                                                 
n. 2 - prot. 4859/00  Fiduccia-Mansueto  110.640.000                            
    (57.140,79)                                                                 
n. 2 - prot. 4859/00  Baratta-Pagliari  116.955.000                             
    (60.402,22)                                                                 
n. 2 - prot. 4859/00  Galloni Ivo e C.  173.085.000                             
(II piano - int. 10)    (89.390,94)                                             
n. 2 - prot. 4859/00  Felisa-Salzano  116.460.000                               
    (60.146,57)                                                                 
n. 2 - prot. 4859/00  Madini-Giovanelli  113.835.000                            
    (58.790,87)                                                                 
n. 2 - prot. 4859/00  Braglia Giano  146.780.000                                
    (75.805,54)                                                                 
n. 2 - prot. 4859/00  Piazza Stefania  114.525.000                              
    (59.147,23)                                                                 
n. 7 - prot. 4880/00  Orsi-Scaffardi  210.444.000                               
    (108.685,26)                                                                
n. 8 - prot. 1093/01  Gratelli Pietro  14.850.000                               
    (7.669,38)                                                                  
  Totale  2.557.994.000                                                         
    (1.321.093,65)                                                              
Nota: dalla tabella suddetta e' stata esclusa la pratica n. 2 - prot.           
4859/00, di Mazzoli-Galloni, in quanto tali soggetti non erano                  
proprietari dell'unita' immobiliare danneggiata alla data dell'evento           
calamitoso in questione, cioe' gennaio 1997, la compravendita e'                
infatti del 28 ottobre 1999.                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it