IACP - ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI RIMINI

BANDI DI CONCORSI PUBBLICI

Bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione di n. 1 Istruttore - Profilo professionale Tecnico - Categoria C

Art. 1                                                                          
L'Istituto Autonomo per le Case Popolari della Provincia di Rimini              
bandisce un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione            
di                                                                              
n. 1 Istruttore - Profilo professionale: Tecnico - Categoria C,                 
per soggetti in possesso del diploma di Geometra od equipollente per            
legge.                                                                          
Il presente concorso non prevede la riserva per il personale interno.           
I disabili iscritti nell'elenco di cui all'art. 8, comma 2 della                
Legge 12 marzo 1999, n. 68 che abbiano conseguito l'idoneita' nel               
presente concorso, hanno diritto alla riserva dei posti se ed in                
quanto, al momento della formulazione della graduatoria finale dei              
vincitori si accerti che l'Ammistrazione indicente non ha interamente           
coperto la quota d'obbligo di cui all'art. 3 della medesima legge.              
Art. 2                                                                          
Per l'ammissione al concorso, gli aspiranti debbono possedere i                 
seguenti requisiti:                                                             
a) cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di Stato membro                    
dell'Unione Europea;                                                            
b) non essere esclusi dall'elettorato politico attivo;                          
c) idoneita' fisica all'impiego;                                                
d) non essere stati destituiti dall'impiego ovvero licenziati per               
motivi disciplinari da pubbliche Amministrazioni;                               
g) non avere acquisito una pensione di anzianita';                              
e) essere in possesso del diploma di Geometra od equipollente per               
legge.                                                                          
Salvo contrarie disposizioni di legge, sono equiparati ai cittadini             
italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica.                         
I suddetti requisiti debbono essere posseduti alla data di scadenza             
del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al           
concorso.                                                                       
Art. 3                                                                          
Per partecipare al concorso gli aspiranti dovranno far pervenire,               
entro il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del            
presente bando nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna,           
all'Istituto Autonomo per le Case Popolari della Provincia di Rimini            
- Via Di Mezzo n. 39 - 47900 Rimini, domanda in carta semplice a                
mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento (a tal fine fa               
fede il timbro e data dell'Ufficio postale accettante) o mediante               
consegna diretta agli addetti al protocollo dell'Istituto.                      
Sulla busta dovra' essere chiaramente indicato il mittente e la                 
seguente dicitura: "Concorso pubblico, per titoli ed esami, per                 
l'assunzione di n. 1 Istruttore - Profilo tecnico - Categoria C".               
Nella domanda l'aspirante dovra' dichiarare:                                    
a) cognome, nome, data e luogo di nascita e l'attuale residenza;                
b) di essere cittadino italiano o di uno degli Stati membri                     
dell'Unione Europea;                                                            
c) di essere in possesso del titolo di studio richiesto. Se il titolo           
di studio e stato conseguito all'estero il candidato deve specificare           
di essere in possesso della dichiarazione che tale titolo e'                    
riconosciuto equipollente al titolo di studio obbligatoriamente                 
richiesto dal bando, rilasciata dalla competente Autorita';                     
d) il Comune nelle cui liste elettorali e' iscritto ovvero i motivi             
della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;                
e) di essere immune da condanne penali ovvero le eventuali condanne             
penali riportate ed i procedimenti penali eventualmente pendenti a              
suo carico;                                                                     
f) di non essere cessato dall'impiego presso una pubblica                       
Amministrazione a seguito di procedimento disciplinare o di condanna            
penale e di non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego               
pubblico per averlo conseguito mediante produzione di documenti falsi           
o viziati da invalidita' insanabile;                                            
g) di essere di sana e robusta costituzione fisica, salvo che per gli           
aspiranti portatori di handicap;                                                
h) la propria posizione nei confronti degli obblighi militari;                  
i) di accettare le condizioni fissate dal bando nonche' quelle                  
vigenti ed applicate al personale dell'Ente;                                    
l) l'indicazione di una lingua straniera ai fini dell'accertamento              
della relativa conoscenza;                                                      
m) l'indirizzo al quale dovranno essere inviate eventuali                       
comunicazioni concernenti il concorso, restando esentata                        
l'Amministrazione per il caso di dispersione di comunicazioni                   
dipendenti da irreperibilita' o da inesatte indicazioni del recapito            
da parte dell'aspirante o dalla mancata o tardiva comunicazione del             
cambiamento di recapito indicato nella domanda, o per eventuali                 
disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa                           
dell'Amministrazione stessa;                                                    
n) l'eventuale appartenenza ad una delle categorie di lavoratori                
individuate dall'art. 1, comma 1, della Legge 12 marzo 1999, n. 68 e            
l'iscrizione negli appositi elenchi istituiti presso gli Uffici                 
provinciali del lavoro e della massima occupazione alla data di                 
scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di                
ammissione al concorso;                                                         
o) gli eventuali titoli che danno diritto alle preferenze di legge              
nella nomina;                                                                   
p) l'eventuale condizione di portatore di handicap, il tipo di                  
ausilio per l'esame e i tempi necessari aggiuntivi;                             
q) l'eventuale indicazione della legge che stabilisce l'equipollenza            
fra il titolo di studio posseduto ed uno di quelli previsti per la              
partecipazione al concorso.                                                     
Art. 4                                                                          
Alla domanda di ammissione al concorso dovranno essere allegati (i              
primi due a pena di esclusione):                                                
a) elenco in carta semplice e duplice copia degli eventuali documenti           
allegati alla domanda debitamente firmato;                                      
b) ricevuta comprovante il versamento di Lire 15.000 sul conto                  
corrente postale n. 556472 intestato all'Istituto Autonomo per le               
Case Popolari della Provincia di Rimini, per "spese di concorso" non            
rimborsabili;                                                                   
c) ogni altro titolo o documento che l'aspirante ritenga di produrre            
nel proprio interesse ai fini della valutazione. In sostituzione dei            
suddetti documenti l'aspirante potra' produrre dichiarazione                    
sostitutiva di certificazione o di atto notorio.                                
I candidati dipendenti dell'Ente potranno prelevare i documenti, da             
allegare alla domanda, dal proprio fascicolo personale.                         
I titoli ed i documenti sopra indicati che perverranno dopo la                  
scadenza del termine per la presentazione delle domande non saranno             
accettati.                                                                      
Sono valutabili esclusivamente i titoli comprovati da documenti, o              
relativa autocertificazione, in grado di fornire alla Commissione le            
indicazioni necessarie alla ponderazione e comparazione degli stessi.           
Art. 5                                                                          
La Commissione giudicatrice e' formata da 3 esperti, di cui uno                 
competente in tecniche di valutazione del personale, nominato                   
dall'attuale Commissione amministratrice straordinaria.                         
Le funzioni di segretario della Commissione saranno espletate da un             
dipendente dell'Istituto di qualifica e professionalita' adeguata ai            
compiti da svolgere, nominato con il provvedimento istitutivo della             
Commissione stessa.                                                             
Art. 6                                                                          
Gli esami avranno luogo nelle sedi e nei giorni che verranno                    
comunicati ai candidati e consisteranno in una prova scritta ed una             
prova orale che verteranno sugli argomenti sottoindicati.                       
Prova scritta:                                                                  
- redazione di un computo metrico estimativo di un intervento di                
edilizia residenziale pubblica e svolgimento di un tema riguardante             
la gestione di un cantiere edile con riferimento alle norme sulla               
Direzione lavori, contabilita' e collaudazione in materia di opere              
pubbliche.                                                                      
Prova orale:                                                                    
Oltreche' sulle materie oggetto della prova scritta, vertera' su:               
- nozioni sull'ordinamento giuridico dei lavori pubblici (Legge                 
109/94 e successive modificazioni ed integrazioni, DPR 554/99, DPR              
34/00);                                                                         
- caratteristiche di accettazione dei materiali di costruzione e                
nozioni generali sugli impianti tecnologici delle abitazioni;                   
- ordinamento dell'edilizia residenziale pubblica;                              
- nozioni generali di diritto amministrativo ed ordinamento giuridico           
del pubblico impiego;                                                           
- accertamento della conoscenza dell'uso delle apparecchiature e                
delle applicazioni informatiche piu' diffuse;                                   
- accertamento della conoscenza di una lingua straniera.                        
La comunicazione dell'inizio delle prove scritte verra' inviata con             
almeno quindici giorni di anticipo sulla data fissata.                          
I candidati ammessi al concorso dovranno presentarsi a tutte le prove           
d'esame muniti di idoneo documento di riconoscimento.                           
Art. 7                                                                          
Per la valutazione, la Commissione  disporra' complessivamente di 100           
punti cosi' ripartiti:                                                          
- 80 per le prove di esame,                                                     
- 20 per i titoli.                                                              
I punti delle prove d'esame saranno i seguenti:                                 
- 40 per le prova scritta,                                                      
- 40 per la prova orale.Il candidato deve conseguire in ciascuna                
prova, scritta ed orale, una votazione di almeno sette decimi.                  
Il punteggio massimo dei titoli sara' il seguente:                              
- fino a 3 punti:                                                               
- laurea in Architettura, Ingegneria od equipollenti;                           
- corsi di specializzazione post-laurea attinenti le materie oggetto            
delle prove concorsuali di durata non inferiore alle 80 ore;                    
- fino a 15 punti:                                                              
per titoli di servizio sia alle dipendenze sia mediante forme di                
collaborazione coordinata e continuativa presso pubbliche                       
Amministrazioni - limite massimo valutabile: 3 anni;                            
- fino a 2 punti:                                                               
per pubblicazioni, partecipazioni a convegni con relazioni scritte,             
partecipazioni a commissioni.                                                   
Il tutto con attinenza alla specificita' del posto messo a concorso.            
Prima delle prove d'esame la Commissione dovra' procedere alla                  
valutazione dei titoli presentati dai concorrenti.                              
La valutazione complessiva sara' costituita dalla somma dei punti               
riportati nella prova scritta e nella prova orale oltre a quelli                
assegnati per i titoli.                                                         
La Commissione esaminatrice, al fine del buon esito dei procedimento            
concorsuale, qualora il numero delle domande sia pari o superiore a             
100 unita', puo' decidere di procedere ad una preselezione mediante             
ricorso a test selettivi finalizzati all'accertamento delle                     
conoscenze istituzionali delle materie oggetto delle prove d'esame.             
Art. 8                                                                          
La graduatoria, che sara' determinata dalla Commissione in base al              
punteggio risultante dalle prove d'esame e dai titoli e con                     
l'osservanza delle preferenze, a parita' di punteggio, di cui al IV e           
V comma dell'art. 5 del DPR 9/5/1994, n. 487, sara' approvata dalla             
Commissione amministratrice straordinaria.                                      
Art. 9                                                                          
L'assunzione a seguito della vincita del concorso e l'eventuale                 
successiva utilizzazione della graduatoria di merito e' comunque                
subordinata all'inesistenza di disposizioni di legge, vigenti nel               
momento in cui si deve procedere alla nomina, che precludano                    
l'assunzione stessa.                                                            
Art. 10                                                                         
Il vincitore del concorso dovra' produrre la documentazione dei                 
requisiti per l'ammissione alla copertura del posto. A tale fine,               
sotto pena di decadenza, dovra' far pervenire all'Istituto entro 30             
giorni dal ricevimento della comunicazione, a mezzo apposita                    
raccomandata r/r, i documenti attestanti il possesso dei requisiti              
generali e specifici previsti dal presente bando, redatti in                    
conformita' alle leggi sul bollo e debitamente legalizzati,                     
accompagnati da un elenco sottoscritto dallo stesso.                            
Il vincitore del concorso, se dipendente dell'Istituto, sara'                   
esonerato dalla presentazione della documentazione di cui al comma              
precedente, se risulta gia' depositata agli atti nel fascicolo                  
personale.                                                                      
Art. 11                                                                         
Il vincitore del concorso dovra' assumere servizio entro il termine             
che verra' fissato dall'Amministrazione; in caso diverso sara'                  
considerato rinunziatario.                                                      
In caso di decadenza per mancata presentazione dei prescritti                   
documenti o per irregolarita' dei documenti stessi o per mancata                
assunzione del servizio o per rinuncia volontaria, nonche' per esito            
negativo del periodo di prova, l'Istituto si riserva la facolta' di             
procedere successivamente ad altra assunzione, chiamando il candidato           
che segue nell'ordine della graduatoria per il periodo di validita'             
della stessa in base alle norme vigenti in materia.                             
Art. 12                                                                         
Il vincitore del concorso, per conseguire la stabilita' nel ruolo,              
dovra' superare con esito soddisfacente un periodo di prova di mesi             
sei di servizio effettivo.                                                      
Compiuto il periodo di prova senza che sia intervenuta disdetta, il             
vincitore del concorso conseguira' la definitiva assunzione nel ruolo           
organico dell'Istituto. Il servizio prestato durante il periodo di              
prova, seguito da conferma, sara' computato a tutti gli effetti nella           
determinazione dell'anzianita' di servizio.                                     
Art. 13                                                                         
Lo stato giuridico ed economico del vincitore del concorso sara'                
disciplinato dal CCNL del comparto Regioni - Enti locali per la                 
categoria C1, nonche' dalle Leggi regionali che regolano il personale           
dipendente degli IACP della regione Emilia-Romagna. li nominativo               
verra' iscritto, a termine di legge, alla gestione pensionistica                
dell'Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti                          
dell'Amministrazione pubblica (INPDAP).                                         
Art. 14                                                                         
vietato al vincitore del concorso, una volta assunto nel ruolo                  
organico dell'Istituto, l'esercizio della libera professione e di               
altre attivita', salvo deroghe espresse da parte                                
dell'Amministrazione.                                                           
Art. 15                                                                         
Il presente bando di concorso tiene conto della Legge 10/4/1991, n.             
125 che garantisce pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso           
al lavoro.                                                                      
Art. 16                                                                         
Per qualsiasi informazione gli interessati potranno rivolgersi                  
all'Ufficio Ragioneria e Personale dell'Istituto, tutti i giorni                
feriali, escluso il sabato, dalle ore 10 alle ore 12.                           
Responsabile del procedimento del concorso e' il Direttore generale.            
Art. 17                                                                         
L'Istituto si riserva la facolta', a suo insindacabile giudizio, di             
modificare, sospendere od annullare il presente bando, qualora non si           
possa procedere ad una conveniente scelta, in relazione anche a                 
insorgenti nuove necessita' per l'Istituto stesso.                              
Art. 18                                                                         
L'assunzione in servizio sara' subordinata all'accertamento                     
dell'osservanza delle norme di cui alla Legge 68/99 e successive                
modificazioni ed integrazioni.                                                  
Art. 19                                                                         
Non si da' luogo a dichiarazioni di idoneita' al concorso.                      
Tutti i dati personali di cui l'Amministrazione sia venuta in                   
possesso in occasione dell'espletamento del presente concorso                   
verranno trattati conformemente a quanto stabilito dalla Legge                  
675/96.                                                                         
Art. 20                                                                         
La graduatoria ottenuta in esito al presente concorso, per tutto il             
periodo di validita' della stessa, e' utilizzabile per l'assunzione             
di personale a tempo determinato.                                               
IL DIRETTORE GENERALE                                                           
Roberto Ravaioli                                                                
Scadenza: 13 aprile 2001                                                        

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it