REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 maggio 2001, n. 819

Approvazione delle procedure per l'erogazione dei contributi ai privati e alle attivita' produttive per i danni conseguenti agli eventi sismici di aprile e giugno 2000 verificatisi nel territorio regionale (Ordinanza ministeriale 3076/00)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
(omissis)  a voti unanimi e palesi, delibera:                                   
1) di richiamare integralmente le ragioni espresse in premessa;2) di            
approvare le procedure, allegate quale parte integrante del presente            
atto, per l'erogazione dei contributi ai soggetti privati ed alle               
attivita' produttive per i danni subiti in conseguenza degli eventi             
sismici specificati in premessa;                                                
3) di approvare i moduli A, B, C, D, E di richiesta contributi,                 
allegati quali parte integrante del presente atto;                              
4) di stabilire che all' impegno di spesa, nel limite massimo di Lire           
1.900.000.000 (pari a Euro 981.268,11), da imputarsi sul Capitolo n.            
48228 "Interventi volti a fronteggiare i danni conseguenti agli                 
eventi sismici del periodo dal 19 aprile al 18 giugno 2000 nel                  
territorio delle province di Forli'-Cesena, Ravenna, Reggio Emilia e            
Modena (Ordinanza ministeriale n. 3076 del 3 agosto 2000) - Mezzi               
statali" (CNI) del Bilancio regionale per l'anno 2001, che presenta             
la necessaria disponibilita' finanziaria, provvederanno i competenti            
Organi regionali con successivi atti formali;                                   
5) di dare atto che alla erogazione dei fondi a favore dei Comuni               
interessati, per la copertura finanziaria dei contributi ai privati e           
alle attivita' produttive, provvedera', quale Funzionario delegato,             
l'Assessore alla Difesa del suolo e della costa, Protezione civile,             
ai sensi del Regolamento regionale 9 dicembre 1978, n. 50;                      
6) di pubblicare, per estratto, la presente deliberazione ed                    
integralmente le procedure ad essa allegate nel Bollettino Ufficiale            
della Regione Emilia-Romagna.                                                   
ALLEGATO A                                                                      
Disposizioni procedurali per l'erogazione dei contributi a sostegno             
dei soggetti privati e delle attivita' produttive per i danni subiti            
in conseguenza degli eventi sismici che, nel periodo dal 19 aprile al           
18 giugno 2000, hanno colpito il territorio delle province di                   
Forli'-Cesena, Ravenna, Reggio Emilia e Modena                                  
A) Interventi a sostegno dei soggetti privati                                   
Possono essere erogati a sostegno dei soggetti privati per i danni              
subiti in conseguenza degli eventi sismici specificati in oggetto i             
seguenti contributi:                                                            
1) per l'autonoma sistemazione di nuclei familiari evacuati dai                 
propri alloggi a seguito di ordinanza di sgombero;                              
2) per interventi straordinari di ripristino sugli immobili                     
danneggiati.                                                                    
A.1) Contributo per l'autonoma sistemazione                                     
Il contributo e' finalizzato alla copertura del canone per                      
l'occupazione, a titolo di locazione, di un nuovo alloggio, sempre              
che il nucleo familiare sia sprovvisto di una seconda casa di                   
abitazione.                                                                     
Il contributo spetta al nucleo familiare che alla data dell'evento              
sismico abitava in modo stabile e continuativo in alloggio evacuato             
con ordinanza sindacale di sgombero.                                            
Il predetto contributo e' concesso nella misura massima mensile di              
Lire 600.000 (pari a Euro 309,88), nel caso di nucleo familiare                 
composto da un minimo di quattro persone. Nell'ipotesi di nucleo                
familiare composto da meno di quattro unita', la misura e' stabilita            
in Lire 150.000 (pari a Euro 77,47) a persona, assicurando comunque a           
favore di un singolo soggetto la somma di Lire 200.000 (pari a Euro             
103,29).                                                                        
Sono in ogni caso escluse le spese di utenza e condominiali.                    
Il contributo puo' essere corrisposto per un periodo non superiore a            
dodici mesi e comunque non oltre il 31 dicembre 2001, quale termine             
finale dello stato di emergenza stabilito nel DPCM del 7 luglio 2000.           
Nei casi in cui il Comune si sia fatto carico degli oneri per la                
sistemazione di nuclei familiari evacuati, e' riconosciuta la                   
relativa copertura finanziaria nei limiti di importo come sopra                 
determinato e comunque compatibilmente con le risorse finanziarie               
disponibili.                                                                    
A.2) Contributi per interventi straordinari di ripristino sugli                 
immobili danneggiati                                                            
A.2.1) Possono essere ammessi al contributo gli interventi                      
straordinari di ripristino in grado di rimuovere lo stato di                    
inagibilita' attraverso lavori di riparazione, ivi compreso                     
l'eventuale miglioramento sismico. Il contributo puo' essere erogato            
fino al 75% del costo dell'intervento, al netto di una franchigia               
pari a Lire 3.000.000 (pari a Euro 1.549,37) e comunque non oltre il            
limite massimo di Lire 50.000.000 (pari a Euro 25.822,84).                      
A.2.2) Qualora l'unita' immobiliare sia ricompresa in un condominio             
identificabile come unita' strutturale, l'intervento, avente le                 
caratteristiche, le finalita' e i limiti di cui al punto A.2.1) va              
considerato in maniera unitaria dal punto di vista                              
tecnico-procedurale. In tal caso deve essere presentata un'unica                
istanza di contributo per l'intera unita' strutturale ed un'unica               
perizia asseverata. Il contributo puo' essere richiesto dalla                   
maggioranza dei condomini che comunque rappresenti almeno la meta'              
del valore dell'edificio, secondo quanto previsto dal comma 2                   
dell'art.30 della Legge 5 agosto 1978, n. 457. L'entita' massima del            
contributo e' pari alla somma dei contributi massimi spettanti alle             
singole unita' immobiliari effettivamente danneggiate. Per                      
l'ammissibilita' al contributo si prescinde dal limite massimo di               
reddito familiare di ciascun condomino e dalla esistenza nel                    
condominio di unita' immobiliari adibite ad abitazione principale.              
Sono esclusi dal contributo di cui ai precedenti punti A.2.1) e                 
A.2.2) le opere di finitura (ad eccezione di quelle strettamente                
connesse ai lavori strutturali di riparazione); i danni riportati dai           
beni mobili; quelli sulle pertinenze (anche se fisicamente connesse             
all'unita' principale) a meno che non si tratti di locali che abbiano           
riportato danni alle strutture portanti tali da pregiudicare la=20              
stabilita' dell'intero immobile.                                                
A.3) Contributo a favore del locatore                                           
Il contributo per l'autonoma sistemazione erogabile a favore del                
nucleo familiare, evacuato dall'immobile occupato a titolo di                   
locazione, non preclude il contributo per interventi straordinari               
sullo stesso immobile a favore del proprietario, a condizione che               
quest'ultimo non abbia a sua volta titolo all'assegnazione del                  
contributo per  il ripristino della propria abitazione principale.              
A.4) Presupposti per l'ammissibilita' al finanziamento degli                    
interventi di cui ai paragrafi A.1, A.2, A.3 sono:                              
- la sussistenza di un nesso di causalita' diretta ed immediata dei             
danni con l'evento sismico;                                                     
- lo stato di totale o parziale inagibilita' dell'immobile accertato            
con atto predisposto, a seguito di apposito sopralluogo, dai tecnici            
comunali o di altra Amministrazione pubblica oppure da tecnici                  
privati incaricati dal Comune, fatta salva la necessaria adozione               
dell'ordinanza sindacale di sgombero limitatamente al contributo di             
cui al punto A.1;                                                               
- la destinazione dell'immobile ad uso di abitazione principale,                
fatto salvo quanto previsto ai punti A.2.2) e A.3);                             
- il possesso di un reddito familiare complessivo non superiore a               
Lire 40.000.000 (pari a Euro 20.658,28), determinato ai sensi                   
dell'art. 21 della Legge 5 agosto 1978, n. 457, fatto salvo quanto              
previsto al punto A.2.2);                                                       
- l'avvenuta costruzione dell'unita' abitativa o dell'unita'                    
strutturale nel rispetto delle disposizioni di legge, ovvero                    
l'avvenuto conseguimento, in sanatoria, delle prescritte                        
autorizzazioni o concessioni ai sensi della normativa vigente.                  
B) Interventi a sostegno delle attivita' produttive                             
Sono ammissibili al contributo gli interventi straordinari di                   
ripristino degli immobili adibiti ad attivita' produttiva in grado di           
rimuovere lo stato di inagibilita' attraverso lavori di riparazione,            
ivi compreso l'eventuale miglioramento sismico.                                 
Il contributo puo' essere erogato fino al 75% del costo                         
dell'intervento, al netto di una franchigia pari a Lire 5.000.000               
(pari a Euro 2.582,28), e comunque non oltre la somma di Lire                   
100.000.000 (pari a Euro 51.645,69).                                            
Nel caso in cui il proprietario dell'immobile adibito ad attivita'              
produttiva non coincida con l'esercente l'attivita' medesima, il                
contributo per gli interventi suindicati puo' essere concesso a                 
quest'ultimo, purche' tale soggetto si sia fatto direttamente carico            
delle relative spese.                                                           
Presupposti per l'ammissibilita' al finanziamento dei suindicati                
interventi sono:                                                                
- la sussistenza di un nesso di causalita' diretta ed immediata dei             
danni con l'evento sismico;                                                     
- lo stato di totale o parziale inagibilita' dell'immobile, accertato           
con atto predisposto, a seguito di apposito sopralluogo, dai tecnici            
comunali o di altra Amministrazione pubblica oppure da tecnici                  
privati incaricati dal Comune;                                                  
- l'esercizio dell'attivita' sia prima che dopo l'evento sismico;               
- l'iscrizione dell'impresa nel Registro delle imprese tenuto presso            
la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura                    
competente per territorio;                                                      
- l'assenza di procedure concorsuali alla data dell'evento sismico;             
- l'appartenenza dell'impresa ad uno dei seguenti settori produttivi:           
industria, artigianato, commercio, turismo, servizi, agroindustria ed           
allevamento (per questi ultimi due settori limitatamente alle imprese           
escluse da benefici previsti dalla Legge 185/92);                               
- l'avvenuta costruzione dell'immobile nel rispetto delle                       
disposizioni di legge, ovvero l'avvenuto conseguimento, in sanatoria,           
delle prescritte autorizzazioni o concessioni ai sensi della                    
normativa vigente.                                                              
C) Criteri di priorita' per l'assegnazione dei contributi                       
L'assegnazione dei contributi a favore dei soggetti privati e delle             
attivita' produttive e' disposta secondo il seguente ordine di                  
priorita' e nei limiti delle risorse allo scopo disponibili:                    
a) contributi per l'autonoma sistemazione dei nuclei familiari                  
evacuati dai propri alloggi;                                                    
b) contributi per interventi straordinari di ripristino su immobili             
ad uso abitativo;                                                               
c) contributi per interventi straordinari di ripristino su immobili             
adibiti ad attivita' produttiva.                                                
Relativamente ai contributi per gli interventi previsti alla lettera            
b) hanno diritto di precedenza le unita' abitative occupate da nuclei           
familiari con presenza di portatori di handicap e/o di persone                  
anziane di eta' superiore a 65 anni.                                            
D) Condizioni apposte all'assegnazione dei contributi                           
Qualora i danni subiti dai soggetti privati e dalle attivita'                   
produttive in conseguenza degli eventi sismici siano in tutto o in              
parte ripianati con fondi di compagnie di assicurazione, la                     
corresponsione dei contributi per gli interventi straordinari di                
ripristino ha luogo solo fino alla concorrenza dell'eventuale                   
differenza. In tal caso il contributo, cosi' determinato, e'                    
integrato con un'ulteriore quota pari ai premi assicurativi                     
corrisposti dai soggetti danneggiati nel quinquennio antecedente la             
data dell'evento: tale ulteriore quota non puo' comunque essere                 
superiore alla meta' dell'indennizzo corrisposto dalle compagnie                
assicurative, fermo restando che il contributo complessivo                      
ammissibile, ivi compresa la predetta ulteriore quota, non puo'                 
eccedere i massimali di cui ai precedenti punti A.2.1), A.2.2) e B).            
E) Richiesta di contributi e modalita' di erogazione degli stessi               
Le richieste di contributi da parte degli aventi titolo, compilate              
sui moduli di cui agli Allegati A, B, C, D e E, dovranno essere                 
presentate entro e non oltre 60 giorni dalla data di pubblicazione              
nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna della delibera            
di Giunta regionale di adozione delle presenti disposizioni, al                 
Sindaco del Comune, nel cui territorio e' ubicato l'immobile e                  
dovranno essere corredate da perizie asseverate, redatte da                     
professionisti abilitati.                                                       
Hanno titolo a presentare la domanda quei soggetti che,                         
nell'immediatezza dell'evento sismico, hanno segnalato danni ai                 
propri immobili, sui quali sono stati effettuati sopralluoghi di                
tecnici comunali o di altre Amministrazioni pubbliche oppure di                 
tecnici incaricati dal Comune, che ne hanno accertato l'inagibilita'            
totale o parziale.                                                              
I Comuni, nel rispetto delle priorita' di cui alla lettera C) delle             
presenti disposizioni e sulla base delle richieste loro pervenute,              
nonche' della documentazione  acquisita nell'immediatezza dell'evento           
sismico e previ eventuali ulteriori accertamenti, trasmetteranno alla           
Regione, entro i successivi 45 giorni dal termine indicato sopra,               
l'elenco riepilogativo (a firma del Sindaco) dei soggetti danneggiati           
ed aventi titolo, con la specificazione, per ciascuno dei                       
richiedenti, dell'ammontare dei danni dichiarati e dei contributi               
ammissibili.                                                                    
La Regione Emilia-Romagna provvedera' a ripartire i finanziamenti ai            
Comuni in relazione al fabbisogno da essi indicato, tenuto conto                
delle priorita' stabilite e delle risorse finanziarie disponibili.              
I Comuni provvederanno alla liquidazione dei contributi per                     
l'autonoma sistemazione dei nuclei familiari evacuati sulla base                
della sola autocertificazione presentata dagli aventi titolo, fatti             
salvi i controlli di legge sulla veridicita' della dichiarazione.               
Relativamente ai contributi per gli interventi straordinari di                  
ripristino sugli immobili adibiti sia ad uso abitativo che ad                   
attivita' produttive gia' realizzati alla data di pubblicazione delle           
presenti disposizioni nel Bollettino Ufficiale della Regione                    
Emilia-Romagna, i Comuni provvederanno alla loro corresporisione                
dietro presentazione, da parte degli aventi titolo, della                       
documentazione valida ai fini fiscali comprovante la spesa                      
effettivamente sostenuta, nonche' della certificazione di regolare              
esecuzione contenente anche la dichiarazione dell'avvenuta rimozione            
dell'inagibilita'. L'Ufficio Tecnico comunale valutera' altresi'                
l'adeguatezza della documentazione alla natura dell'intervento.                 
Per gli interventi ancora da realizzare, i progettisti faranno                  
riferimento ai punti da 1.3 a 1.10 delle "Prescrizioni tecniche e               
parametri" e relativi Allegati A e B (quest'ultimo limitatamente agli           
interventi nei complessi architettonici di valore storico-artistico)            
approvati con delibera di Giunta regionale n. 283 del 10/3/1999                 
pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna n.             
60 del 10/5/1999, nonche' all'Elenco prezzi (approvato con delibera             
di Giunta regionale n. 1848 del 19/10/1998) pubblicato nel medesimo             
Bollettino Ufficiale. I lavori devono essere conclusi entro 12 mesi             
dall'affissione nell'Albo pretorio dell'elenco degli ammessi al                 
contributo. L'erogazione del contributo da parte del Comune avverra'            
dietro presentazione della attestazione di regolare esecuzione dei              
lavori e della documentazione valida ai fini fiscali, comprovante la            
spesa effettivamente sostenuta. L'Ufficio Tecnico comunale                      
effettuera' verifiche a campione circa la conformita' degli                     
interventi alle prescrizioni tecniche, ai progetti presentati,                  
nonche' alla regolarita' e congruita' delle spese sostenute,                    
avvalendosi, ove necessario per quanto riguarda l'aspetto sismico,              
del supporto di tecnici regionali.                                              
I Comuni, infine, dovranno trasmettere alla Regione apposito elenco a           
consuntivo dei contributi effettivamente erogati. Le somme non                  
erogate dovranno essere restituite alla Regione.                                
La Regione Emilia-Romagna si riserva di disporre controlli, anche a             
campione, sulla regolarita' delle modalita' di corresponsione dei               
contributi agli aventi titolo da parte dei Comuni.                              
MODULO A                                                                        
Eventi sismici aprile/giugno 2000 - Contributo per l'autonoma                   
sistemazione in nuovo alloggio - Ordinanza ministeriale 3076/00                 
      Al Sig. Sindaco                                                           
      di . . . . . . . . . . . . . . . . .                                      
Il sottoscritto                                                                 
nato a . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . il                 
residente nel comune di . . . . . . . . . . . . . . . . . localita'             
Via    n. . . . . . .                                                           
tel. . . . . . . . . . . . . . . . . . . codice fiscale                         
evacuato, con il proprio nucleo familiare, dall'immobile divenuto               
inagibile in conseguenza degli eventi sismici di aprile/giugno 2000,            
sito in Via . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . n. . . . . di             
codesto comune                                                                  
chiede                                                                          
di poter usufruire del contributo mensile per l'autonoma sistemazione           
del proprio nucleo familiare in un nuovo alloggio.                              
A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445 del                     
28/12/2000 e consapevole delle conseguenze previste agli artt. 75 e             
76 del decreto medesimo, per chi attesta il falso, sotto la propria             
responsabilita'                                                                 
dichiara:                                                                       
- che l'immobile, sito nel comune di . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . . . , Via . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . . . n. . . . . . . , era adibito ad abitazione principale;                  
- che il suindicato immobile e' stato dichiarato totalmente o                   
parzialmente inagibile con ordinanza sindacale n. . . . . . . . . .             
del . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ;                                   
- che il proprio nucleo familiare convivente nell'alloggio suddetto             
e' cosi' composto:                                                              
- che ha provveduto alla sistemazione del proprio nucleo familiare              
mediante locazione di altro alloggio situato nel comune di . . . . .            
. . . . . . . . . . . . . . Via . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . . . . . n. . . . . ;                                                        
- che la suddetta sistemazione e' avvenuta a decorrere dal giorno . .           
. . . . . . . . fino al . . . . . . . . . . . . . . . . . o (*) fino            
alla presunta data del . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .              
(il termine finale non puo' andare oltre il 31 dicembre 2001);                  
- che il canone di locazione del nuovo alloggio ammonta a Lire . . .            
. . . . . . . . . . . mensili (escluse le spese di utenza e                     
condominiali);                                                                  
- che il reddito complessivo del nucleo familiare percepito nell'anno           
2000 ammonta a Lire . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ;             
- di non essere proprietario di altra unita' immobiliare destinata ad           
uso abitativo.                                                                  
luogo . . . . . . . . . . . , il . . . . . . . . . . . .                        
firma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                                 
(*) Cancellare la voce che non ricorre.                                         
MODULO B                                                                        
Eventi sismici aprile/giugno 2000 - Contributo per i danni                      
all'abitazione principale Ordinanza ministeriale 3076/00                        
      Al Sig Sindaco                                                            
      di . . . . . . . . . . . . . . . . .                                      
Il sottoscritto                                                                 
nato a . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . il           
residente nel comune di . . . . . . . . . . . . . . . . localita'               
Via    n. . . . . .                                                             
tel. . . . . . . . . . . . . . . . . . . codice fiscale                         
proprietario dell'alloggio sito in codesto comune in Via . . . . . .            
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . n.            
. . . . , divenuto inagibile in conseguenza degli eventi sismici di             
aprile/giugno 2000                                                              
chiede                                                                          
di poter usufruire del contributo destinato alla copertura delle                
spese per interventi straordinari di ripristino in grado di rimuovere           
lo stato di inagibilta' attraverso lavori di riparazione, ivi                   
compreso l'eventuale miglioramento sismico.                                     
A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445 del                     
28/12/2000 e consapevole delle conseguenze previste agli artt. 75 e             
76 del decreto medesimo per chi attesta il falso, sotto la propria              
responsabilita'                                                                 
dichiara:                                                                       
- che l'immobile, sito nel comune di . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . . . , Via . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . . . . . n. . . . . . . . , era adibito a propria abitazione                 
principale;                                                                     
- che il suddetto immobile e' stato dichiarato totalmente o                     
parzialmente inagibile con atto predisposto dai tecnici comunali, o             
di altra Amministrazione pubblica oppure da tecnici privati                     
incaricati dal Comune (*), a seguito di apposito sopralluogo                    
effettuato in data . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . . . . . . . . .;                                                            
- che nel proprio nucleo familiare sono/non sono presenti portatori             
di handicap e/o sono/non sono presenti persone di eta' superiore ai             
65 anni (*);                                                                    
- che il reddito complessivo del nucleo familiare per l'anno 2000               
ammonta a Lire . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . . . ;                                                                       
- che i danni subiti dall'immobile sono conseguenza immediata e                 
diretta degli eventi sismici di aprile/giugno 2000;                             
- che l'immobile e' stato edificato nel rispetto delle disposizioni             
di legge ovvero che le prescritte autorizzazioni o concessioni sono             
state conseguite in sanatoria ai sensi della normativa vigente (*);             
- che i danni subiti dall'immobile:                                             
 non sono coperti;                                                              
oppure                                                                          
 sono coperti da polizza assicurativa o altra forma di risarcimento o           
indennizzo comunque denominato nella seguente misura: . . . . . . . .           
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
e che nel quinquennio antecedente la data dell'evento sono stati                
corrisposti premi assicurativi per un importo pari a Lire . . . . . .           
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . . . . . . .;                                                                
- che le spese sostenute o che la stima presunta della spesa (*) per            
gli interventi straordinari di ripristino ammonta a Lire . . . . . .            
. . . . . . . . . . . . . . . . . , come risulta dall'allegata                  
perizia asseverata.                                                             
Il sottoscritto dichiara, altresi', di essere a conoscenza del fatto            
che:                                                                            
- il contributo per gli interventi di ripristino potra' essere                  
erogato solo qualora residuino ulteriori risorse finanziarie, una               
volta assicurati i contributi per l'autonoma sistemazione dei nuclei            
familiari evacuati;                                                             
- il Comune provvedera' alla liquidazione del contributo, richiesto             
con la presente domanda, solo dietro presentazione, da parte del                
sottoscritto, della documentazione valida ai fini fiscali,                      
comprovante la spesa effettivamente sostenuta.                                  
luogo . . . . . . . . . . . . . , il . . . . . . . . . . . . . .                
firma . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                                     
(*) Cancellare la voce che non ricorre.                                         
MODULO C                                                                        
Eventi sismici aprile/giugno 2000 - Contributo per i danni alle parti           
comuni dell'unita' strutturale condominiale Ordinanza ministeriale              
3076/00                                                                         
      Al Sig. Sindaco                                                           
      di . . . . . . . . . . . . . . . . .                                      
Il sottoscritto                                                                 
nato a . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .            
il                                                                              
residente nel comune di . . . . . . . . . . . . . . . . . localita'             
Via    n. . . . . . .                                                           
tel. . . . . . . . . . . . . . . . . . . codice fiscale                         
in qualita' di amministratore del condominio sito in codesto comune             
in Via . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . n. . . . .           
. divenuto inagibile in conseguenza degli eventi sismici di                     
aprile/giugno 2000                                                              
chiede                                                                          
a nome e per conto della maggioranza dei condomini rappresentante               
almeno la meta' del valore dell'edificio, di poter usufruire del                
contributo destinato alla copertura delle spese per interventi                  
straordinari di ripristino in grado di rimuovere lo stato di                    
inagibilta' attraverso lavori di riparazione delle parti comuni                 
dell'edificio, ivi compreso l'eventuale miglioramento sismico.                  
A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445 del                     
28/12/2000 e consapevole delle conseguenze previste agli artt. 75 e             
76 del decreto medesimo per chi attesta il falso, sotto la propria              
responsabilita'                                                                 
dichiara:                                                                       
- che il suddetto immobile e' stato dichiarato totalmente o                     
parzialmente inagibile con atto predisposto dai tecnici comunali, o             
di altra Amministrazione pubblica oppure da tecnici privati                     
incaricati dal Comune (*), a seguito di apposito sopralluogo                    
effettuato in data . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . . . . . . . . .;                                                            
- che i danni subiti dall'immobile sono conseguenza immediata e                 
diretta degli eventi sismici di aprile/giugno 2000;                             
- che l'immobile e' stato edificato nel rispetto delle disposizioni             
di legge ovvero che le prescritte autorizzazioni o concessioni sono             
state conseguite in sanatoria ai sensi della normativa vigente (*);             
- che i danni subiti dall'immobile:                                             
 non sono coperti;                                                              
oppure                                                                          
 sono coperti da polizza assicurativa o altra forma di risarcimento o           
indennizzo comunque denominato nella seguente misura: . . . . . . . .           
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
e che nell'ultimo quinquennio antecedente la data dell'evento sono              
stati corrisposti premi assicurativi per un importo pari a Lire . . .           
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . ;                                                                           
- che la somma dei contributi massimi spettanti alle singole unita'             
immobiliari effettivamente danneggiate ammonta a Lire . . . . . . . .           
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . ;                                                                           
- che le spese sostenute o che la stima presunta della spesa per gli            
interventi straordinari di ripristino ammonta a Lire . . . . . . . .            
. . . . . . . . . . , come risulta dall'allegata perizia asseverata.            
Il sottoscritto dichiara, altresi', di essere a conoscenza del fatto            
che:                                                                            
- il contributo per gli interventi di ripristino potra' essere                  
erogato solo qualora residuino ulteriori risorse finanziarie, una               
volta assicurati i contributi per l'autonoma sistemazione dei nuclei            
familiari evacuati;                                                             
- il Comune provvedera' alla liquidazione del contributo, richiesto             
con la presente domanda, solo dietro presentazione, da parte del                
sottoscritto, della documentazione valida ai fini fiscali,                      
comprovante la spesa effettivamente sostenuta.                                  
luogo . . . . . . . . . . . il . . . . . . . . . . . . . . .                    
firma . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                                     
(*) Cancellare la voce che non ricorre.                                         
MODULO D                                                                        
Eventi sismici aprile/giugno 2000 - Contributo per i danni                      
all'immobile locato Ordinanza ministeriale 3076/00                              
      Al Sig. Sindaco                                                           
      di . . . . . . . . . . . . . . . . .                                      
Il sottoscritto                                                                 
nato a . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . il             
residente nel Comune di . . . . . . . . . . . . . . . localita'                 
Via    n. . . . . .                                                             
tel. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . codice fiscale                       
proprietario dell'alloggio sito in codesto Comune in Via . . . . . .            
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . n. . . . . . ,            
divenuto inagibile in conseguenza degli eventi sismici di                       
aprile/giugno 2000                                                              
chiede                                                                          
di poter usufruire del contributo destinato alla copertura delle                
spese per interventi straordinari di ripristino in grado di rimuovere           
lo stato di inagibilta' attraverso lavori di riparazione, ivi                   
compreso l'eventuale miglioramento sismico.                                     
A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445 del                     
28/12/2000 e consapevole delle conseguenze previste agli artt. 75 e             
76 del decreto medesimo per chi attesta il falso, sotto la propria              
responsabilita'                                                                 
dichiara:                                                                       
- che l'immobile, sito nel comune di . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . , Via . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . . n. . . . . . . . era locato e che il contributo, oggetto della            
presente domanda, non e' stato chiesto ne' si chiedera' per la                  
propria abitazione principale;                                                  
- che il suddetto immobile e' stato dichiarato totalmente o                     
parzialmente inagibile con atto predisposto dai tecnici comunali, o             
di altra Amministrazione pubblica oppure da tecnici privati                     
incaricati dal Comune (*), a seguito di apposito sopralluogo                    
effettuato in data . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . . . . . . . . .;                                                            
- che il reddito complessivo del nucleo familiare per l'anno 2000               
ammonta a Lire . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . . . ;                                                                       
- che i danni subiti dall'immobile sono conseguenza immediata e                 
diretta degli eventi sismici di aprile/giugno 2000;                             
- che l'immobile e' stato edificato nel rispetto delle disposizioni             
di legge ovvero che le prescritte autorizzazioni o concessioni sono             
state conseguite in sanatoria ai sensi della normativa vigente (*);             
- che i danni subiti dall'immobile:                                             
 non sono coperti;                                                              
oppure                                                                          
 sono coperti da polizza assicurativa o altra forma di risarcimento o           
indennizzo comunque denominato nella seguente misura: . . . . . . . .           
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
e che nell'ultimo quinquennio antecedente la data dell'evento sono              
stati corrisposti premi assicurativi per un importo pari a Lire . . .           
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . ;                                                                           
- che le spese sostenute o che la stima presunta della spesa per gli            
interventi straordinari di ripristino ammonta a Lire . . . . . . . .            
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . , come risulta dall'allegata              
perizia asseverata.                                                             
Il sottoscritto dichiara, altresi', di essere a conoscenza del fatto            
che:                                                                            
- il contributo per gli interventi di ripristino potra' essere                  
erogato solo qualora residuino ulteriori risorse finanziarie, una               
volta assicurati i contributi per l'autonoma sistemazione dei nuclei            
familiari evacuati;                                                             
- il Comune provvedera' alla liquidazione del contributo, richiesto             
con la presente domanda, solo dietro presentazione, da parte del                
sottoscritto, della documentazione valida ai fini fiscali,                      
comprovante la spesa effettivamente sostenuta.                                  
luogo . . . . . . . . . . il . . . . . . . . . . . . . .                        
firma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                                   
(*) Cancellare la voce che non ricorre.                                         
MODULO E                                                                        
Eventi sismici aprile/giugno 2000 - Contributo alle attivita'                   
produttive Ordinanza ministeriale 3076/00                                       
      Al Sig. Sindaco                                                           
      di . . . . . . . . . . . . . . . . .                                      
Il sottoscritto                                                                 
nato a . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . il                               
residente nel comune di . . . . . . . . . . . . . . . Via    n. . . .           
in qualita' di legale rappresentante dell'impresa (ragione sociale,             
come da certificato CCIAA) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .            
. con sede legale nel Comune di . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. , Via . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
n. . . . . . , cap . . . . . . . p. IVA . . . . . . . . . . . . . . .           
. . . . . . . . . . cod. fisc. . . . . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . tel. . . . . . . . . . . . . . . . fax . . . . . . . . . . . . .            
. . . . . . . . . . e con sede operativa nel comune di (indicare solo           
se diversa dalla sede legale) . . . . , Via . . . . . . . . . . . . .           
. . . . . . . . . n. . . . . . . . cap . . . . . tel. . . . . . . . .           
. . . . . . . . . . . fax . . . . . . . . . . . . . . . . . . la cui            
unita' immobiliare e' divenuta inagibile in conseguenza degli eventi            
sismici di aprile/giugno 2000                                                   
chiede                                                                          
di poter usufruire del contributo destinato alla copertura delle                
spese per interventi straordinari di ripristino in grado di rimuovere           
lo stato di inagibilita' attraverso lavori di riparazione, ivi                  
compreso l'eventuale miglioramento sismico.                                     
A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445 del                     
28/12/2000, e consapevole delle conseguenze previste agli artt. 75 e            
76 del decreto medesimo per chi attesta il falso, sotto la propria              
responsabilita'                                                                 
dichiara:                                                                       
- che l'immobile, sito nel Comune di . . . . . . . . . . . . . . . .            
. , Provincia di . . . . . . . . . . . . . . Via . . . . . . . . . .            
. . . . . . . . . . . . n. . . . . . . . e' adibito ad attivita'                
produttiva;                                                                     
- che il suddetto immobile e' stato dichiarato totalmente o                     
parzialmente inagibile con atto predisposto dai tecnici comunali o di           
altra Amministrazione pubblica oppure da tecnici privati incaricati             
dal Comune (*), a seguito di apposito sopralluogo effettuato in data            
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .             
.;                                                                              
- che i danni subiti dall'immobile sono conseguenza diretta ed                  
immediata degli eventi sismici di aprile/giugno 2000;                           
- che l'impresa e' regolarmente iscritta nel Registro delle imprese             
tenuto dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e                      
Agricoltura territorialmente competente;                                        
- che l'attivita' produttiva era esercitata prima dell'evento sismico           
ed e' tuttora esercitata;                                                       
- che, alla data dell'evento sismico, non esistevano a carico                   
dell'impresa procedure concorsuali;                                             
- che l'impresa appartiene al seguente settore produttivo (barrare la           
casella relativa al settore di appartenenza):                                   
 industria;                                                                     
 artigianato;                                                                   
 commercio;                                                                     
 turismo;                                                                       
 servizi;                                                                       
 agroindustria e allevamento (limitatamente alle imprese escluse da             
benefici previsti dalla Legge 185/92);                                          
- che l'immobile e' stato edificato nel rispetto delle disposizioni             
di legge ovvero che le prescritte autorizzazioni o concessioni sono             
state conseguite in sanatoria ai sensi della normativa vigente (*);             
- che i danni subiti dall'immobile (*):                                         
a) non sono coperti;                                                            
oppure                                                                          
b) sono coperti da polizza assicurativa o altra forma di risarcimento           
o indennizzo comunque denominato nella seguente misura:  . . . . . .            
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. e che nel quinquennio antecedente la data dell'evento sono stati              
corrisposti premi assicurativi per un importo pari a Lire . . . . . .           
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .           
. . . . . . . .;                                                                
- che le spese sostenute o che la stima presunta della spesa (*) per            
gli interventi straordinari di ripristino ammonta a Lire . . . . . .            
. . . . . . . . . . come risulta dall'allegata perizia asseverata.              
Il sottoscritto dichiara, altresi', di essere a conoscenza del fatto            
che:                                                                            
- il contributo per interventi straordinari di ripristino potra'                
essere erogato solo qualora residuino ulteriori risorse finanziarie,            
una volta assicurati i contributi per l'autonoma sistemazione dei               
nuclei familiari evacuati;                                                      
- il Comune provvedera' alla liquidazione del contributo, richiesto             
con la presente domanda, solo dietro presentazione, da parte del                
sottoscritto, della documentazione valida ai fini fiscali,                      
comprovante la spesa effettivamente sostenuta.                                  
luogo . . . . . . . . . . , il . . . . . . . . . . . .                          
firma . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                                   
(*) Cancellare la voce che non ricorre.                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it