ADSU - AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO DI PARMA

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Bando di gara per appalto lavori mediante pubblico incanto/procedura d'urgenza, per ristrutturazione interna del ristorante "Campus" posto nell'insediamento universitario di Via delle Scienze in Parma per adeguamento alle normative vigenti

A) Ente appaltante: Azienda regionale per il diritto allo studio                
universitario - Vicolo Grossardi n. 4 - 43100 Parma - tel. 0521/2139            
- fax 0521/213620.                                                              
B) Criterio di aggiudicazione: l'aggiudicazione dell'appalto avverra'           
ai sensi dell'art. 21, comma 1, lettera b) della Legge 109/94 cosi'             
come modificata dalla Legge 415/98 mediante massimo ribasso unico               
percentuale sull'importo dei lavori posto a base di gara, con                   
automatica esclusione delle offerte anomale secondo quanto previsto             
dal comma 1 bis del succitato articolo. La procedura di esclusione              
automatica non verra' applicata qualora il numero delle offerte                 
valide risulti inferiore a 5. In tal caso l'appalto verra'                      
aggiudicato con il criterio del massimo ribasso previa verifica delle           
offerte giudicate anomale dall'Azienda, mediante richiesta di                   
apposite analisi giustificative. Si procedera' all'aggiudicazione dei           
lavori anche in presenza di una sola offerta valida.                            
C) Luogo di esecuzione e oggetto dell'appalto: comune di Parma -                
Ristrutturazione interna del ristorante "Campus" posto                          
nell'insediamento universitario di Via delle Scienze in Parma per               
adeguamento alle normative vigenti.                                             
D) Importo e categoria dei lavori: importo complessivo dei lavori, da           
compensarsi a corpo (prezzo fisso ed invariabile), di Lire                      
325.000.000, IVA esclusa - pari a Euro 167.848, IVA esclusa - di cui:           
- Lire 320.000.000, IVA esclusa, pari a Euro 165.266, IVA esclusa, a            
base d'asta;                                                                    
- Lire 5.000.000, IVA esclusa, pari a Euro 2.582, IVA esclusa non               
soggetti a ribasso d'asta, per oneri relativi alla sicurezza.                   
Categoria prevalente dei lavori: OG1 edifici civili e industriali di            
cui all'Allegato A del DPR 34/00, per una classifica fino a Lire                
500.000.000.                                                                    
E) Termini per l'esecuzione dei lavori: i lavori dovranno iniziare              
l'1/7/2000 e terminare improrogabilmente entro il 15/9/2000.F)                  
Documenti di gara: il capitolato d'oneri, i progetti ed i relativi              
allegati, ivi compreso il piano generale della sicurezza, sono in               
visione ed acquisibili presso l'ADSU di Parma, Vicolo Grossardi n. 4            
- contattare il responsabile del procedimento geom. Silvano Gavazzoli           
- tel. 0521/213658 - fax 0521/213620 - dal lunedi' al venerdi', dalle           
ore 9 alle ore 13, anche per prendere visione dei locali oggetto                
dell'appalto.                                                                   
G) Modalita' di presentazione dell'offerta: i concorrenti interessati           
dovranno far pervenire un contenitore-esterno, sigillato e siglato              
sui lembi di chiusura, recante l'oggetto e l'importo dell'appalto, il           
giorno e l'ora relativi al pubblico incanto, nonche' il nominativo              
dell'impresa concorrente o, in caso di associazione temporanea, di              
tutte le imprese facenti parte della medesima con debita specifica              
dei ruoli: capogruppo-mandante/i, contenente altri 2 plichi, come               
appresso indicato. All'esterno del contenitore-esterno, oltre alle              
suddette indicazioni, andra' apposta la seguente dicitura "Pubblico             
incanto - Gara ôCampus' - Offerta". Nel contenitore-esterno saranno             
racchiusi i seguenti plichi:                                                    
Primo plico - Dovra' contenere la documentazione di cui al successivo           
punto L 1), 1 bis), 2), 3), 4), 5) e 6) del presente bando,                     
nell'ordine indicato. Il plico contenente la documentazione dovra'              
portare le stesse diciture apposte sul contenitore-esterno del                  
progetto offerta con in piu' la dicitura "documentazione".                      
Secondo plico - Dovra' contenente esclusivamente l'offerta economica            
(punto L 7). Il plico, di carta opaca, dovra' essere sigillato e                
controfirmato sui lembi di chiusura e dovra' portare le medesime                
diciture apposte sul contenitore esterno con in piu' la scritta                 
"offerta economica". L'offerta economica dovra' essere redatta come             
specificato al successivo punto L 7) e su carta legale. Non sono                
ammesse offerte in aumento, ne' offerte per lotti separati.                     
H) Scadenza: il contenitore-esterno, contenente "documentazione" e              
"offerta", redatti in lingua italiana, dovra' pervenire entro il                
termine, perentorio ed inderogabile, delle ore 12 del 31 maggio 2000            
a: Azienda diritto studio universitario di Parma - Ufficio Protocollo           
- Vicolo Grossardi n. 4 - 43100 Parma. La gara, aperta a chiunque               
ritenesse di voler presenziare, si terra' l'1 giugno 2000, alle ore             
10, presso la Direzione ADSU - Vicolo Grossardi n. 4.                           
I) Modalita' di gara: si applichera' il comma 1 quater dell'art.10              
della Legge 109/94, modificata dalla Legge 415/98, (cfr. circolare              
Ministero Lavori pubblici n. 1285/508/333 del 25 ottobre 1999): a               
tali fini, nella seduta pubblica che si terra' il giorno                        
sopraindicato, dopo aver effettuato la verifica della documentazione            
di cui al primo plico (ammissione/esclusione ditte), si procedera' al           
sorteggio dei concorrenti, limitatamente alle imprese che non siano             
state escluse, che dovranno presentare entro 10 giorni i documenti              
confermativi delle dichiarazioni relative ai requisiti finanziari e             
tecnici rese in sede di gara. Alla successiva seduta pubblica, che              
verra' notificata ai soggetti ammessi mediante telegramma o telefax,            
e di cui verra' data pubblica notizia mediante affissione all'Albo              
dell'Azienda, si procedera', dopo aver comunicato il risultato della            
precedente operazione, alla apertura del secondo plico contenente               
l'offerta economica, seguendo l'ordine d'arrivo.                                
L'aggiudicazione definitiva e' subordinata alla approvazione della              
procedura di gara da parte del Consiglio di amministrazione                     
dell'Azienda.                                                                   
Il concorrente non aggiudicatario ha la facolta' di svincolarsi dalla           
propria offerta trascorsi 180 giorni decorrenti dalla data di                   
scadenza per la presentazione della offerta stessa.                             
L) Requisiti, documenti, offerta economica: l'impresa offerente                 
dovra' presentare i seguenti documenti/dichiarazioni:                           
1) una dichiarazione resa in atto unico ed in carta legale che                  
contenga, ai sensi degli artt. 29 e seguenti del DPR 25 gennaio 2000,           
n. 34 (cfr. anche circolare Ministero Lavori pubblici  n.182/400/93             
dell'1 marzo 2000) le seguenti attestazioni:                                    
- cifra d'affari in lavori, non inferiore a 1,75 volte l'importo                
dell'appalto da affidare (Lire 325.000.000);                                    
- esecuzione di lavori appartenenti alla categoria prevalente oggetto           
dell'appalto di importo non inferiore al 40% di quello da affidare;             
- costo complessivo sostenuto per il personale dipendente non                   
inferiore ai valori fissati dall'art. 18, comma 10, del DPR 25                  
gennaio 2000, n. 34, riferiti alla cifra d'affari effettivamente                
realizzata;                                                                     
- dotazione stabile di attrezzatura tecnica come da art. 31, lett. c)           
del DPR 25 gennaio 2000, n. 34;                                                 
1 bis) una dichiarazione con la quale l'impresa attesti il possesso             
dei requisiti di ordine generale previsti dall'art. 17 del DPR 25               
gennaio 2000, n. 34 e dichiari altresi' di essere in regola con la              
normativa che disciplina il lavoro dei disabili, ai sensi dell'art.             
17 della Legge 68/99;                                                           
2) una dichiarazione resa in atto unico ed in carta legale con la               
quale, indicando ragione sociale, indirizzo, numero telefonico e                
telefax, partita IVA e codice fiscale, l'impresa attesti di essersi             
recata sul posto dove si devono eseguire i lavori, di aver preso                
conoscenza delle condizioni locali, nonche' di tutte le circostanze             
generali e particolari che possono aver influito sulla determinazione           
del prezzo e delle condizioni contrattuali o che possono influire               
sull'esecuzione dei lavori, e di avere giudicato il prezzo medesimo,            
nel suo complesso, remunerativo, tale da consentire la presentazione            
dell'offerta proposta, tenendo presente che il prezzo rimarra'                  
invariabile per qualsiasi causa e circostanza di forza maggiore;                
3) una dichiarazione, in carta legale, con la quale l'impresa                   
offerente dichiari:                                                             
a) le parti/categorie di lavori che eventualmente si intendono                  
subappaltare, ai sensi dell'art. 34, comma 3, punto 1 della Legge               
109/94, modificata dalla Legge 415/98 (qualora tale indicazione                 
manchi non sara' consentito l'affidamento in subappalto);                       
4) certificato di iscrizione al Registro delle imprese presso la                
Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di data non           
anteriore a sei mesi da quella fissata per la presentazione delle               
offerte, dal quale risulti:                                                     
a) che l'impresa concorrente e' nel libero esercizio della propria              
attivita' e quindi non si trovi in stato di fallimento, di                      
liquidazione, di cessazione di attivita' o di concordato preventivo e           
in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la legislazione               
straniera, ovvero a suo carico non sia in corso un procedimento per             
la dichiarazione di una di tali situazioni;                                     
b) per le societa', l'indicazione delle persone autorizzate ad                  
impegnare legalmente l'impresa;                                                 
5) certificato generale del Casellario giudiziale, di data non                  
anteriore a sei mesi rispetto al giorno stabilito per la gara. Tale             
certificato, a secondo del tipo di societa' concorrente, dovra'                 
presentarsi da parte dei soggetti di seguito specificati:                       
- impresa individuale: titolare dell'impresa o direttore/i tecnico/i;           
- societa' in nome collettivo: tutti i soci e direttore/i tecnico/i;            
- societa' in accomandita semplice: socio/i e direttore/i tecnico/i;            
- societa' di capitale, cooperative e consorzi: tutti i                         
rappresentanti legali e direttore/i tecnico/i.                                  
Il certificato in parola dovra' comunque presentarsi per tutti i                
legali rappresentanti e direttori tecnici indicati nel certificato              
della Camera di Commercio.                                                      
Nell'ipotesi di raggruppamento, anche ciascuna impresa mandante                 
dovra' produrre, attraverso la capogruppo, i documenti/dichiarazioni            
di cui ai punti 1), 1 bis), 4), 5) e 6).                                        
Gli associati dovranno possedere i requisiti di cui al punto 1) nella           
misura minima di legge (cfr. circolare n. 182/400/93 Ministero Lavori           
pubblici dell'1 marzo 2000, lett. b);                                           
6) cauzione provvisoria di Lire 6.500.000, pari a Euro 3.357, pari al           
2% dell'importo complessivo dei lavori. A garanzia dell'esecuzione              
dei lavori, l'impresa aggiudicataria dovra' presentare cauzione                 
definitiva pari al 10% dell'importo netto dell'appalto ulteriormente            
incrementato ove ricorrano le condizioni di cui all'art. 30, comma 2,           
Legge 109/94, modificata dalla Legge 415/98. Le cauzioni dovranno               
contenere le clausole di cui all'art. 30 della Legge 109/94,                    
modificata dalla Legge 415/98;                                                  
7) offerta in carta legale con la dicitura del lavoro oggetto                   
dell'appalto in cui l'impresa indichi in cifre ed in lettere la                 
percentuale di ribasso sull'importo dei lavori posto a base di gara.            
In caso di discordanza sara' tenuta valida la percentuale piu'                  
favorevole per l'Amministrazione.                                               
L'offerta dovra' essere sottoscritta per esteso, con firma leggibile            
dal titolare o dal legale rappresentante dell'impresa concorrente.              
Qualora il raggruppamento non sia stato costituito prima della                  
presentazione delle offerte, ai sensi del quinto comma dell'art. 13             
della Legge 109/94, modificata dalla Legge 415/98, l'offerta dovra'             
essere sottoscritta da tutte le imprese che costituiranno il                    
raggruppamento medesimo e dovra' contenere l'impegno che, in caso di            
aggiudicazione della gara, le stesse imprese conferiranno mandato               
collettivo speciale con rappresentanza ad una di esse, indicata                 
nell'offerta stessa come capogruppo.                                            
In caso di offerte uguali si procedera' secondo quanto previsto                 
dall'art. 77, RD 23/5/1924, n. 827.                                             
In luogo dei certificati e dei documenti potranno presentarsi                   
dichiarazioni sostitutive, rese dai soggetti interessati, ai sensi              
della Legge 127/97, e successive modifiche ed integrazioni.                     
M) Finanziamento e pagamenti: l'appalto e' finanziato con risorse               
proprie dell'Azienda. I pagamenti verranno effettuati, al netto del             
ribasso e delle ritenute di legge, con le modalita' specificate nel             
capitolato d'oneri. Non e' ammessa revisione dei prezzi. I                      
partecipanti saranno vincolati alla propria offerta per un periodo di           
180 giorni dalla data di apertura delle offerte.                                
N) Responsabile del procedimento: ai sensi della Legge 241/90 come              
successivamente integrata e modificata e dall'art. 7, Legge 109/94,             
il responsabile del procedimento e' stato individuato nel                       
Responsabile dell'Ufficio Tecnico - geom. Silvano Gavazzoli, per la             
carica domiciliato nella sede dell'ente appaltante di cui alla                  
precedente lettera A).                                                          
O) Norme valide: la presente procedura di gara e' disciplinata, per             
la parte riferita alla qualificazione delle imprese, dal DPR 25                 
gennaio 2000, n. 34. L'Azienda si riserva la facolta' di interpellare           
il secondo classificato (ed eventualmente il terzo) in base a quanto            
disposto dall'art. 10, comma 1 ter, della Legge 109/94, modificata              
dalla Legge 18/11/1998, n. 415.                                                 
In caso di subappalto, i lavori appartenenti alla categoria                     
prevalente potranno esser subappaltati nella percentuale massima del            
30%. Ai soggetti aggiudicatari, ai sensi della Legge 55/90, e' fatto            
obbligo trasmettere, entro 20 giorni dalla data di ciascun pagamento            
effettuato nei loro confronti, copia delle fatture quietanzate                  
relative ai pagamenti da essi aggiudicatari corrisposti al                      
subappaltatore, con l'indicazione delle ritenute di garanzia                    
effettuate. Non si provvedera' quindi ad effettuare il pagamento                
diretto agli eventuali subappaltatori.                                          
Qualsiasi controversia insorgesse tra le parti sull'interpretazione             
ed esecuzione del contratto, nessuna esclusa, e che non si sia potuta           
definire con accordo bonario o con accettazione da parte dell'impresa           
appaltatrice delle determinazioni definitive adottate dall'Azienda,             
sara' deferita al giudizio del giudice ordinario. Si esclude quindi             
l'arbitrato, e si stabilisce fin d'ora la competenza esclusiva del              
Foro di Parma.                                                                  
Tutte le spese inerenti e conseguenti la stipulazione del contratto -           
ivi comprese imposta di bollo e di registro, disegni, copie,                    
scritturazioni, ecc. - saranno poste a carico esclusivo dell'impresa            
appaltatrice.                                                                   
L'Azienda si riserva la facolta' di non procedere all'aggiudicazione,           
senza che cio' comporti pretesa alcuna da parte dei concorrenti.                
IL DIRETTORE                                                                    
Claudio Di Noto                                                                 
Scadenza: 31 maggio 2000                                                        

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it