REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 1 marzo 2000, n. 425

L.R. 4/2000 - Secondo corso di formazione per l'abilitazione all'esercizio della professione di accompagnatore di montagna 28.04.2000

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Premesso che gli artt. 21 e 22 della Legge 2 gennaio 1989, n. 6                 
"Ordinamento della professione di guida alpina" stabiliscono:                   
- che le Regioni possono prevedere la formazione di accompagnatori di           
media montagna;                                                                 
- che l'abilitazione all'esercizio della professione di                         
accompagnatore di montagna si consegue mediante la frequenza agli               
appositi corsi teorico-pratici e con il superamento dei relativi                
esami previsti dalla stessa legge;                                              
- che tali corsi di formazione siano organizzati, d'intesa con la               
Regione, dal Collegio regionale delle Guide alpine;                             
richiamate:                                                                     
- la L.R. 1 febbraio 1994, n. 3 "Ordinamento della professione di               
guida alpina";                                                                  
- la L.R. 1 febbraio 2000, n. 4 "Norme per la disciplina delle                  
attivita' turistiche di accompagnamento";                                       
- la propria deliberazione n. 2511 del 21 dicembre 1998, esecutiva a            
norma di legge, con la quale veniva istituito il "I corso di                    
formazione per l'abilitazione all'esercizio della professione di                
accompagnatore di montagna in Emilia-Romagna";                                  
dato atto che con la delibera 2511/98, oltre all'organizzazione del             
corso per 25 allievi, si determinava la condizione che, per la                  
realizzazione dello stesso, alla preselezione all'accesso al corso si           
presentassero almeno 25 persone, e si esprimeva, inoltre, la volonta'           
di attivare, fin dall'esercizio 1999, ulteriori corsi per un numero             
di posti piu' ampio, in presenza di un numero di candidati idonei,              
cioe' in possesso dei titoli richiesti per l'accesso alla                       
preselezione al corso, pari o superiore a 50;                                   
preso atto che alla prova preselettiva hanno presentato domanda di              
partecipazione 62 candidati in possesso dei titoli richiesti dal                
bando;                                                                          
considerato:                                                                    
- che la prova preselettiva e' stata superata da 44 candidati, dei              
quali i primi 25 in graduatoria sono stati ammessi alla                         
partecipazione al I corso;                                                      
- che con deliberazione 2511/98 al punto 9) del dispositivo si                  
stabiliva la possibilita' di utilizzare la graduatoria di merito                
della preselezione a due condizioni:                                            
1) nel caso in cui almeno 50 candidati avessero superato la prova               
preselettiva;                                                                   
2) nel caso in cui il corso successivo al primo venisse istituito               
nell'anno 1999;                                                                 
preso atto che le condizioni sopra indicate, di cui al punto 9) del             
dispositivo della delibera 2511/98, non si sono verificate e che,               
pertanto, non si e' provveduto alla riapertura della graduatoria di             
merito della preselezione;                                                      
ritenuto opportuno, in relazione all'esito del I corso ed al                    
perdurare dell'interesse degli aspiranti accompagnatori di montagna a           
partecipare ad un corso di formazione, di procedere all'istituzione             
di un "II corso di formazione per l'abilitazione all'esercizio della            
professione di accompagnatore di montagna" e delle relative prove al            
fine di dare completa e definitiva attuazione a quanto stabilito                
nelle disposizioni transitorie di cui all'art. 11, comma 1 della L.R.           
1 febbraio 2000, n. 4, tenuto conto anche del fatto che il Consiglio            
regionale ha espressamente previsto l'effettuazione dei corsi sulla             
base della normativa precedente, sia per quelli "banditi" che per               
quelli "autorizzati";                                                           
valutato opportuno, inoltre, stabilire che al suddetto corso saranno            
ammessi i 19 candidati non ammessi al I corso, ma risultati idonei              
alla preselezione, ed eventuali altri candidati che supereranno le              
apposite prove preselettive che saranno indette per la partecipazione           
al II corso;                                                                    
considerata la proposta avanzata dal Collegio regionale delle Guide             
alpine dell'Emilia-Romagna con nota ns. prot. 11766/CUL del 29                  
settembre 1999, agli atti dell'Ufficio competente, relativa                     
all'organizzazione di un "II corso di formazione per l'abilitazione             
all'esercizio della professione di accompagnatore di montagna in                
Emilia-Romagna" e delle relative prove preselettive e finali, per un            
costo complessivamente quantificato in Lire 130.000.000 (pari a Euro            
67.139,40);                                                                     
preso atto della disponibilita' espressa dallo stesso Collegio                  
regionale ad organizzare il corso in oggetto;                                   
considerato che, in attuazione della Legge 6/89, nonche' per motivi             
di competenza ed economicita', si ritiene utile affidare                        
l'organizzazione del corso in oggetto direttamente al Collegio                  
regionale delle Guide alpine dell'Emilia-Romagna, ente senza fini di            
lucro istituito con la L.R. 3/94, che ha gia' realizzato il I corso             
istituito con deliberazione 2511/98;                                            
ritenuto opportuno stabilire, sentito il Collegio regionale delle               
Guide alpine dell'Emilia-Romagna, le modalita' di attuazione del                
corso e di quanto ad esso complementare, comprese le prove                      
preselettive e finali, precisando la durata dello stesso, il                    
programma da svolgere, l'organizzazione, l'ammontare delle spese a              
carico dei partecipanti, come indicato nel presente atto e di                   
stabilire inoltre che:                                                          
1) il corso e' destinato ai 19 candidati non ammessi al I corso, ma             
risultati idonei alla preselezione a suo tempo effettuata, che ne               
facciano richiesta e agli idonei alle apposite prove preselettive al            
II corso;                                                                       
2) la partecipazione economica degli aspiranti accompagnatori di                
montagna alle spese necessarie per le prove preselettive e' fissata             
in Lire 200.000 (pari ad Euro 103,29) e quella per la realizzazione             
del corso di formazione in Lire 2.000.000 (pari a Euro 1.032,91) da             
versare rispettivamente prima della preselezione e prima dell'inizio            
del corso sul conto corrente n. 7745 della Rolo Banca - Agenzia 12 -            
Bologna, intestato al Collegio regionale delle Guide alpine                     
dell'Emilia-Romagna;                                                            
3) il corso verra' avviato esclusivamente alla presenza di almeno 10            
candidati risultati idonei alle preselezioni ed in regola con il                
pagamento della quota a loro carico e che, in caso contrario, lo                
stesso sara' da considerare annullato, restando a carico della                  
Regione esclusivamente le spese sostenute dal Collegio per                      
l'organizzazione delle prove preselettive;                                      
4) il Collegio regionale delle Guide alpine dell'Emilia-Romagna                 
potra' trasferire le sedi del corso e delle prove d'esame, a causa di           
particolari condizioni atmosferiche o ambientali, o per motivi                  
organizzativi, previa comunicazione alla Regione Emilia-Romagna entro           
i 5 giorni antecedenti il giorno di inizio delle attivita';                     
5) la prova attitudinale pratica di preselezione per l'accesso al               
corso sara' valutata dall'apposita Sottocommissione prevista per la             
prova preselettiva al I corso, costituita da 4 membri della                     
Commissione esaminatrice per l'abilitazione all'esercizio della                 
professione di accompagnatore di montagna, e precisamente il                    
Dirigente regionale esperto in materia, che la presiede, due                    
rappresentanti del Collegio regionale delle Guide alpine e un esperto           
nelle materie previste dai programmi del corso;                                 
6) la prova finale d'esame per il conseguimento dell'abilitazione               
tecnica all'esercizio della professione di accompagnatore di montagna           
in Emilia-Romagna sara' valutata dalla Commissione esaminatrice per             
l'abilitazione all'esercizio della professione istituita con propria            
deliberazione n. 213 del 10 marzo 1999;                                         
verificata da parte del Servizio competente la congruita' del                   
preventivo presentato e la sua rispondenza agli obiettivi regionali,            
nonche' il rispetto di quanto previsto al settimo comma dell'art. 22            
della Legge 6/89 relativamente al programma contenuto nell'Allegato A           
facente parte integrante del presente atto;                                     
ritenuto opportuno definire, sulla base del preventivo di spesa                 
presentato dal Collegio regionale delle Guide alpine                            
dell'Emilia-Romagna, e di ulteriori considerazioni e verifiche                  
effettuate dagli Uffici regionali del Servizio Cultura, Sport e Tempo           
libero, l'importo necessario, per la realizzazione del programma del            
corso per 25 allievi, comprese le prove preselettive e finali, in               
Lire 130.000.000 (pari ad Euro 67.139,40);                                      
considerato, inoltre, che le somme introitate sul conto corrente del            
Collegio regionale delle Guide alpine dell'Emilia-Romagna per la                
partecipazione alle prove preselettive ed al II corso di formazione             
saranno utilizzate per la copertura delle spese da sostenere per la             
realizzazione del programma 2000 e che le entrate sono stimate                  
complessivamente in almeno Lire 20.000.000 (pari ad Euro 10.329,14)             
pari a 10 quote versate dai partecipanti al corso;                              
ritenuto opportuno stabilire che per la copertura delle spese                   
relative al II corso, e delle prove ad esso relative, corrispondenti            
complessivamente alla somma di Lire 130.000.000 (pari ad Euro                   
67.139,40) si provveda attraverso l'utilizzo delle somme disponibili            
sul Bilancio regionale dell'esercizio in corso per Lire 110.000.000             
(pari ad Euro 56.810,26) e delle somme introitate da parte del                  
Collegio regionale delle Guide alpine dell'Emilia-Romagna e versate             
dai partecipanti alle prove preselettive ed al corso sul conto                  
corrente n. 7745 della Rolo Banca - Agenzia 12 - Bologna, intestato             
al Collegio regionale delle Guide alpine dell'Emilia-Romagna;                   
richiamate:                                                                     
- la L.R. n. 16 del 28/2/2000 di approvazione del Bilancio di                   
previsione della Regione Emilia-Romagna per l'anno finanziario 2000 e           
Bilancio pluriennale 2000-2002;                                                 
- la propria deliberazione n. 2541 del 4 luglio 1995, esecutiva a               
norma di legge, con la quale sono state fissate le direttive per                
l'esercizio delle funzioni dirigenziali;                                        
ritenuto che ricorrano gli elementi di cui all'art. 57, comma 2,                
della L.R. 31/77 e successive modificazioni e che, pertanto,                    
l'impegno di spesa possa essere assunto con il presente atto                    
rientrando nelle eccezioni previste dalla Legge 155/89 in misura                
superiore al 50% dello stanziamento iscritto al Capitolo 78757 al               
fine di consentire il tempestivo svolgimento delle attivita'                    
preparatorie al corso di formazione e dare la certezza della                    
necessaria copertura finanziaria;                                               
dato atto:                                                                      
- del parere favorevole espresso dal Dirigente del Servizio Cultura,            
Sport e Tempo libero, dott. Giovanni Serpe, in merito alla                      
regolarita' tecnica del presente atto ai sensi dell'art. 4, sesto               
comma della L.R. 19 novembre 1992, n. 41, e della deliberazione                 
2541/95;                                                                        
- del parere favorevole in ordine alla legittimita' del presente atto           
reso dal Direttore generale alla Cultura e Turismo, dott. Alessandro            
Chili, ai sensi del citato articolo di legge e della deliberazione              
2541/95;                                                                        
- del parere favorevole di regolarita' contabile espresso sullo                 
stesso atto dal Responsabile del Servizio Ragioneria e Credito, dott.           
Gianni Mantovani, ai sensi del citato articolo di legge e della                 
deliberazione 2541/95;                                                          
su proposta dell'Assessore competente per materia,                              
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di istituire e programmare il "II corso di formazione per                    
accompagnatore di montagna in Emilia-Romagna", e le relative prove,             
per un numero minimo di 10 posti destinati ai 19 candidati non                  
ammessi al I corso, ma risultati idonei alla preselezione a suo tempo           
effettuata, che ne facciano richiesta e agli idonei alle apposite               
prove preselettive al II corso;                                                 
2) di affidare l'organizzazione e la realizzazione del II corso di              
formazione al Collegio regionale delle Guide alpine                             
dell'Emilia-Romagna;3) di approvare il programma del corso, della               
prova dimostrativa attitudinale-pratica di preselezione e delle prove           
finali relative, comprensivi delle indicazioni sulla durata, i luoghi           
di svolgimento e l'ammontare delle spese a carico dei partecipanti,             
nonche' le modalita' di realizzazione degli stessi, come indicato in            
premessa e nell'Allegato A, parte integrante del presente atto, per             
un costo complessivamente quantificato in Lire 130.000.000 (pari ad             
Euro 67.139,40);                                                                
4) di assegnare al Collegio regionale delle Guide alpine dell'Emilia-           
Romagna, per le motivazioni espresse in premessa, a titolo di                   
rimborso spese, la somma di Lire 110.000.000 (pari ad Euro 56.810,26)           
per la realizzazione dei programmi contenuti nell'Allegato A parte              
integrante del presente atto;                                                   
5) di stabilire che le somme versate nell'apposito conto corrente               
intestato al Collegio regionale delle Guide alpine                              
dell'Emilia-Romagna per la partecipazione alle prove preselettive ed            
al II corso di formazione 2000, fissate, rispettivamente, in Lire               
200.000 (pari ad Euro 103,29) ed in Lire 2.000.000 (pari ad Euro                
1.032,91), concorreranno all'abbattimento dei costi necessari per la            
realizzazione delle attivita' programmate con il presente atto a                
fronte delle quali si prevedono pertanto entrate stimate per Lire               
20.000.000 (pari a Euro 10.329,14);                                             
6) di imputare la somma di Lire 110.000.000 (pari a Euro 56.810,26),            
rientrando nelle eccezioni indicate dalla Legge 155/89 per le                   
motivazioni citate in premessa, registrata al n. 813 di impegno sul             
Cap. 78757 "Spese per l'istituzione di corsi di qualificazione                  
professionale ed aggiornamento per le guide alpine e per la                     
specializzazione degli accompagnatori di montagna (art. 19, L.R. 1              
febbraio 1994, n. 3)" del Bilancio per l'esercizio finanziario 2000             
che e' stato dotato della necessaria disponibilita';                            
7) di dare atto che la liquidazione delle spese e l'emissione della             
richiesta dei titoli di pagamento sara' effettuata con propri atti              
formali dal Responsabile del Servizio competente per materia ai sensi           
della L.R. 31/77, cosi' come modificata dalla L.R. 40/94 e dei punti            
5.2 e 5.3 della deliberazione n. 2541 del 4 luglio 1995 come segue:             
- quanto a Lire 50.000.000 (pari ad Euro 25.822,84) all'avvio del               
programma del corso, ovvero al ricevimento della documentazione                 
relativa all'effettuazione della prova preselettiva per l'accesso al            
corso ed al versamento da parte dei partecipanti delle relative                 
quote, nonche' all'elenco nominativo dei candidati partecipanti al              
corso ed al versamento delle relative quote di iscrizione;                      
- quanto al residuo della somma dovuta ad avvenuta conclusione del              
programma complessivo sulla base di un dettagliato rendiconto                   
finanziario delle entrate e delle spese effettivamente sostenute;               
8) di stabilire che la prova dimostrativa attitudinale pratica di               
preselezione per l'accesso al corso sara' valutata dall'apposita                
Sottocommissione, prevista per la prova preselettiva al I corso,                
costituita da 4 membri della Commissione esaminatrice per                       
l'abilitazione all'esercizio della professione di accompagnatore di             
montagna, e precisamente il Dirigente regionale esperto in materia,             
che la presiede, i due rappresentanti del Collegio regionale delle              
Guide alpine e un esperto nelle materie previste dai programmi del              
corso;                                                                          
9) di stabilire inoltre che la prova finale d'esame per il                      
conseguimento dell'abilitazione tecnica all'esercizio della                     
professione di accompagnatore di montagna in Emilia-Romagna sara'               
valutata dalla Commissione esaminatrice per l'abilitazione                      
all'esercizio della professione istituita con deliberazione 213/99;             
10) di stabilire altresi' che il Collegio regionale delle Guide                 
alpine dell'Emilia-Romagna potra' trasferire la sede dei corsi e                
delle prove d'esame, a causa di particolari condizioni atmosferiche o           
ambientali, o per motivi organizzativi, previa comunicazione alla               
Regione Emilia-Romagna entro i 5 giorni antecedenti il giorno di                
inizio delle attivita';                                                         
11) di disporre la pubblicazione del bando di corso di cui                      
all'Allegato A nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.           
ALLEGATO A                                                                      
Prova dimostrativa attitudinale-pratica di preselezione per l'accesso           
al II corso di formazione per aspiranti all'abilitazione tecnica                
all'esercizio della professione di accompagnatore di montagna in                
Emilia-Romagna                                                                  
La prova attitudinale-pratica sara' articolata in due parti, secondo            
il programma di seguito riportato, e si svolgera' presso gli impianti           
del Parco regionale del Gigante - Reggio Emilia (RE) davanti alla               
Sottocommissione esaminatrice competente. Il Collegio regionale delle           
Guide alpine convochera' i candidati a sostenere le prove almeno 15             
giorni prima la data prefissata per le prove stesse.                            
Prima parte: prova tecnica di regolarita'                                       
La prova tecnica di regolarita' sara' realizzata su percorso                    
escursionistico segnalato a tratti ed evidenziato su carta                      
topografica.                                                                    
La valutazione della Sottocommissione terra' conto dei tempi di                 
percorrenza assegnati in base alle altimetrie e del comportamento e             
della correttezza espressa durante l'esecuzione della prova.                    
Seconda parte: colloquio sul curriculum presentato                              
Il colloquio individuale vertera' in una discussione sul curriculum             
presentato dal candidato ed in particolare sugli aspetti generali e             
su quelli di specifica pertinenza delle attivita' escursionistiche              
effettuate.                                                                     
La valutazione del curriculum generale terra' conto del titolo di               
studio (cultura di base), della professione esercitata e della                  
conoscenza delle lingue straniere attestata da appositi certificati             
di presenza a corsi di lingua.                                                  
La valutazione del curriculum specifico pur considerando le                     
esperienze escursionistiche extraregionali ed extraeuropee, si                  
basera' sulla conoscenza dell'itineraristica del territorio montano             
regionale nonche' della frequenza a corsi specifici per l'esercizio             
di professioni di accompagnamento in montagna nel territorio                    
regionale, risultanti da appositi certificati di presenza rilasciati            
dagli enti organizzatori dei corsi.                                             
Criteri di valutazione delle prove attitudinali-pratiche                        
La valutazione della prova pratica e del curriculum si effettua in              
sessantesimi con 36 quale voto di sufficienza.                                  
Per ogni candidato verra' compilata la scheda di valutazione di                 
seguito riportata:                                                              
Scheda di valutazione del candidato n. . . . . . .                              
Prova pratica  punti max 60                                                     
  sufficienza punti 36                                                          
Discussione curriculum  punti max 60                                            
  sufficienza punti 36                                                          
Generale:                                                                       
Titolo di  laurea  attinente   2                                                
studio    non attinente   1                                                     
  media superiore     1                                                         
Professione  attinente     2                                                    
attuale  non attinente     0                                                    
Lingue  una     1                                                               
straniere  piu' di una (fino a un     massimo di punti 1)     0,5               
Specifico:                                                                      
Preparazione  parchi, forestale     1                                           
ed esperienza  altro (SOS, fotografia ecc.)                                     
ambientali  (fino a un massimo     di punti 1)     0,5                          
Conoscenza  generale  ottima   5                                                
ambientale    buona   4                                                         
    media   3                                                                   
    discreta   2                                                                
    sufficiente   1                                                             
    insufficiente   0                                                           
  territorio regionale     2                                                    
Tipo di  escursionistica     2                                                  
attivita'  alpinistica     1                                                    
  extraeuropea     1                                                            
  agonistica     1                                                              
  rally     1                                                                   
  regolarita'     1                                                             
  orienteering     1                                                            
altro (MTB,     torrentismo, ecc.)     1                                        
Qualita'    ottima  20                                                          
dell'attivita'    buona  16                                                     
escursionistica    media  12                                                    
svolta *    discreta   8                                                        
    sufficiente   4                                                             
    insufficiente   0                                                           
Partecipazione a corsi    1-10                                                  
attinenti alla figura                                                           
professionale di                                                                
accompagnatore                                                                  
di montagna                                                                     
(valutazione da effettuare   in base alla durata etipologia dei              
corsinonche' alle materie oggettodei corsi stessi)                        
Ruolo svolto  responsabile     2                                                
nell'attivita'  accompagnato     0                                              
Motivazioni  esercitare a tempo pieno     2                                     
  esercitare part-time     1                                                    
  non esercitare     0                                                          
Totale punti                                                                    
* Verranno valutate:                                                            
- il numero totale di escursioni effettuate negli ultimi tre anni;              
- il loro grado di difficolta'.                                                 
Sono ammessi a partecipare al colloquio sul curriculum presentato               
solo coloro che hanno superato con esito positivo la prova tecnica di           
regolarita'.                                                                    
Al termine della prima parte di prove la sopracitata Commissione                
d'esame rendera' noto il punteggio ottenuto da ciascun candidato e              
l'elenco degli ammessi alla seconda parte di prove.                             
Ad esito finale della seconda parte delle prove preselettive la                 
Commissione stilera' una graduatoria. Saranno ammessi al corso i                
candidati in possesso dei requisiti richiesti.                                  
II corso di formazione per aspiranti all'abilitazione tecnica                   
all'esercizio della professione di accompagnatore di montagna in                
Emilia-Romagna                                                                  
Programma                                                                       
Il II corso di formazione, della durata complessiva di 220 ore, si              
svolgera' nell'anno 2000 e si articolera' in 11 moduli di 5 giorni              
ciascuno, che avranno per oggetto le seguenti materie:                          
LEGGI E NORME                                                                   
- L'accompagnamento come regola di sicurezza                                    
- L'accompagnatore e l'accompagnato, diritti e doveri                           
- Il professionista                                                             
- Il volontario                                                                 
- La prestazione d'opera intellettuale                                          
- Il grado di affidamento e il dovere di protezione                             
- La prestazione professionale                                                  
- Le obbligazioni                                                               
- Cosa dicono i codici                                                          
- Le sanzioni e le pene                                                         
- Le colpe                                                                      
- Il fallo illecito                                                             
- L'accompagnamento di minori, culpa in vigilando, culpa in eligendo            
- La Legge quadro 6/89 e modifiche                                              
- Le leggi regionali                                                            
- L'organizzazione nazionale e regionale                                        
- L'elenco speciale                                                             
- I limiti di competenza e territoriali                                         
- Obblighi corporativi                                                          
LEGISLAZIONE AMBIENTALE                                                         
- Le leggi regionali                                                            
- Le aree regionali protette                                                    
- Le riserve                                                                    
- I parchi                                                                      
- I monumenti naturali                                                          
- La situazione normativa dei parchi                                            
- Pianificazione e gestione delle aree protette                                 
- Protezione della flora e della fauna minore                                   
- Leggi di protezione: per esempio funghi, tartufi, piante officinali           
ANTROPOLOGIA, ETNOGRAFIA                                                        
- La nozione etno-antropologica di "cultura"                                    
- Il rapporto di interdipendenza e implicazione tra                             
natura-cultura-societa'                                                         
- Le metodologie della ricerca etnografica                                      
- Culture regionali                                                             
- Storia dell'antropizzazione della regione                                     
- Tradizione e modernizzazione nella regione                                    
- Etnie, lingue e culture                                                       
- Aspetti antropo-geografici della regione                                      
- Psicologia in ambienti naturali                                               
BOTANICA                                                                        
- I boschi, realta' attuale e vicende pregresse                                 
- I boschi di latifoglie e conifere                                             
- Il piano collinare                                                            
- Il piano montano                                                              
- Boscaglie e arbusteti                                                         
- Le formazioni arbustive di bassa quota                                        
- I cespuglieti del piano subalpino                                             
- Prati e pascoli                                                               
- Le praterie secondarie                                                        
- I prati da sfalcio del piano collinare e montano                              
- Le zone umide                                                                 
- I bioindicatori                                                               
- Il biomonitoraggio degli organismi vegetali                                   
- Le torbiere                                                                   
- Le comunita' biotiche                                                         
- Il monitoraggio dell'aria                                                     
ZOOLOGIA, ETOLOGIA                                                              
- Biologia generale                                                             
- Ecologia e biogeografia                                                       
- Origini della fauna italiana                                                  
- Adattamenti dell'ambiente                                                     
- Gli invertebrati                                                              
- I vertebrati: pesci, anfibi, rettili, uccelli                                 
- I vertebrati: mammiferi                                                       
- Tracce e regole per l'osservazione della fauna                                
- Osservazione delle specie di facile avvistabilita'                            
GEOLOGIA                                                                        
- Introduzione alle scienze della terra                                         
- Le branche della geologia                                                     
- I minerali e le rocce                                                         
- Il processo magmatico                                                         
- Il processo metamorfico                                                       
- Il processo sedimentario                                                      
- Riconoscimento e classificazione                                              
- L'interno della terra                                                         
- Tettonica a zolle                                                             
- Orogenesi                                                                     
- Cronologia geologica                                                          
- Stratigrafia                                                                  
- Elementi di paleontologia                                                     
- Carte e sezioni geologiche                                                    
- Geomorfologia: cause e tipi                                                   
- Geomorfologia climatica                                                       
- Geomorfologia strutturale                                                     
- Il corrugamento mesozoico e conozoico                                         
- Elementi di geologia ambientale e applicata                                   
(dissesti, frane, ecc.)                                                         
- Cenni di vulcanologia                                                         
- Cenni di geomorfologia e dinamica glaciale                                    
- Ecologia del paesaggio                                                        
METEOROLOGIA, NIVOLOGIA                                                         
- L'atmosfera                                                                   
- Le circolazioni                                                               
- I fronti                                                                      
- Le nuvole                                                                     
- Le precipitazioni                                                             
- Il vento e le correnti                                                        
- Il vento geostrofico                                                          
- Il vento termico                                                              
- Le stazioni di osservazione                                                   
- Le stazioni di radiosondaggio                                                 
- Il bollettino, lettura e interpretazione                                      
- Il concetto "neve"                                                            
- Condizioni fisiche per la formazione della neve                               
- Cristalli e fiocchi                                                           
- Brina e galaverna                                                             
- Modifiche in caduta e accumulo                                                
- Metamorfosi                                                                   
- Metamorfosi distruttiva                                                       
- Metamorfosi costruttiva                                                       
- Metamorfosi da fusione                                                        
- Profilo nivometrico                                                           
- Tipi di neve                                                                  
- Evoluzione del manto nevoso                                                   
- Forze e tensioni                                                              
- Il rischio valanga                                                            
COMUNICAZIONE                                                                   
- I soggetti della comunicazione                                                
- Le fasi della comunicazione                                                   
- I pubblici rilevanti                                                          
- La selezione dei messaggi                                                     
- La dimensione emotiva                                                         
- La dimensione cognitiva                                                       
- La dimensione operativa                                                       
- La dimensione metodologica                                                    
- Lo stile di comunicazione                                                     
- La comunicazione nel momento del lavoro                                       
- La comunicazione nel team                                                     
- La comunicazione per la crescita                                              
- La comunicazione per la conoscenza                                            
- Le capacita' skill professionali                                              
- I focus della professione                                                     
- L'importanza dell'esperienza                                                  
- Comunicare meglio                                                             
- La comunicazione ecologica                                                    
- Gli strumenti della comunicazione efficace                                    
ORGANIZZAZIONE, CONDUZIONE E ANIMAZIONE                                         
- La richiesta                                                                  
- La tipologia di utente                                                        
- La scolaresca                                                                 
- La famiglia                                                                   
- Il gruppo eterogeneo                                                          
- La visita al parco                                                            
- L'escursione                                                                  
- Il trekking di piu' giorni                                                    
- Le prenotazioni                                                               
- L'agenzia                                                                     
- La verifica dell'equipaggiamento                                              
- I rimedi                                                                      
- La valutazione delle capacita' fisiche                                        
- La conduzione per tipologia                                                   
- L'animazione                                                                  
TECNICHE ESCURSIONISTICHE                                                       
- L'equipaggiamento                                                             
- Come si cammina per tipologia di terreno (tracciato e non)                    
- La sicurezza generale                                                         
- La sicurezza su terreni non tracciati                                         
- Comportamento con eventi meteorologici imprevisti                             
- Le precauzioni con i minori                                                   
FISIOLOGIA E PATOLOGIA                                                          
- L'apparato cardiovascolare                                                    
- L'apparato respiratorio                                                       
- La reazione della vita                                                        
- La contrazione muscolare                                                      
- Le vie metaboliche                                                            
- I meccanismi energetici nell'esercizio fisico                                 
- L'allenamento alle prestazioni aerobiche                                      
- L'allenamento negli sport di resistenza                                       
- Aspetti di medicina di montagna                                               
- Gli adattamenti fisiologici alla quota                                        
- L'ipossia                                                                     
- Patologia e pronto soccorso in montagna                                       
- Patologia da freddo                                                           
- Il mal di montagna                                                            
- L'edema                                                                       
- L'equilibrio idro-salino in corso di esercizio fisico                         
- Meccanismi di adattamento muscolare alle medie quote                          
- Soglia aerobica e anaerobica in ipossia                                       
SOCCORSO IN MONTAGNA E EMERGENZE                                                
- Cos'e' il Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico                      
- Strutturazione, finalita', operativita'                                       
- Valutazione dell'incidente                                                    
- Modalita' di effettuazione della chiamata                                     
- Gestione dell'emergenza                                                       
- Immobilizzazioni                                                              
- Rianimazione                                                                  
- Problemi medico-legali                                                        
- Radiotrasmissioni legali                                                      
- Il "118"                                                                      
- Il team                                                                       
- L'elicottero: problematiche di volo e normative                               
- L'attrezzatura a disposizione                                                 
- Le segnalazioni internazionali                                                
- L'avvicinamento all'elicottero                                                
- Gestione del gruppo durante e dopo l'incidente                                
CARTOGRAFIA, TOPOGRAFIA E ORIENTAMENTO                                          
- La carta topografica                                                          
- I punti cardinali                                                             
- Le coordinate geografiche                                                     
- La classificazione delle carte                                                
- La carta topografica d'Italia                                                 
- L'orientamento con il cielo                                                   
- L'orientamento con la carta topografica                                       
- L'orientamento con la bussola                                                 
- L'orientamento con carta o bussola                                            
- L'altimetro                                                                   
- Il GPS                                                                        
ASPETTI FISCALI E PREVIDENZIALI                                                 
- L'esercizio della libera professione                                          
- Aspetti fiscali e contabili                                                   
- Aspetti previdenziali                                                         
- La partecipazione a Scuole di alpinismo                                       
- Obblighi, diritti e doveri dei soci                                           
- Amministrazione                                                               
- Legislazione fiscale                                                          
- Contabilita' ai fini IVA e reddito imponibile                                 
- Adempimenti vari                                                              
- Le principali scadenze                                                        
MARKETING                                                                       
- Che cos'e' il marketing                                                       
- Il marketing del prodotto turistico                                           
- Il processo decisionale                                                       
- Le sette principali tipologie del turista                                     
- Come classificare i frequentatori della montagna                              
- Profilo del cliente                                                           
- Professionalita' e immagine                                                   
- L'evoluzione tendenziale delle preferenze                                     
- Come vendere                                                                  
- Le leve del marketing                                                         
- Il marketing mix                                                              
- L'informazione                                                                
- La pubblicita'                                                                
- Le relazioni pubbliche                                                        
- La promozione                                                                 
- La commercializzazione                                                        
- Il de'pliant                                                                  
- L'immagine coordinata                                                         
- La caratterizzazione dell'offerta                                             
- L'utilizzo del materiale fotografico                                          
- La terminologia degli addetti.                                                
Prove d'esame per l'abilitazione all'esercizio della professione di             
accompagnatore di montagna relative al II corso di formazione per               
aspiranti all'abilitazione tecnica all'esercizio della professione di           
accompagnatore di montagna in Emilia-Romagna                                    
Programma                                                                       
Le prove d'esame comprendono una prova pratica ed una teorica.                  
Le prove d'esame si sosterranno davanti alla Commissione esaminatrice           
per l'abilitazione all'esercizio della professione, istituita con               
deliberazione della Giunta regionale n. 213 del 10 marzo 1999, presso           
la Pietra di Bismantova - Castelnovo Monti (RE).                                
Esame pratico                                                                   
L'esame consiste nell'esecuzione di un percorso organizzato, dove i             
candidati dovranno mettere in pratica le nozioni e gli insegnamenti             
appresi durante il periodo di formazione.                                       
Esame teorico                                                                   
L'esame consiste in una prova orale ed una scritta e vertera' sulle             
materie oggetto del corso di formazione. La prova scritta consistera'           
nell'esecuzione di un percorso (scelta dell'itinerario, posti, tappa,           
mezzi di trasporto, scelta del materiale, ecc.).                                
Per il superamento dell'esame teorico il candidato dovra' raggiungere           
la sufficienza in ciascuna delle materie previste per l'esame.                  
Criteri di valutazione delle prove d'esame                                      
La valutazione si effettua in decimi con 6 come voto di sufficienza             
quale espressione del complessivo andamento della prova.                        
L'esame e' superato solo se il candidato raggiunge la sufficienza in            
ciascuna delle due prove.                                                       
Le date delle prove e le eventuali variazioni delle localita' sedi              
delle prove verranno prontamente comunicate ai candidati interessati            
dal Collegio regionale delle Guide alpine dell'Emilia-Romagna.                  
BOZZA DI BANDO                                                                  
La Regione Emilia-Romagna istituisce il: II corso di formazione per             
aspiranti all'abilitazione tecnica all'esercizio della professione di           
accompagnatore di montagna in Emilia-Romagna.                                   
Il corso, della durata di 220 ore, e' destinato ai 19 candidati non             
ammessi al I corso, risultati idonei alla preselezione del 27/28                
aprile 1999, che ne facciano richiesta, e ai candidati idonei                   
all'apposita prova teorico-pratica di preselezione al II corso.                 
L'organizzazione del II corso e' affidata al Collegio regionale delle           
Guide alpine dell'Emilia-Romagna.                                               
Requisiti per l'ammissione ai corsi                                             
- Possesso, certificato ai sensi di legge alla data di scadenza del             
presente bando, a pena di esclusione, di:                                       
a) cittadinanza italiana o di altro stato appartenente all'Unione               
Europea;                                                                        
b) maggiore eta';                                                               
c) idoneita' psico-fisica;                                                      
d) diploma di scuola media inferiore;                                           
e) non aver subito condanne penali che comportino l'interdizione da             
pubblici uffici e per le quali non sia stata applicata la sospensione           
condizionale della pena, salvo aver ottenuto la riabilitazione;                 
f) residenza o domicilio o stabile recapito in un comune della                  
Regione.                                                                        
I requisiti di cui alle lettere a), b), d), e) e f), potranno essere            
autocertificati dai richiedenti.                                                
L'idoneita' di cui al punto c) dovra' essere attestata dalla Azienda            
Unita' sanitaria locale del Comune di residenza o da una struttura              
accreditata e/o autorizzata, ai sensi delle vigenti disposizioni in             
materia, mediante certificato di idoneita' all'attivita' di                     
accompagnatore di montagna, valido alla data di effettuazione delle             
prove. Per coloro che si rivolgeranno presso strutture accreditate o            
autorizzate, il certificato dovra' riportare gli estremi                        
dell'accreditamento o dell'autorizzazione, pena la nullita' del                 
documento.                                                                      
- Versamento di iscrizione alla prova attitudinale-pratica                      
preselettiva, a titolo di concorso nelle spese, di Lire 200.000 sul             
conto corrente bancario n. 7745 del Rolo Banca intestato al Collegio            
regionale delle Guide alpine della regione Emilia-Romagna. Il                   
versamento per la prova attitudinale-pratica non sara' comunque                 
rimborsabile anche in caso di esito negativo della stessa.                      
- Versamento della quota di partecipazione al corso, a titolo di                
concorso nelle spese di Lire 2.000.000 (pari ad Euro 1.032,91), per i           
soli candidati che risulteranno idonei, da versare almeno 10 giorni             
prima dell'inizio del corso (pena l'esclusione dal corso stesso) e              
con le stesse modalita' previste per il versamento della quota                  
d'iscrizione alla prova preselettiva.                                           
Programma della prova dimostrativa attitudinale-pratica di                      
preselezione                                                                    
La prova attitudinale-pratica sara' articolata in due tempi, secondo            
il programma e con le modalita' di valutazione indicate nella                   
delibera di istituzione del corso.                                              
Modalita' di iscrizione                                                         
Le domande di partecipazione al corso, redatte su carta semplice,               
dovranno pervenire o essere consegnate a pena di esclusione, entro e            
non oltre il trentesimo giorno successivo la data di pubblicazione              
del bando alla: Regione Emilia-Romagna, Servizio Sport e Tempo libero           
- Ufficio Sport - Via Aldo Moro n. 64 - 40127 Bologna.                          
Alla domanda di coloro che dovranno effettuare la preselezione                  
dovranno essere allegati a pena di nullita':                                    
- la ricevuta del versamento di Lire 200.000 (pari ad Euro 103,29)              
effettuato sul conto corrente bancario n. 7745 del Rolo Banca -                 
Agenzia 12 - Bologna - intestato al Collegio regionale delle Guide              
alpine dell'Emilia-Romagna;                                                     
- il certificato attestante l'idoneita' psico-fisica;                           
- il curriculum sull'attivita' svolta.I 19 riservatari che hanno                
effettuato la preselezione dovranno allegare un certificato                     
attestante l'idoneita' psicofisica.                                             
Convocazione dei candidati                                                      
Coloro che avranno inoltrato, entro i termini stabiliti, domanda di             
partecipazione al II corso di formazione per l'abilitazione                     
all'esercizio della professione di accompagnatore di montagna                   
verranno convocati direttamente dal Collegio regionale delle Guide              
alpine della regione Emilia-Romagna per sostenere le prove                      
preselettive attitudinali-pratiche.                                             
Fac-simile domanda                                                              
      Regione Emilia-Romagna                                                    
      Servizio Sport e Tempo libero                                             
      Ufficio Sport                                                             
      Viale Aldo Moro n. 64                                                     
      40127 Bologna                                                             
Il sottoscritto                                                                 
nato a . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . il           
residente a . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . tel.                        
in Via . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .            
. . . . . . . . n.                                                              
chiede di essere ammesso alla prova preselettiva per l'accesso al II            
corso di formazione per aspiranti all'abilitazione tecnica                      
all'esercizio della professione di accompagnatore di montagna.                  
A tal fine dichiara sotto la propria responsabilita':                           
- di essere in possesso della cittadinanza italiana o di un altro               
Stato appartenente all'Unione Europea;                                          
- di aver conseguito la maggiore eta' alla data della preselezione;             
- di essere in possesso del diploma di scuola media inferiore;                  
- di non aver subito condanne penali che comportino l'interdizione              
dai pubblici uffici e per le quali sia stata applicata la sospensione           
condizionale della pena, salvo aver ottenuto la riabilitazione;                 
- di essere residente o di avere domicilio o stabile recapito in un             
Comune della regione.                                                           
Alla presente allega:                                                           
- il certificato medico di idoneita' psico-fisica;                              
- la ricevuta di versamento di iscrizione alla preselezione di Lire             
200.000 (pari ad Euro 103,29); (*)                                              
- il curriculum sull'attivita' svolta; (*)                                      
- fotocopia di un documento di identita' in corso di validita' (carta           
di identita' o passaporto). (*)                                                 
(*) Da non allegare per coloro che hanno gia' superato le prove                 
preselettive.                                                                   
L'indirizzo a cui inviare le comunicazioni e' il seguente:                      
Data . . . . . . . . . . .  firma . . . . . . . . . . . . . .                   
N.B. per informazioni: Regione Emilia-Romagna, Ufficio Sport tel.               
051/283468.                                                                     
Scadenza: 28 aprile 2000                                                        

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it