COMUNE DI FERRARA

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Procedura aperta - Appalto di lavori pubblici: ampliamento della scuola d'infanzia "Pablo Neruda" di Ferrara

1. Comune di Ferrara - Piazza del Municipio n. 2 - 44100 Ferrara -              
tel. 0532/239394 - telefax 0532/239389 - e-mail:                                
contratti¹comune.fe.it.                                                         
2.a) Asta pubblica per il mercoledi' 5 luglio 2000, ore 10, ad unico            
e definitivo incanto, ad offerte segrete, con il criterio del prezzo            
piu' basso mediante offerta a prezzi unitari (art. 21, Legge 109/94             
cosi' come modificato dalle Leggi 216/95 e 415/98: art.  5, Legge               
14/73). Si procedera', nella medesima seduta, al sorteggio pubblico             
delle ditte, nella misura stabilita dall'art. 10, comma 1 quater,               
Legge 109/94 e successive modificazioni, cui sara' richiesto di                 
comprovare il possesso dei requisiti dichiarati di cui al successivo            
punto 14-A). Il campione sorteggiato sara' utilizzato anche per le              
verifiche di cui all'art. 11, DPR 403/98. La seduta per l'apertura              
delle offerte viene fissata fin d'ora per mercoledi' 19 luglio 2000,            
alle ore 10.                                                                    
b) Verra' stipulato il contratto con la ditta aggiudicataria dei                
lavori.3.a) Luogo di esecuzione: Ferrara.                                       
b) Lavori di ampliamento della scuola d'infanzia "Pablo Neruda" di              
Ferrara (lavori a corpo e a misura). Importo base: Lire                         
1.629.854.325, pari a Euro 841.749,51, piu' IVA, di cui Lire                    
12.762.000, pari a Euro 6.591,02, piu' IVA, quale importo previsto              
per l'esecuzione del piano di sicurezza e non soggetto a ribasso. Non           
sono ammesse offerte alla pari o in aumento.                                    
Categoria OG1 (prevalente) Lire 1.217.592,325 (classifica III, art.             
3, comma 4, DPR 34/00); categoria OS30 (scorporabile/subappaltabile)            
Lire 125.000.000; categoria OS3 (scorporabile/subappaltabile) Lire              
82.000.000; categoria OS28 (scorporabile/subappaltabile) Lire                   
192.500.000.                                                                    
La qualificazione delle imprese singole o riunite avverra' con le               
modalita' previste dal DPR 25 gennaio 2000, n. 34.                              
4. Termine di esecuzione: 360 giorni.                                           
5.a) Informazioni: il progetto, comprensivo del piano di sicurezza,             
e' visibile presso il Servizio Contratti, presso il quale dovra'                
essere ritirata la "Lista delle categorie di lavoro e forniture                 
previste per l'esecuzione dell'appalto". Per informazioni di                    
carattere tecnico: Servizio Fabbricati comunali - tel. 0532/902073.             
b) Copia del progetto comprensivo del piano di sicurezza puo' essere            
ritirata presso copisteria esterna (tel. 0532/209602). Il                       
coordinatore della progettazione e' l'ing. Franco Mantero. Per                  
eventuali informazioni: tel. 0532/210590.                                       
6.a) Data limite di ricezione delle offerte: martedi' 4 luglio 2000             
(ore 24).                                                                       
b) Indirizzo: Comune di Ferrara - Ufficio Protocollo generale,                  
all'indirizzo di cui al punto 1., esclusivamente per posta, in piego            
raccomandato.                                                                   
c) Lingua: italiana.                                                            
7. Apertura pubblica dei plichi, in un locale della Segreteria                  
generale, nel giorno e ora indicati al punto 2.                                 
8. Garanzie:                                                                    
a) cauzione provvisoria Lire 32.597.086, con indicazione dell'impegno           
del fidejussore a rilasciare la garanzia definitiva in caso di                  
aggiudicazione, con espressa rinuncia al beneficio della preventiva             
escussione del debitore principale e la sua operativita' entro 15               
giorni a semplice richiesta della stazione appaltante. Validita' 180            
giorni. Restituzione entro 30 giorni ai non aggiudicatari;                      
b) garanzia definitiva e polizza ex art. 10, commi 2, 2-bis e 3,                
Legge 109/94 e successive modificazioni (solo per l'impresa                     
aggiudicataria).                                                                
9. Finanziamento: mutuo n. 4348048 concesso dalla Cassa depositi e              
prestiti con i fondi del risparmio postale. Si precisa che in                   
pendenza della somministrazione del finanziamento, a partire dalla              
richiesta della somministrazione da inoltrarsi entro 30 giorni dal              
certificato di pagamento ed entro 90 giorni dal collaudo o dal                  
termine prescritto per il collaudo dei lavori, quanto alla rata di              
saldo, sono sospesi i termini contrattuali di pagamento e non sono              
dovuti gli interessi moratori a norma del capitolato generale di                
appalto di cui al DPR 1063/62. I pagamenti saranno effettuati in                
corso d'opera non appena l'Amministrazione comunale avra' ricevuto i            
corrispondenti fondi dell'ente finanziatore, con applicazione,                  
comunque, della Legge 131/83. Pagamenti: art. 27 capitolato speciale.           
10. Saranno ammesse alla gara riunioni di concorrenti ai sensi art.             
13, Legge 109/94 e successive modificazioni, in possesso dei                    
requisiti di cui all'art. 31 del DPR 34/00.                                     
11. Validita' dell'offerta: 120 giorni.                                         
12. Criteri di aggiudicazione: vedi punto 2. Si procedera'                      
all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta.                       
13. Non sono ammesse varianti.                                                  
14. Offerte anomale: nel caso di offerte anormalmente basse,                    
l'Amministrazione applichera' il disposto dell'art. 21, comma 1 bis             
della Legge 109/94 e successive modificazioni.                                  
Offerta economica: in bollo, unica e non condizionata da redigersi              
sulla "Lista delle categorie di lavoro e forniture previste per                 
l'esecuzione dell'appalto": deve riportare inoltre l'indicazione del            
numero di partita IVA e codice fiscale. I concorrenti, a norma                  
dell'art. 34 della Legge 109/94, e successive modificazioni, dovranno           
indicare nell'offerta le opere che intenderanno subappaltare. Se                
l'impresa non e' in possesso dell'abilitazione di cui alla Legge                
46/90, art. 1, lettere a) e b), l'elenco di tali lavorazioni dovra'             
essere inserito nella dichiarazione del subappalto. I consorzi di cui           
all'art. 10, comma 1, lettere b) e c) della suddetta legge sono                 
tenuti ad indicare in offerta per quali consorziati il consorzio                
concorre. L'aggiudicataria dovra' trasmettere entro 20 giorni da                
ciascun pagamento copia delle fatture quietanzate dei subappaltatori.           
Documentazione tecnico-amministrativa richiesta, pena l'esclusione:             
A) dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta' (in carta libera)            
nella quale il legale rappresentante dichiari il possesso dei                   
seguenti requisiti: 1) dichiarazione attestante che la cifra di                 
affari in lavori realizzata nell'ultimo quinquennio risulta non                 
inferiore a 1,75 volte l'importo dell'appalto da affidare, fermo                
restando la vigente normativa in materia di raggruppamenti temporanei           
di imprese; 2) dichiarazione attestante che il costo complessivo                
sostenuto per il personale dipendente nell'ultimo quinquennio risulta           
non inferiore al 15% della cifra di affari in lavori realizzata                 
dall'impresa, di cui almeno il 40% sostenuto per personale operaio,             
ovvero non inferiore al 10% della cifra di affari in lavori                     
realizzata dall'impresa, di cui almeno l'80% sostenuto per personale            
tecnico laureato o diplomato; 3) dichiarazione attestante che la                
dotazione stabile di attrezzatura tecnica (cosi' come individuata               
dall'art. 18, comma 8 del DPR 34/00) contribuisce al valore della               
cifra di affari in lavori realizzata dall'impresa nel quinquennio,              
per un valore non inferiore all'1% di detta cifra di affari; 4) per             
le imprese singole qualificate nella sola categoria OG1 (prevalente)            
e per i raggruppamenti temporanei di imprese qualificati nella sola             
suddetta categoria prevalente: dichiarazione attestante che                     
l'impresa, nel quinquennio di riferimento, ha eseguito lavori                   
appartenenti alla categoria prevalente per un importo non inferiore             
al 40% dell'importo dell'appalto da affidare, ferma restando la                 
vigente normativa in materia di raggruppamenti temporanei di imprese            
e che l'impresa (o l'impresa capogruppo in caso di RTI), affidera' in           
subappalto le lavorazioni relative alle categorie OS30, OS3 e OS28 ad           
imprese qualificate; 5) per le imprese singole qualificate anche per            
le categorie OG1 - OS30 - OS3 e OS28 e per i raggruppamenti                     
temporanei di imprese qualificati anche per le suddette categorie:              
dichiarazione attestante che l'impresa, nel quinquennio di                      
riferimento, ha eseguito lavori appartenenti alla categoria                     
prevalente per un importo non inferiore al 40% dell'importo di tale             
categoria e lavori appartenenti alle categorie scorporabili per un              
importo non inferiore al 40% dell'importo di tali categorie, ferma              
restando la vigente normativa in materia di raggruppamenti temporanei           
di imprese;                                                                     
B) dichiarazione non autenticata (in carta libera), successivamente             
verificabile, indicando: 1) l'iscrizione al Registro delle imprese              
della Camera di Commercio; 2) il possesso dei requisiti di cui al DPR           
34/00, art. 17, comma 1, lettere d), e), f), g), h), i), l), m); 3)             
il possesso dei requisiti elencati all'art. 17, comma 1, lettere a),            
b), c), del DPR 34/00 riferita: per le imprese individuali: al                  
titolare ed ai direttori tecnici dell'impresa qualora questi ultimi             
siano persone diverse dal titolare; per le societa' commerciali, le             
cooperative e loro consorzi: ai direttori tecnici e a tutti i loro              
componenti, se si tratta di Snc; ai direttori tecnici e a tutti i               
soci accomandatari, se si tratta di Sas; ai direttori tecnici e agli            
amministratori muniti di poteri di rappresentanza, per ogni altro               
tipo di societa' o consorzio; 4) l'inesistenza delle cause ostative             
di cui alla Legge 575/65 (disposizioni antimafia); 5) di essere in              
regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei                   
disabili, ai sensi e per gli effetti dell'art. 17 della Legge 68/99;            
6) la visita dei luoghi dove debbono eseguirsi i lavori, nonche'                
l'accettazione di tutte le condizioni che regolano l'appalto, con               
particolare riferimento all'art. 46 del capitolato speciale d'appalto           
che prevede l'esclusione della competenza arbitrale in caso di                  
controversia, e di aver tenuto conto, nella formazione dell'offerta,            
del piano di sicurezza e di coordinamento visibile presso il Servizio           
Contratti e dell'obbligo di osservare integralmente il trattamento              
dei contratti di lavoro del settore e per la zona di esecuzione dei             
lavori e relativi obblighi contributivi, previdenziali e                        
assicurativi. L'Amministrazione, ai sensi dell'art. 11 del DPR                  
403/98, verifichera' la veridicita' delle dichiarazioni rese dai                
partecipanti alla gara nella misura del 10% (vedi punto 2.a), e in              
ogni caso per l'aggiudicatario ed il secondo classificato; il                   
requisito di cui al precedente punto 14. - B-5) dovra' essere                   
comprovato ai sensi degli artt. 6 e 17 della Legge 68/99 attraverso             
apposita certificazione rilasciata dagli appositi uffici competenti             
dalla quale risulti l'ottemperanza alle norme della suddetta legge;             
C) documentazione relativa alla cauzione provvisoria;                           
D) il mandato all'impresa capogruppo sia per le associazioni                    
temporanee di imprese che per i consorzi di concorrenti di cui alle             
lettere d) ed e) dell'art. 10, comma 1, Legge 109/94 e successive               
modificazioni, salvo che si avvalgano della facolta' di presentare              
offerta prima della loro costituzione (art. 13, comma 5, Legge 109/94           
e successive modificazioni).                                                    
Le imprese con sede in uno Stato della CEE saranno ammesse alle                 
condizioni di cui agli artt. 18 e 19, DLgs 406/91. In caso di                   
raggruppamento o consorzio (lettere d) ed e), art. 10 citato), le               
dichiarazioni sono richieste anche per le imprese mandanti o                    
firmatarie dell'offerta.                                                        
fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in piu' di                
un'associazione o consorzio ovvero di partecipare alla gara anche in            
forma individuale, qualora abbiano partecipato alla gara medesima in            
associazione o consorzio.                                                       
Non possono partecipare alla gara in qualsiasi altra forma le imprese           
consorziate in un consorzio di cui all'art. 10, lettere b) e c),                
Legge 109/94 citata, che concorra al presente appalto. Non possono              
partecipare alla gara altresi' le imprese che si trovino tra loro in            
una delle situazioni di controllo di cui all'art. 2359 del Codice               
civile.                                                                         
I dati personali relativi alle imprese partecipanti alla gara saranno           
oggetto di trattamento, con o senza l'ausilio di mezzi elettronici,             
limitatamente e per il tempo necessario agli adempimenti relativi               
alla gara ("Tutela privacy"). Titolare del trattamento e' il Comune             
di Ferrara. Si fa rinvio agli artt. 10 e 13 della Legge 675/96 circa            
i diritti degli interessati alla riservatezza dei dati.                         
 Avvertenza: l'offerta economica deve essere chiusa in una busta con            
sigilli ad impronta ed inserita, insieme alla documentazione                    
tecnico-amministrativa, in una seconda busta, anch'essa cosi' da                
sigillare, recante l'indirizzo di cui al punto 6.b) e la dicitura               
"Contiene offerta per l'asta pubblica del 5 luglio 2000, ore 10 -               
Lavori di ampliamento della scuola d'infanzia ôPablo Neruda' di                 
Ferrara - Importo base Lire 1.629.854.325, piu' IVA.                            
Si fara' luogo all'esclusione dalla gara in caso di documentazione              
difforme, incompleta o irregolare.                                              
L'aggiudicatario dovra' provare entro 10 giorni quanto dichiarato,              
pena la decadenza.                                                              
A norma dell'art. 10, comma 1 ter, Legge 109/94 e successive                    
modificazioni, in caso di fallimento o di risoluzione del contratto             
per grave inadempimento dell'originario appaltatore,                            
l'Amministrazione si riserva di interpellare il secondo classificato            
ai fini del completamento dei lavori alle condizioni economiche gia'            
proposte in sede di offerta.                                                    
In caso di fallimento del secondo classificato, al medesimo fine                
potra' essere interpellato il terzo classificato alle stesse                    
condizioni economiche offerte dal secondo classificato.Tecnico                  
responsabile del procedimento: ing. Luca Capozzi (tel. 0532/902073).            
Sito Internet: www.comune.fe.it/contratti.                                      
IL DIRIGENTE                                                                    
L. Ferrari                                                                      
Scadenza: 4 luglio 2000                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it