COMUNE DI CASTELLARANO (REGGIO EMILIA)

COMUNICATO

Approvazione del progetto esecutivo relativo al programma d'intervento per la sicurezza dei trasporti. Piano di recupero ambientale e funzionale dell'asse stradale Via delle Radici ex SS 486 tratto Tressano-Ca' de Fii (n. grad. 13). I stralcio funzionale. Avvio procedura di esproprio, occupazione di urgenza, determinazione indennita' *** ALLEGATO FOTOGRAFATO *** RICHIEDERE COPIA ALL'UFFICIO BOLLETTINO

Con deliberazione della Giunta comunale n. 111 in data 23/7/1998, si            
e' provveduto all'approvazione, anche ai sensi dell'art. 1 della                
Legge 3/1/1978, n. 1 e dell'art. 26 della L.R.  n.18 del 24/3/1975,             
del progetto esecutivo dei "Lavori di realizzazione piste ciclabili             
relativo al programma d'intervento per la sicurezza dei trasporti.              
Piano di recupero ambientale e funzionale dell'asse stradale Via                
delle Radici ex SS 486 tratto Tressano-Ca' de Fii (n. grad. 13). I              
stralcio funzionale".                                                           
Con la succitata deliberazione n. 111 del 23/7/1998 e' stato disposto           
l'avvio del procedimento espropriativo e di occupazione d'urgenza               
relativo ai terreni specificati nel Piano particellare di esproprio,            
che si allega al presente atto per farne parte integrale e                      
sostanziale, nonche' determinate le relative indennita' ed eventuali            
maggiorazioni di legge.                                                         
Gli atti relativi sono depositati nella Segreteria del Comune di                
Castellarano, a norma dell'art. 10 della Legge 865/71, per 15 giorni            
interi e consecutivi a partire dalla data del 14/8/1998,                        
corrispondente alla data di inserzione del presente nel Foglio                  
annunzi legali della Provincia. Chiunque abbia interesse puo'                   
prendere visione dei predetti atti entro il termine di quindici                 
giorni decorrenti dal 12/8/1998, proponendo eventuali osservazioni              
scritte che dovranno essere depositate entro il 28/8/1998 nella                 
Segreteria del Comune.                                                          
La determinazione della indennita' di esproprio puo' essere impugnata           
dai proprietari entro 30 giorni decorrenti dal 17/6/1998 e comunque             
dalla data di effettiva notifica del relativo avviso, ai sensi del              
comma 4 dell'art. 20 della Legge 22/10/1971, n. 865.                            
I proprietari espropriandi, entro il termine di 30 giorni                       
sopraindicato, hanno diritto di convenire con l'Ente espropriante, ai           
sensi dell'art. 12, comma 1 della Legge 865/71, la cessione                     
volontaria degli immobili oggetto di espropriazione per un prezzo non           
superiore al 50% dell'indennita' come sopra indicata compilando il              
modulo che si allega al presente atto per farne parte integrante e              
sostanziale sotto la lettera B); entro lo stesso termine possono                
comunicare se intendono accettare l'indennita' provvisoria medesima             
ai sensi dell'art. 12, comma 2. Il silenzio sara' interpretato come             
rifiuto dell'indennita' offerta a tutti gli effetti di legge e verra'           
disposto il deposito, presso la Cassa depositi e prestiti, delle                
somme determinate a titolo di indennita' provvisoria.                           
Sono incaricati ed autorizzati i tecnici Grappi ing. Gianni e                   
Sorrentino geom. Giuseppe, dipendenti comunali, congiuntamente o                
disgiuntamente, ad introdursi nella proprieta' privata per la                   
redazione dello stato di consistenza e del verbale di immissione nel            
possesso.                                                                       
L'occupazione avra' luogo l'1/10/1998, in localita' Tressano Ca' de             
Fii, con inizio delle operazioni alle ore 10 e non potra' protrarsi             
oltre il termine di cinque anni dalla data di esecutivita' della                
deliberazione 38/98.                                                            
IL CAPO SETTORE                                                                 
Gianni Grappi                                                                   

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it