REGIONE EMILIA-ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 1 giugno 1998, n. 792

Convenzione tra la Regione Emilia-Romagna ed il DISTART dell'Universita' degli Studi di Bologna per la realizzazione di un secondo gruppo di ricerche finalizzate all'armonizzazione delle attivita' di raffittimento della rete geodetica nazionale GPS.20 nell'area dell'Emilia-Romagna

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                          
Viste le Legge regionali 19 aprile 1975, n. 24 e 8 luglio 1987, n. 32           
relative alla "Formazione di una Cartografia regionale";                        
(omissis)                                                                       
su proposta dell'Assessore competente per materia;                              
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
1) di approvare lo schema di convenzione con il Dipartimento di                 
Ingegneria delle strutture, dei trasporti, delle acque, del                     
rilevamento, del territorio (DISTART) dell'Universita' degli Studi di           
Bologna che, in allegato alla presente convenzione, ne costituisce              
parte integrante;                                                               
2) di dare atto che il Direttore generale ai Sistemi Informativi e              
Telematica provvedera' alla stipula della convenzione;                          
3) di conferire ai seguenti docenti l'incarico di responsabili della            
convenzione per il DISTART: al prof. Marco Unguendoli per le                    
attivita' da 1/98 a 5/98; al prof. Maurizio Barbarella per le                   
attivita' da 6/98 a 9/98;                                                       
4) di conferire ai seguenti dirigenti regionali l'incarico: al dott.            
Roberto Gavaruzzi, Responsabile dell'Ufficio Topografico, di eseguire           
i riscontri di congruita' dell'attivita' svolta; al dott. Luigi Di              
Bello, Responsabile del Servizio Cartografico e Geologico,  di                  
approvare eventuali adeguamenti iniziali del programma operativo di             
cui all'art. 4 e le eventuali varianti in corso d'opera;                        
5) di corrispondere al Dipartimento di Ingegneria delle strutture,              
dei trasporti, delle acque, del rilevamento, del territorio (DISTART)           
dell'Universita' degli Studi di Bologna la somma di Lire 120.000.000,           
IVA esclusa, secondo le modalita' di cui all'art. 5 della                       
convenzione;                                                                    
6) di impegnare la somma di Lire 120.000.000 piu' Lire 24.000.000 per           
IVA per complessive Lire 144.000.000, registrata al numero 2468 di              
impegno, sul Cap. 03850 "Spese per la formazione di una Cartografia             
regionale" (art. 1) del Bilancio per l'esercizio finanziario 1998 che           
e' dotato della necessaria disponibilita';                                      
7) di dare atto che, ai sensi dell'art. 14 della L.R. 40/94, il                 
Responsabile del Servizio Cartografico e Geologico provvedera', con             
propri atti alla liquidazione della spesa di cui al punto 6), sulla             
base dei riscontri di congruita' dell'attivita' svolta e secondo le             
modalita' di cui all'art. 5 della convenzione.                                  
(omissis)
¹TC = Convenzione tra la Regione Emilia-Romagna ed il                 
DISTART dell'Universita' degli Studi di Bologna per la realizzazione            
di un secondo gruppo di ricerche finalizzate all'armonizzazione delle           
attivita' di raffittimento della rete geodetica nazionale GPS.20                
nell'area dell'Emilia-Romagna                                                   
Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di                 
legge,                                                                          
tra                                                                             
la Regione Emilia-Romagna - c.f. e p.i. n. 80062590379 -                        
rappresentata dal Direttore generale pro-tempore ai Sistemi                     
Informativi e Telematica, prof. Cesare Maioli, che interviene nel               
presente atto per dare attuazione alla deliberazione di Giunta n. 792           
del 1/6/1998, esecutiva ai sensi di legge;                                      
il DISTART, Dipartimento di Ingegneria delle strutture, dei                     
trasporti, delle acque, del rilevamento, del territorio                         
dell'Universita' degli Studi di Bologna - c.f. 80007010376 p.i.                 
01131710376, rappresentato dal Direttore pro-tempore;                           
premesso:                                                                       
- che la rete geodetica nazionale e' la fonte primaria per le                   
attivita' di inquadramento geometrico delle cartografie topografiche            
nazionali, regionali, comunali; e quindi anche fonte per le attivita'           
di inquadramento geometrico delle relative cartografie tematiche, fra           
cui quelle di PRG, disegnate o rappresentate con l'ausilio delle                
carte topografiche; inoltre anche fonte per l'inquadramento                     
geometrico delle mappe catastali;                                               
- che "le coordinate dei vertici dell'attuale rete geodetica                    
nazionale (Sistema Monte Mario 1940) sono caratterizzate da una                 
precisione necessariamente limitata, tipica delle metodologie                   
classiche di rilievo geodetico adottate (triangolazione e                       
trilaterazione) e delle procedure messe in atto per l'elaborazione              
dei dati" (L. Surace -Istituto Geografico Militare - 1991);                     
- che "e' ormai pieno lo sviluppo della metodologia di posizionamento           
GPS (Global Positioning System), in grado di garantire precisioni               
centimetriche nel sistema di riferimento geodetico mondiale (Word               
Geodetic System 1984) WGS84" (L. Surace - Istituto Geografico                   
Militare - 1991);                                                               
- che nel 1997 l'Istituto Geografico Militare, con il progetto IGM95,           
ha completato la realizzazione della parte preliminare del progetto             
della nuova e moderna rete geodetica italiana determinata con                   
tecniche GPS; la densita' media dei vertici di questa fase                      
preliminare della rete e' di un punto ogni venti chilometri; pertanto           
nel seguito essa verra' sinteticamente definita sia con la dizione              
"Fase fondamentale della nova rete geodetica italiana realizzata con            
procedure geodetiche GPS a 20 chilometri", sia con l'acronimo                   
"GPS.20";                                                                       
- che la Regione Emilia-Romagna, con L.R. 24/75, ha anche promosso la           
realizzazione su tutto il territorio di una carta topografica                   
generale alla scala 1:5.000 denominata "Carta tecnica regionale"                
(CTR.5); una carta finalizzata alla progettazione tecnica di massima            
e, in base all'art. 64 della L.R. 47/78, la carta su cui pubblicare i           
PRG;                                                                            
- che nelle competenze dell'Ufficio Topografico  del Servizio                   
Cartografico e Geologico della Regione rientrano anche il                       
coordinamento e la promozione delle attivita' di manutenzione                   
ordinaria e straordinaria della Carta tecnica regionale (CTR.5) e               
della derivazione delle ulteriori carte topografiche alle scale                 
1:10.000, 1:25.000 e 1:50.000;                                                  
- che alcuni docenti del DISTART (Dipartimento di Ingegneria delle              
strutture, dei trasporti, delle acque, del rilevamento, del                     
territorio) dell'Universita'  degli Studi di Bologna hanno gia'                 
ampiamente e proficuamente collaborato con il Servizio Cartografico e           
Geologico della Regione Emilia-Romagna nell'ambito del collaudo della           
prima edizione della Carta topografica regionale 1:5.000 (CTR.5);               
- che il DISTART dell'Universita' di Bologna da lungo tempo collabora           
con i Comuni di Ravenna e Bologna e con l'ARPA realizzando per essi             
la progettazione, la gestione e l'elaborazione delle misure di                  
livellazione geometrica finalizzate al controllo dei movimenti di               
subsidenza;                                                                     
- che lo stesso DISTART negli ultimi cinque anni ha affiancato le               
attivita' di livellazione tradizionale per il controllo della                   
subsidenza con campagne sperimentali di misure con tecniche GPS ed ha           
sia esperienze operative specifiche, sia conseguito ottimi risultati            
operativi nel rilevamento e trattamento di dati GPS di carattere                
geodetico;                                                                      
considerato:                                                                    
- che, affinche' sia possibile ordinariamente interscambiare dati               
relativi a misure topografiche fra Regione, Comuni, Catasto ed                  
Istituto Geografico Militare, e' preliminarmente necessario disporre            
di una rete geodetica adeguata agli standard del Progetto IGM95 ed              
avente una densita' di un vertice ogni circa 300 metri nelle aree               
urbane ed ogni circa 500 metri nelle altre aree;                                
- che il progetto IGM95 ha realizzato la dislocazione del primo                 
livello dei nuovi vertici geodetici nazionali GPS con una distanza              
media di un vertice ogni venti chilometri (GPS.20);                             
- che con l'Intesa Stato - Regioni - Enti locali del 26 settembre               
1996 sui Sistemi Informativi Geografici e' stata prevista la                    
realizzazione di una moderna rete unitaria d'inquadramento geodetico            
dei dati topografici; che alla sua realizzazione concorre, per quanto           
possibile, anche il recupero del patrimonio disponibile di                      
determinazioni realizzate recentemente dal Catasto e da organismi               
scientifici;                                                                    
- che per il perseguimento di quanto auspicato al capoverso                     
precedente sono necessarie ingenti risorse umane ed economiche;                 
ovvero che realisticamente si tratta di una attivita' perseguibile              
solo nel medio periodo e a fronte della realizzazione di accordi                
operativi con i soggetti pubblici interessati all'interscambio                  
ordinario di dati topografici;                                                  
- che con delibera 6998/94 la Regione, affidando al DISTART una prima           
serie di ricerche finalizzate alla realizzazione sperimentale del               
raffittimento a 10 chilometri nell'area bolognese, ha gia' espresso             
l'interesse a promuovere ed accelerare il processo di realizzazione             
delle ulteriori fasi di realizzazione della nuova rete geodetica;               
- che, pertanto ora, su proposta dell'Ufficio Topografico, la Regione           
individua un secondo gruppo di ricerche finalizzate da affidare al              
DISTART;                                                                        
- che e' opportuno, nell'interesse delle due parti, regolare i                  
rapporti che derivano da proficua collaborazione;                               
si conviene e si stipula quanto segue:                                          
Art. 1                                                                          
Oggetto e soggetti della convenzione                                            
La Regione Emilia-Romagna affida al Dipartimento di Ingegneria delle            
strutture, dei trasporti, delle acque, del rilevamento, del                     
territorio dell'Universita' degli Studi di Bologna, di seguito                  
indicato come DISTART, che accetta di realizzare un secondo gruppo di           
ricerche sulle attivita' di raffittimento della nuova rete geodetica            
nazionale GPS.20 finalizzate a fornire alla Regione ulteriori dati              
scientifici nella promozione della cooperazione tecnico-operativa fra           
i soggetti pubblici competenti nella gestione del territorio.                   
Ricerche finalizzate previste nell'ambito della convenzione:                    
Ricerca n. 1/98                                                                 
a) Titolo: realizzazione di un progetto di massima della rete                   
primaria di raffittimento GPS.3 nelle aree prive di attivita' GPS               
rilevanti; (nelle aree dove il catasto ha per il momento sospeso le             
attivita' di realizzazione della maglia primaria dei punti fiduciali,           
attivita' paragonabile al raffittimento GPS.3; attualmente                      
corrispondenti in Emilia-Romagna alle aree provinciali reggiana,                
modenese, ferrarese, forlivese, ravennate e riminese).                          
b) Finalita': valutare l'entita' dell'intervento, le problematiche              
connesse alla realizzazione della rete GPS.3 e al suo inquadramento             
nella nuova rete geodetica italiana, nell'ottica di un intervento di            
ditte specializzate per le operazioni di rilievo.                               
c) Prodotti previsti: - relazione sullo stato d'avanzamento                     
dell'attivita' dopo sei mesi a partire dalla stipula del contratto; -           
relazione sul completamento dell'attivita' dopo dodici mesi.                    
d) Azioni preliminari rilevanti: accoglimento, da parte del Catasto,            
dell'offerta della Regione di collaborazione preventiva nella                   
progettazione del raffittimento primario GPS.3 in queste aree dove la           
ditta affidataria dei corrispondenti lavori catastali ha                        
definitivamente rinunciato alla realizzazione della fornitura.                  
e) Azioni complementari rilevanti: possibilita' di procedere                    
all'affidamento, da parte della Regione, ad una ditta specializzata             
dell'attivita' di rilievo GPS.3 su una prima area prototipale.                  
f) Tempi e costi: 12 mesi a partire dalla stipula del contratto; 10             
milioni.                                                                        
Ricerca n. 2/98                                                                 
a) Titolo: redazione di un capitolato speciale d'appalto di                     
raffittimento della rete nazionale GPS.20  che disciplini le                    
operazioni di campagna, di calcolo e di archiviazione dei dati da               
parte delle ditte incaricate del rilievo GPS.3.                                 
b) Finalita': definizione di specifiche tecniche, sia per interventi            
di alta precisione sia nella ottica di operazioni di routine.                   
c) Prodotti previsti: una bozza del capitolato entro 6 mesi e, a                
completamento dell'attivita', la realizzazione della versione                   
definitiva della prima edizione del capitolato.                                 
d) Azioni preliminari vincolanti: nessuna.                                      
e) Azioni complementari rilevanti: possibilita' di procedere                    
all'affidamento, sulla base di un capitolato di appalto, ad una ditta           
specializzata dell'attivita' di rilievo GPS.3 su una prima area                 
prototipale.                                                                    
f) Tempi e costi: 12 mesi a partire dalla stipula del contratto; 15             
milioni.                                                                        
g) Ulteriori sviluppi: - collaudo delle operazioni di campagna e di             
calcolo effettuate dalle ditte appaltatrici; - calcolo di                       
compensazione della rete di raffittimento e del suo inquadramento.              
Ricerca n. 3/98                                                                 
a) Titolo: analisi indiretta delle attivita' GPS.3 rilevanti                    
realizzate dal catasto nell'area piacentina e parmense.                         
b) Finalita': analisi delle procedure definite dal catasto per le               
operazioni appaltate (Capitolato di appalto, ordini di servizio) e              
recupero del materiale immediatamente disponibile.                              
c) Prodotti previsti: relazione tecnica.                                        
d) Azioni preliminari vincolanti: disponibilita' dei dati catastali             
in parola.                                                                      
e) Azioni complementari rilevanti: verifica diretta delle attivita'.            
f) Tempi e costi: 12 mesi dalla stipula del contratto; 10 milioni               
inquadramento.                                                                  
Ricerca n. 4/98                                                                 
a) Titolo: verifica diretta delle attivita' GPS.3 rilevanti                     
realizzate dal catasto nell'area piacentina e parmense.                         
b) Finalita': esecuzione di rilievi GPS con metodi statico e statico            
rapido al fine di una verifica diretta in campagna.                             
c) Prodotti previsti: rideterminazione delle coordinate compensate di           
circa 20 vertici.                                                               
d) Azioni preliminari vincolanti: - acquisizione in via ufficiale del           
capitolato e degli ordini di servizio emanati dal catasto; - questa             
attivita' e' fattibile non appena siano disponibili le monografie               
mute dei vertici: le misure e le coordinate relative potranno essere            
confrontate con i valori validati dal catasto, non appena questi                
saranno disponibili.                                                            
e) Azioni complementari rilevanti: valutazione  sulla coerenza dei              
dati catastali con le future specifiche regionali, di cui alla                  
ricerca 2/98 relative alla rete primaria di raffittimento GPS.3.                
f) Tempi e costi: 12 mesi dalla stipula del contratto; 20 milioni.              
g) Ulteriori sviluppi: calcolo in blocco della rete catastale e suo             
collegamento alla rete regionale.                                               
Ricerca n. 5/98                                                                 
a) Titolo: Realizzazione prototipale della banca dati delle                     
osservazioni GPS.10 nell'area bolognese.                                        
b) Finalita': - standardizzare le modalita' di archiviazione dei dati           
nelle finalita' di gestione, aggiornamento e di interscambio con                
altri soggetti gestori di dati rilevanti e consistenti di tipo GPS; -           
standardizzazione delle modalita' di organizzazione dei dati                    
rilasciabili agli utenti ordinari.                                              
c) Prodotti previsti: realizzazione della banca dati specifica.                 
d) Azioni preliminari vincolanti: riscontro dei formati standard di             
scambio dei dati e delle modalita' di documentazione con la Regione e           
rispetto a quanto in merito previsto dal gruppo di lavoro nazionale             
dell'intesa 26 settembre 1996 Stato-Regioni ed Enti locali sui                  
"Sistemi Informativi geografici".                                               
e) Azioni complementari rilevanti: fornitura dei dati a soggetti                
terzi gestori e verifica operativa delle effettive potenzialita' di             
interscambio.                                                                   
f) Tempi e costi: 12 mesi a partire dalla stipula del contratto; 20             
milioni.                                                                        
Ricerca n. 6/98                                                                 
a) Titolo: analisi delle attivita' GPS rilevanti nell'area bolognese            
e realizzazione di un progetto di massima della rete primaria di                
raffittimento GPS.3 nell'area specifica.                                        
b) Finalita': individuare le operazioni di integrazione per pervenire           
ad una rete GPS.3 su tutta la provincia di Bologna con elevate                  
caratteristiche di qualita'. Le integrazioni si intendono da                    
effettuare: - sotto il profilo del completamento dei calcoli di                 
compensazione e di inquadramento; - sotto il profilo delle misure di            
campagna necessarie per pervenire alla densita' utile e                         
all'inquadramento, e della successiva elaborazione dati.                        
c) Prodotti previsti: relazione sull'analisi dei dati esistenti e               
progetto di massima.                                                            
d) Azioni preliminari vincolanti: autorizzazione del Comune di                  
Bologna all'utilizzo dei dati sulla rete di sua proprieta'.                     
e) Azioni complementari rilevanti: operazioni di rilievo per il                 
completamento o la realizzazione di una rete di densita' omogenea a             
quella delle restanti aree provinciali.                                         
f) Tempi e costi: 12 mesi dalla stipula del contratto; 10 milioni.              
g) Ulteriori sviluppi: realizzazione del raffittimento necessario:              
rilievo, calcoli ed inquadramento.                                              
Ricerca n. 7/98                                                                 
a) Titolo: studio della maglia secondaria dei  punti fiduciali e                
delle tecniche che possono essere utilizzate per il rilievo: rilievo            
diretto sul terreno e metodi fotogrammetrici.                                   
b) Finalita': inizio delle attivita' per la definizione di specifiche           
tecniche, sia per interventi di alta precisione sia nella ottica di             
operazioni di routine.                                                          
c) Prodotti previsti: scelta di un'area campione: localizzazione,               
estensione e progetto dell'intervento.                                          
d) Azioni preliminari vincolanti: disponibilita' della rete GPS.3               
nell'area campione.                                                             
e) Azioni complementari rilevanti: possibilita' di procedere al                 
rilievo ed al calcolo dei punti fiduciali nell'area campione                    
prescelta.                                                                      
f) Tempi e costi: 12 mesi a partire dalla stipula del contratto; 15             
milioni.                                                                        
g) Ulteriori sviluppi: - realizzazione del rilievo prototipale ed               
elaborazione dei dati; - definizione delle metodologie piu' idonee              
per la determinazione della maglia secondaria dei punti fiduciali.              
Ricerca n. 8/98                                                                 
a) Titolo: utilizzazione dei dati altimetrici e GPS gia' disponibili            
per lo studio dell'ondulazione geoidica finalizzata alla definizione            
di un modello regionale.                                                        
b) Finalita': recupero ed omogeneizzazione dei dati reperiti,                   
individuazione di eventuali integrazioni necessarie.                            
c) Prodotti previsti: relazione tecnica.                                        
d) Azioni preliminari vincolanti: nessuna.                                      
e) Azioni complementari rilevanti: possibilita' di definire un                  
modello di ondulazione da utilizzare nelle operazioni topografiche in           
ambito regionale.                                                               
f) Tempi e costi: 12 mesi dalla stipula del contratto; 15 milioni.              
g) Ulteriori sviluppi: - realizzazione degli interventi di                      
collegamento altimetrico e GPS precedentemente individuati e ritenuti           
necessari; - possibilita' di definire un modello di ondulazione da              
utilizzare nelle operazioni topografiche in ambito regionale.                   
Ricerca n. 9/98                                                                 
a) Titolo: utilizzazione sperimentale nella didattica della                     
cartografia topografica della Regione.                                          
b) Finalita': utilizzazione ordinaria delle carte topografiche                  
regionali nella didattica.                                                      
c) Prodotti previsti: relazione tecnica e collaborazione alle                   
attivita' di produzione di materiale didattico-divulgativo edito                
dalla Regione.                                                                  
d) Azioni preliminari: confronto con i referenti regionali sul                  
progetto di massima e gli strumenti di supporto previsti.                       
e) Azioni complementari rilevanti: predisposizione  di pubblicazioni            
didattico-divulgative sui  prodotti topografici regionali.                      
f) Tempi e costi: 12 mesi a partire dalla stipula del contratto; 5              
milioni.                                                                        
Art. 2                                                                          
Durata della convenzione                                                        
La presente convenzione decorre dalla stipula della stessa e ha                 
durata di un anno.                                                              
Art. 3                                                                          
Responsabili della convenzione                                                  
I responsabili della convenzione per il DISTART sono individuati                
nelle persone del prof. Marco Unguendoli per le ricerche da 1/98 a              
5/98 e nel prof. Maurizio Barbarella per le ricerche dal 6/98 al                
9/98.                                                                           
I Responsabili della convenzione per la Regione sono individuati nel            
Responsabile dell'Ufficio Topografico, dott. Roberto Gavaruzzi, per i           
riscontri di congruita' dell'attivita' svolta, e nel Responsabile del           
Servizio Cartografico e Geologico, dott. Luigi Di Bello, per                    
l'approvazione di adeguamenti o di varianti al programma operativo.             
Art. 4                                                                          
Programmi operativi, rendiconti in corso d'opera e finali delle                 
attivita'                                                                       
Per ciascuna delle nove ricerche, i Responsabili della convenzione              
per il DISTART dovranno redigere un programma operativo, alcune                 
rendicontazioni in corso d'opera ed una rendicontazione finale. Nel             
programma operativo dovranno anche essere indicate le collaborazioni            
specifiche previste; le rendicontazioni in corso d'opera dovranno               
avere una frequenza non superiore al trimestre.                                 
Va inoltre considerato che la Regione partecipa anche alle attivita'            
nazionali derivanti dall'intesa 26 settembre 1996 Stato-Regioni ed              
Enti locali in merito ai Sistemi Informativi geografici e che in tale           
ambito e' previsto l'imminente avvio dei lavori di una specifica                
Commissione tecnica avente il compito di standardizzare ed                      
armonizzare le attivita' nazionali di raffittimento della nuova rete            
geodetica GPS.20 di cui al Progetto IGM95; le proposte tecniche di              
tale Commissione nazionale possono parzialmente modificare il                   
contesto delle ricerche affidate al DISTART.                                    
Ugualmente e' prevista la nomina di specifica Commissione a scala               
regionale, cui l'Universita' di Bologna e' chiamata a partecipare;              
anche dai lavori di detta Commissione come pure dai raccordi con le             
iniziative degli Enti locali possono derivare esigenze di diversa               
articolazione delle attivita' previste, le quali faranno oggetto di             
tempestiva segnalazione da parte regionale con conseguente                      
concertazione degli eventuali possibili adeguamenti dei programmi               
operativi.All'inizio del rapporto di collaborazione la Regione                  
informera' il DISTART sullo sviluppo delle attivita' della suddetta             
Commissione nazionale al fine di concordare, nella redazione dei                
programmi operativi, eventuali adeguamenti.                                     
Il Responsabile del Servizio Cartografico e Geologico sottoscrivera'            
per parte regionale i programmi operativi da adottarsi, con gli                 
adeguamenti del caso, all'avvio delle attivita' previste dalla                  
convenzione, come pure le variazioni apportate agli stessi, fermi               
restando i limiti degli importi previsti.                                       
Il Responsabile dell'Ufficio Topografico regionale concorrera'                  
all'elaborazione dei detti programmi operativi e li sottoscrivera'              
per attestare la conformita' sotto il profilo tecnico con quanto                
previsto dalla convenzione; sottoscrivera' inoltre le rendicontazioni           
intermedie e finali ai fini dell'attestazione della congruita' dei              
lavori svolti.                                                                  
Art. 5                                                                          
Importo della convenzione                                                       
Per lo svolgimento del programma di ricerca in parola, definito sulla           
base dell'art. 1 della presente convenzione, la Regione                         
Emilia-Romagna, si impegna a corrispondere al DISTART una somma                 
complessiva di Lire 120.000.000 piu' Lire 24.000.000 per IVA;                   
l'importo specifico di ciascuna ricerca e' indicato all'art. 1.                 
Per la quantificazione dell'importo richiesto per gli studi, le                 
analisi, la elaborazione dati, si fa riferimento all'impegno                    
temporale prevedibile del personale (ordinari, associati,                       
ricercatori, tecnici e personale amministrativo).                               
Per le operazioni di misura in campagna si fa riferimento all'impiego           
di squadre tipo, costituite da due o tre persone, dotate di tutta la            
strumentazione necessaria al rilievo, nonche' delle spese da                    
sostenere per l'effettuazione delle missioni.                                   
Detta cifra, verra' versata, dietro presentazione di regolari fatture           
e previa stipula della convenzione, secondo le seguenti modalita':              
a) fino al 50% dell'importo indicato all'art. 1 per ciascuna ricerca            
alla consegna delle relazioni sulla base dello stato d'avanzamento              
delle stesse;                                                                   
b) il saldo dell'importo indicato all'art. 1 per ciascuna ricerca               
alla consegna delle relazioni finali e delle consegne dei dati                  
ulteriori ove specificati.                                                      
Resta inteso che il DISTART potra' richiedere pagamenti anche solo              
relativi all'avanzamento e conclusione di alcune delle ricerche.                
Art. 6                                                                          
Proprieta' dei risultati                                                        
Le determinazioni ed i risultati delle elaborazioni effettuate                  
concernenti il caso specifico sono di esclusiva proprieta' della                
Regione.                                                                        
I risultati invece piu' propri della ricerca, consistenti nella                 
definizione e descrizione della procedura messa a punto, sono di                
proprieta' di entrambe le parti contraenti che di detti risultati               
possono fare anche uso nell'ambito dei loro compiti istituzionali.              
Pertanto e' consentito l'uso in ambito scientifico, per pubblicazioni           
e relazioni a convegni, dei risultati ottenuti nell'ambito della                
convenzione, previo accordo con il Responsabile scientifico del                 
committente sul  dettaglio operativo da divulgare al fine di evitare            
la divulgazione di dati riservati e/o concessi onerosamente.                    
Eventuali brevetti saranno depositati a spese e a nome della parte              
che li ha ottenuti.                                                             
Resta impregiudicato il diritto degli inventori di essere citati come           
autori. Le parti si danno atto che ove la Regione non provveda al               
deposito del brevetto, il DISTART d'intesa con l'Ente, potra'                   
effettuare tale deposito a proprio nome.                                        
I Responsabili della convenzione per il DISTART, di cui al precedente           
art. 3, sono tenuti a restituire alla Regione, al termine delle                 
attivita', tutte le copie dei prodotti forniti dalla stessa per                 
l'esecuzione delle attivita' di ricerca in parola.                              
Art. 7                                                                          
Confidenzialita' e pubblicazioni                                                
Il DISTART si impegna a non portare a conoscenza di terzi                       
informazioni, dati tecnici, documenti e notizie di carattere                    
riservato riguardante la Regione di cui fosse a conoscenza in forza             
del presente impegno.                                                           
Qualora il DISTART o la Regione intendano pubblicare su riviste                 
nazionali ed internazionali i risultati  della ricerca in oggetto o             
esporli o farne uso in occasione di congressi, convegni, seminari o             
simili, concorderanno, secondo quanto previsto al terzo capoverso               
dell'art. 5, i termini e i modi delle pubblicazioni e, comunque sono            
tenuti a citare l'accordo nel cui ambito e' stato svolto il lavoro di           
ricerca.                                                                        
Art. 8                                                                          
Recesso                                                                         
Le parti potranno recedere dal presente contratto in ogni tempo, con            
preavviso di 90 giorni; in tal caso sono fatte salve le spese gia'              
sostenute e gli impegni assunti, alla data di comunicazione del                 
recesso.                                                                        
Art. 9                                                                          
Foro competente                                                                 
In caso di controversia nell'interpretazione o esecuzione del                   
presente contratto, la questione verra' in prima istanza definita in            
via amichevole.                                                                 
Qualora non fosse possibile, il Foro competente sara' quello di                 
Bologna.                                                                        
Art. 10                                                                         
Oneri fiscali                                                                   
Il presente atto sara' registrato solo in caso d'uso ai sensi                   
dell'art. 5, secondo comma, del DPR 26 ottobre 1972, n. 634 e                   
successive modifiche, con spesa a carico della parte richiedente.               
inoltre esente da bollo ai sensi dell'art. 16, tab. b, del DPR 26               
ottobre 1972, n. 642, modificato dall'art. 28 del DPR 30 dicembre               
1982, n. 955.                                                                   
per LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA  per L'UNIVERSITA' DEGLI                          
IL DIRETTORE GENERALE  STUDI DI BOLOGNA                                         
PRO-TEMPORE AI SISTEMI  IL DIRETTORE PRO- TEMPORE                               
INFORMATIVI E TELEMATICA  DEL DISTART                                           
Cesare Maioli                                                                   

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it