COMUNE DI FORLI'

AVVISI DI GARE D'APPALTO

Bando di asta per lavori di restauro di Palazzo Pasquali, gia' Mercuriali-Facchinei, sito in Via Caterina Sforza n.14/18

Il Comune di Forli', in esecuzione delle deliberazioni del Consiglio            
comunale 344/96 e della Giunta comunale 1159/97, indice l'asta                  
pubblica per l'appalto dei lavori di restauro di Palazzo Pasquali,              
gia' Mercuriali-Facchinei, sito in Via Caterina Sforza n. 14/18.                
Importo base d'asta: nette Lire 1.958.337.976.                                  
La gara avra' luogo il 27 marzo 1998, alle ore 10.                              
Per la partecipazione all'asta si forniscono le informazioni                    
sottoindicate.                                                                  
1) Denominazione e indirizzo del soggetto appaltante: Comune di                 
Forli', Piazza Saffi n. 8 - 47100 Forli' - tel. 0543/712375-712441,             
telefax 0543/712442.                                                            
2) Procedura di aggiudicazione prescelta: asta pubblica secondo il              
criterio del massimo ribasso percentuale sull'importo dell'opera,               
parte a corpo parte a misura, posto a base di gara, ai sensi                    
dell'art. 21, comma 1 della Legge 109/94, come modificata dalla Legge           
216/95, con ammissione delle sole offerte in ribasso.                           
3) Luogo di esecuzione: Forli'.                                                 
Caratteristiche generali dell'appalto: i lavori consistono nel                  
restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione dell'intero               
edificio, con demolizione e ricostruzione di alcune parti dei corpi             
secondari, con interventi di sottofondazione, con realizzazione di              
scale, impianti, ripristino di infissi, fornitura e posa di nuovi               
infissi e sistemazione del giardino; vi e' presenza di amianto da               
rimuoversi con le cautele previste dalla legge.                                 
Categoria di iscrizione ANC: 3a, classifica 6 fino a Lire                       
3.000.000.000.                                                                  
Opere scorporabili: - restauro degli infissi lignei per Lire                    
119.295.600: per la realizzazione di queste lavorazioni la ditta                
esecutrice deve possedere l'iscrizione all'Albo imprese artigiane per           
l'attivita' di restauro-lavorazione legno (decorazione e lucidatura             
mobili ecc.) con inserimento nell'elenco delle imprese esercenti                
attivita' artistico-tradizionale ai sensi del DPR 537/64; qualora               
l'impresa esegua tali lavorazioni per un importo superiore a Lire               
75.000.000 oltre alla suddetta specifica iscrizione e qualificazione            
deve possedere l'iscrizione all'ANC categoria 3a (restauro), almeno             
per la classifica 2.                                                            
Opere scorporabili e speciali: - impianti termici, di ventilazione e            
condizionamento categoria ANC 5a per Lire 172.112.100 (classe 2); -             
impianti idrici e antincendio, categoria 5b o CCIAA per Lire                    
44.858.000; - impianti elettrici e simili, categoria 5c per Lire                
110.791.000 (classe 2); - impianto ascensore categoria ANC 5d o CCIAA           
per Lire 40.000.000. Per il restauro degli infissi lignei,                      
trattandosi di intervento altamente specializzato e, ai sensi della             
Legge 768/86, per l'esecuzione delle parti dichiarate scorporabili e            
speciali l'impresa ha l'obbligo di avvalersi di ditta in possesso               
delle dovute idoneita' per cui qualora non le possieda in proprio               
dovra' provvedere mediante costituzione di raggruppamento o                     
candidando idonei subappaltatori all'atto della presentazione                   
dell'offerta.                                                                   
4) Termine per l'esecuzione dei lavori: 510 giorni naturali e                   
consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna o, in caso            
di consegna frazionata, dall'ultimo verbale di consegna parziale.               
5) Per quanto riguarda eventuali interruzioni o proroghe, si rimanda            
a quanto stabilito dall'art. 42 del capitolato speciale d'appalto.              
6) Modalita' di finanziamento: mezzi propri di bilancio; modalita' di           
pagamento: secondo quanto previsto dall'art. 45 del Capitolato                  
speciale d'appalto.                                                             
7) Garanzie: cauzione provvisoria di importo pari al 2% dell'importo            
base d'asta da presentare in sede di offerta; per il solo                       
aggiudicatario: cauzione del 10% e specifica polizza assicurativa               
"all risks" con massimale di Lire 2.000.000.000 unico, che deve avere           
tutti i requisiti prescritti dall'art. 37, ultimo comma, del                    
capitolato.                                                                     
8) Per gli effetti dell'art. 5, del DL n. 79 del 28/3/1997 non e'               
prevista l'erogazione dell'anticipazione.                                       
9) E' ammessa la facolta' di presentare offerte da parte di                     
associazioni temporanee di imprese, costituite ai sensi dell'art. 22            
del DLgs 406/91 e dell'art. 13, Legge 109/94; in tal caso la                    
capogruppo deve possedere l'iscrizione ANC per la categoria                     
prevalente e, per l'ATI orizzontale, capogruppo dovra' essere                   
l'impresa in possesso della classifica ANC piu' elevata; in caso di             
aggiudicazione, ogni impresa dell'ATI potra' eseguire e fatturare               
lavori limitatamente alla classe di ANC posseduta, maggiorata del               
quinto. In caso di aggiudicazione a Consorzio, almeno il 70% della              
categoria prevalente dovra' essere eseguito da una sola impresa                 
consorziata, in possesso dei necessari requisiti di idoneita';                  
l'indicazione delle consorziate designate ad eseguire l'opera deve              
essere espressa prima della stipulazione del contratto; e' vietata la           
designazione di consorziate associate dopo la data dell'asta.                   
10) Gli offerenti hanno facolta' di svincolarsi dalla propria offerta           
trascorsi centottanta giorni dall'aggiudicazione; lo svincolo si                
intendera' operante in quanto l'Ente abbia ricevuto l'atto di cui               
all'art. 114, comma 2, RD 827/23.                                               
11) E' ammesso il subappalto ai sensi dell'art. 34, Legge 109/94 e              
degli artt. 18, Legge 55/90 e 34, DLgs 406/91, come modificati dalla            
legge Merloni.                                                                  
12) Si procedera' ad aggiudicazione anche in presenza di una sola               
offerta purche' valida e conveniente.                                           
13) In materia di offerta anomala, si applichera' l'esclusione                  
automatica stabilita dal decreto del Ministero dei Lavori pubblici              
18/12/1997, quando i ribassi ammessi siano almeno 5; in presenza di             
un numero inferiore si aggiudichera' al massimo ribasso, previa                 
attivazione del procedimento di contraddittorio qualora la                      
Commissione ravvisi, per una o piu' offerte, l'ipotesi di anomalia.             
14) Le imprese interessate dovranno aver eseguito il sopralluogo                
obbligatorio (effettuabile dal 20/2/1998 al 24/3/1998), mediante                
proprio esponente qualificato, rispettando i termini tassativi e                
seguendo le indicazioni stabilite nel documento integrativo del                 
presente bando e contenente le prescrizioni e le modalita' per lo               
svolgimento della gara, ritirabile presso il Servizio Contratti e               
Gare del Comune di Forli' - tel. 0543/712235-712441, nei seguenti               
giorni ed orari: lunedi, mercoledi', venerdi': 10,30 - 13,30;                   
martedi', giovedi': 15,30 - 17,30.                                              
LA DIRIGENTE DEL SERVIZIO CONTRATTI E GARE                                      
Rosanna Gardella                                                                

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it