REGIONE EMILIA-ROMAGNA - RESPONSABILE DEL SERVIZIO GESTIONE DIRETTA DELLE ATTIVITA' DELLA DIREZIONE

DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO GESTIONE DIRETTA DELLE ATTIVITA' DELLA DIREZIONE 18 ottobre 2001, n. 10579

Finanziamento delle attivita' previste dalla circolare ministeriale 30/00 - Legge 236/93 - Attivita' formative aziendali in attuazione della delibera di Giunta regionale 999/01

LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Richiamati:                                                                     
- la L.R. 236/93, recante "Interventi urgenti a sostegno                        
dell'occupazione";                                                              
- la circolare del Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale n.           
30 del 23 maggio 2000, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, Serie               
generale n. 128 del 3 giugno 2000, recante "Disposizioni per la                 
gestione dei fondi relativi all'art. 9, comma 3 della Legge 236/93              
per interventi di formazione continua";                                         
- la circolare del Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale -            
UCOFPL - n. 92 del 29 dicembre 2000, pubblicata nella Gazzetta                  
Ufficiale, Serie generale n. 12 del 16 gennaio 2001, recante                    
"Interventi di promozione di piani formativi  aziendali, settoriali e           
territoriali e sviluppo della prassi della formazione continua";                
- il Regolamento (CE) n. 69/2001 della Commissione del 12/1/2001                
relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato CE agli           
aiuti di importanza minore ("de minimis");                                      
- le deliberazioni della Giunta regionale, esecutive:                           
- n. 2541 del 4 luglio 1995 "Direttive della Giunta regionale  per              
l'esercizio delle funzioni dirigenziali";                                       
- n. 1475 dell'1 agosto 1997 "Direttive attuative per la formazione             
professionale e per l'orientamento triennio 1997/1999" e successive             
modificazioni di cui alla propria deliberazione 528/99, esecutiva;              
- n. 539 dell'1 marzo 2000 "Approvazione direttive regionali stralcio           
per l'avvio  della  nuova programmazione 2000/2006" nonche' le                  
determinazioni del Direttore generale Formazione professionale e                
Lavoro n. 6398 dell'11/7/2000 e n. 8125 del 29/8/2000;                          
- n. 1697 del 10 ottobre 2000 "Approvazione modifiche alle direttive            
regionali stralcio per l'avvio della nuova programmazione 2000/2006             
di cui  alla deliberazione 539/00";                                             
- n. 615 dell'1 marzo 2000 "Approvazione del progetto sistema                   
esternalizzato di tesoreria per i pagamenti per l'attivita' formativa           
nell'ambito del programma Agenda per la modernizzazione regionale" ed           
in particolare il relativo allegato, nel quale sono individuate le              
modalita' di pagamento esternalizzato con riferimento all'art. 14               
della  Convenzione stipulata in data 29/3/2000 tra la Regione ed il             
Tesoriere nonche' la successiva  convenzione sottoscritta in data               
25/10/2000 e la determinazione del Direttore generale Formazione                
professionale e Lavoro n. 1027 del 15 febbraio 2000 e successive                
modificazioni;                                                                  
- n. 709 dell'8 maggio 2001 "Implementazione del progetto ôSistema              
esternalizzato di tesoreria per i pagamenti relativi all'attivita'              
formativa' nell'ambito del programma ôAgenda per  la modernizzazione            
regionale' - Approvazione e parziale modifica della delibera 615/00";           
- le determinazioni del Direttore generale Formazione professionale e           
Lavoro:                                                                         
- n. 9336 del 2 ottobre 2000, con la quale e' stata approvata la                
"Graduatoria dei progetti ammissibili e non ammissibili Legge 236/93            
- Circolare ministeriale 30/00 - Primo provvedimento relativo al                
periodo 6/7/2000-20/9/2000";                                                    
- n. 10738 dell'8 novembre 2000, con la quale e' stata approvata la             
"Graduatoria dei progetti ammissibili e non ammissibili - Legge                 
236/93 - Circolare ministeriale 30/00 - Secondo provvedimento                   
relativo al periodo 21/9/2000-20/10/2000;                                       
- n. 12195 dell'11 dicembre 2000, con la quale e' stata approvata la            
"Graduatoria dei progetti ammissibili e non ammissibili Legge 236/93            
- Circolare ministeriale 30/00 - Terzo provvedimento relativo al                
periodo 21/10/2000-20/11/2000;                                                  
- n. 12832 del 29 dicembre 2000, con la quale e' stata approvata la             
"Graduatoria dei progetti ammissibili - Legge 236/93 - Circolare                
ministeriale 30/00 - Quarto provvedimento relativo al periodo                   
21/11/2000-20/12/2000;                                                          
richiamate inoltre:                                                             
- la deliberazione della Giunta regionale n. 2156 del 28 novembre               
2000, esecutiva, recante "Finanziamento delle attivita' previste                
dalla Circolare ministeriale 30/00 - Legge 236/93 - Attivita'                   
formative aziendali - Variazione di bilancio";                                  
- la propria determinazione n. 6134 del 21 giugno 2001 recante "Legge           
236/93 - Circolare ministeriale 30/00 - Attivita' anno 2000 - Revoche           
contributi e rimessa a disposizione fondi - I provvedimento";                   
considerato:                                                                    
- che con l'Allegato A) parte  integrante della deliberazione n. 2156           
sopracitata, sono state finanziate n. 452 iniziative ammissibili per            
un contributo pubblico di Lire 19.069.762.000 (pari a Euro                      
9.848.710,15) con un costo complessivo di Lire 24.357.681.000 (pari a           
Euro 12.579.692,40), relativamente alla graduatoria approvata con la            
sopracitata determinazione 9336/00;                                             
- che con  l'Allegato B) parte  integrante della determinazione n.              
6134 sopracitata,  sono state finanziate ulteriori n. 30 iniziative             
ammissibili per un contributo pubblico di Lire 1.130.861.000 (pari a            
Euro 584.040,97) con un costo totale di Lire 1.428.141.000 (pari a              
Euro 737.573,27), gia' ricomprese all'interno della sopracitata                 
graduatoria approvata con  la determinazione 9336/00;                           
tenuto conto che con i suddetti provvedimenti e' stata finanziata               
solo parzialmente la graduatoria di cui alla succitata determinazione           
9336/00;                                                                        
viste le deliberazioni della Giunta regionale, esecutive:                       
- n. 18 del 16/1/2001 "Invito a presentare progetti da realizzare con           
il contributo del Fondo sociale europeo per il periodo 2001-2002                
(Obiettivo 3) e con le risorse assegnate dalla circolare MLPS n. 92             
del 29 dicembre 2000 (Legge 236/93)" ed in particolare l'Allegato D);           
- n. 999 del 5/6/2001 recante "Approvazione graduatoria e                       
finanziamento progetti Legge 236/93 - Circolare ministeriale 92/00 in           
 attuazione della propria delibera 18/01. Variazione di bilancio";              
considerato che:                                                                
- con la sopracitata deliberazione 18/01, e' stata assegnata la somma           
di Lire 9.000.000.000 (pari ad Euro 4.648.112,09) al finanziamento di           
progetti di formazione aziendale gia' presentati ai sensi della                 
circolare 30/00,  collocati nella  graduatoria  di  cui  alla                   
determinazione 9336/00 sopracitata e non ancora finanziati per                  
esaurimento delle risorse assegnate;                                            
- al punto 9), lettera d) del dispositivo della sopracitata                     
deliberazione 999/01 si autorizza il Responsabile del Servizio                  
competente di procedere con successivi provvedimenti ad utilizzare la           
somma di Lire 9.000.000.000 (pari ad Euro 4.648.112,09) per                     
finanziare ulteriori progetti di formazione aziendale presentati ai             
sensi della circolare MLPS 30/00 ed approvati con la sopracitata                
determinazione 9336/00;                                                         
tenuto conto:                                                                   
- che la succitata circolare 30/00 prevede l'erogazione di un                   
contributo massimo per azienda di Lire 50.000.000 (pari ad Euro                 
25.822,84) e che pertanto si e' provveduto ad un controllo per la               
verifica  del finanziamento massimo concedibile ad ogni azienda                 
destinataria dell'intervento;                                                   
- che i  soggetti gestori dei  progetti  individuati nell'Allegato A)           
parte integrante alla  presente determinazione, hanno rinunciato alla           
realizzazione degli  stessi, come risulta  dalle  relative  note                
trattenute agli atti d'ufficio;                                                 
- che l'esatta ragione sociale del soggetto gestore del progetto con            
rif. PA 1919/2000 risulta essere "Romagna Est Banca di Credito                  
Cooperativo Scrl" e non "Banca di Credito  Cooperativo Scrl" come               
erroneamente indicato nell'Allegato  A), parte  integrante  della               
determinazione n. 9336 sopracitata;                                             
- che l'esatta ragione sociale del soggetto gestore del progetto con            
rif. PA 2068/2000 risulta essere "BVM Italia SpA" e non "BWM Italia             
SpA"  come erroneamente indicato nell'Allegato A), parte integrante             
della determinazione n. 9336 sopracitata;                                       
- che le due aziende, "Color Delta  Service Srl"  e "Laboratori                 
Fotografici SpA", beneficiarie dell'attivita' formativa di cui al               
progetto con rif. PA 1789/2000 a titolarita' "Assoform Rimini", si              
sono fuse in un'unica ditta "Finicolor  Group SpA", come  risulta               
dalla comunicazione trasmessaci con nota trattenuta agli atti                   
d'ufficio;                                                                      
- che a seguito della fusione sopradescritta, occorre riportare il              
contributo pubblico approvabile indicato nell'Allegato A) della                 
sopracitata determinazione n. 9336 da Lire 99.040.000 (pari ad Euro             
51.149,89) a Lire 49.520.000 (pari ad Euro 25.574,95) e il  costo               
complessivo da Lire 123.800.000 (pari ad Euro 63.937,36) a Lire                 
61.900.000 (pari ad Euro 31.968,68);                                            
ritenuto in attuazione di quanto sopra detto:                                   
- di finanziare n. 215 attivita' formative, per un costo complessivo            
di Lire 11.442.123.000 (pari a  Euro 5.909.363,36), con un onere a              
carico pubblico di Lire 8.975.947.000 (pari ad Euro 4.635.689,75),              
gia' comprese nella graduatoria dei progetti ammissibili approvata              
con la succitata determinazione 9336/00, riportati nell'Allegato B)             
con valori espressi in Lire e nell'Allegato  B) bis con i medesimi              
valori espressi in Euro, parti integranti della presente                        
determinazione;                                                                 
- di liquidare il finanziamento ai soggetti gestori delle attivita' e           
di procedere alle relative regolarizzazioni contabili secondo  le               
modalita' indicate  nella deliberazione della  Giunta regionale                 
2156/00 succitata, tenuto conto anche di quanto disposto dalla                  
sopracitata deliberazione 709/01, e di suddividere pertanto le                  
attivita' stesse come indicato in dettaglio negli allegati, parti               
integranti  della presente determinazione, di seguito riportati:                
- nell'Allegato C), con valori espressi in Lire e nell'Allegato C)              
bis con i  medesimi  valori espressi in Euro, con riferimento ai                
progetti la cui titolarita' appartiene ad enti accreditati con un               
onere a carico pubblico di Lire 4.623.725.000 (pari a Euro                      
2.387.954,68);                                                                  
- nell'allegato D), con valori espressi in Lire e nell'Allegato D)              
bis con i medesimi  valori espressi in Euro, con riferimento ai                 
progetti  la cui titolarita' appartiene ad aziende e/o enti non                 
accreditati, con un onere a carico pubblico di Lire 4.352.222.000               
(pari a Euro 2.247.735,08);                                                     
valutato altresi' di attenersi, per le modalita' di gestione delle              
attivita' che con il  presente atto  si finanziano, alla                        
deliberazione della Giunta regionale 2156/00 succitata;                         
dato atto che sono stati attivati gli accertamenti di cui alla Legge            
19 marzo 1990, n. 55 "Nuove disposizioni per la prevenzione della               
delinquenza di tipo mafioso e di altre gravi forme di manifestazioni            
di pericolosita' sociale" e successive modifiche, nel rispetto di               
quanto previsto all'art. 1 del DPR 252/98 e che di tale acquisizione            
si dara'  atto al momento della liquidazione e relativa                         
regolarizzazione contabile;                                                     
richiamata la delibera di Giunta regionale 1841/01 relativa                     
all'attribuzione dell'incarico  di responsabilita' del Servizio                 
Ragioneria e Credito "ad interim" alla Dirigente Amina Curti;                   
dato atto dei  pareri favorevoli  al presente provvedimento ai sensi            
dell'art. 4, sesto comma della L.R. 41/92 e della predetta                      
deliberazione 2541/95:                                                          
- di regolarita' tecnica e di legittimita' del presente  atto;                  
- di regolarita' contabile espresso dalla Responsabile del Servizio             
Ragioneria e Credito, dott.ssa Amina Curti, secondo anche quanto                
disposto con determinazione del Direttore generale Risorse                      
finanziarie e strumentali n. 7350 del 26/9/1996;                                
determina:                                                                      
1) di dare atto, per le motivazioni espresse in premessa e qui                  
integralmente riportate:                                                        
- che i soggetti gestori dei progetti individuati nell'Allegato A)              
parte integrante alla presente determinazione, hanno rinunciato alla            
realizzazione degli stessi, con proprie note trattenute agli atti               
d'ufficio;                                                                      
- che l'esatta ragione sociale del soggetto gestore del progetto con            
rif. PA 1919/2000 risulta essere "Romagna Est Banca di Credito                  
Cooperativo Scrl" e non "Banca di Credito Cooperativo Scrl" come                
erroneamente indicato nell'Allegato A),  parte integrante della                 
determinazione  n.  9336 sopracitata;                                           
- che l'esatta ragione sociale del soggetto gestore del progetto con            
rif. PA 2068/2000 risulta essere "BVM Italia SpA" e non "BWM Italia             
SpA" come erroneamente indicato nell'Allegato A),  parte integrante             
della determinazione  n.  9336 sopracitata;                                     
- che le due aziende "Color Delta Service Srl" e "Laboratori                    
Fotografici SpA",  beneficiarie dell'attivita' formativa di cui al              
progetto con rif. PA 1789/2000 a titolarita' "Assoform Rimini", si              
sono fuse in un'unica ditta "Finicolor Group SpA" come risulta dalla            
comunicazione trasmessaci con nota trattenuta agli atti d'ufficio;              
- che a seguito della fusione sopradescritta, occorre riportare il              
contributo pubblico approvabile indicato nell'Allegato A) della                 
sopracitata determinazione n. 9336 da Lire 99.040.000 (pari ad Euro             
51.149,89) a Lire 49.520.000 (pari ad Euro 25.574,95) e il costo                
complessivo da Lire 123.800.000 (pari ad Euro 63.937,36) a Lire                 
61.900.000 (pari ad Euro 31.968,68);                                            
2) di finanziare, per i motivi espressi in premessa e qui                       
integralmente richiamati e in attuazione del punto 9) lettera d) del            
dispositivo della deliberazione 999/01, n. 215 iniziative per un                
costo complessivo di Lire 11.442.123.000 (pari a Euro 5.909.363,36),            
con un onere finanziario a carico pubblico di Lire 8.975.947.000                
(pari ad Euro 4.635.689,75) ricomprese nella graduatoria dei progetti           
ammissibili approvata con la gia' citata determinazione 9336/00,                
riportate nell'Allegato B) con valori espressi in Lire e nell'                  
Allegato B) bis con i medesimi valori espressi in Euro;                         
3) di dare atto che la quota indicata in "Altri fondi pubblici" pari            
a Lire 10.500.000 (pari a Euro 5.422,80) deriva dall'utilizzo di                
personale i cui oneri gravano sui pertinenti capitoli del bilancio              
regionale riferiti al progetto con rif.  PA n. 1914 a  titolarita'              
"Consorzio per la FP - Agenzia formativa dei Comuni di Piacenza e               
Fiorenzuola d'Arda", mentre la quota di Lire 2.455.676.000 (pari a              
Euro 1.268.250,81) indicata in "Privati" e' a carico delle aziende;             
4) di tenere a disposizione la somma residua di Lire 24.053.000 (pari           
a Euro 12.422,34) per successivi ed ulteriori recuperi di progetti              
ammissibili inseriti in graduatoria;                                            
5) di impegnare la somma complessiva di Lire 8.975.947.000 (pari ad             
Euro 4.635.689,75) registrata al n. 3842 di impegno sul Cap. 75757              
"Azioni formative aziendali, settoriali e territoriali volte a                  
fronteggiare l'attuale fase di trasformazione e ristrutturazione                
delle imprese (art. 9, Legge 19 luglio 1993, n. 236; circolare                  
139/98, circolare 30/00 e circolare 92/00) - Mezzi statali"                     
(aggiornamento normativo) del Bilancio per l'esercizio 2001 che e'              
stato dotato della necessaria disponibilita';                                   
6) di dare atto che:                                                            
- gli interventi sono contraddistinti da un numero di riferimento, al           
 quale corrispondono i  dati identificativi e progettuali degli                 
stessi, come riportato negli Allegati B), C) e D)  parti integranti             
al presente atto;                                                               
- eventuali variazioni,  ai  dati  riportati  nei succitati Allegati            
B), C) e D) potranno essere autorizzate con successivi propri atti;             
- l'organizzazione e la  gestione delle  attivita' analiticamente               
indicate nei sopracitati allegati, viene realizzata dagli enti ed               
imprese individuati negli stessi;                                               
7) di liquidare il finanziamento ai soggetti gestori delle attivita'            
e di procedere alle relative regolarizzazioni contabili secondo le              
modalita' indicate  nella deliberazione della Giunta regionale                  
2156/00 succitata, tenuto conto anche di quanto disposto dalla                  
sopracitata deliberazione 709/01  nonche'  dai successivi punti 8) e            
10) e di suddividere pertanto le attivita' stesse come indicato in              
dettaglio  negli allegati, parti integranti della  presente                     
determinazione, di seguito riportati:                                           
- nell'Allegato C), con valori espressi in Lire e nell'Allegato C)              
bis con i medesimi valori espressi in Euro, con riferimento ai                  
progetti la cui titolarita' appartiene ad enti accreditati, con un              
onere a carico pubblico di Lire 4.623.725.000 (pari a Euro                      
2.387.954,68);                                                                  
- nell'Allegato D), con valori espressi in Lire e nell'Allegato D)              
bis con i medesimi valori espressi in Euro, con riferimento ai                  
progetti la cui titolarita' appartiene ad aziende e/o enti non                  
accreditati, per un importo a carico pubblico di Lire 4.352.222.000             
(pari a Euro 2.247.735,08);                                                     
8) di subordinare l'esecutivita' della  presente determinazione alla            
verifica del rispetto dei vincoli posti dalla Legge 55/90 e                     
successive modificazioni citate in premessa di cui si dara' atto nei            
provvedimenti di liquidazione e regolarizzazione contabile;                     
9) di dare atto inoltre che le attivita' che con il presente atto si            
vanno a finanziare devono rispettare le regole del "de minimis" di              
cui al Regolamento (CE) n. 69/2001 della Commissione e che pertanto             
dovra' essere sottoscritta dal legale rappresentante  dell'impresa              
beneficiaria, ad avvio attivita', una dichiarazione dei finanziamenti           
ricevuti a titolo di "de  minimis" conteggiati a ritroso nel triennio           
precedente dalla data della presente determinazione;                            
10) di subordinare il finanziamento relativo ai progetti presentati             
dal mandatario capogruppo delle costituende ATI, alla costituzione              
dei raggruppamenti temporanei di impresa cosi' come indicato nei                
progetti stessi ed evidenziato  nell'Allegato E) parte integrante               
del presente atto con dati finanziari espressi in Lire ed in Euro,              
che riporta il capogruppo mandatario, i singoli mandanti nonche'  le            
quote di spettanza di  ciascun soggetto;                                        
11) di autorizzare il Dirigente competente, a prendere atto, con                
successivi provvedimenti, relativamente ai progetti di cui al  punto            
10) che precede, qualora  si verificassero  cambiamenti comportanti             
una  diversa ripartizione all'interno delle ATI stesse, di eventuali            
variazioni nella distribuzione delle attivita' e delle quote di                 
spettanza precedentemente definite in fase di presentazione del                 
progetto;                                                                       
12) di attenersi, per le modalita' di avvio e di gestione delle                 
attivita' che con il presente atto si finanziano, a quanto stabilito            
dalla deliberazione della  Giunta regionale 2156/00, citata in                  
premessa;                                                                       
13) di rimandare per quanto non espressamente indicato nel presente             
provvedimento alla circolare 30/00 nonche' alla deliberazione 2156/00           
sopracitata;                                                                    
14) di procedere con successivi provvedimenti, ai sensi della L.R.              
31/77 cosi' come modificata dalla L.R. 40/94 e in applicazione della            
delibera 2541/95:                                                               
a) all'approvazione  del rendiconto finale  delle attivita' che con             
il presente atto complessivamente si finanziano sulla base della                
effettiva realizzazione delle stesse;                                           
b) ad  utilizzare eventuali risorse derivanti  da rinunce, revoche o            
riduzioni di contributo delle attivita' che con il presente atto si             
vanno a finanziare, per finanziare, nel rispetto della normativa                
contabile vigente, ulteriori progetti presenti nella medesima                   
graduatoria;                                                                    
15) di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della               
Regione Emilia-Romagna affinche' costituisca oggetto di massima                 
divulgazione.                                                                   
LA RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Annuska Figna                                                                   
(segue allegato fotografato)                                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it