IACP - ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

BANDI DI CONCORSI PUBBLICI

Concorso pubblico per n. 6 posti di Collaboratore professionale addetto ad attivita' funzionali

In esecuzione della deliberazione assunta dalla Commissione                     
Amministratrice straordinaria in data 7/12/2000, seduta n. 19                   
d'ordine progressivo, ogg. 32, esecutiva ai sensi di legge, e'                  
bandito un pubblico concorso, per titoli ed esami, per la copertura             
di n. 6 posti di Collaboratore professionale addetto ad attivita'               
funzionali (Categoria B/3 del Contratto collettivo nazionale del                
lavoro 31/3/1999).                                                              
Il contenuto professionale della qualifica e' quello richiamato                 
nell'Allegato A del Contratto collettivo nazionale del lavoro                   
31/3/1999 e nella delibera del Consiglio di amministrazione dello               
IACP di Bologna del 19/6/1997 seduta n. 1039, oggetto 25.                       
Lo stato giuridico e il trattamento economico dei vincitori del                 
concorso sara' disciplinato dal Contratto collettivo nazionale di               
lavoro 1998-2001 Comparto Regioni Enti locali, nonche' dalle leggi              
regionali che regolano il personale dipendente degli Istituti                   
autonomi per le case popolari della regione Emilia-Romagna.                     
I vincitori del concorso verranno iscritti, a termine di legge, alla            
gestione pensionistica dell'Istituto nazionale di previdenza per i              
dipendenti dell'Amministrazione pubblica (INPDAP).                              
Ai sensi della Legge 10/4/1991, n. 125 e' garantita parita' e pari              
opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro e per il                
relativo trattamento sul lavoro.                                                
Art. 1 - Requisiti per l'ammissione al concorso                                 
Per l'ammissione al concorso e' richiesto il possesso dei seguenti              
requisiti:                                                                      
a) titolo di studio: diploma di maturita' di scuola media superiore.            
Per coloro che hanno conseguito il titolo studio all'estero e'                  
richiesto il possesso di un titolo di studio riconosciuto                       
equipollente a quello suindicato in base ad accordi internazionali              
alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle              
domande di partecipazione al concorso. Tale equipollenza dovra'                 
risultare da idonea certificazione rilasciata dalle competenti                  
autorita';                                                                      
b) maggiore eta' ai sensi di legge;                                             
c) cittadinanza italiana. Tale requisito non e' richiesto per i                 
cittadini appartenenti ad uno Stato membro dell'Unione Europea. Sono            
equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla             
Repubblica;                                                                     
d) per i cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea e'                    
richiesto altresi' il godimento dei diritti civili e politici nello             
Stato di appartenenza o provenienza e adeguata conoscenza della                 
lingua italiana;                                                                
e) godimento dei diritti civili e politici;                                     
f) non avere riportato condanne penali e non essere stati interdetti            
o sottoposti a misure che comportino l'interdizione da pubblici                 
uffici;                                                                         
g) idoneita' fisica all'impiego accertata direttamente                          
dall'Amministrazione per i concorrenti vincitori che verranno assunti           
dall'Ente, fatta salva la tutela per i portatori di handicap di cui             
alla Legge 104/92;                                                              
h) posizione regolare nei riguardi degli obblighi imposti dalla legge           
sul reclutamento militare, per i cittadini italiani di sesso                    
maschile;                                                                       
i) non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una             
pubblica Amministrazione.                                                       
Art. 2 - Possesso dei requisiti                                                 
I requisiti di cui al precedente Art. 1 devono essere posseduti alla            
data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la                
presentazione della domanda di ammissione al concorso. L'accertamento           
della mancanza di uno solo dei requisiti prescritti per l'ammissione            
al concorso e per la nomina in ruolo comporta, in qualunque tempo,              
l'esclusione dal concorso.                                                      
Art. 3 - Applicazione delle precedenze e preferenze                             
L'attivazione dell'istituto della precedenza e' subordinata                     
all'esistenza in pianta organica di posti riservati alle categorie              
protette.                                                                       
Si applicano le norme di cui al DPR 9/5/1994, n. 487 come modificato            
dal DPR 30/10/1996, n. 693 e dal DPR 18/6/1997, n. 246 per il                   
collocamento delle categorie protette.                                          
Del diritto di preferenza spettante a parita' di merito e di titoli,            
se ne terra' conto dopo aver soddisfatto l'eventuale diritto di                 
precedenza.                                                                     
A parita' di merito e di titoli si osservano le preferenze di cui al            
DPR 9/5/1994, n. 487 come modificato dal DPR 30/10/1996, n. 693 e               
dalla Legge 15/5/1997, n. 127.                                                  
I candidati che intendono usufruire di eventuali applicazioni di                
precedenze o preferenze dovranno farne espressa indicazione nella               
domanda, dichiarandone il titolo, pena la mancata fruizione della               
riserva stessa.                                                                 
Per potere beneficiare dei diritto di precedenza previsto dalla Legge           
12/3/1999, n. 68, e' necessario documentare lo stato di                         
disoccupazione che deve sussistere sia alla data di scadenza del                
presente bando sia al momento dell'assunzione in servizio.                      
Art. 4 - Domanda di ammissione                                                  
La domanda di ammissione al concorso redatta in carta semplice, con             
l'esatta osservanza delle modalita' e con le dichiarazioni indicate             
nello schema allegato, firmata dall'interessato ed indirizzata al               
"Commissario delegato per la trattazione delle questioni afferenti il           
personale dello IACP di Bologna" deve essere inviata esclusivamente a           
mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno all'Istituto autonomo             
per le case popolari della Provincia di Bologna - Piazza della                  
Resistenza n. 4 - CAP 40122 Bologna, e deve pervenire entro e non               
oltre il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del            
presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-                   
Romagna.                                                                        
Si considera pervenuta in tempo utile la domanda che porta nel timbro           
postale di spedizione la data di scadenza, anche se arrivata allo               
IACP dopo la scadenza stessa, purche' non siano ancora iniziate le              
operazioni concorsuali.                                                         
L'istituto non assume alcuna responsabilita' per disguidi o ritardi             
postali.                                                                        
La busta o plico chiuso, contenente la domanda e gli allegati, dovra'           
recare all'esterno, oltre il nome, cognome e indirizzo dei mittente,            
l'indicazione: "Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la                  
copertura di n. 6 posti di Collaboratore professionale addetto ad               
attivita' funzionali (Categoria B/3 del Contratto collettivo                    
nazionale del lavoro 31/3/1999)".                                               
Nella domanda gli aspiranti, sotto la loro responsabilita' debbono              
dichiarare, a pena di esclusione dal concorso:                                  
a) l'indicazione del concorso al quale intendono partecipare;                   
b) il cognome, nome, luogo e data di nascita, residenza;                        
c) il possesso della cittadinanza italiana, oppure l'appartenenza ad            
uno degli Stati membri dell'Unione Europea. I candidati cittadini               
degli Stati membri dell'Unione Europea dovranno dichiarare di avere             
una adeguata conoscenza della lingua italiana e di godere dei diritti           
civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;           
d) il Comune ove, i cittadini italiani, sono iscritti nelle liste               
elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della                        
cancellazione dalle liste medesime;                                             
e) di non avere riportato condanne penali e di non avere procedimenti           
penali in corso, ovvero le eventuali condanne penali riportate e gli            
eventuali procedimenti penali in corso;                                         
f) di non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso              
una pubblica Amministrazione per persistente insufficiente                      
rendimento, ovvero di non essere stato dichiarato decaduto da un                
impiego statale, ai sensi dell'art. 127, comma 1, lettera d), del TU            
delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili                
dello Stato, approvato con DPR 10/1/1957, n. 3;                                 
g) l'esenzione da difetti che possano influire sul rendimento in                
servizio;                                                                       
h) la posizione nei riguardi degli obblighi militari attualmente                
vigenti per il candidato cittadino italiano di sesso maschile;                  
i) l'eventuale condizione di portatore di handicap, il tipo di                  
ausilio per l'esame e i tempi necessari aggiuntivi;                             
j) il possesso del titolo di studio richiesto. Se il titolo di studio           
e' stato conseguito all'estero il candidato deve specificare di                 
essere in possesso della dichiarazione che tale titolo e'                       
riconosciuto equipollente al titolo di studio obbligatoriamente                 
richiesto dal bando, rilasciato dalla competente autorita';                     
k) l'eventuale appartenenza ad una delle categorie protette di cui              
alla Legge 12/3/1999, n. 68 e successive modifiche ed integrazioni e            
l'iscrizione negli appositi elenchi istituiti presso gli Uffici                 
provinciali del lavoro e della massima occupazione;                             
l) gli eventuali titoli che danno diritto alle preferenze di legge              
nella nomina;                                                                   
m) il domicilio o recapito presso il quale dovranno essere inviate              
eventuali comunicazioni concernenti il concorso, dando atto che, in             
carenza della sopraddetta indicazione, le comunicazioni saranno                 
inviate alla residenza indicata; e' utile inoltre specificare il                
proprio recapito telefonico o il proprio indirizzo di posta                     
elettronica ("e-mail");                                                         
n) di accettare le condizioni fissate dal bando nonche' di conoscere            
e accettare le vigenti disposizioni regolamentari e contrattuali                
applicate al personale dell'Ente;                                               
o) la lingua straniera argomento della prova orale, a scelta dei                
candidato tra inglese, francese, tedesco o spagnolo;                            
p) di essere a conoscenza delle informazioni sui diritti previsti               
negli articoli 10 e 13 della Legge 675/96 (avente ad oggetto la                 
tutela del trattamento dei dati informativi personali) e di                     
consentire che i propri dati personali siano oggetto di trattamento             
anche con procedure automatizzate da parte dell'Ufficio Personale               
dello IACP di Bologna nel rispetto delle disposizioni vigenti in                
materia, nonche' di consentire, ovvero di non consentire la                     
comunicazione dei propri dati personali ad altri Enti pubblici che ne           
facciano richiesta per finalita' istituzionali od occupazionali.                
La firma in calce alla domanda non deve essere autenticata ai sensi             
della Legge 15/5/1997, n. 127.                                                  
Art. 5 - Documentazione a corredo della domanda                                 
A corredo della domanda i concorrenti dovranno produrre, entro il               
termine indicato nel presente bando per la presentazione della                  
domanda stessa:                                                                 
1) ogni altro titolo documentato che i concorrenti ritengano di                 
dovere produrre nel proprio interesse ai fini della valutazione;                
2) eventuale documentazione idonea ad attestare il possesso di titoli           
di precedenza e preferenza di cui all'art. 3 del bando;                         
3) ricevuta comprovante il versamento di Lire 10.000 sul C/C postale            
n. 14165401 intestato all'Istituto autonomo per le case popolari                
della Provincia di Bologna, per "spese di concorso" non rimborsabili;           
4) curriculum vitae;                                                            
5) elenco in carta semplice dei documenti allegati alla domanda,                
debitamente firmato.                                                            
I concorrenti gia' dipendenti dello IACP di Bologna devono richiedere           
che i documenti, il cui invio a corredo della domanda di                        
partecipazione al concorso e' previsto dal presente bando, vengano              
acquisiti d'ufficio dal responsabile del procedimento ai sensi del II           
comma dell'art. 18 della Legge 7/8/1990, n. 241 (sul procedimento               
amministrativo) mediante prelievo dei documenti stessi dal proprio              
fascicolo personale.                                                            
In luogo dei titoli di cui sopra, il concorrente potra' presentare              
dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorieta', come previsto                
dall'art. 4 della Legge 4/1/1968, n. 15, purche' fornisca tutte le              
indicazioni necessarie per potere valutare il titolo.Non sono                   
sanabili le mancate dichiarazioni.                                              
sanabile soltanto la mancata acclusione della ricevuta del versamento           
di Lire 10.000, per spese di concorso non rimborsabili, qualora                 
l'importo predetto risulti versato entro la data di scadenza del                
bando.                                                                          
La domanda dovra' essere preferibilmente redatta sull'apposito                  
modello (o seguire nella redazione lo stesso) posto in distribuzione            
presso la sede dello IACP di Bologna - Piazza della Resistenza n. 4 -           
40122 Bologna.                                                                  
La domanda e tutti i documenti ad essa allegati dovranno essere                 
prodotti in carta semplice in quanto non soggetti ad imposta di bollo           
ai sensi dell'art. 1, primo comma, della Legge 23/8/1988, n. 370,               
mentre, ai sensi del secondo comma coloro che saranno chiamati in               
servizio saranno tenuti a regolarizzare in bollo, ove necessario, i             
documenti gia' presentati e richiesti dal bando.                                
La partecipazione al concorso comporta la esplicita ed incondizionata           
accettazione delle norme stabilite dal presente bando, nonche' delle            
eventuali modifiche che vi potranno essere apportate.                           
Art. 6 - Commissione giudicatrice                                               
I concorrenti saranno esaminati da una apposita Commissione                     
giudicatrice, nominata dal commissione amministratrice straordinaria,           
costituita da un dirigente con funzioni di presidente e da due                  
esperti nelle materie oggetto del concorso.                                     
Le funzioni di segretario della Commissione saranno espletate da un             
dipendente dell'Istituto di qualifica e professionalita' adeguate ai            
compiti da svolgere, nominato con il provvedimento istitutivo della             
Commissione stessa.                                                             
La Commissione disporra' per la valutazione di ciascun concorrente di           
complessivi 240 punti, cosi' suddivisi:                                         
- 60 punti per la valutazione dei titoli;                                       
- 120 punti per la valutazione delle due prove scritte;                         
- 60 punti per la valutazione della prova orale.                                
Per lo svolgimento delle operazioni concorsuali e per la valutazione            
delle prove e dei titoli, la Commissione giudicatrice si conformera'            
alle norme previste dal DPR 9/5/1994, n. 487 come modificato dal DPR            
30/10/1996, n. 693 e dal DPR 18/6/1997, n. 246, dal Regolamento della           
Regione Emilia-Romagna 7/4/1995, n. 24 e successive modifiche.                  
Art. 7 - Ammissione dei candidati e verifica requisiti                          
Coloro che hanno presentato domanda di partecipazione al concorso               
entro il termine stabilito dal presente bando verranno ammessi con              
riserva alla eventuale prova preselettiva. La verifica                          
dell'ammissibilita' al concorso dei candidati verra' effettuata dalla           
Commissione giudicatrice anteriormente all'espletamento delle prove             
scritte. Nel caso che detta verifica abbia esito negativo sara'                 
comunicata al candidato la conseguente dichiarazione di esclusione              
dal concorso.                                                                   
Art. 8 - Diario delle prove e programma di esame                                
Le prove del concorso, (sia quella eventuale preselettiva, che quelle           
scritte ed orali) non avranno luogo nei giorni festivi previsti dalle           
norme di legge vigenti, ne' nei giorni considerati di festivita'                
delle Confessioni religiose che hanno stipulato accordo con lo Stato            
Italiano anche a tali effetti.                                                  
Il diario delle prove verra' comunicato agli interessati a mezzo                
lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, non meno di 15 giorni             
prima delle prove medesime. Tale avviso sara' inoltre disponibile               
presso il sito Web dello IACP di Bologna http://www.iacpbologna.it.             
L'avviso della prova orale verra' dato ai singoli candidati, con le             
stesse modalita', almeno 20 giorni prima della stessa.                          
Durante le prove scritte i candidati potranno consultare unicamente             
dizionari e testi di legge non annotati e commentati. Le prove                  
d'esame verranno espletate nel rispetto dell'art. 20 della Legge                
5/2/1992, n. 104 (legge quadro per l'assistenza, l'integrazione                 
sociale e i diritti delle persone handicappate) pur nella                       
salvaguardia dei principi fondamentali in tema di non                           
riconoscibilita' degli elaborati. Il candidato portatore di handicap            
dovra' specificare gli ausili necessari, nonche' l'eventuale                    
richiesta di tempi aggiuntivi per sostenere le prove d'esame.                   
Preselezione                                                                    
Ove il numero dei candidati ammessi al concorso lo rendesse                     
necessario la Commissione procedera' ad effettuare una prova                    
preselettiva alle prove scritte, tramite una serie di test a risposta           
multipla. A tale fine sara' possibile avvalersi di societa', enti o             
proprie articolazioni organizzative dotate di adeguata                          
specializzazione.                                                               
Conseguiranno l'ammissione alle prove scritte i candidati utilmente             
classificati entro il duecentesimo posto della graduatoria di                   
preselezione, compresi i candidati classificati a pari merito al                
duecentesimo posto.                                                             
La preselezione non attribuisce punteggio ai fini della graduatoria             
finale.                                                                         
L'assenza dalla prova preselettiva comporta l'esclusione dal concorso           
qualunque ne sia la causa.                                                      
I Prova scritta (prova teorico - pratica)                                       
- elaborazione di un documento mediante l'utilizzo del programma di             
videoscrittura Microsoft Word;                                                  
- elaborazione di un foglio di calcolo mediante l'utilizzo del                  
programma Microsoft Excel.                                                      
II Prova scritta (prova teorica)                                                
- redazione di un atto amministrativo di un Ente pubblico con                   
particolare riferimento agli IACP.                                              
Prova orale                                                                     
Saranno ammessi alla prova orale i candidati che abbiano riportato in           
ciascuna prova scritta una votazione di almeno 42/60.                           
Argomenti della prova scritta:                                                  
- legislazione statale e regionale nell'edilizia residenziale                   
pubblica con particolare riguardo all'attivita' degli IACP;                     
- responsabilita' del pubblico dipendente;                                      
- nozioni di inglese o francese o tedesco o spagnolo secondo la                 
scelta effettuata dal candidato nella domanda;                                  
- verifica delle attitudini in relazione alle mansioni del profilo              
dei posti messi a concorso.                                                     
La prova orale si intende superata conseguendo una votazione di                 
almeno 42/60.                                                                   
Art. 9 - Valutazione dei titoli                                                 
La valutazione dei titoli verra' effettuata dopo le prove scritte e             
prima che si proceda alla correzione dei relativi elaborati.                    
La Commissione giudicatrice prendera' in considerazione i titoli                
elencati nelle categorie qui di seguito indicate, fissando per la               
valutazione di merito i punteggi a fianco di esse assegnati:                    
Cat. A) Titoli culturali e professionali: (massimo dei punti                    
complessivamente attribuibili = 30)                                             
- diploma di laurea;                                                            
- dottorato di ricerca;                                                         
- corsi di perfezionamento post-laurea con valutazione finale di                
profitto;                                                                       
- corsi biennali o triennali di specializzazione attinenti al profilo           
dei posti messi a concorso, con valutazione finale di profitto;                 
- corsi di formazione afferenti competenze attinenti al profilo dei             
posti messi a concorso della durata minima di 30 ore;                           
- borse di studio - di durata almeno semestrale, in disciplina                  
attinente al profilo dei posti messi a concorso.                                
Cat. B) Esperienza lavorativa: (massimo dei punti complessivamente              
attribuibili = 30)                                                              
- servizio prestato nella categoria equivalente o superiore a quella            
dei posti messi a concorso presso gli IACP, le Regioni od altro Ente            
pubblico: 7 punti per anno fino ad un massimo di 3 anni;                        
- servizio prestato nella categoria inferiore a quella dei posti                
messi a concorso presso gli IACP, le Regioni od altro Ente pubblico,            
ovvero esperienza lavorativa in posizione autonoma o subordinata in             
attivita' inerenti le mansioni proprie dei profilo dei posti messi a            
concorso: 3 punti per anno fino ad un massimo di 3 anni.                        
L'esperienza lavorativa deve essere documentata con qualsiasi atto              
idoneo a provare in modo certo l'esercizio effettivo dell'attivita' e           
il periodo di svolgimento (libretto di lavoro, contratto di lavoro,             
dichiarazione documentata del datore o committente, ecc.).                      
I criteri per l'attribuzione dei punteggi agli specifici titoli sono            
determinati dalla Commissione giudicatrice anteriormente alla                   
valutazione degli stessi.                                                       
Per quanto riguarda i titoli culturali e professionali, e' facolta'             
della Commissione apprezzare in modo particolare alcune delle                   
categorie di titoli indicati, in ragione della professionalita'                 
richiesta dal profilo messo a concorso.                                         
I periodi di servizio vengono valutati da un minimo di 12 mesi ad un            
massimo di 3 anni complessivi.                                                  
Le frazioni di servizio superiori a 15 giorni si valutano a mese                
intero. Quelle pari o inferiori a 15 giorni sono trascurate.                    
Art. 10 - Validita' della graduatoria                                           
La Commissione determinera' la graduatoria in base al punteggio delle           
prove e dei titoli e con l'osservanza delle preferenze di cui                   
all'art. 3.                                                                     
La graduatoria avra' validita' di 3 anni dalla sua pubblicazione, ai            
sensi dell'art. 4, comma 2, della L.R. 4/8/1994, n. 31, per la                  
copertura di posti che si renderanno vacanti, nonche' entro lo stesso           
periodo, per il conferimento di incarichi provvisori per la copertura           
di posti disponibili per assenza o impedimento del titolare o per               
assunzioni per esigenze straordinarie.                                          
L'Ente potra' utilizzare la graduatoria nei limiti della sua                    
validita', secondo le disposizioni di legge vigenti in materia, anche           
per assunzioni a tempo determinato o con contratto di formazione e              
lavoro; la rinuncia a tali tipi di assunzione non comporta decadenza            
dalla graduatoria. L'Ente potra' inoltre utilizzare la graduatoria,             
nei limiti della sua validita', secondo le disposizioni di legge                
vigenti in materia, anche per assunzioni a tempo indeterminato a                
part-time, la rinuncia a tale tipo di assunzione comporta decadenza             
dalla graduatoria.                                                              
Non si da' luogo a dichiarazioni di idoneita' al concorso.                      
Art. 11 - Costituzione del rapporto di lavoro                                   
Il rapporto di lavoro relativo con i vincitori del concorso sara'               
costituito e regolato da un contratto individuale redatto in forma              
scritta conformemente alle norme previste dall'art. 14 del Contratto            
collettivo nazionale del lavoro 1994-1997 comparto Regioni - Enti               
locali.                                                                         
I vincitori del concorso dovranno presentare la documentazione                  
prescritta dalla normativa vigente e dal bando di concorso, nonche'             
regolarizzare in bollo i documenti prodotti all'atto della domanda              
entro 30 giorni dal ricevimento di apposita comunicazione.                      
Nello stesso termine dovranno dichiarare di non avere altri rapporti            
di impiego pubblico o privato (in caso contrario dovranno presentare            
dichiarazione di opzione per il nuovo rapporto di lavoro) e di non              
trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilita' richiamate             
dall'art. 58 del DLgs 3/2/1993, n. 29.                                          
L'Amministrazione ha piena facolta' di determinare discrezionalmente            
il luogo e la sede ove gli assunti dovranno prestare servizio.                  
Qualora i vincitori non ottemperino a quanto sopra indicato, nei                
termini sopra citati, si considerano rinunciatari al posto.                     
Art. 12 - Decadenza                                                             
La produzione di documenti falsi o viziati da invalidita' non                   
sanabile determina la decadenza dalla nomina.                                   
Art. 13 - Visita medica                                                         
I candidati dichiarati vincitori, prima dell'inizio del servizio,               
dovranno sottoporsi a visita sanitaria di controllo da parte del                
Servizio sanitario dell'Unita' sanitaria locale per accertare                   
l'idoneita' fisica all'impiego.                                                 
Art. 14 - Rinvio                                                                
Per quanto non espressamente disciplinato dal presente bando di                 
concorso deve farsi riferimento alle disposizioni contenute nel DPR             
487/94, 693/96 e 246/97, nella Legge 15/5/1997, n. 127, nel                     
Regolamento regionale 7/4/1995, n. 24 e successive modifiche.                   
Art. 15 - Comunicazione ai sensi dell'art. 8, Legge 241/90                      
Si comunica che il responsabile del procedimento amministrativo e' il           
Direttore generale dello IACP di Bologna dr. Ermanno Tarozzi e che il           
procedimento stesso avra' avvio a decorrere dalla data di scadenza              
per la presentazione delle domande. Il termine di conclusione del               
procedimento verra' comunicato con le modalita' previste nel II                 
capoverso dell'art. 8 del presente bando.                                       
Art. 16 - Norma finale                                                          
L'Amministrazione si riserva la facolta', a suo insindacabile                   
giudizio, di prorogare o modificare il presente bando, ovvero di                
sospenderlo o revocarlo qualora disposizioni legislative ne                     
impediscano l'espletamento, senza che i concorrenti possano vantare             
diritti o pretese di sorta.                                                     
Tutti i dati personali di cui l'Amministrazione sia venuta in                   
possesso in occasione dell'espletamento del presente concorso                   
verranno trattati nel rispetto della Legge 31/12/1996, n. 675.                  
Per qualsiasi informazione e per ritirare lo schema esemplificativo             
della domanda di ammissione al concorso, gli interessati potranno               
rivolgersi all'Ufficio Gestione del personale dell'Istituto, tutti i            
giorni feriali, escluso il sabato, dalle ore 10 alle ore 12 ovvero              
inviare una richiesta mediante posta elettronica ("e-mail") al                  
seguente indirizzo: ucalori¹iacpbologna.it.                                     
Copia integrale del presente bando e dello schema di domanda e'                 
disponibile presso lo IACP di Bologna e nel sito internet                       
http://www.iacpbologna.it.                                                      
IL DIRETTORE GENERALE                                                           
Ermanno Tarozzi                                                                 
Scadenza: 16 marzo 2001                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it