COMUNE DI LUGO (RAVENNA)

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Bando di gara per appalto pubblico dei lavori di realizzazione nuova sede Vigili urbani di Lugo in Via Provinciale Cotignola

Ente appaltante: Comune di Lugo - Piazza Martiri n. 1 - tel.                    
0545/38111 - telefax 0545/38574. E-mail:                                        
comunelugocontrattiĀ¹racine.ra.it. - Indirizzo Internet:                         
http://www.racine.ravenna.it/lugo/albo/bandi/index.htm.                         
Il 9 giugno 2000, alle ore 10, presso la Sede municipale - Sala                 
Preconsiliare questa Amministrazione comunale procedera'                        
all'esperimento di asta pubblica per l'appalto dei lavori di cui                
all'oggetto, ove verra' accertata la regolarita' della documentazione           
amministrativa presentata a corredo dell'offerta e, ai sensi della              
Legge 109/94 e successive modificazioni, art. 10, comma 1 quater,               
verra' richiesto a un numero di offerenti non inferiore al 10% delle            
offerte presentate, arrotondato all'unita' superiore, scelto con                
sorteggio pubblico, di comprovare entro 10 giorni dalla data della              
richiesta, il possesso dei requisiti di capacita'                               
tecnico-organizzativa ed economico-finanziaria, richiesti nel bando             
di gara. A tal fine si precisa che fara' fede la data della richiesta           
che verra' inviata dall'Amministrazione tramite fax.                            
In data 23 giugno 2000, alle ore 9 (decorsi 10 giorni dalla richiesta           
di dimostrazione dei requisiti di qualificazione richiesti nel bando            
di gara), in sala aperta al pubblico, presso la Sala Preconsiliare              
della Sede municipale, Piazza Martiri n. 1, si procedera'                       
all'aggiudicazione, ai sensi dell'art. 10, comma 1 quater della Legge           
109/94 e successive modificazioni.                                              
Entro 10 giorni dalla conclusione delle operazioni di gara,                     
l'aggiudicatario e il concorrente che segue in graduatoria, qualora             
non ricompresi fra le imprese precedentemente sorteggiate, devono               
provare, ai sensi dell'art. 10, comma 1 quater della Legge 109/94 e             
successive modificazioni, il possesso dei requisiti di capacita'                
tecnico-organizzativa ed economico-finanziara, richiesti nel bando di           
gara. Qualora tale prova non sia fornita o non sia ritenuta conforme            
alle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione, si                
applicano le disposizioni previste all'articolo sopracitato, si                 
procede alla determinazione della nuova soglia di anomalia                      
dell'offerta e alla conseguente eventuale nuova aggiudicazione.                 
Natura e importo complessivo dei lavori: l'importo base d'asta e'               
stato fissato in Lire 2.021.200.079 (Euro 1.043.862,73) e comprende             
tutti i lavori a corpo descritti nel capitolato speciale d'appalto              
allegato al progetto approvato con delibera n. 546 del 29/10/1999               
esecutiva a termini di legge. Gli oneri per la sicurezza non soggetti           
al ribasso d'asta sono pari a Lire 42.000.000 (Euro 21.691,19). Tali            
oneri si ritengono attribuiti proporzionalmente alle diverse                    
categorie di lavoro non essendo individuate alcune procedure                    
lavorative di particolare evidenza al fine della loro composizione.             
Non si accettano offerte in aumento.                                            
Termine di esecuzione dei lavori: i lavori dovranno essere ultimati             
entro 300 giorni naturali e consecutivi a partire dalla data di                 
consegna degli stessi. Il contratto sara' stipulato a corpo.                    
Categoria OG1 - prevalente - "edifici civili" Lire 1.297.888.069                
(Euro 670.303,25). Categoria OG11 - scorporabile/subappaltabile -               
"impianti tecnologici" Lire 447.012.600 (Euro 230.862,74). Ai soli              
fini dell'eventuale subappalto ex art. 18, Legge 19/3/1990, n. 55 si            
indicano le ulteriori categorie, diverse da quelle sopra indicate,              
relative alle altre lavorazioni previste in progetto (inferiori al              
10% del valore complessivo dell'appalto o ai 150.000 Euro):                     
- opere di installazione controsoffitto - categoria OS 8                        
Lire  27.283.460 (Euro 14.090,73)                                               
- opere di installazione infissi in alluminio - categoria OS 6                  
Lire 112.770.000 (Euro 58.240,84)                                               
- opere di installazione pareti mobili - categoria OS 7                         
Lire 101.245.950 (Euro 52.289,17)                                               
- opere di installazione ascensore - categoria OS 4                             
Lire  35.000.000 (Euro 18.075,99).                                              
Criterio di aggiudicazione: procedura aperta, mediante asta pubblica,           
secondo il criterio del massimo ribasso sull'importo a corpo posto a            
base di gara ai sensi dell'art. 21, comma b) della Legge 109/94,                
cosi' come integrata e modificata dalle Leggi 216/95 e 415/98.                  
Ai sensi dell'art. 21 della Legge 216/95 e successive modifiche ed              
integrazioni, l'Amministrazione comunale procedera' all'esclusione              
automatica dalla gara delle offerte che presentino un ribasso pari o            
superiore alla media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le             
offerte ammesse, con esclusione del 10% arrotondato all'unita'                  
superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di                
quelle di minor ribasso, incrementata dello scarto medio aritmetico             
dei ribassi percentuali che superano la predetta media. La procedura            
di esclusione non e' esercitabile qualora il numero delle offerte               
valide risulti inferiore a cinque.                                              
Ai sensi dell'art. 69 del Regolamento per la contabilita' dello                 
Stato, si procedera' all'aggiudicazione anche nel caso in cui venga             
presentata una sola offerta valida; in caso di ribasso uguale si                
procedera' con sorteggio di legge.                                              
Soggetti ammessi alla partecipazione: alla procedura di                         
aggiudicazione per l'affidamento delle opere indicate in oggetto,               
possono partecipare:                                                            
- le imprese in possesso dei requisiti di qualificazione determinati            
con riferimento alla categoria prevalente e all'importo complessivo             
dei lavori da appaltare;                                                        
- le imprese in possesso dei requisiti di qualificazione in entrambe            
le due categorie (OG 1 e OG 11) sopra indicate con riferimento                  
all'importo di ciascuna categoria;                                              
- raggruppamenti temporanei di imprese, anche se non ancora                     
formalmente costituiti che risultano complessivamente in possesso dei           
requisiti prescritti per le singole imprese, nei limiti previsti                
dalla vigente normativa.                                                        
Finanziamento e pagamento dei lavori: al finanziamento dei lavori si            
provvede con apposito mutuo concesso dalla Cassa depositi e prestiti.           
I pagamenti avverranno per stati di avanzamento dell'importo di Lire            
500.000.000 (Euro 258.228,45) al netto da trattenute, salvo l'ultimo            
che sara' emesso qualunque sia l'importo dello stesso.                          
Modalita' di presentazione dell'offerta: le imprese interessate                 
dovranno far pervenire entro e non oltre le ore 13 dell'8 giugno                
2000, precedente a quello fissato per la gara, esclusivamente a mezzo           
raccomandata postale al Comune di Lugo, con sede in Lugo (RA) - cap             
48022 Piazza Martiri n. 1. Le offerte dovranno essere racchiuse in              
apposita busta sigillata con ceralacca e raccomandata recante                   
all'esterno la seguente dicitura: "Lavori di realizzazione della                
nuova sede dei Vigili urbani in Lugo, Via Provinciale Cotignola".               
Offerta e documentazione: il suddetto piego, sigillato con ceralacca,           
dovra' contenere, a pena di esclusione, la seguente documentazione:             
1) l'offerta economica dovra' essere redatta su carta da bollo                  
riportante la misura percentuale del ribasso offerto sia in cifre che           
in lettere sottoscritta con firma leggibile e per esteso                        
dall'imprenditore o dai rappresentanti legali delle societa' od enti,           
con indicazione del numero di codice fiscale. L'offerta economica               
dovra' essere racchiusa in apposita busta sigillata con ceralacca -             
che non dovra' contenere altri documenti - e a sua volta racchiusa in           
un plico contenente la documentazione amministrativa di seguito                 
indicata;                                                                       
2) una dichiarazione, debitamente sottoscritta dal legale                       
rappresentante della ditta, resa ai sensi della Legge 15/68 con la              
quale "si attesti": - di avere presa piena visione del progetto e dei           
suoi allegati ed in particolare del Piano della sicurezza; di essersi           
recata sul posto dove debbono eseguirsi i lavori, accompagnata da un            
tecnico dell'Ufficio Tecnico del Comune di Lugo, constatando le                 
circostanze generali e particolari che possono aver influito sulla              
determinazione dei prezzi e delle condizioni contrattuali, e che                
possono influire sulla esecuzione dell'opera e di aver giudicato i              
prezzi medesimi ivi compresi gli oneri previsti per i piani di                  
sicurezza, nel complesso, remunerativi e tali da consentire l'offerta           
che stara' per fare; - di essere in possesso dei necessari requisiti            
di ordine tecnico-organizzativi ed economico-finanziari (DPR 34/00) e           
precisamente: a) cifra di affari (fatturato) in lavori realizzata               
nell'ultimo quinquennio: non inferiore a 1,75 volte l'importo                   
dell'appalto da affidare; b) importo complessivo dei lavori eseguiti            
appartenenti alla categoria prevalente oggetto dell'appalto almeno              
pari al 40% dell'importo dell'appalto da affidare; c) costo                     
complessivo sostenuto per il personale dipendente nell'ultimo                   
quinquennio non inferiore al 15% della cifra di affari in lavori                
realizzata dall'impresa, di cui almeno il 40% sostenuto per il                  
personale operaio, ovvero il costo complessivo sostenuto per il                 
personale dipendente assunto a tempo indeterminato non inferiore al             
10% della cifra di affari in lavori realizzata dall'impresa, di cui             
almeno l'80% sostenuto per personale tecnico laureato o diplomato; d)           
dotazione stabile di attrezzatura tecnica (cosi' come risulta                   
individuata dall'art. 18, comma 8 del DPR 34/00) che contribuisce al            
valore della cifra di affari in lavori realizzata dall'impresa nel              
quinquennio, per un valore non inferiore all'1% della cifra di affari           
in lavori realizzata. Nota bene: la sottoscrizione della                        
dichiarazione dovra' essere autenticata a norma di legge; la                    
sottoscrizione non e' soggetta ad autenticazione qualora sia prestata           
unitamente a copia fotostatica anche non autenticata di un documento            
di identita' del sottoscrittore;                                                
3) una dichiarazione, debitamente sottoscritta dal legale                       
rappresentante della ditta, resa ai sensi della Legge 15/68, con la             
quale "si attesti": a) relativamente al certificato della Camera di             
Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura (o di documento                
equivalente, se l'impresa non e' di nazionalita' italiana): - esatta            
denominazione della ditta; - iscrizione nella sezione ordinaria alla            
competente Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed                       
Agricoltura; - forma giuridica; - oggetto dell'attivita' esercitata             
dall'impresa e riportata nella Camera di Commercio, Industria,                  
Artigianato ed Agricoltura comprendente attivita' con caratteristiche           
similari a quelle che connotano i lavori da affidare; - il nominativo           
del titolare e del direttore tecnico qualora sia persona diversa dal            
titolare nel caso di impresa individuale, di tutti i soci e del                 
direttore tecnico nel caso di societa' in nome collettivo; di tutti i           
soci accomandatari e del direttore tecnico nel caso di societa' in              
accomandita semplice; degli amministratori con poteri di                        
rappresentanza e dei direttori tecnici per ogni altro tipo di                   
societa' e/o consorzio; b) relativamente al certificato generale del            
Casellario giudiziario (o di documento equivalente, se l'impresa non            
e' di nazionalita' italiana): - che non e' stata pronunciata una                
condanna con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che             
incida sulla moralita' professionale a carico di:  se l'impresa e'              
individuale, del titolare della medesima e del direttore tecnico se             
quest'ultimo e' persona diversa dal titolare;  se l'impresa e' una              
societa', oltre che del direttore tecnico: dei componenti la societa'           
stessa, se si tratta di Snc; degli accomandatari, se si tratta di               
Sas; degli amministratori muniti di potere di rappresentanza, se si             
tratta di altro tipo di societa'; c) relativamente al certificato               
della Cancelleria fallimentare del Tribunale (o di documento                    
equivalente, se l'impresa non e' di nazionalita' italiana): - che               
l'impresa non e' in stato di fallimento, di liquidazione, di                    
cessazione di attivita', di regolamento giudiziario o di concordato             
preventivo o di ogni altra analoga situazione; - che l'impresa non ha           
in corso una procedura di dichiarazione di fallimento, di                       
amministrazione controllata, di concordato preventivo oppure ogni               
altra procedura della stessa natura; - che a carico dell'impresa non            
si sono verificate procedure di fallimento o di concordato nel                  
quinquennio anteriore alla data della gara; inoltre premettendo che             
e' a conoscenza delle sanzioni penali previste dall'art. 26 della               
Legge 4/1/1968, n. 15 per le ipotesi di falsita' in atti e                      
dichiarazioni mendaci: d) che non sussistono nei confronti                      
dell'impresa cause di esclusione dalla partecipazione alle gare                 
d'appalto per l'affidamento di lavori pubblici di qualsiasi importo             
con riferimento a quanto previsto dall'art. 17, commi 1 e 3 del DPR             
34/00; e) che non sussistono le cause ostative di cui alla Legge n.             
575 del 31/5/1965 e successive modifiche ed integrazioni                        
(disposizioni antimafia); f) di essere in regola con le disposizioni            
previdenziali e assistenziali e degli adempimenti nei confronti                 
dell'INPS, dell'INAIL e della Cassa edile e di impegnarsi ad                    
osservare integralmente il trattamento dei contratti di lavoro del              
settore e per la zona di esecuzione dei lavori e relativi obblighi              
contributivi, previdenziali ed assicurativi; g) che ai sensi                    
dell'art. 1, lett. g) della Legge 46/90 la ditta possiede tale                  
abilitazione in proprio e/o che tali requisiti saranno assicurati               
mediante subappalto; h) di essere in regola con le norme che                    
disciplinano il diritto al lavoro dei disabili (cfr. art. 17 della              
Legge n. 68 del 12/3/1999 entrato in vigore il 18/1/2000); i) che non           
sussiste, con altre ditte concorrenti nella presente gara, alcuna               
delle situazioni di controllo di cui all'art. 2359 del Codice civile;           
inoltre (solo per consorzi e/o cooperative): j) il nominativo delle             
imprese consorziate per le quali il consorzio concorre specificando             
che a queste consorziate e' fatto divieto di partecipare, in                    
qualsiasi altra forma alla gara, cosi' come espressamente previsto              
dall'art. 10 della Legge 109/94, cosi' come modificata dalla Legge              
415/98; k) di essere iscritta negli appositi registri della                     
Prefettura competente (o nello Schedario generale della cooperazione            
presso il Ministero del Lavoro) e che non sussistono cause di                   
esclusione dai pubblici appalti; inoltre (solo per raggruppamenti di            
imprese): l) che la ditta partecipa alla gara in qualita' di                    
capogruppo dell'associazione temporanea di imprese di cui unisce il             
mandato conferitole dalle imprese mandanti con relativa procura e               
tutta la documentazione relativa ai requisiti di ordine generale e              
requisiti di ordine tecnico-organizzativo ed economico-finanziario              
delle imprese mandanti; oppure: l) che la ditta partecipa alla gara             
congiuntamente alle imprese indicate, di cui presenta la                        
documentazione relativa ai requisiti di ordine generale e requisiti             
di ordine tecnico-organizzativo ed economico-finanziari, le quali               
manifestano la volonta', in caso di aggiudicazione, di costituirsi in           
raggruppamento, conferendo mandato collettivo speciale con                      
rappresentanza all'impresa scrivente, qualificata come capogruppo, la           
quale stipulera' il contratto in nome e per conto proprio e delle               
mandanti. In tal caso l'offerta dovra' essere sottoscritta da tutte             
le imprese che costituiranno il raggruppamento ed essere conformi a             
quanto disposto dall'art. 13, comma 5 della Legge 109/94 e successive           
modifiche ed integrazioni. Le associazioni temporanee di imprese ed i           
consorzi di cui all' art. 10, comma 1, lettere d), e) ed e bis),                
della Legge 109/94 di tipo orizzontale, possono partecipare alle gare           
qualora la mandataria o capogruppo e le mandanti o le altre imprese             
consorziate siano in possesso dei requisiti, prescritti dagli artt.             
31 e seguenti del DPR 34/00 per l'impresa singola, rispettivamente              
nelle misure del 40% e del 10%. L'associazione deve comunque                    
possedere i requisiti nella stessa misura richiesta per l'impresa               
singola. Le associazioni temporanee ed i consorzi di cui all'art. 10,           
comma 1, lettere d), e) ed e bis), della Legge 109/94 di tipo                   
verticale, possono partecipare alle gare qualora la mandataria o                
capogruppo e ciascuna mandante o altra impresa consorziata possiedano           
i requisiti, prescritti dagli artt. 31 e 32 del DPR 34/00 per                   
l'impresa singola, rispettivamente con riferimento alla categoria               
prevalente e alle categorie che intendono assumere ed ai                        
corrispondenti singoli importi; si ritiene, inoltre, per le ragioni             
di cui sopra, che possano essere ammesse alle gare anche associazioni           
o consorzi che non prevedono che tutte le lavorazioni diverse da                
quella prevalente siano assunte da mandanti o da altre imprese                  
consorziate sempre che i requisiti mancanti siano posseduti dalla               
mandataria o capogruppo con riferimento alla categoria prevalente.              
Nota bene: la sottoscrizione della dichiarazione dovra' essere                  
autenticata a norma di legge; la sottoscrizione non e' soggetta ad              
autenticazione qualora sia prestata unitamente a copia fotostatica              
anche non autenticata di un documento di identita' del                          
sottoscrittore;                                                                 
4) cauzione provvisoria pari al 2% dell'importo a corpo base d'asta             
dei lavori - quantificata in Lire 40.424.000 (Euro 20.877,25), da               
prestare anche mediante fidejussione bancaria o assicurativa, ai                
sensi dell'art. 30 della Legge 109/94 cosi' come modificata dalle               
Leggi 216/95 e 415/98. Tale cauzione dovra' essere valida per almeno            
180 giorni dalla data di presentazione dell'offerta e dovra'                    
contenere: - l'impegno del fideiussore a rilasciare, qualora                    
l'impresa risultasse aggiudicataria, la cauzione definitiva, di cui             
alla Legge 109/94 e successive modificazioni, art. 30, comma 2; -               
clausola contenente espressamente la rinuncia al beneficio della                
preventiva escussione del debitore principale e la sua operativita'             
entro 15 giorni a semplice richiesta scritta della stazione                     
appaltante, e senza possibilita' di porre eccezioni; - la cauzione              
copre la mancata sottoscrizione del contratto per volonta'                      
dell'aggiudicatario e sara' svincolata automaticamente al momento               
della stipulazione del medesimo; ai non aggiudicatari sara'                     
restituita entro 30 giorni dall'aggiudicazione;                                 
5) eventuale dichiarazione per subappalto e/o in cottimo: la ditta              
qualora intenda subappaltare e/o affidare in cottimo parte delle                
opere o dei lavori compresi nell'appalto, dovra' presentare una                 
dichiarazione con la quale attesti "le opere che intende subappaltare           
o concedere in cottimo" a norma dell'art. 18, comma 3 della Legge               
55/90, cosi' come modificata dall'art. 34 della DLgs n. 406 del                 
19/12/1991 e successive modifiche ed integrazioni.                              
Nota bene: La mancanza di uno o piu' documenti tra quelli indicati e            
irregolarita' significative nella documentazione presentata,                    
comportano l'esclusione della ditta dalla gara.                                 
Osservanza dei contratti di lavoro: nell'esecuzione dei lavori che              
formano oggetto del presente appalto, le imprese si obbligheranno ad            
applicare integralmente tutte le norme contenute nel Contratto                  
collettivo nazionale di lavoro e di categoria e negli eventuali                 
accordi locali integrativi, in vigore nel tempo e nella localita' in            
cui si svolgeranno i lavori. Ai sensi del comma 3 bis dell'art. 18              
della Legge 19/3/1990, n. 55 - cosi' come sostituito dall'art. 34 del           
DLgs 406/91 - "e' inoltre fatto obbligo alla ditta aggiudicataria di            
trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento                 
effettuato nei propri confronti, copia delle fatture quietanzate                
relative ai pagamenti da essa aggiudicataria via via corrisposti al             
subappaltatore o cottimista, con l'indicazione delle ritenute di                
garanzia effettuate".                                                           
Documentazione del possesso dei requisiti tecnico-organizzativi ed              
economico-finanziari: gli offerenti chiamati a comprovare i requisiti           
tecnico-organizzativi ed economico-finanziari di cui all'art. 31 del            
DPR 34/00 dovranno presentare entro 10 giorni dalla data della                  
richiesta inoltrata dall'Amministrazione comunale a mezzo fax la                
documentazione di cui all'art. 18 del medesimo decreto.Aggiudicazione           
e adempimenti conseguenti: l'Amministrazione potra' avvalersi della             
facolta', in caso di fallimento, o di risoluzione del contratto per             
grave inadempimento dell'originario appaltatore, di interpellare il             
secondo classificato al fine di stipulare un nuovo contratto per il             
completamento dei lavori alle medesime condizioni economiche gia'               
proposte in sede di offerta; in caso di fallimento del secondo                  
classificato l'Amministrazione potra' interpellare il terzo                     
classificato e, in tal caso, il nuovo contratto e' stipulato alle               
condizioni economiche offerte dal secondo classificato.                         
La ditta aggiudicataria dovra' presentare la documentazione relativa            
alle dichiarazioni sostitutive di cui all' art. 3 del presente bando            
cosi' come previsto dall'art. 11 del DPR 403/98.                                
La ditta aggiudicataria dovra' presentare immediata cauzione                    
definitiva pari al 10% dell'importo netto di appalto, cosi' come                
previsto dall'art. 30 della Legge 109/94 e successive modifiche ed              
integrazioni e dovra', nel termine che le verra' assegnato                      
dall'Amministrazione versare un congruo fondo spese e firmare il                
contratto definitivo d'appalto da stipularsi a misura. Prima di dar             
caso alla stipulazione del contratto la ditta aggiudicataria sara'              
assoggettata all'accertamento antimafia ai sensi del DPR 252/98 e               
dovra' presentare il modello GAP e la comunicazione ai sensi del DPCM           
187/91.                                                                         
L'impresa aggiudicataria non puo' subappaltare l'esecuzione dei                 
lavori, senza l'autorizzazione dell'ente appaltante e secondo le                
modalita' previste dall'art. 18 della Legge n. 55 del 19/3/1990,                
cosi' come modificato dall'art. 34 del DLgs n. 406 del 19/12/1991 e             
successive modifiche ed integrazioni.                                           
Al contratto - da stipularsi a corpo - si provvedera' solo quando               
l'Amministrazione comunale avra' provveduto ad accertare                        
l'insussistenza delle cause di divieto, decadenza o sospensione dalla           
partecipazione ai pubblici appalti di cui alla vigente normativa                
antimafia.                                                                      
La ditta aggiudicataria restera' vincolata al prezzo offerto per la             
durata di 12 mesi.                                                              
Tutte le spese contrattuali inerenti e conseguenti saranno a carico             
della ditta aggiudicataria.                                                     
Documentazione di gara: le ditte che intendono partecipare alla gara            
dovranno obbligatoriamente, durante l'orario d'ufficio, prendere                
visione del progetto, del capitolato, degli altri elaborati tecnici             
presso la sede dell'Amministrazione appaltante - Ufficio Contratti              
(tel. 0545/38533-38438) e richiederne copia, previa refusione delle             
spese. Inoltre dovranno recarsi sul luogo dove debbono eseguirsi i              
lavori accompagnate da un tecnico dell'Ufficio Tecnico comunale -               
Servizio Patrimonio ing. Clo' Daniele (tel. 0545/38532) - il quale              
provvedera' a rilasciare certificazione dell'avvenuto sopralluogo.              
Per ulteriori informazioni in merito all'appalto rivolgersi                     
all'Ufficio Contratti del Comune di Lugo: tel. 0545/38438-38533 - fax           
0545/38574. E-mail: comunelugocontrattiĀ¹racine.ra.it. - Indirizzo               
Internet: http://www.racine.ravenna.it/lugo/albo/bandi/index.htm.               
IL DIRIGENTE                                                                    
Mauro Lorrai                                                                    
Scadenza: 8 giugno 2000                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it