AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI CESENA

CONFERIMENTO INCARICHI LIBERO-PROFESSIONALI

Conferimento di incarichi libero-professionali per l'effettuazione dei controlli sanitari ai lavoratori dipendenti in malattia o maternita'

In esecuzione della ordinanza del Direttore del Dipartimento di                 
prevenzione n. 5 del 10 febbraio 2000, viene emesso il presente                 
pubblico avviso per la formulazione di una graduatoria per il                   
conferimento di incarichi libero-professionali a termine per                    
l'espletamento dei controlli dello stato di salute dei lavoratori               
dipendenti pubblici e privati in malattia e maternita' ai sensi                 
dell'art. 5, comma 10 del DL 12/9/1983, n. 463, convertito in Legge             
11/11/1983, n. 638, dell'art. 5 della Legge 20/5/1970,  n.300 e                 
dell'art. 21 della L.R. n. 19 del 4 maggio 1982.                                
All'avviso possono partecipare i laureati in Medicina e Chirurgia in            
possesso di abilitazione alla professione e di iscrizione all'Albo              
professionale.                                                                  
La graduatoria, redatta sulla base delle domande pervenute e dei                
titoli presentati dai candidati, avra' validita' per tre anni dalla             
data della sua approvazione e verra' utilizzata per eventuali                   
incarichi che si renderanno necessari in detto periodo.                         
La domanda di ammissione all'avviso, redatta in carta semplice e                
firmata dall'interessato, dovra' pervenire al Servizio Medicina                 
legale dell'Azienda Unita' sanitaria locale di Cesena - Ufficio                 
Visite fiscali - Corso Cavour n. 180 - Cesena entro le ore 12 del               
trentesimo giorno non festivo successivo alla data di pubblicazione             
del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione                      
Emilia-Romagna, pena l'esclusione. Per le domande inviate per posta,            
con raccomandata ricevuta di ritorno, fa fede la data del timbro                
postale.                                                                        
Nella domanda di ammissione alla graduatoria gli aspiranti dovranno             
dichiarare sotto la propria responsabilita':                                    
1) nome e cognome;                                                              
2) data, luogo di nascita e residenza;                                          
3) possesso della laurea in Medicina e Chirurgia con indicazione del            
punteggio ottenuto, possesso dell'abilitazione alla professione e               
dell'iscrizione all'Ordine dei medici;                                          
4) di avere o meno in essere rapporti di lavoro dipendente o                    
convenzionale (ex articoli 47 e 48, Legge 833/78), e l'eventuale                
svolgimento di attivita' professionali;                                         
5) possesso della patente di guida e disponibilita' all'uso del mezzo           
proprio per lo svolgimento dell'attivita';                                      
6) di autorizzare l'Azienda al trattamento dei propri dati personali,           
compresi quelli sensibili, secondo la normativa vigente in materia;             
7) il domicilio e il recapito telefonico presso il quale deve, ad               
ogni effetto, essere data qualsiasi necessaria comunicazione.                   
Alla domanda gli aspiranti dovranno allegare, in carta semplice,                
tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno              
presentare agli effetti della formulazione della graduatoria, ivi               
compreso il curriculum formativo e professionale, redatto su carta              
semplice, datato, firmato e debitamente documentato.                            
Tali certificazioni possono essere prodotte in originale, in copia              
legale o autenticata ai sensi di legge o in fotocopia semplice                  
accompagnata da apposita dichiarazione sostitutiva con la quale                 
l'aspirante attesta che le stesse sono conformi all'originale. La               
dichiarazione puo' essere resa davanti al funzionario che riceve la             
documentazione o spedita insieme alla domanda ed accompagnata da                
fotocopia di documento di identita' personale del sottoscrittore.               
Gli eventuali incarichi saranno conferiti con preferenza per i medici           
che risultino non avere alcuna attivita' occupazionale o alcun                  
rapporto convenzionale ex artt. 47 e 48, Legge 833/78.                          
Successivamente saranno conferiti anche agli altri medici in                    
graduatoria, purche' all'atto del conferimento non esistano o siano             
cessate eventuali situazioni di incompatibilita' secondo le vigenti             
norme di legge. Gli incaricati assumono, con il conferimento                    
dell'incarico, l'impegno a presentarsi quotidianamente, nella sede              
del Servizio Medicina legale del Dipartimento di Prevenzione                    
dell'Azienda, per ricevere le indicazioni relative ai controlli da              
effettuare in giornata e, se richiesto, anche nei giorni prefestivi e           
festivi.                                                                        
Il medico incaricato firmera' apposito contratto libero-professionale           
accettando le condizioni fissate dall'Azienda e ricevera' i compensi            
previsti dalla delibera del Direttore generale  n.38/14.3 del                   
20/1/1995, nella seguente misura e fino all'entrata in vigore di                
eventuali modifiche a livello statale o regionale:                              
- Lire 14.000 per visita ambulatoriale o domiciliare;                           
- Lire  7.000 per accesso con mancato reperimento dell'interessato;             
- rimborso chilometrico pari a 1/5 del costo di 1 litro di benzina              
per ogni km. percorso con mezzo proprio nell'effettuazione delle                
visite domiciliari.                                                             
Questa Amministrazione si riserva la facolta' di annullare, revocare            
o modificare il presente avviso.                                                
IL DIRETTORE                                                                    
Luigi Salizzato                                                                 
Scadenza: 31 marzo 2000                                                         

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it