AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE DI RIMINI

BANDI DI CONCORSI PUBBLICI

Concorso pubblico per n. 1 posto di Operatore professionale sanitario, Tecnico Audiometrista

In esecuzione della deliberazione n. 335 del 4/4/2000 e' indetto                
concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di                     
n. 1 posto del Ruolo: Sanitario - Profilo professionale: Operatore              
professionale sanitario - Posizione funzionale: Operatore                       
professionale sanitario, Tecnico Audiometrista - Categoria C                    
per il quale si applica il trattamento giuridico ed economico                   
previsto dai contratti collettivi nazionali di lavoro.                          
Requisiti generali per l'ammissione                                             
Per l'ammissione al concorso e' richiesto il possesso dei seguenti              
requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza del                
termine utile per la presentazione delle domande:                               
a) eta': come previsto dall'art. 3, comma 6, della Legge 15/5/1997,             
n. 127, la partecipazione ai concorsi indetti da pubbliche                      
Amministrazioni non e' soggetta a limiti di eta';                               
b) cittadinanza italiana, ovvero di un Paese dell'Unione Europea.               
Sono richiamate le disposizioni del DPCM 7/2/1994,  n.174;                      
c) idoneita' fisica all'impiego: l'accertamento della idoneita'                 
fisica all'impiego - con la osservanza delle norme in tema di                   
categorie protette - e' effettuato a cura dell'Azienda Unita'                   
sanitaria locale, prima dell'immissione in servizio.                            
Il personale dipendente da pubbliche Amministrazioni ed il personale            
dipendente dagli istituti, ospedali ed enti di cui agli articoli 25 e           
26, comma 1, del DPR 20 dicembre 1979, n. 761, e' dispensato dalla              
visita medica.                                                                  
Requisiti specifici di ammissione                                               
a) Diploma universitario di Tecnico Audiometrista;                              
b) iscrizione al relativo Albo professionale, ove esistente,                    
attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a            
quella di scadenza del bando.                                                   
Non possono accedere all'impiego coloro che siano stati esclusi                 
dall'elettorato attivo nonche' coloro che siano stati dispensati                
dall'impiego presso una pubblica Amministrazione per aver conseguito            
l'impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati            
da invalidita' non sanabile.                                                    
Candidati interni all'Azienda                                                   
Un terzo dei posti messi a concorso, arrotondabile all'unita'                   
superiore, e' riservato ai candidati interni, dipendenti di ruolo               
dell'Azienda Unita' sanitaria locale di Rimini. La stessa procedura             
e' applicata anche in sede di successiva utilizzazione della                    
graduatoria. L'accertamento del diritto alla riserva sara' effettuato           
d'ufficio dall'Azienda che, nel provvedimento di approvazione della             
graduatoria generale finale di merito approvera' anche l'apposita               
graduatoria dei concorrenti riservatari risultati idonei secondo                
l'ordine di collocazione dei medesimi nella graduatoria generale                
finale. I concorrenti inclusi nella graduatoria dei riservatari                 
restano collocati anche nella graduatoria generale.                             
Modalita' e termini per la presentazione delle domande                          
Le domande di partecipazione al concorso, redatte in carta semplice,            
devono essere rivolte al Direttore generale dell'Azienda Unita'                 
sanitaria locale di Rimini - Via Coriano  n.38 - 47900 Rimini e                 
presentate, a pena di esclusione, entro le ore 12 del trentesimo                
giorno non festivo successivo alla data di pubblicazione                        
dell'estratto del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della                 
Repubblica Italiana, all'Azienda Unita' sanitaria locale di Rimini -            
Unita' operativa Sviluppo risorse umane - Ufficio Concorsi - Via                
Coriano n. 38 - 47900 Rimini. Qualora detto giorno sia festivo il               
termine e' prorogato allo stessa ora del primo giorno successivo non            
festivo.                                                                        
Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a            
mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine                   
indicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell'Ufficio postale              
accettante. Per le domande presentate direttamente all'Azienda Unita'           
sanitaria di Rimini, l'ufficio competente rilascera' apposita                   
ricevuta.                                                                       
Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti           
e' perentorio: la eventuale riserva di invio successivo di documenti            
e' priva di effetto.                                                            
Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare:                                
a) cognome e nome, la data ed il luogo di nascita e la residenza;               
b) il possesso della cittadinanza italiana, ovvero i requisiti                  
sostitutivi di cui all'art. 11 del DPR 20/12/1979, n. 761 ed all'art.           
2, del DPR 487/94;                                                              
c) il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i                 
motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste                   
medesime;                                                                       
d) le eventuali condanne penali riportate;                                      
e) i titoli di studio e/o professionali posseduti e richiesti dal               
bando ed i requisiti specifici di ammissione;                                   
f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari;                           
g) i servizi prestati come dipendenti presso pubbliche                          
Amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti                
rapporti di pubblico impiego;                                                   
h) il consenso al trattamento dei dati personali (Legge n. 675 del 30           
dicembre 1996);                                                                 
i) il domicilio presso il quale deve essere fatta all'aspirante, ad             
ogni effetto, ogni necessaria comunicazione; in caso di mancata                 
indicazione vale, ad ogni effetto, l'indicazione della residenza di             
cui alla lettera a);                                                            
l) le condizioni che danno diritto alla riserva dei posti ovvero alla           
precedenza e/o preferenza in casi di parita' di punteggio (art. 5,              
DPR 487/94).                                                                    
L'Amministrazione non si assume responsabilita' per disguidi di                 
notifiche determinati da mancata, errata o tardiva comunicazione di             
cambiamento di domicilio, ne' per disguidi imputabili a terzi, a caso           
fortuito o forza maggiore.                                                      
I beneficiari della Legge 5/2/1992, n. 104, debbono specificare nella           
domanda di ammissione, qualora lo ritengano indispensabile, l'ausilio           
eventualmente necessario per l'espletamento delle prove di esame in             
relazione al proprio handicap nonche' l'eventuale necessita' di tempi           
aggiuntivi.La domanda deve essere firmata: ai sensi dell'art. 3,                
comma 5, della Legge 15/5/1997, n. 127, non e' richiesta l'autentica            
della firma.                                                                    
La mancanza della firma o la omessa dichiarazione nella domanda dei             
requisiti richiesti per l'ammissione determina l'esclusione dal                 
concorso.                                                                       
Tutti i dati personali di cui l'Amministrazione sia venuta in                   
possesso in occasione dell'espletamento dei procedimenti concorsuali            
verranno trattati nel rispetto della Legge 675/96; la presentazione             
della domanda da parte del candidato implica il consenso al                     
trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a             
cura del personale assegnato all'ufficio preposto alla conservazione            
delle domande ed all'utilizzo delle stesse per lo svolgimento della             
procedura per il conferimento dell'incarico quinquennale. Gli stessi            
potranno essere messi a disposizione di coloro che, dimostrando un              
concreto interesse nei confronti della suddetta procedura, ne                   
facciano espressa richiesta ai sensi dell'art. 22 della Legge 241/90.           
Documentazione da allegare alla domanda                                         
Alla domanda di partecipazione al concorso i concorrenti devono                 
allegare tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano               
opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della           
formulazione della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo            
e professionale redatto su carta semplice datato e firmato e                    
debitamente documentato. Le certificazioni devono essere rilasciate             
dal legale rappresentante dell'Ente/Azienda.                                    
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.                                  
Le domande di partecipazione al concorso ed i relativi documenti                
allegati, non sono soggetti all'imposta di bollo.                               
I titoli e le pubblicazioni devono essere prodotti in originale o in            
copia autenticata ai sensi di legge, ovvero in fotocopia semplice con           
allegata dichiarazione sostitutiva di atto notorio firmato dal                  
candidato (senza autentica di firma) con la quale attesta che la                
fotocopia stessa e' conforme all'originale. Qualora il candidato                
presenti piu' fotocopie semplici, l'autodichiarazione puo' essere               
unica, ma contenente la specifica dei documenti ai quali si riferisce           
(DPR 20/10/1998, n. 403, art. 2).                                               
Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se               
ricorrano o meno le condizioni di cui all'ultimo comma dell'art. 46             
del DPR 20 dicembre 1979, n. 761, in presenza delle quali il                    
punteggio di anzianita' deve essere ridotto. In caso positivo,                  
l'attestazione deve precisare la misura della riduzione del                     
punteggio.                                                                      
Alla domanda deve essere unito in triplice copia, in carta semplice,            
un elenco dei documenti e dei titoli presentati.                                
Si rende noto che la documentazione presentata potra' essere ritirata           
personalmente (o da un incaricato munito di delega) solo dopo 120               
giorni dall'approvazione della graduatoria di merito.                           
La restituzione dei documenti presentati potra' avvenire anche prima            
della scadenza del suddetto termine, per il candidato non                       
presentatosi alle prove d'esame ovvero per chi, prima                           
dell'insediamento della Commissione esaminatrice, dichiari                      
espressamente, con firma autenticata nei modi di legge, di rinunciare           
alla partecipazione al concorso.                                                
Commissione esaminatrice                                                        
La Commissione esaminatrice e' nominata secondo le modalita' previste           
dal DM 30/1/1982 integrato e modificato dal DM 3/12/1982, dalla Legge           
4/4/1991, n. 111, dall'art. 8 del DLgs 29/93, nonche' dall'art. 3,              
comma 21, della Legge 24/12/1993, n. 537.                                       
Il sorteggio dei componenti della Commissione e' pubblico. La data              
del sorteggio della Commissione esaminatrice e' previsto per il primo           
martedi' successivo non festivo alla scadenza del termine utile per             
la presentazione delle domande fissato dalla pubblicazione nella                
Gazzetta Ufficiale.                                                             
Le operazioni stesse avranno luogo presso la sede dell'Azienda Unita'           
sanitaria locale di Rimini, Via Coriano  n.38, con inizio alle ore              
10. Le operazioni di sorteggio, qualora per motivi di forza maggiore            
non possano essere effettuate nel giorno sopra indicato ovvero                  
debbano essere ripetute per la sostituzione dei sorteggiati                     
rinunciatari, riprenderanno nel medesimo luogo ed ora di ogni                   
martedi' successivo fino al completamento delle estrazioni dei                  
componenti.                                                                     
La Commissione dispone, complessivamente, di 100 punti cosi'                    
ripartiti:                                                                      
50 punti per i titoli                                                           
50 punti per le prove di esame.                                                 
I punti per la valutazione delle prove di esame sono cosi' ripartiti:           
25 punti per la prova scritta                                                   
25 punti per la prova pratica.                                                  
I punti per la valutazione dei titoli sono cosi' ripartiti:                     
1) titoli di carriera  punti 25                                                 
2) titoli accademici, di studio e pubblicazioni  punti 15                       
3) curriculum formativo e professionale  punti 10.                              
Prove d'esame                                                                   
La Commissione esaminatrice sottoporra' gli aspiranti alle seguenti             
prove d'esame:                                                                  
prova scritta: vertente su argomento scelto dalla Commissione                   
attinente alla materia oggetto del concorso                                     
prova pratica: consistente nella esecuzione di tecniche specifiche              
relative alla materia oggetto del concorso.                                     
I candidati ammessi saranno avvisati, con lettera raccomandata con              
avviso di ricevimento, del luogo e della data delle prove, almeno               
quindici giorni prima della data della prova scritta, ed almeno venti           
giorni prima della data della prova pratica.                                    
Il superamento di ciascuna prova d'esame si consegue con un punteggio           
superiore di almeno un punto alla meta' di quello massimo previsto              
per ciascuna prova.                                                             
Riserve e titoli preferenziali                                                  
I candidati devono allegare alla domanda i documenti che attestano il           
possesso dei titoli di precedenza nella nomina o di preferenza in               
caso di parita' di punteggio, come previsto dall'art. 5 del DPR                 
487/94.                                                                         
Verranno applicate le norme per il diritto al lavoro dei disabili di            
cui alla Legge 12/3/1999, n. 68.                                                
Graduatoria                                                                     
La Commissione esaminatrice, al termine delle prove d'esame, formula            
la graduatoria di merito dei candidati secondo l'ordine dei punti               
della votazione complessiva riportata da ciascun candidato,                     
determinata sommando il voto conseguito nella valutazione dei titoli            
ai voti conseguiti nelle prove d'esame.                                         
escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito in              
ciascuna prova d'esame la prevista valutazione di sufficienza.                  
Il Direttore generale dell'Azienda Unita' sanitaria locale,                     
riconosciuta la regolarita' degli atti del concorso, li approva                 
unitamente alla graduatoria generale, che e' immediatamente efficace.           
La graduatoria e' pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione             
Emilia-Romagna.                                                                 
La validita' della graduatoria relativa al presente concorso, e'                
quella prevista dalla vigente normativa in materia.                             
Essa potra' essere utilizzata per eventuali coperture nella posizione           
funzionale e disciplina a concorso che dovessero rendersi disponibili           
entro il periodo di validita'.                                                  
La graduatoria, entro il periodo di validita', verra' utilizzata                
anche per l'assegnazione di rapporti di lavoro a tempo determinato su           
posti disponibili per assenza o impedimento del titolare.                       
Adempimenti del vincitore                                                       
Il concorrente dichiarato vincitore sara' invitato dall'Azienda a               
produrre entro il termine di 30 giorni dalla data della comunicazione           
scritta, per la stipulazione del contratto di lavoro individuale, i             
documenti e/o le certificazioni sostitutive degli stessi necessari              
per l'assunzione, che saranno ivi elencati.                                     
Scaduto inutilmente il suddetto termine per la presentazione dei                
documenti, l'Azienda comunica di non dar luogo alla stipulazione del            
contratto.                                                                      
Il nominato dovra' assumere servizio entro 30 giorni dalla data di              
ricevimento della lettera di nomina, a pena di decadenza, salvo                 
giustificati motivi.                                                            
Il rapporto di lavoro diverra' definitivo dopo il compimento                    
favorevole del periodo di prova di mesi sei di effettivo servizio               
prestato.                                                                       
Con la stipulazione del contratto individuale di lavoro, e' implicita           
l'accettazione, senza riserva, di tutte le norme, ed in particolare             
di quelle previste nei contratti collettivi nazionali di lavoro, che            
disciplinano e disciplineranno lo stato giuridico ed il trattamento             
economico del personale del Servizio sanitario nazionale.                       
L'assunzione in servizio del vincitore potra' essere sospesa o                  
ritardata in applicazione di norme che stabiliscono il blocco delle             
assunzioni.                                                                     
Varie                                                                           
garantita pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al                 
lavoro ai sensi di quanto previsto dal gia' citato DPR 487/94.                  
Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente bando si fa            
riferimento alle vigenti normative in materia e, in particolare, alla           
Legge 20/5/1985, n. 207 e al DM 30/1/1982, nonche', per quanto                  
applicabile, dal DPR 483/97.                                                    
Il presente bando e' emanato tenuto conto delle norme per il diritto            
al lavoro dei disabili di cui alla Legge 12/3/1999, n. 68.                      
Il personale che verra' assunto dovra' essere disposto ad operare               
presso tutte le strutture del territorio dell'Azienda Unita'                    
sanitaria locale di Rimini.                                                     
L'Azienda si riserva la facolta' di prorogare, sospendere, revocare             
od annullare il concorso, qualora a suo giudizio ne rilevasse la                
necessita' o l'opportunita' per ragioni di pubblico interesse                   
concreto ed attuale.                                                            
Per eventuale informazione ed acquisire copia del bando gli aspiranti           
potranno rivolgersi all'Unita' operativa Sviluppo risorse umane -               
Ufficio Concorsi dell'Azienda Unita' sanitaria locale di Rimini - Via           
Coriano n. 38, nei giorni dal lunedi' al sabato dalle ore 10 alle ore           
13 - tel. 0541/707796-707713.                                                   
IL DIRETTORE GENERALE                                                           
Tiziano Carradori                                                               

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it