ASSESSORE ALLA SCUOLA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, UNIVERSITA', LAVORO, PARI OPPORTUNITA'

> COMUNICAZIONI

Si rende noto che possono essere presentati progetti per la riqualificazione professionale e/o servizi di consulenza per la ricerca di nuove opportunita' lavorative rispondenti alle aspettative ed attitudini individuali, nell'ambito di accordi sindacali per il reinserimento lavorativo di lavoratori in mobilita' e/o in CIGS

Il presente comunicato riguarda gli interventi indicati nell'Allegato           
A al bando approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 18             
del 16 gennaio 2001, con esclusivo riferimento a quanto previsto per            
la Misura A2 "Inserimento e reinserimento nel mercato del lavoro di             
giovani e adulti nella logica dell'approccio preventivo" (si veda il            
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna n. 17 del 2                   
febbraio 2001 alle pagine 16 e 22). I destinatari e i soggetti                  
beneficiari sono quelli previsti dalla Misura A2 come riportati nel             
Complemento di programmazione.                                                  
Il presente comunicato si rivolge in particolare al sostegno ed                 
accompagnamento alla riqualificazione, ricollocazione, outplacement             
e/o reinserimento di circa 200 lavoratori e lavoratrici di uno                  
stabilimento in provincia di Parma, posti attualmente in CIGS ed in             
prospettiva in mobilita' nell'ambito di un accordo fra organizzazioni           
sindacali e Azienda interessata. Le linee guida per l'articolazione             
in fasi e le modalita' di attuazione del progetto, sono contenute in            
apposita intesa fra le parti sociali interessate, la Provincia di               
Parma e la Regione, consultabili presso l'Agenzia Emilia-Romagna                
Lavoro - Viale Aldo Moro n. 38 - 40127 Bologna (Torre 3, XI piano,              
tel. 051/283893).                                                               
I requisiti di ammissibilita' dei soggetti candidati a realizzare i             
progetti proposti all'interno del presente invito, saranno quelli               
previsti a livello generale dalle "Direttive attuative per la                   
formazione professionale e per l'orientamento - Triennio 1997/99" e             
successive modificazioni e integrazioni.                                        
In particolare, per quanto riguarda le iniziative formative e di                
servizi di orientamento, la deliberazione della Giunta regionale n.             
2538 del 21/12/1999 e successive integrazioni, ha approvato l'elenco            
degli enti accreditati alla realizzazione di tali attivita'.                    
Nello specifico caso connesso alla presentazione di progetti da parte           
di organismi misti, quali le associazioni temporanee di impresa, gli            
stessi dovranno indicare, all'interno del formulario, l'intenzione di           
costituirsi in ATI indicando specificatamente i ruoli, le competenze            
e la suddivisione finanziaria dei singoli soggetti nell'ambito della            
realizzazione del progetto presentato.In considerazione della                   
particolare natura giuridica dell'istituto dell'ATI, la cui validita'           
temporale risulta collegabile unicamente alla realizzazione di un               
determinato progetto, e al fine di evitare spese aggiuntive a carico            
del soggetto presentatore, la formalizzazione di tale forma di                  
collaborazione viene richiesta solo successivamente all'avvenuta                
approvazione del progetto presentato e prima dell'avvio dello stesso.           
I soggetti candidati dovranno essere in regola ai sensi dell'art. 17,           
Legge 68/99 in materia di disciplina del diritto al lavoro dei                  
disabili.                                                                       
I progetti dovranno pervenire entro le ore 12,30 del 31 ottobre 2001            
presso la Regione Emilia-Romagna - Assessorato Scuola, Formazione               
professionale, Universita', Lavoro e Pari opportunita' - Ufficio                
Progettazioni bandi, verifiche ed approvazione progetti, Viale Aldo             
Moro n. 38 - V piano - 40127 Bologna.                                           
Le domande inviate tramite servizio postale dovranno pervenire                  
mediante raccomandata con ricevuta di ritorno e comunque entro e non            
oltre la scadenza indicata.                                                     
I progetti dovranno essere presentati sull'apposito formulario                  
compilato in ogni sua parte e consegnato in n. 2 copie cartacee                 
unitamente al supporto informatico (floppy disk) di identico                    
contenuto.                                                                      
La richiesta di finanziamento dovra' essere presentata in regola con            
le vigenti normative sul bollo e firmata dal legale rappresentante              
dell'organismo presentatore o da un suo delegato.                               
Il candidato deve indicare sul progetto la quantificazione poliennale           
della spesa specificando quanto percentualmente prevede di pagare per           
anno di pertinenza.                                                             
Ove non sia necessario l'accreditamento il soggetto deve inviare                
unitamente alla richiesta di finanziamento, la scheda informativa per           
la registrazione dell'archivio regionale dei soggetti, che e'                   
possibile trovare all'interno dell'applicativo informatico "attivita'           
formative 2001".                                                                
Il formulario ed il floppy disk sono disponibili presso la Direzione            
generale Formazione professionale e Lavoro della Regione                        
Emilia-Romagna, Sistema Informativo lavoro, Formazione professionale,           
Scuola - Viale Aldo Moro n. 38 - oppure e' possibile scaricarli dal             
sito Internet: http://sifp.regione.emilia-romagna.it.                           
Per qualsiasi informazione e/o chiarimento in merito ai contenuti del           
presente invito e' possibile contattare il Numero Verde per la                  
Formazione professionale tel. 800955154, e per le informazioni                  
relative alle linee guida del progetto e l'altra documentazione                 
disponibile, l'Agenzia Emilia-Romagna Lavoro, sigg.ri Botti e Ruggeri           
tel. 051/284188.                                                                
L'ASSESSORE                                                                     
Mariangela Bastico                                                              
Scadenza: 31 ottobre 2001                                                       

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it