REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 20 luglio 1998, n. 1199

Approvazione progetti formativi integrati nell'ultimo triennio della Scuola secondaria superiore e nel post-diploma di cui alla deliberazione della Giunta regionale del 10 dicembre 1997, n. 2354, ratificata con atto del 18 dicembre 1997, n. 815 del Consiglio regionale - Finanziamento della relativa spesa *** ALLEGATO FOTOGRAFATO *** RICHIEDERE COPIA ALL'UFFICIO BOLLETTINO

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Vista la Legge 21 dicembre 1978, n. 845 "Legge quadro in materia di             
Formazione professionale" e successive modificazioni;                           
vista la L.R. 24 luglio 1979, n. 19 "Riordino, programmazione e                 
deleghe della Formazione professionale" e successive modificazioni;             
vista la deliberazione del Consiglio regionale n. 487 del 21 novembre           
1996 esecutiva ai termini di legge con la quale si approvano gli                
"Indirizzi e priorita' per la formazione professionale e per                    
l'orientamento - Triennio 1997/1999";                                           
vista la deliberazione della Giunta regionale n. 1475 dell'1 agosto             
1997 esecutiva ai termini di legge,  con la quale si approvano le               
"Direttive attuative per la Formazione professionale e per                      
l'orientamento -  Triennio 1997/1999";                                          
vista la propria deliberazione n. 2354 del 10 dicembre 1997,                    
ratificata dal Consiglio con atto n. 815 del 18 dicembre 1997 avente            
per oggetto "Disposizioni per la presentazione di progetti formativi            
integrati nell'ultimo triennio della Scuola secondaria superiore e              
nel post-diploma. Approvazione di nove azioni innovative rientranti             
nel Programma Operativo Multiregionale 940030I3 Ministero della                 
pubblica Istruzione";                                                           
dato atto che:                                                                  
- entro il 27 febbraio 1998, data di scadenza, di cui al bando                  
pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 131 del 31 dicembre 1997, sono           
pervenuti alla Regione 189 progetti di cui 83 percorsi modulari                 
integrati nell'ultimo triennio della Scuola secondaria superiore                
afferenti alla tipologia 2.6 e 106 progetti di qualificazione                   
superiore post-diploma integrata con la Scuola secondaria superiore             
afferenti alla tipologia 3.2;                                                   
- l'esame per l'approvazione dei progetti candidati e' stato attuato            
dal nucleo di valutazione interno all'Assessorato composto dai                  
funzionari indicati nella gia' citata deliberazione 2354/97, secondo            
i criteri ivi indicati;                                                         
- il nucleo si e' avvalso, per le valutazioni tecniche ex-ante dei              
progetti, del supporto tecnico di ERVET incaricato con deliberazione            
della Giunta regionale n. 336 del 24 marzo 1998;                                
- il finanziamento relativo al ticket a carico dei partecipanti,                
qualora previsto ai sensi delle direttive regionali, citate, e' da              
intendersi aggiuntivo al finanziamento accordato;                               
- il nucleo di valutazione ha esaminato i progetti ammissibili,                 
rassegnando verbale dei propri lavori in data 27 maggio 1998, con il            
seguente esito:                                                                 
a) 27 progetti riguardanti percorsi modulari integrati nell'ultimo              
triennio della Scuola secondaria superiore, sono stati valutati                 
approvabili e finanziabili e 56 progetti non approvabili per non aver           
raggiunto il punteggio minimo di punti 34;                                      
b) 30 progetti riguardanti corsi post-diploma integrati sono                    
risultati approvabili, di cui 22 progetti approvabili e finanziabili,           
8 progetti approvabili ma non finanziabili per carenze di risorse e             
76 progetti non approvabili per non aver raggiunto il punteggio                 
minimo di punti 35;                                                             
dato atto infine che il verbale con le motivazioni                              
sull'ammissibilita' dei singoli progetti e i progetti stessi sono               
depositati presso l'Assessorato alla Formazione professionale,                  
Lavoro, Scuola e Universita' per la consultazione di chi ne abbia               
interesse;                                                                      
dato conto che in base alle disposizioni della deliberazione della              
Giunta regionale 2354/97 i pareri delle Province si intendono                   
acquisiti positivamente se non espressi entro 30 giorni dal                     
ricevimento dei progetti;    ritenuto pertanto di attivare 27                   
percorsi modulari integrati nell'ultimo triennio della Scuola                   
secondaria superiore e 22 corsi di qualificazione post-diploma                  
integrati con la Scuola secondaria superiore per un totale di 49                
iniziative comprese nell'allegata Tabella A), parte integrante della            
presente deliberazione, che comprende da pagina 13 a pagina 20 i dati           
finanziari e da segue di pagina 13 a segue di pagina 20 i dati                  
progettuali suscettibili di eventuali variazioni autorizzate dal                
Dirigente competente;                                                           
dato atto che le attivita' di cui in argomento si intendono approvate           
per l'intera durata dei progetti e cioe' per il 1998/1999 con                   
riferimento ai corsi di qualificazione post-diploma integrati e per             
tre anni scolastici a partire dall'anno scolastico 1998/1999 fino               
all'anno scolastico 2000/2001 con riferimento ai percorsi modulari              
integrati nell'ultimo triennio  della Scuola secondaria superiore;              
dato atto inoltre che l'impegno di Lire 5.000.000.000 registrato al             
n. 5501, assunto con deliberazione della Giunta regionale 2354/97               
sopracitata sul Cap. 75161 "Spese per l'attuazione delle iniziative             
di formazione professionale autorizzate direttamente dalla Regione ed           
attuate dalla stessa e da Enti, associazioni e fondazioni,                      
convenzionati o non convenzionati, comprese le spese connesse agli              
interventi di diritto alla formazione professionale (art. 30, L.R. n.           
19 del 24 luglio 1979)" del Bilancio regionale per l'esercizio 1997,            
si intende riferito all'intera  durata dei corsi post-diploma                   
integrati e alla prima annualita', anno scolastico 1998/1999, per i             
percorsi modulari integrati nell'ultimo triennio della Scuola                   
secondaria superiore e che la spesa relativa alla seconda e terza               
annualita' di questi ultimi trova la necessaria copertura finanziaria           
sul medesimo Capitolo 75161 del bilancio per l'esercizio in corso;              
considerato che l'impegno suddetto aveva a riferimento  un numero               
ipotizzato di 20 corsi post-diploma integrati e 20 percorsi modulari            
nell'ultimo triennio della Scuola secondaria superiore calcolato                
rispettivamente sulla base di un budget massimo di Lire 190.000.000 e           
Lire 160.000.000 di cui Lire 60.000.000 per il primo anno;                      
rilevato che si e' verificata la possibilita' di finanziare e quindi            
attivare un numero superiore di attivita' rispetto a quello                     
ipotizzato nella deliberazione 2354/97 sopracitata in quanto numerosi           
progetti, tra gli approvabili, presentavano un richiesta finanziaria            
inferiore al budget massimo previsto per le tipologie formative                 
previste;                                                                       
ritenuto pertanto indispensabile  procedere all'approvazione delle              
attivita' messe a bando con la delibera sopracitata per consentire              
l'avvio delle attivita';                                                        
vista la L.R. 23 aprile 1998, n. 14;                                            
dato atto che sono stati attivati gli accertamenti di cui alla Legge            
19 marzo 1990, n. 55 "Nuove disposizioni per la prevenzione della               
delinquenza di tipo mafioso e di altre gravi forme di manifestazioni            
di pericolosita' sociale" e successive modifiche, dei quali si dara'            
atto al momento della liquidazione;                                             
dato atto del parere favorevole espresso dalle Responsabili: Cristina           
Bertelli per il Servizio Universita' e Integrazione dei Sistemi                 
formativi e Annuska Figna per il Servizio Gestione, Monitoraggio e              
Controllo delle attivita' formative, in merito alla regolarita'                 
tecnica del presente atto, ai sensi dell'art. 4, comma 6, della L.R.            
19 novembre 1992, n. 41 e della deliberazione della Giunta regionale            
2541/95;                                                                        
dato atto del parere favorevole espresso dal Direttore generale                 
dell'Area Lavoro e Formazione professionale dr. Roberto Balduini in             
merito alla legittimita' del presente atto, ai sensi dell'art. 4,               
comma 6, della L.R. 19 novembre 1992, n. 41 e della deliberazione               
della Giunta regionale 2541/95;                                                 
dato atto infine del parere favorevole espresso dal Responsabile del            
Servizio Ragioneria e Credito dr. Gianni Mantovani in merito alla               
regolarita' contabile del presente atto, ai sensi del predetto                  
articolo della suddetta legge, della succitata deliberazione e                  
secondo quanto disposto dalla determinazione del Direttore generale             
Risorse finanziarie e strumentali 7350/96;su proposta dell'Assessore            
competente per materia;                                                         
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di approvare 27 percorsi modulari integrati nell'ultimo triennio             
della Scuola secondaria superiore, elencati nella Tabella A) parte              
integrante del presente atto, per un costo complessivo di Lire                  
3.620.174.000, un finanziamento complessivo di Lire 3.584.395.000,              
dando atto che la spesa per la prima annualita' di Lire 1.025.184.000           
e' ricompresa nell'impegno complessivo di Lire 5.000.000.000 che e'             
stato assunto con la deliberazione della Giunta regionale 2354/97,              
ratificata dal Consiglio regionale con atto 815/97 e conservato al              
residuo n. 5501 del bilancio per l'esercizio in corso proveniente dal           
Capitolo 75161 "Spese per l'attuazione delle iniziative di formazione           
professionale autorizzate direttamente dalla Regione ed attuate dalla           
stessa e da Enti, associazioni e fondazioni, convenzionati o non                
convenzionati, comprese le spese connesse agli interventi di diritto            
alla formazione professionale (art. 30, L.R. n. 19 del 24 luglio                
1979)" del Bilancio regionale per l'esercizio 1997, mentre la                   
rimanente spesa di Lire 2.559.211.000 per la seconda e la terza                 
annualita' trova la necessaria copertura finanziaria sul medesimo               
Capitolo 75161 del Bilancio per l'esercizio 1998;                               
2) di approvare 22 corsi post-diploma integrati con la Scuola                   
secondaria superiore per un costo complessivo di Lire 4.061.266.000,            
un finanziamento complessivo richiesto di Lire 3.974.816.000 elencati           
nella Tabella A) parte integrante del presente atto dando atto che la           
spesa di Lire 3.974.816.000 e' ricompresa nell'impegno complessivo di           
Lire 5.000.000.000 assunto con deliberazione della Giunta regionale             
2354/97, succitata;                                                             
3) di dare atto che viene affidata l'organizzazione e la gestione               
delle attivita' analiticamente indicate nella Tabella A), parte                 
integrante della presente deliberazione, agli Enti di formazione                
professionale individuati nella stessa;                                         
4) di dare atto che gli interventi formativi sono contraddistinti  da           
un numero di riferimento, al quale corrispondono i dati                         
identificativi dell'iniziativa stessa e precisamente: titolo                    
dell'iniziativa, numero di partecipanti e delle ore, totale                     
finanziamento e quote di relativa copertura, e che questi elementi              
sono riportati nella Tabella A), parte integrante della presente                
deliberazione;                                                                  
5) di procedere con successivi atti del Responsabile del Servizio               
Gestione, Monitoraggio e Controllo delle attivita' formative, ai                
sensi della L.R. 31/77 cosi' come modificata dalla L.R. 40/94 e in              
applicazione della deliberazione di Giunta regionale 2541/95, alla              
liquidazione degli importi dovuti con le modalita' di seguito                   
riportate e nel rispetto di quanto indicato ai successivi punti 12) e           
13), nonche' all'approvazione del rendiconto finale delle attivita'             
che con il presente atto si approvano sulla base della effettiva                
realizzazione delle stesse:                                                     
a) Percorsi modulari integrati nell'ultimo triennio della Scuola                
secondaria superiore Si procedera' alla erogazione di anticipazioni             
fino alla concorrenza del 70% del finanziamento complessivo approvato           
per il triennio come da Tabella B) allegata, parte integrante del               
presente atto, secondo le seguenti modalita': a1) la prima                      
anticipazione sara' erogata  previa acquisizione di: - comunicazione,           
da parte degli Enti gestori, di avvio significativo dell'attivita'              
unitamente all'invio del calendario, secondo le modalita' stabilite             
dalle direttive regionali citate; - documentazione antimafia di cui             
alla Legge 55/90 e successive modificazioni; - garanzia fideiussoria            
rilasciata tenendo conto dello schema indicativo di cui al DM 22                
aprile 1997; - note o fatture regolarmente esibite. La produzione di            
quanto previsto dalle normative in fase di avvio e' condizione                  
essenziale per  permettere le  verifiche regionali in loco e pertanto           
a tale produzione e' subordinata l'erogazione dell'anticipo o acconto           
in argomento. In alternativa all'anticipazione e alla relativa                  
garanzia fideiussoria, possono essere erogati acconti sulla base di             
autodichiarazione rilasciata dal soggetto gestore di aver realizzato            
almeno le ore corrispondenti all'anticipo previsto  per quella                  
annualita' nella Tabella B) parte integrante del presente atto. Sono            
esonerati dal rilascio della garanzia fideiussoria gli Enti pubblici            
e le societa' private a prevalente capitale pubblico; a2) la seconda            
anticipazione sara' erogata  previa acquisizione di: - relazione                
sull'attivita' svolta nell'anno precedente; - comunicazione di avvio            
significativo dell'attivita' con riguardo alla seconda annualita'               
unitamente all'invio del calendario, secondo le modalita' stabilite             
dalle direttive regionali citate; - garanzia fideiussoria rilasciata            
tenendo conto dello schema indicativo di cui al DM 22 aprile 1997; -            
note o fatture regolarmente esibite. La produzione di quanto previsto           
 dalle normative in fase di avvio e' condizione essenziale per                  
permettere le verifiche regionali in loco e pertanto a tale                     
produzione e' subordinata l'erogazione dell'anticipo o acconto in               
argomento. In alternativa all'anticipazione e alla relativa garanzia            
fideiussoria, possono essere erogati acconti sulla base di                      
autodichiarazione rilasciata dal soggetto gestore di aver realizzato            
almeno le ore corrispondenti all'anticipo previsto per quella                   
annualita' nella Tabella B) parte integrante del presente atto. Sono            
esonerati dal rilascio della garanzia fideiussoria gli Enti pubblici            
e le societa' private a prevalente capitale pubblico; a3) la terza              
anticipazione, se ed in quanto dovuta, sara' erogata previa                     
acquisizione di: - relazione sull'attivita' svolta nell'anno                    
precedente; - comunicazione di avvio significativo dell'attivita' con           
riguardo alla terza annualita' unitamente all'invio del calendario,             
secondo le modalita' stabilite dalle direttive regionali citate; -              
garanzia fideiussoria rilasciata tenendo conto dello schema                     
indicativo di cui al DM 22 aprile 1997; - delle note o fatture                  
regolarmente esibite. La produzione di quanto previsto dalle                    
normative in fase di avvio e' condizione essenziale per permettere le           
verifiche regionali in loco e pertanto a tale produzione e'                     
subordinata l'erogazione dell'anticipo in argomento. In alternativa             
all'anticipazione e alla relativa garanzia fideiussoria, possono                
essere erogati acconti sulla base di autodichiarazione rilasciata dal           
soggetto gestore di aver realizzato almeno le ore corrispondenti                
all'anticipo previsto per quella annualita' nella Tabella B) parte              
integrante del presente atto. Sono esonerati dal rilascio della                 
garanzia fideiussoria gli Enti pubblici e le societa' private a                 
prevalente capitale pubblico. a4) il saldo sara' erogato a seguito              
della verifica del rendiconto delle spese sostenute nel triennio                
sulla base della esibizione di note e fatture;                                  
b) Corsi di qualificazione post-diploma integrati con la Scuola                 
secondaria superiore b1) il 50% dei singoli importi indicati                    
nell'allegata Tabella A), parte integrante del presente atto, sara'             
erogato previa acquisizione di quanto segue: - comunicazione, da                
parte degli Enti gestori di avvio significativo delle attivita'                 
unitamente all'invio del calendario, secondo le modalita' stabilite             
dalle direttive regionali citate; - documentazione antimafia di cui             
alla Legge 55/90 e successive modificazioni; - garanzia fideiussoria            
rilasciata tenendo conto dello schema indicativo di cui al DM 22                
aprile 1997; - note o fatture regolarmente esibite. La produzione di            
quanto previsto dalle normative in fase di avvio e' condizione                  
essenziale per permettere le verifiche regionali in loco e pertanto a           
tale produzione e' subordinata l'erogazione dell'anticipo o acconto             
in argomento. In alternativa all'anticipazione e alla relativa                  
garanzia fideiussoria, possono essere erogati acconti sulla base di             
autodichiarazione rilasciata dal soggetto gestore di aver realizzato            
attivita' percentualmente pari all'acconto richiesto. Sono esonerati            
dal rilascio della garanzia fideiussoria gli Enti pubblici e le                 
societa' private a prevalente capitale pubblico; b2) il 20% dei                 
singoli importi, sara' erogato previa acquisizione di dichiarazione             
dello stato di avanzamento relativo alla realizzazione di almeno il             
70% dell'attivita' programmata, sulla base della esibizione di note o           
fatture; b3) il saldo sara' a seguito della verifica del rendiconto             
delle spese sostenute sulla base dell'esibizione di note o fatture;             
6) di stabilire che le modalita' gestionali sono regolate dalle                 
direttive regionali in materia di formazione professionale 1997/99              
approvate con delibera della Giunta regionale n. 1475 dell'1 agosto             
1997 nonche' da quanto di seguito specificato:                                  
- le iniziative si avvieranno entro il 31 dicembre 1998 e si                    
concluderanno per quanto riguarda i corsi post-diploma integrati                
entro il 31 dicembre 1999, e per quanto riguarda i percorsi modulari            
integrati nell'ultimo triennio della Scuola secondaria superiore                
entro il 31 luglio 2001;                                                        
- i soggetti gestori devono presentare all'Assessorato competente, di           
norma entro tre mesi dal termine delle iniziative, il rendiconto                
delle spese sostenute;                                                          
- il mancato rispetto del termine indicato potra' comportare il                 
mancato riconoscimento delle quote accertate a saldo o, in casi di              
persistenti inerzie, la revoca del finanziamento concesso;                      
- il soggetto gestore e' tenuto a comunicare tempestivamente il                 
termine delle attivita';                                                        
- le attivita' di cui alla presente deliberazione sono soggette alle            
visite ispettive secondo le vigenti disposizioni regionali e                    
nazionali;                                                                      
- le variazioni di calendario riferite esclusivamente alla                      
reperibilita' del corso (sede, orario, data) devono essere inviate              
solo via fax, al numero 051-283914 con congruo anticipo e comunque              
non oltre le ore 17 del giorno precedente la variazione;                        
- variazioni improvvise di calendario non sono di norma ammesse salvo           
rari ed eccezionali casi, debitamente motivati;                                 
- il mancato rispetto delle norme indicate puo' comportare la                   
sospensione del corso, al fine di consentire la verifica con il                 
soggetto gestore delle condizioni per il prosieguo dell'attivita';              
- l'accertamento, in sede di verifica in itinere della mancata                  
realizzazione del corso secondo il calendario comunicato alla                   
Regione, potra' comportare l'immediata revoca del finanziamento                 
pubblico concesso.                                                              
Per gli adempimenti riguardanti la gestione delle attivita' approvate           
con il presente atto gli Enti di formazione professionale, gestori              
delle attivita' formative, faranno riferimento al Servizio Gestione,            
Monitoraggio e Controllo delle attivita' formative dell'Assessorato             
Lavoro, Formazione, Scuola e Universita' della Regione                          
Emilia-Romagna;                                                                 
7) di stabilire che:                                                            
- per la realizzazione dei percorsi modulari integrati nell'ultimo              
triennio della Scuola secondaria superiore non verranno riconosciuti            
i costi sostenuti dagli istituti scolastici per uso di locali,                  
attrezzature e personale finalizzato all'iniziativa in quanto il loro           
utilizzo si riconduce alla normale attivita' scolastica;                        
- per la realizzazione dei corsi post-diploma integrati non verranno            
riconosciuti i costi sostenuti dagli istituti scolastici per uso di             
locali, attrezzature e personale finalizzato all'iniziativa qualora             
gia' finanziati da altri Enti pubblici;                                         
- per la realizzazione dei corsi post-diploma integrati non verranno            
riconosciuti i costi indiretti/spese generali sostenuti dagli                   
istituti scolastici per uso locali, attrezzature e personale se non             
chiaramente finalizzati all'iniziativa;                                         
- gli Enti di formazione professionale inviino al Servizio                      
Universita' e Integrazione dei sistemi formativi copia della                    
convenzione stipulata con i soggetti preposti alla realizzazione del            
progetto nella quale risultino individuati e definiti i ruoli, le               
responsabilita' e le risorse finanziarie assegnate a ciascuno di                
essi;                                                                           
8) di stabilire inoltre che i soggetti a vario titolo coinvolti nella           
realizzazione delle attivita' formative approvate con il presente               
atto parteciperanno alle attivita' di cui alla delibera della Giunta            
regionale n. 334 del 24 marzo 1998 che indice il bando per la                   
presentazione di progetti per la realizzazione di attivita' di                  
assistenza tecnica e valutazione a sostegno dei progetti formativi              
integrati approvati con la presente deliberazione;                              
9) di rilasciare per i corsi individuati nella Tabella A) parte                 
integrante della presente deliberazione, l'attestato individuato                
nella Tabella stessa mediante le codifiche regionali;                           
10) di rilasciare in particolare per i percorsi modulari integrati              
nell'ultimo triennio della Scuola secondaria superiore, in                      
applicazione dell'Istituto dei crediti formativi e del reciproco                
riconoscimento fra i sistemi dell'istruzione e della formazione, il             
certificato di competenze, al termine di ogni annualita' del percorso           
approvato con il presente atto. Tale certificazione potra' far parte            
integrante della valutazione globale al termine del triennio,                   
attraverso l'esame di Stato, con modalita' da concordare con i                  
soggetti interessati;                                                           
11) di autorizzare il Dirigente competente ad effettuare svincoli               
anche parziali delle garanzie fideiussorie sulla base di                        
autodichiarazioni rilasciate dal soggetto gestore ad aver realizzato            
attivita' percentualmente pari almeno a quella per cui si chiede lo             
svincolo;                                                                       
12) di riservarsi di impegnare con successivo atto del competente               
Direttore generale, in applicazione della deliberazione 2541/95, le             
quote relative agli anticipi e al saldo per le fasi di progetto                 
relative agli anni scolastici 1999/2000 e 2000/2001 per quello che              
riguarda la seconda e la terza annualita' per i percorsi modulari               
integrati nell'ultimo triennio della Scuola secondaria superiore                
cosi' come specificato nella Tabella B) parte integrante della                  
presente deliberazione, in particolare:                                         
- anticipo per l'annualita' 1999/2000 pari a Lire 1.407.317.000 da              
impegnarsi nell'anno 1999;                                                      
- anticipo e saldo per l'annualita' 2000/2001 pari a Lire                       
1.151.894.000 da impegnarsi nell'anno 2000;                                     
sul capitolo di spesa corrispondente al Capitolo n. 75161 "Spese per            
l'attuazione delle iniziative di formazione professionale autorizzate           
direttamente dalla Regione ed attuate dalla stessa e da Enti,                   
associazioni e fondazioni, convenzionati o non convenzionati,                   
comprese le spese connesse agli interventi di diritto alla formazione           
professionale (art. 30, L.R. n. 19 del 24 luglio 1979)" del Bilancio            
per l'esercizio 1998, dopo il trasferimento da effettuarsi con la               
legge regionale di approvazione della variazione al Bilancio per                
l'esercizio 1998, delle occorrenze finanziarie di complessive Lire              
2.559.211.000 dal bilancio per l'esercizio in corso agli esercizi               
1999 e 2000 del Bilancio pluriennale 1998-2000 al fine di far                   
coincidere gli stanziamenti con le effettive obbligazioni giuridiche;           
13) di subordinare l'esecutivita' della presente deliberazione alla             
verifica del rispetto dei vincoli posti dalla Legge 55/90 e                     
successive modificazioni citata in premessa;                                    
14) di pubblicare per estratto la presente deliberazione nel                    
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna affinche'                     
costituisca oggetto di massima divulgazione.                                    

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it