REGIONE EMILIA-ROMAGNA - CONSIGLIO REGIONALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE 8 luglio 1998, n. 935

Rifinanziamento del programma di interventi per la realizzazione ed il consolidamento delle aree di riequilibrio ecologico. Assegnazione del contributo regionale di Lire 1.000.000.000 (proposta della Giunta regionale in data 1 giugno 1998, n. 788)

IL CONSIGLIO DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                       
Richiamata la deliberazione della Giunta regionale, progr. n. 788               
dell'1 giugno 1998, recante ad oggetto "Rifinanziamento del programma           
di interventi per la realizzazione ed il consolidamento delle aree di           
riequilibrio ecologico. Assegnazione dei contributo regionale di Lire           
1.000.000.000. Proposta al Consiglio";                                          
preso atto deli favorevole parere espresso dalla Commissione                    
referente "Territorio e Ambiente" di questo Consiglio, giusta nota              
prot. n. 7938 in data 12 giugno 1998;                                           
previa votazione palese, all'unanimita' dei presenti,                           
delibera:                                                                       
di approvare le proposte contenute nella deliberazione della Giunta             
regionale, progr. n. 788 dell'1 giugno 1998, sopra citata e qui                 
allegata quale parte integrante e sostanziale.                                  
"LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA                                         
Premesso:                                                                       
- che con deliberazione del Consiglio regionale 5 marzo 1997, n. 578            
e' stato approvato un programma di interventi per la realizzazione ed           
il consolidamento di aree di riequilibrio ecologico con la messa a              
disposizione di Lire 2 miliardi a valere sul Bilancio regionale per             
gli esercizi 1997 e 1998;                                                       
- che con deliberazione della Giunta regionale 30 dicembre 1997, n.             
2616 e' stata approvata la graduatoria dei progetti ammissibili a               
finanziamento presentati dai Comuni nell'ambito del suddetto                    
programma ed e' stato interamente assegnato il contributo regionale             
messo a disposizione;                                                           
considerato:                                                                    
- che i progetti ritenuti ammissibili, valutati secondo i criteri               
stabiliti dalla richiamata delibera consiliare 578/97, sono stati n.            
26 per un ammontare complessivo di Lire 4.617.000.000;                          
- che con la soprarichiamata deliberazione della Giunta regionale               
2616/97 sono stati finanziati i primi 15 progetti della graduatoria             
per un costo complessivo di Lire 2.922.000.000, assegnando per intero           
il contributo regionale programmato di Lire 2.000.000.000;                      
- che tutti i Comuni a cui e' stato assegnato il contributo regionale           
hanno presentato nei tempi stabiliti i progetti esecutivi degli                 
interventi approvati rendendone impossibile la riassegnazione, pure             
prevista, ad altri progetti ammessi in graduatoria;                             
ritenuto che a fronte della validita' dei progetti considerati                  
ammissibili, ma non finanziati per insufficienza dei fondi e delle              
richieste pervenute dai Comuni si renda opportuno e necessario un               
rifinanziamento del programma in oggetto;                                       
dato atto della disponibilita' al Capitolo 38090 "Contributi per                
spese d'investimento finalizzate al recupero ed alla valorizzazione             
delle risorse ambientali (art. 35, commi 2 e 4, L.R. 2 aprile 1988,             
n. 11)" del Bilancio per l'esercizio 1998 di Lire 1.000.000.000                 
ancora da destinare a programmazione;                                           
ritenuto di proporre al Consiglio il rifinanziamento del programma in           
oggetto assegnando, con le modalita' previste dalla delibera                    
consiliare 578/97, ai Comuni titolari dei progetti dal  n.16 al n. 26           
della graduatoria di cui alla delibera della Giunta regionale 2616/97           
un finanziamento regionale nel limite delle risorse resesi                      
disponibili;                                                                    
considerato che l'ammontare complessivo dei progetti soprarichiamati            
e' di Lire 1.695.000.000 al cui cofinanziamento la Regione partecipa            
per Lire 1.000.000.000 e i Comuni ed altri soggetti interessati per             
la quota residua;                                                               
ritenuto:                                                                       
- che per il rapido ed efficiente impiego delle risorse regionali sia           
necessario stabilire modalita' e termini perentori per la                       
presentazione dei progetti esecutivi da parte dei Comuni interessati            
e che altri termini vengano stabiliti, per la consegna dei lavori,              
negli atti di concessione formale dei contributi regionali;                     
- che il mancato rispetto delle modalita' e dei tempi suddetti                  
precluda la concessione e l'erogazione dei contributi regionali;                
ritenuto altresi' di richiamare le seguenti prescrizioni tecniche               
generali e particolari, gia' dettate con la precedente delibera di              
Giunta 2616/97, cui dovranno conformarsi i progetti esecutivi:                  
a) Prescrizioni generali                                                        
La segnaletica e la tabellazione nelle diverse tipologie e funzioni             
previste devono essere conformi alla linea grafica regionale.                   
La previsione di uso del biancospino (Crataegus monogyna), del pero             
selvatico (Pyrus Pyraster) e del melo selvatico (Malus sylvestris)              
nell'impianto di siepi e compagini boschive va effettuata previo                
accertamento della inesistenza in loco delle zone di sicurezza                  
istituite dal Servizio Fitosanitario regionale ai fini della                    
prevenzione dal colpo di fuoco batterico (Erwinia amylovora).                   
b) Prescrizioni particolari                                                     
Comune di Rolo (RE). Realizzazione di una zona umida - area di                  
riequilibrio ecologico in Via Dugaro. Vengono ridotte le spese                  
tecniche e quelle necessarie all'acquisto entro i limiti stabiliti              
dalla delibera consiliare 578/97. L'importo complessivo del progetto            
viene ridotto a Lire 92.000.000. Dall'elenco delle piante da mettere            
a dimora sono da escludere il noce, il bagolaro e l'olmo campestre.             
Comune di Cento (FE). Realizzazione di due aree di riequilibrio                 
ecologico nelle localita' Ramedello e Morando. Le consociazioni                 
arboree ed arbustive che si intendono impiantare vanno arricchite con           
altre specie di cui alla tabella 1 allegata alla delibera consiliare.           
Comune di Fusignano (RA). Realizzazione di un'area di riequilibrio              
ecologico denominata Il bosco di Fusignano. Dall'elenco delle specie            
da impiegare nell'impianto del bosco sono da escludere il pruno pado            
e l'olmo minore.                                                                
Comune di Ferrara Il bosco di Porporana e le sue golene. Le spese               
tecniche e progettuali vanno ridotte al 6% come previsto dalla                  
delibera consiliare 578/97. L'importo complessivo del progetto viene            
ridotto a Lire 108.000.000;                                                     
dato atto del parere favorevole espresso dal Responsabile del                   
Servizio Paesaggio, Parchi e Patrimonio naturale arch. Marta                    
Scarelli, in ordine alla regolarita' tecnica del presente atto, ai              
sensi dell'art. 4, comma 6 della L.R. 19 novembre 1992, n. 41 e della           
direttiva di Giunta regionale n. 2541 del 4 luglio 1995;                        
dato atto del parere favorevole espresso dal Direttore generale                 
Programmazione e Pianificazione urbanistica dott. Roberto Raffaelli             
in merito alla legittimita' del presente atto, ai sensi dell'art. 4,            
sesto comma della L.R. 19 novembre 1992, n. 41 e della direttiva di             
Giunta regionale n. 2541 del 4 luglio 1995;                                     
dato atto altresi' del parere favorevole di regolarita' contabile               
espresso dal Responsabile del Servizio Ragioneria e Credito dott.               
Gianni Mantovani ai sensi del predetto articolo di legge e della                
sopracitata deliberazione;                                                      
vista la L.R. 2 aprile 1988, n. 11;                                             
vista la L.R. 12 dicembre 1985, n. 29;                                          
vista la L.R. 23 aprile 1998, n. 13, art. 32, lett. b);                         
vista la L.R. 23 aprile 1998, n. 14;su proposta dell'Assessore al               
Territorio, Programmazione e Ambiente;                                          
a voti unanimi e palesi, delibera:                                              
di sottoporre al Consiglio regionale le seguenti proposte:                      
 1) di rifinanziare il Programma di interventi per la realizzazione e           
il consolidamento delle aree di riequilibrio ecologico approvato con            
deliberazione del Consiglio regionale 578/97;                                   
 2) di assegnare ai Comuni titolari e responsabili dei seguenti                 
progetti, gia' dichiarati ammissibili con deliberazione della Giunta            
regionale 2616/97, il contributo regionale cosi' calcolato:                     
Comune  Titolo  Importo  Cont. ass.       X 1.000  X 1.000                      
Medicina (BO)  Progetto per la                                                  
  rinaturalizzazione del                                                        
  canale di Medicina    299.000    177.000                                      
Pieve di Cento  Progetto per la                                                 
(BO)  rinaturalizzazione della                                                  
  golena destra del fiume                                                       
  Reno in localita' Bisana    200.000    118.000                                
Rolo (RE)  Realizzazione di una                                                 
  zona umida - area di                                                          
  riequilibrio ecologico                                                        
  in Via Dugaro     92.000     54.000                                           
S. Pietro in  Consolidamento giovani                                            
Casale (BO)  imboschimenti presso il                                            
  casone del partigiano                                                         
  in localita' Rubizzano    100.000     59.000                                  
Bondeno (FE)  Interventi di                                                     
  consolidamento dell'area                                                      
  di riequilibrio ecologico                                                     
  La Stellata     95.000     56.000                                             
Cento (FE)  Realizzazione area di                                               
  riequilibrio ecologico                                                        
  in localita' Ramedello     56.000     33.000                                  
Piacenza  Realizzazione area di                                                 
  riequilibrio ecologico                                                        
  localita' Foce Trebbia    215.000    127.000                                  
Fusignano (RA)  Realizzazione di                                                
  un'area di riequilibrio                                                       
  ecologico denominata                                                          
  Il bosco di Fusignano    106.000     63.000                                   
Ferrara  Il bosco di Porporana                                                  
  e le sue golene    108.000     64.000                                         
Cento (FE)  Realizzazione di                                                    
  un'area di riequilibrio                                                       
  ecologico in localita'                                                        
  Morando    242.000    142.000                                                 
S. Pietro in  Prolungamento e                                                   
Casale (BO)  ricostruzione corridoio                                            
  ecologico ex canale                                                           
  irriguo Cannella    182.000    107.000                                        
Totali    1.695.000  1.000.000                                                  
 3) di dare atto che il Comune di Pieve di Cento e' stato nominato              
capofila, titolare e responsabile del progetto stesso, in accordo con           
il Comune di Galliera secondo quanto indicato nel documento                     
programmatico, parte integrante e sostanziale della deliberazione del           
Consiglio regionale 578/97;                                                     
 4) di stabilire il termine perentorio di 120 giorni dalla data di              
approvazione della presente deliberazione per la presentazione da               
parte dei Comuni destinatari del finanziamento regionale: - dei                 
progetti esecutivi degli interventi che accolgano le prescrizioni               
generali e particolari di cui in premessa; - degli atti di                      
approvazione relativi contenenti il quadro tecnico ed economico delle           
opere e l'indicazione della copertura finanziaria;                              
 5) di stabilire che gli atti regionali di formale impegno di spesa             
assegneranno ai Comuni titolari dei progetti il termine di 150                  
giorni, a decorrere dalla data della loro validita', per                        
l'aggiudicazione dei lavori;                                                    
 6) di stabilire che possano essere concesse da parte della Regione             
proroghe al suddetto termine, non eccedenti 90 giorni, purche'                  
richieste motivatamente ed entro 120 giorni dalla data di                       
approvazione degli atti di formale concessione dei contributi;                  
 7) di stabilire che in caso di mancato rispetto dei termini di cui             
ai precedenti punti 4) e 5) si proceda alla revoca del finanziamento            
regionale;                                                                      
 8) di dare atto che i successivi provvedimenti di concessione ed               
impegno, liquidazione ed erogazione dei contributi secondo le                   
modalita' previste dalla L.R. 12 dicembre 1985,  n.29, e di eventuale           
revoca degli stessi verranno adottati, ai sensi della direttiva della           
Giunta regionale n. 2541 del 4 aprile 1995, dal dirigente competente            
per materia;                                                                    
 9) di dare atto che gli oneri derivanti dalla presente assegnazione,           
complessivamente ammontanti a Lire 1.000.000.000, trovano copertura             
sul Capitolo 38090 "Contributi per spese d'investimento finalizzate             
al recupero ed alla valorizzazione delle risorse ambientali (art. 35,           
commi 2 e 4, L.R. 2 aprile 1988, n. 11)" del Bilancio di previsione             
per l'esercizio finanziario 1998;                                               
10) di dare atto, altresi', che e' previsto il concorso finanziario             
dei Comuni e di altri soggetti interessati, per la residua quota di             
Lire 695.000.000;                                                               
11) di disporre che la presente deliberazione venga pubblicata sul              
Bollettino Ufficiale della Regione.".                                           

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it