AEROPORTO G. MARCONI DI BOLOGNA SPA - BOLOGNA

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Bando di gara relativo ai lavori di interramento della linea ferroviaria di cintura Bologna-Milano - Pubblico incanto

1) Ente appaltante: Aeroporto G. Marconi di Bologna SpA - Via                   
Triumvirato n. 84 - 40132 Bologna - tel. 051/6479617 - fax                      
051/6479185.                                                                    
2) Natura dell'appalto e criterio di aggiudicazione: l'appalto di               
lavori comprende anche le forniture necessarie all'esecuzione dei               
lavori stessi e verra' aggiudicato, a corpo, col criterio del prezzo            
piu' basso, inferiore a quello posto a base di gara, determinato, ai            
sensi dell'art. 21, comma 1, lett. b) della Legge 109/94 nel testo              
vigente, mediante offerta a prezzi unitari.                                     
L'aggiudicazione potra' essere effettuata anche nel caso in cui venga           
presentata una sola offerta valida. In caso di offerte vincenti                 
uguali si procedera' all'aggiudicazione mediante sorteggio. Non sono            
ammesse offerte in aumento. I concorrenti dovranno specificare che              
l'offerta tiene conto degli oneri previsti per i piani di sicurezza.            
3)                                                                              
a) Luogo di esecuzione dei lavori: area parallela all'attuale linea             
di cintura in parte esterna ed in parte interna al sedime                       
ferroviario;                                                                    
b) caratteristiche generali dell'opera: fondazioni speciali, opere              
civili, armamento ferroviario ed impianti tecnologici;                          
c) importo a corpo a base d'asta: Lire 98.830.000.000 pari a Euro               
51.041.435,34 oltre a Lire 1.200.000.000 pari a Euro 619.748,28, per            
oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d'asta;                               
d) categorie ANC: - cat. S21 (prevalente) classifica illimitata -               
cat. G3 (scorporabile o subappaltabile) classifica illimitata - cat.            
S9 (scorporabile o subappaltabile) classifica 8.                                
4) Termine di esecuzione dei lavori: giorni 870 naturali e                      
consecutivi, decorrenti dalla data di consegna dei lavori risultante            
dal relativo verbale.                                                           
5) Documentazione per la partecipazione alla gara: la documentazione            
e gli elaborati relativi all'appalto possono essere visionati, previo           
appuntamento, presso la Direzione tecnica dell'Aeroporto G. Marconi             
di Bologna SpA - tel. 051/6479617 - fax 051/6479185, entro e non                
oltre il 20 marzo 2000 e possono essere acquisiti entro e non oltre             
il medesimo termine, previo rimborso spese vive di Lire 2.000.000 da            
effettuarsi mediante bonifico bancario, presso la Cassa di Risparmio            
in Bologna Agenzia Aeroporto c/c 1262 - cod. ABI 06385 - cod. CAB               
02459, presso la Copisteria ARPO, Via Decumana n. 53a, 40133 Bologna            
- tel. 051/382666 - fax 051/311484 - e-mail:arpo¹mailbox.dsnet.it               
(sara' onere degli interessati prendere accordi con la copisteria ai            
fini dell'acquisto).                                                            
6) Sopralluogo: la presa visione del luogo di esecuzione dell'appalto           
e' obbligatoria e dovra' essere attestata dalla Direzione tecnica               
della stazione appaltante. Il sopralluogo, in particolare, potra'               
essere effettuato dagli interessati, solo ed esclusivamente previo              
appuntamento telefonico che sara' fissato in accordo con la Direzione           
tecnica dell'Aeroporto G. Marconi di Bologna SpA - tel. 051/6479617 -           
fax 051/6479185, e che potra' essere effettuato entro e non oltre il            
20 marzo 2000 dalle ore 9,30 alle ore 17 dei giorni feriali (escluso            
il sabato).                                                                     
7) Modalita' di partecipazione alla gara: per cio' che attiene alle             
modalita' di presentazione dell'offerta nonche' delle dichiarazioni e           
documentazioni richiamate nel presente bando, si rinvia al                      
disciplinare di gara, documento che forma parte integrante e                    
sostanziale del presente bando e disponibile presso la Direzione                
tecnica della stazione appaltante.                                              
8) Ricezione offerte: il plico contenente l'offerta e la                        
documentazione prescritta, debitamente sigillato e controfirmato sui            
lembi di chiusura, dovra' pervenire, a pena di esclusione, presso la            
Direzione generale dell'Aeroporto G. Marconi di Bologna SpA, Via                
Triumvirato n. 84 - 40132 Bologna, entro e non oltre le ore 17                  
dell'11 aprile 2000 esclusivamente per mezzo del Servizio postale               
raccomandato di Stato o tramite corriere. Il corretto e tempestivo              
recapito rimane ad esclusivo rischio dei concorrenti.                           
9) Espletamento della gara: il pubblico incanto si terra' presso la             
Direzione generale dell'Aeroporto G. Marconi di Bologna SpA, in Via             
Triumivirato n. 84 a Bologna. Ai sensi dell'art. 10, comma 1 quater             
della Legge 109/94 nel testo vigente, la Commissione giudicatrice,              
prima di procedere all'apertura delle buste "Offerta" richiedera'               
(mediante comunicazione via telefax) ad un numero di concorrenti pari           
al 10% delle offerte pervenute, arrotondato all'unita' superiore,               
selezionato mediante sorteggio pubblico che verra' effettuato, previo           
espletamento della verifica documentale, in data 20 aprile 2000 alle            
ore 9,30, presso la Direzione generale dell'Aeroporto G. Marconi di             
Bologna SpA, di comprovare, entro e non oltre dieci giorni dalla data           
del medesimo sorteggio, il possesso dei requisiti di capacita'                  
economico-finanziaria e tecnico-organizzativa, presentando la                   
documentazione a tal fine necessaria ai sensi dell'art. 10 del DL n.            
502 del 30 dicembre 1999. Nella medesima seduta, i plichi inviati dai           
concorrenti, espletata la verifica di regolarita' documentale ed                
effettuato il predetto sorteggio, verranno riposti in contenitori               
debitamente sigillati e siglati dai componenti della Commissione                
giudicatrice e verranno custoditi in apposito armadio blindato. Solo            
in una successiva seduta di gara, pertanto, e previa comunicazione              
via telefax ai concorrenti del giorno e dell'ora in cui si terra'               
tale seduta, si procedera' all'apertura delle buste "Offerta". In               
tale seconda fase, si procedera', in particolare, alla valutazione              
dell'anomalia delle offerte ai sensi e per gli effetti di cui                   
all'art. 21, comma 1 bis, della Legge 109/94 nel testo vigente. Alle            
fasi di gara potra' assistere solo ed esclusivamente un                         
rappresentante per ciascuna delle imprese concorrenti.                          
10) Cauzioni e garanzie: cauzione provvisoria pari al 2% dell'importo           
dei lavori posto a base di gara resa ai sensi dell'art. 30 della                
Legge 109/94 nel testo vigente ed in osservanza alle prescrizioni del           
"Disciplinare di gara"; cauzione definitiva pari al 10% dell'importo            
di aggiudicazione.                                                              
11) Modalita' di finanziamento: le opere oggetto dell'appalto                   
verranno finanziate in parte dalla "Aeroporto G. Marconi di Bologna             
SpA" ed in parte dall'Unione Europea. I pagamenti avverranno secondo            
le modalita' indicate nel capitolato speciale d'appalto.                        
12) Soggetti ammessi a presentare offerta: possono presentare offerta           
tutti i soggetti di cui agli artt. 10, 11, 12 e 13 della Legge 109/94           
nel testo vigente. Saranno ammesse alla gara le imprese italiane                
iscritte all'ANC per la categoria prevalente S21 per importo                    
illimitato e le imprese degli altri Stati CEE, che presentino le                
condizioni di cui all'art. 18 del DLgs 406/91, e purche' siano in               
possesso delle iscrizioni di cui all'art. 19 del DLgs 406/91. Possono           
altresi' presentare offerta associazioni di imprese costituite ai               
sensi dell'artt. 22 e seguenti del DLgs. 406/91 e degli artt. 10 e 13           
della Legge 109/94. In caso di associazioni orizzontali ciascuna                
impresa riunita dovra' essere iscritta all'ANC per la categoria S21 e           
per classifica corrispondente almeno a 1/5 dei lavori oggetto                   
dell'appalto. In ogni caso la somma degli importi per i quali le                
imprese riunite sono iscritte deve essere almeno pari all'importo dei           
lavori da appallare salvo il disposto del comma 5 dell'art. 23 del              
DLgs 406/91. In caso di associazioni verticali la capogruppo dovra'             
possedere l'iscrizione all'ANC per la categoria prevalente, le                  
imprese mandanti dovranno possedere l'iscrizione all'ANC per                    
l'importo della categoria dei lavori scorporati che intendono                   
assumere e nella misura indicata per l'impresa singola. In                      
applicazione del disposto dell'art. 13, comma 5, della Legge 109/94             
nel testo vigente, e' consentita la presentazione di offerte da parte           
dei soggetti di cui all'art. 10, comma 1, lettere d) ed e) della                
legge citata, anche se non ancora costituiti.                                   
Si precisa che, ai sensi dell'art. 4 del DL n. 502 del 30 dicembre              
1999, le imprese aggiudicatarie, in possesso unicamente della                   
qualificazione nella categoria di opere specializzate, indicate nel             
presente bando come categoria prevalente, non possono eseguire                  
direttamente tutte le lavorazioni di cui si compone il lavoro se                
prive delle relative adeguate qualificazioni, in quanto tali                    
lavorazioni sono riferite: a) ad opere generali (quelle relative alla           
categoria G3); b) a strutture, impianti ed opere speciali si sensi              
dell'art. 2, comma 2 del DL n. 502 del 30 dicembre 1999 (quelle                 
relative alla categoria S9), sono comunque subappaltabili, fatto                
salvo quanto previsto dall'art. 13, comma 7 della Legge 109/94 nel              
testo vigente, ad imprese in possesso delle relative qualificazioni e           
sono altresi' state indicate quali opere scorporabili ai fini di                
un'eventuale costituzione di associazioni temporanee di imprese di              
tipo verticale. In considerazione della previsione di cui all'art. 4,           
comma 2 del DL n. 502 del 30 dicembre 1999, le imprese che non sono             
in possesso delle iscrizioni alle categorie G3 ed S9 per le                     
classifiche indicate, qualora non indichino che intendono                       
subappaltare tali lavorazioni, ovvero non partecipino in ATI con                
mandanti iscritte alle medesime categorie e classifiche, saranno                
escluse dalla gara.                                                             
13) Requisiti finanziari e tecnici richiesti per la partecipazione: i           
concorrenti dovranno possedere, a pena di esclusione oltre alle                 
predette iscrizioni all'ANC, i seguenti requisiti                               
economico-finanziari e tecnico-organizzativi:                                   
a) cifra d'affari in lavori, realizzata mediante attivita' diretta ed           
indiretta svolta nel quinquennio antecedente alla data di                       
pubblicazione del presente bando di gara non inferiore a 2,50 volte             
l'importo posto a base di gara;                                                 
b) esecuzione mediante attivita' diretta ed indiretta svolta nel                
quinquennio antecedente alla data di pubblicazione del bando di gara,           
di lavori appartenenti alla categoria prevalente (S21) oggetto                  
dell'appalto di importo non inferiore al 60% di quello del lavoro da            
affidare;                                                                       
c) esecuzione mediante attivita' diretta ed indiretta svolta nel                
quinquennio antecedente alla data di pubblicazione del bando di gara,           
di un singolo lavoro, appartenente alla categoria prevalente oggetto            
dell'appalto, di importo non inferiore al 30% di quello del lavoro da           
affidare, ovvero, in alternativa, di due lavori, appartenenti alla              
suddetta categoria prevalente, di importo complessivo non inferiore             
al 40% dell'importo del lavoro da affidare, ovvero, ancora, in                  
alternativa, di tre lavori, appartenenti alla suddetta categoria                
prevalente, di importo complessivo non inferiore al 50% di quello               
posto a base di gara;                                                           
d) costo complessivo sostenuto per il personale dipendente non                  
inferiore al 15% della cifra d'affari in lavori realizzata nel                  
quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando; tale                
costo e' composto da retribuzione, stipendi, contributi sociali ed              
accantonamenti ai fondi di quiescenza;                                          
e) dotazione stabile di attrezzatura tecnica, determinata sotto forma           
di ammortamenti e canoni di locazione finanziaria o canoni di                   
noleggio, per un valore non inferiore all'1% della predetta cifra               
d'affari in lavori come specificato dall'art. 8, comma 1, lett. e)              
del DL n. 502 del 30 dicembre 1999.                                             
Alla determinazione delle percentuali di cui ai punti d) ed e)                  
concorre, in proporzione alle quote di competenza dell'impresa, anche           
il costo per il personale dipendente dei consorzi di cui all'art. 10,           
comma 1, lett. e) ed e bis) della Legge 109/94 nel testo vigente,               
nonche' delle societa' fra imprese riunite di cui l'impresa fa parte.           
Ai sensi dell'art. 9 del DL n. 502 del 30 dicembre 1999 le imprese              
singole possono partecipare alla gara qualora siano in possesso dei             
requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi relativi alla            
categoria prevalente per l'importo totale dei lavori ovvero siano in            
possesso dei requisiti relativi alla categoria prevalente ed alle               
categorie scorporabili per i singoli importi. I requisiti relativi              
alle lavorazioni scorporabili non posseduti dalle stesse imprese                
singole devono da queste essere posseduti con riferimento alla                  
categoria prevalente. Ai sensi della medesima disposizione, per le              
associazioni temporanee d'imprese e per i consorzi di cui all'art.              
10, comma 1, lett. d), e), e bis), della Legge 109/94 nel testo                 
vigente, di tipo orizzontale i requisiti economico-finanziari e                 
tecnico-organizzativi richiesti dal presente bando dovranno essere              
posseduti, a pena di esclusione, dalla capogruppo-mandataria o da               
un'impresa consorziata nella misura minima del 40%; la restante                 
percentuale dovra' essere posseduta, cumulativamente dalle imprese              
mandanti o dalle altre imprese consorziate ciascuna nella misura                
minima del 10%. Sempre ai sensi dell'art. 9 del DL n. 502 del 30                
dicembre 1999 per le associazioni temporanee d'imprese e per i                  
consorzi di cui all'art. 10, comma 1, lett. d), e), e bis), della               
Legge 109/94 nel testo vigente, di tipo verticale i requisiti                   
economico-finanziari e tecnico-organizzativi richiesti dal presente             
bando dovranno essere posseduti, a pena di esclusione, dalla                    
capogruppo-mandataria nella categoria prevalente; nelle categorie               
scorporate ciascuna mandante possiede i requisiti previsti per                  
l'importo dei lavori della categoria che intende assumere e nella               
misura indicata per l'impresa singola. I requisiti relativi alle                
lavorazioni scorporabili non assunte da imprese mandanti devono                 
essere posseduti dalla impresa mandataria o capogruppo con                      
riferimento alla categoria prevalente.                                          
Secondo il disposto dell'art. 8, comma 4, del medesimo DL n. 502 del            
30 dicembre 1999, inoltre, qualora il concorrente sia un'associazione           
temporanea o un consorzio o un GEIE di cui all'art. 10, comma 1,                
lett. d), e), e bis), della Legge 109/94 nel testo vigente, ogni                
singolo lavoro cui si riferisce il requisito di cui al punto c)                 
dovra' essere stato integralmente eseguito da una qualsiasi delle               
imprese associate o consorziate.                                                
14) Gli offerenti hanno la facolta' di svincolarsi dalla propria                
offerta, mediante comunicazione scritta, decorsi 180 giorni dalla               
data di esperimento della gara.                                                 
15) Subappalto: Il contratto d'appalto non puo' essere ceduto, a pena           
di nullita'. Il subappalto e l'affidamento a cottimo sono consentiti            
con le modalita' e con i limiti di cui all'art. 18 della Legge 55/90            
nel testo vigente. Si precisa che in caso di subappalto o cottimo e'            
fatto obbligo ai soggetti aggiudicatari di trasmettere alla stazione            
appaltante, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento                  
effettuato nei loro confronti, copia delle fatture quietanzate                  
relative ai pagamenti da essi aggiudicatari via via corrisposti al              
subappaltatore o al cottimista, con l'indicazione delle ritenute di             
garanzia effettuate.                                                            
16) Disposizioni varie                                                          
a) A norma dell'art. 26, comma 3, della citata Legge 109/94 non e'              
ammessa la revisione prezzi e non si applica il primo comma dell'art.           
1664 del Codice civile.                                                         
b) Il trattamento dei dati personali avverra', ai sensi della Legge             
675/96 e successive modifiche, nella piena tutela dei diritti dei               
concorrenti e della loro riservatezza come specificato all'apposito             
articolo del capitolato speciale d'appalto.                                     
c) Tutta la documentazione inviata dai concorrenti resta acquisita              
agli atti della stazione appaltante e non sara' restituita, neppure             
parzialmente.                                                                   
d) In materia di contenzioso e per la definizione delle controversie            
tra la stazione appaltante e l'appaltatore-contraente si applicano              
gli artt. 31 bis e 32 della Legge 109/94 nel testo vigente.                     
e) L'avvio della procedura di gara ed altresi' la presentazione delle           
offerte da parte delle imprese interessate non vincolano la stazione            
appaltante, ne' sono in alcun modo costitutive di diritti in capo               
alle concorrenti relativamente al perfezionamento della medesima                
procedura, che la stazione appaltante si riserva, comunque, di                  
sospendere o annullare in qualsiasi momento in base a valutazioni di            
propria esclusiva opportunita' e convenienza.                                   
Si avverte che tutte le prescrizioni di cui al presente "bando di               
gara", al pari delle prescrizioni del "disciplinare di gara",                   
costituente parte integrante e sostanziale del presente bando e                 
disponibile presso la sede della stazione appaltante, devono essere             
osservate a pena di esclusione dalla gara.                                      
Responsabile del procedimento ai sensi della Legge 241/90 e' l'ing.             
Emilio Giovani, tel. 051/6479617.                                               
Il presente bando e' stato inviato per la pubblicazione alla GUCE in            
data 11 febbraio 2000.                                                          
IL PRESIDENTE                                                                   
Alberto Clo'                                                                    
Scadenza: 11 aprile 2000                                                        

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it