REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 13 luglio 1998, n. 1139

Finanziamento delle iniziative di adeguamento delle professionalita' nelle imprese dell'area sociale - Obiettivo 4, Asse 2 1998 di cui alla delibera di Giunta 2224/97 e parziale rettifica della stessa *** ALLEGATO FOTOGRAFATO *** RICHIEDERE COPIA ALL'UFFICIO BOLLETTINO

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
(omissis)  delibera:                                                            
1) di rettificare la propria deliberazione n. 2224 del 25 novembre              
1997, esecutiva ai sensi di legge, dando atto che per mero errore               
materiale nel succitato atto la quota di cofinanziamento privato                
anziche' come mancato reddito degli allievi in formazione, e' stata             
indicata "come quota di iscrizione a carico dei soggetti privati                
partecipanti alle attivita' formative" cosi' come indicato in                   
premessa;                                                                       
2) di approvare la graduatoria comprendente 18 iniziative formative,            
riguardanti l'Obiettivo 4 - Asse 2 - Progetto APRIS, di cui alla                
Tabella B), parte integrante della presente deliberazione;                      
3) di ammettere a finanziamento tutte le attivita' formative di cui             
alla richiamata Tabella B) per le motivazioni espresse in premessa e            
che si intendono integralmente riportate, per gli importi individuati           
nella Tabella A), parte integrante della presente deliberazione, per            
complessive Lire 1.946.653.000 a fronte di un costo complessivo di              
Lire 2.560.045.000;                                                             
4) di dare atto che viene affidata l'organizzazione e la gestione               
delle attivita' analiticamente indicate nella citata Tabella A), agli           
Enti ed imprese individuati nella stessa;                                       
5) di stabilire che il finanziamento delle attivita' e' calcolato               
cosi' come segue:                                                               
- per il 45% a carico del FSE;                                                  
- per il 28% a carico del Fondo nazionale di rotazione;                         
- per il  7% a carico della Regione Emilia-Romagna;                             
- almeno per il 20% a carico privati;                                           
e che tali suddivisioni devono essere mantenute non per singolo                 
progetto, ma sulla intera validita' del Programma operativo                     
regionale;6) di dare atto che gli interventi formativi sono                     
contraddistinti da un numero di riferimento, al quale corrispondono i           
dati identificativi dell'iniziativa stessa e precisamente: titolo               
dell'iniziativa, eventuale numero dei partecipanti e delle ore,                 
totale finanziamento e quota di relativa copertura, e che tutti                 
questi elementi sono riportati nella Tabella A), parte integrante               
della presente deliberazione;                                                   
7) di dare atto che gli interventi cosi' come individuati nella                 
allegata Tabella A), parte integrante della presente deliberazione,             
sono coerenti sia sotto gli aspetti giuridici sia sotto gli aspetti             
finanziari con il DOCUP Obiettivo 4 approvato con decisione CE n.               
3152 del 2 dicembre 1994 e con il Programma operativo della Regione             
Emilia-Romagna;                                                                 
8) di procedere con successive determinazioni del Dirigente                     
competente per materia, ai sensi della L.R. 31/77 cosi' come                    
modificata dalla L.R. 40/94 e in applicazione della deliberazione di            
Giunta 2541/95:                                                                 
a) alla liquidazione degli importi dovuti con le modalita' indicate             
ai punti 1) e 2) delle premesse e nel rispetto di quanto indicato ai            
successivi punti 14) e 16);                                                     
b) ad approvare il rendiconto finale delle attivita' che col presente           
atto si approvano sulla base della effettiva realizzazione delle                
stesse;                                                                         
9) di dare atto che, relativamente alla quota di FSE la                         
programmazione regionale e' mantenuta all'interno dei finanziamenti             
assegnati dalla Comunita' Europea sul Fondo sociale europeo;                    
10) di dare altresi' atto che, relativamente alla quota di                      
cofinanziamento nazionale, la programmazione regionale e' mantenuta             
all'interno dei finanziamenti assegnati dal Ministero del Tesoro sul            
Fondo di rotazione nazionale;                                                   
11) di impegnare la somma di Lire 1.946.653.000, per quanto riguarda            
l'Obiettivo 4 - Asse 2 - Progetto APRIS, come segue:                            
- quanto a Lire 1.152.020.000 registrata al n. 3443 di impegno sul              
Capitolo 75414 "Interventi a favore di Enti, organismi ed imprese               
attuatori di progetti di formazione finalizzati ad agevolare                    
l'adattamento dei lavoratori ai mutamenti industriali ed                        
all'evoluzione dei sistemi di produzione (Obiettivo 4 - Asse 2)                 
(Regolamento CEE 2081/93). Contributo CEE sul FSE" del Bilancio per             
l'esercizio finanziario 1998 che e' stato dotato della necessaria               
disponibilita';                                                                 
- quanto a Lire 643.025.000 registrata al n. 3444 di impegno sul                
Capitolo 75412 "Interventi a favore di Enti, organismi ed imprese               
attuatori di progetti di formazione finalizzati ad agevolare                    
l'adattamento dei lavoratori ai mutamenti industriali ed                        
all'evoluzione dei sistemi di produzione (Obiettivo 4 - Asse 2).                
Fondo di rotazione nazionale (art. 27, Legge 845/78; art. 5, Legge              
183/87 e Regolamento CEE 2081/93). Mezzi statali" del Bilancio per il           
medesimo esercizio 1998;                                                        
- quanto a Lire 151.608.000 registrata al n. 3445 di impegno sul                
Capitolo 75416 "Interventi a favore di Enti, organismi ed imprese               
attuatori di progetti di formazione finalizzati ad agevolare                    
l'adattamento dei lavoratori ai mutamenti industriali ed                        
all'evoluzione dei sistemi di produzione (Obiettivo 4 - Asse 2).                
(L.R. 24 luglio 1979, n. 19 e Regolamento CEE 2081/93). Quota                   
Regione" del Bilancio per il medesimo esercizio 1998;                           
12) di stabilire che le modalita' gestionali sono regolate dalle                
direttive regionali in materia di formazione professionale 1997/1999            
approvate con delibera della Giunta regionale  n.1475 dell'1 agosto             
1997, nonche' da quanto di seguito specificato:                                 
- le attivita' devono essere avviate entro 90 giorni dalla data di              
approvazione del presente atto;                                                 
- un avvio significativo delle attivita' deve essere realizzato entro           
30 giorni dal termine ultimo per l'avvio, tale significativo avvio e'           
condizione necessaria per l'erogazione dell'acconto o anticipazione             
previsti;                                                                       
- i soggetti gestori devono presentare di norma entro due mesi dal              
termine delle iniziative e comunque entro il 30/4 dell'anno                     
successivo al termine dell'attivita', all'Assessorato competente il             
rendiconto delle spese sostenute;                                               
- il mancato rispetto del termine indicato potra' comportare il                 
mancato riconoscimento delle quote accertate a saldo o, in casi di              
persistenti inerzie, la revoca del finanziamento concesso;                      
- le iniziative riguardanti l'Obiettivo 4 - Asse 2 - Progetto APRIS -           
che qui si approvano devono terminare, di norma, entro il 31 luglio             
1999;                                                                           
- il soggetto gestore e' tenuto a comunicare tempestivamente il                 
termine delle attivita';                                                        
- le attivita' di cui alla presente deliberazione sono soggette alle            
visite ispettive secondo le vigenti disposizioni regionali, nazionali           
e comunitarie;                                                                  
- le variazioni del calendario di attivita' devono essere comunicate            
preventivamente con congruo anticipo;                                           
- variazioni improvvise non sono di norma ammesse salvo rari ed                 
eccezionali casi, debitamente motivati;                                         
- il mancato rispetto delle norme indicate comporta la sospensione              
del corso, per verificare col soggetto gestore le condizioni per il             
proseguo dell'attivita';                                                        
- l'accertamento, in sede di verifica in itinere, della mancata                 
realizzazione del corso puo' comportare l'immediata revoca del                  
finanziamento pubblico;                                                         
- l'accertamento di ripetute variazioni di calendario delle attivita'           
senza preventiva comunicazione con congruo anticipo potra' comportare           
la revoca del finanziamento;                                                    
13) di dare atto che i fondi che verranno erogati dagli organismi               
comunitari e dal Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale                
relativi alla presente anticipazione verranno introitati                        
rispettivamente sui Capitoli 04733 e 02968 parte entrata del bilancio           
regionale;                                                                      
14) di dare atto che eventuali variazioni in corso d'opera dovranno             
essere autorizzate dal Dirigente competente secondo le modalita'                
previste dalle direttive regionali 1997/1999;                                   
15) di rilasciare per i corsi individuati nella Tabella A), parte               
integrante della presente deliberazione, gli attestati di qualifica             
gia' individuati nella stessa tabella mediante le codifiche                     
regionali;                                                                      
16) di subordinare l'esecutivita' della presente deliberazione alla             
verifica del rispetto dei vincoli posti dalla Legge 55/90 e                     
successive modificazioni citata in premessa;                                    
17) di autorizzare il Dirigente competente ad effettuare svincoli               
parziali delle garanzie fidejussorie sulla base di autodichiarazione            
rilasciata dal soggetto gestore ad aver realizzato attivita'                    
percentualmente pari almeno a quella per cui si richiede lo svincolo;           
18) di pubblicare per estratto la presente deliberazione nel                    
Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna affinche'                     
costituisca oggetto di massima divulgazione.                                    
A voti unanimi e palesi, delibera inoltre:                                      
di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai            
sensi dell'art. 49 della Legge 10 febbraio 1953, n. 62 per le                   
motivazioni espresse in premessa.                                               

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it