REGIONE EMILIA-ROMAGNA - SERVIZIO PATRIMONIO E PROVVEDITORATO

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Appalto concorso, per l'affidamento del servizio di valutazione intermedia del programma operativo Obiettivo 3 - Regione Emilia-Romagna 2000/2006

La Regione Emilia-Romagna - Servizio Patrimonio e Provveditorato, con           
sede in Bologna, Viale A. Moro n. 38, tel. 051/283081, telefax                  
051/283084, indice un bando di gara, mediante appalto concorso, per             
l'affidamento del servizio di valutazione intermedia del programma              
operativo Obiettivo 3 - Regione Emilia-Romagna 2000/2006.                       
L'appalto ha per oggetto le seguenti principali attivita':                      
- messa a punto e preparazione della valutazione;                               
- valutazione in itinere dello stato di attuazione del programma;               
- valutazione intermedia;                                                       
- aggiornamenti della  valutazione intermedia.                                  
L'importo massimo complessivo per la presente fornitura e' di Lire              
1.250.000.000 IVA compresa pari a 645.571,12 Euro per il triennio               
2000/2002, rinnovabile per ulteriori 3 anni per un importo annuale              
stimato in Lire 500.000.000, IVA compresa, pari ad Euro 258.228,45.             
Il termine per il completamento del servizio e' fissato al                      
31/12/2005.                                                                     
Procedura di aggiudicazione: appalto concorso/procedura ristretta, ai           
sensi dell'art. 6, secondo comma, lettera c) del DLgs 17 marzo 1995,            
n. 157, secondo il criterio dell'offerta economicamente piu'                    
vantaggiosa.                                                                    
Le domanda in carta legale di partecipazione dovranno pervenire entro           
e non oltre le ore 12 del 26 maggio 2000.                                       
Le domande di cui sopra dovranno essere inviate a: Regione                      
Emilia-Romagna, Viale A. Moro n. 38 - 40127 Bologna - Servizio                  
Patrimonio e Provveditorato; dovranno essere redatte in lingua                  
italiana e inserite in plico sigillato e controfirmato sui lembi di             
chiusura, sul quale dovra' essere specificato l'oggetto della                   
domanda.                                                                        
La Regione Emilia-Romagna, entro 30 giorni dalla data di scadenza               
della richiesta di partecipazione, provvedera' a spedire inviti alle            
imprese ammesse.                                                                
Nella domanda di partecipazione le ditte dovranno allegare la                   
seguente documentazione:                                                        
a) certificato iscrizione CCIAA della provincia in cui le ditte hanno           
sede od analogo registro professionale di Stato aderente alla CEE per           
le ditte non residenti in Italia, rilasciato in data non anteriore a            
sei mesi. Quanto sopra potra' essere attestato mediante                         
dichiarazione, successivamente verificabile, ai sensi della Legge               
15/5/1997, n. 127 e successive modifiche;                                       
b) elenco degli istituti bancari operanti negli Stati membri della              
CEE che possono attestare l'idoneita' finanziaria ed economica della            
ditta al fine dell'assunzione della fornitura;                                  
c) una dichiarazione di aver conseguito una cifra d'affari in servizi           
di valutazione di programmi comunitari su affidamento da parte di               
Enti pubblici e/o Amministrazioni  di livello regionale, nazionale,             
europeo, relativa al triennio 1997/1999 per un importo complessivo              
non inferiore a Lire 700 milioni (Euro 361.519,83). Nel caso di                 
imprese riunite, la capogruppo dovra' presentare un fatturato e/o               
valore per le suddette attivita', complessivo nel triennio, non                 
inferiore a Lire 400 milioni (Euro 206.582,76), fermo restando il               
limite precedente per il raggruppamento nel suo insieme. Tale                   
dichiarazione dovra' essere accompagnata dall'elenco dei servizi che            
concorrono al conseguimento del limite indicato, con l'indicazione              
dell'oggetto del servizio, del periodo di svolgimento,                          
dell'amministrazione committente, del volume d'affari nel periodo               
1997/1999;                                                                      
d) una dichiarazione, successivamente verificabile rilasciata ai                
sensi della Legge 15/5/1997, n. 127 e successive modifiche o secondo            
la legislazione del Paese di residenza della ditta, appartenente ai             
Paesi della CEE con la quale il legale rappresentante della ditta               
attesti, sotto la propria responsabilita' di non trovarsi in alcuna             
delle condizioni di cui all'articolo 11, DLgs 358/92.                           
Deve essere inoltre, prodotto ed allegato un elenco delle principali            
forniture (riferite agli oggetti di gara) degli ultimi tre anni con             
il rispettivo importo, data e destinatario.                                     
La mancata presentazione di uno qualsiasi dei documenti elencati nei            
punti dalla lettera a) alla lettera d) costituira' motivo di                    
esclusione dalla gara.                                                          
Sono ammessi a presentare offerta anche i raggruppamenti di imprese             
ai sensi dell'art. 10 del citato DLgs 24 luglio 1992, n. 358; in tal            
caso la domanda di partecipazione dovra' contenere l'impegno che, in            
caso di aggiudicazione della gara le imprese stesse si conformeranno            
alla disciplina prevista dal predetto articolo.                                 
Il presente avviso di gara e' stato inviato per la sua pubblicazione            
all'Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali della CEE in data 18 aprile           
2000 e da quest'ultimo ricevuto in data 18 aprile 2000.                         
Per ulteriori informazioni e per prendere visione degli atti di gara,           
le ditte interessate potranno rivolgersi al dott. Michele Cagnazzo -            
tel. 051/283432.                                                                
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO                                                    
Anna Fiorenza                                                                   
Scadenza: 26 maggio 2000                                                        

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it