E-R | BUR

n.58 del 10.03.2017 (Parte Seconda)

XHTML preview

REG. (UE) n. 1305/2013 - PSR 2014/2020 - Progetti di filiera - Approvazione avvisi pubblici regionali per i tipi di Operazione 4.1.01, 4.2.01, 16.2.01 e proposta formativa per il tipo di Operazione 1.1.01

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

- il Regolamento (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;

- il Regolamento (UE) n.1306 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;

- il Regolamento delegato (UE) n. 640 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo e le condizioni per il rifiuto o la revoca di pagamenti nonché le sanzioni amministrative applicabili ai pagamenti diretti, al sostegno allo sviluppo rurale e alla condizionalità;

- il Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”;

- il Regolamento delegato (UE) n. 807 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra talune disposizioni del regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità;

Visti:

- il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2020 – Versione 3 - attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013, nella formulazione approvata dalla Commissione Europea con Decisione C(2016)6055 finale del 19 settembre 2016, di cui si è preso atto con deliberazione di Giunta regionale n. 1544 in data 26 settembre 2016;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 173 in data 17 febbraio 2017 recante “Proposta di modifica del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 11 Reg. (UE) n. 1305/2013 (versione 4)” in fase di esame da parte dei Servizi della Commissione Europea;

Richiamate inoltre:

- la L.R. 30 maggio 1997, n. 15 e successive modifiche recante norme per l’esercizio delle funzioni in materia di agricoltura;

- la L.R. 23 luglio 2001, n. 21 che istituisce l’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna, formalmente riconosciuta quale Organismo pagatore regionale per le Misure dei Programmi di Sviluppo Rurale con Decreto del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali del 13 novembre 2001;

- la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 recante “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni”;

 Atteso:

 - che la Regione Emilia-Romagna ha individuato nel P.S.R. 2014-2020 strategie e obiettivi volti ad accrescere la competitività delle imprese mediante l’integrazione tra i vari soggetti operanti nell’ambito dei diversi settori di intervento attraverso progetti di filiera, mirando al rafforzamento e all'incremento dell'aggregazione della componente agricola, all’aumento della distintività delle produzioni, mantenendo la coesione e l’integrazione dei sistemi socio-economici territoriali;

 - che l'attivazione mirata di tale strumento tende a favorire processi di riorganizzazione delle diverse forme di filiera - anche alla luce della riconversione in atto in determinati comparti - e stimolare, al contempo, l'aggregazione dei produttori, presupposto fondamentale alla creazione di migliori relazioni di mercato;

 - che i progetti di filiera mirano al miglioramento della redditività e alla più equa distribuzione del valore aggiunto fra i soggetti coinvolti nell’ambito della Priorità P3 - Focus Area P3A del P.S.R. 2014-2020;

 - che la filiera è individuata come insieme di attività che concorrono alla produzione, distribuzione, commercializzazione e fornitura di un prodotto agroalimentare, partendo dalla produzione agricola di base fino alla vendita al consumatore finale;

 - che a livello operativo, la suddetta definizione si traduce nell'insieme delle fasi che vanno dalla produzione fino alla commercializzazione finale dei prodotti agricoli e/o agroalimentari, da cui discende un approccio operativo che utilizza più operazioni ed aggrega più soggetti beneficiari;

 Considerato:

- che il P.S.R. 2014-2020 prevede che l'attuazione di alcune specifiche misure e/o operazioni possa avvenire attraverso l’attivazione di bandi unici sia in approccio “individuale” che in approccio di “sistema”;

- che fra queste misure/operazioni risultano sia l’operazione 4.1.01 “Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema” che la 4.2.01 “Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali con approccio individuale e di sistema”;

- che per dare maggiore incisività all’intervento si è ritenuto di utilizzare, in funzione della suddetta modalità di sistema, anche la proposta formativa a valere sull’operazione 1.1.01 “Sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze” e l’operazione 16.2.01 “Progetti pilota e sviluppo dell’innovazione”;

Valutato che l’approccio operativo in “modalità filiera” permette di attivare contestualmente le operazioni precedentemente individuate, favorendo sinergie, interventi coordinati ed aggregazioni fra i differenti soggetti che operano nell’ambito di ciascun settore;

Ritenuto, pertanto, di provvedere con il presente atto ad approvare:

- l’Avviso pubblico “Progetti di Filiera”, nella formulazione di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- l’Avviso pubblico relativo alla proposta formativa per il tipo di operazione 1.1.01 “Sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze”, nella formulazione di cui all’Allegato 2, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- l’Avviso pubblico della Misura 4, tipo di operazione 4.1.01 “Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema”, nella formulazione di cui all’Allegato 3, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- l’Avviso pubblico della Misura 4, tipo di operazione 4.2.01 “Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali con approccio individuale e di sistema” nella formulazione di cui all’Allegato 4, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- l’Avviso pubblico della Misura 16, tipo di operazione 16.2.01 “Progetti pilota e sviluppo dell’innovazione”, nella formulazione di cui all’Allegato 5, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

Preso atto che le risorse pubbliche attivate, negli Avvisi pubblici allegati alla presente deliberazione, sono complessivamente pari a €. 135.800.000,00 ripartite tra le differenti operazioni come segue:

Operazione

Denominazione

Spesa pubblica

1.1.01

Sostegno alla formazione professionale e acquisizione delle competenze

1.000.000,00

4.1.0.1

Investimenti in aziende agricole

72.400.000,00

4.2.0.1

Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali

52.400.000,00

16.2.01

Progetti pilota e sviluppo dell’innovazione

10.000.000,00

Dato atto che gli avvisi pubblici allegati alla presente deliberazione saranno efficaci ad avvenuta approvazione, da parte dei Servizi della Commissione Europea, delle modifiche al P.S.R. 2014 -2020, adottate con la citata deliberazione n. 173/2017;

Ritenuto, inoltre, in funzione della più efficiente gestione del procedimento amministrativo, che eventuali specifiche precisazioni tecniche a chiarimento di quanto indicato negli Avvisi pubblici oggetto di approvazione, nonché eventuali proroghe al termine di scadenza per la presentazione delle domande di aiuto ed alla tempistica fissata per le fasi procedimentali possano essere disposte con determinazione del Direttore Generale Agricoltura, caccia e pesca;

Viste:

- la deliberazione della Giunta regionale n. 66 del 26 gennaio 2016 recante “Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione e del programma per la trasparenza a l’integrità. Aggiornamenti 2016-2018.”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 89 del 30 gennaio 2017 recante “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;

Richiamate infine:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche, ed in particolare l’art. 37, comma 4;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007", e successive modifiche;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2189 del 21 dicembre 2015 recante “Linee di indirizzo per la riorganizzazione della macchina regionale”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 56 del 25 gennaio 2016 recante “Affidamento degli incarichi di direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 43 della L.R. 43/2001”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 270 del 29 febbraio 2016 recante “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 1107 dell'11 luglio 2016 recante “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell'Assessore all'Agricoltura, Caccia e Pesca Simona Caselli;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2) di approvare l’Avviso pubblico “Progetti di filiera” a valere sul P.S.R 2014-2020, nella formulazione di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

3) di approvare l’Avviso pubblico per la proposta formativa del tipo di operazione 1.1.01 “Sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze” a valere sul P.S.R. 2014-2020, nella formulazione di cui all’Allegato 2, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

4) di approvare l’Avviso pubblico della Misura 4, tipo di operazione 4.1.01 “Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema” a valere sul P.S.R. 2014-2020, nella formulazione di cui all’Allegato 3, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

5) di approvare l’Avviso pubblico della Misura 4, tipo di operazione 4.2.01 “Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali con approccio individuale e di sistema” a valere sul P.S.R. 2014-2020, nella formulazione di cui all’Allegato 4, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

6) di approvare l’Avviso pubblico della Misura 16, tipo di operazione 16.2.01 “Progetti pilota e sviluppo dell’innovazione” a valere sul P.S.R. 2014-2020, nella formulazione di cui all’Allegato 5, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

7) di destinare alle operazioni attivate nell’ambito dell’Avviso pubblico “Progetti di filiera” la somma complessiva di €. 135.800.000,00, ripartita tra le differenti operazioni come segue:

Operazione

Denominazione

Spesa pubblica

1.1.01

Sostegno alla formazione professionale e acquisizione delle competenze

1.000.000,00

4.1.0.1

Investimenti in aziende agricole

72.400.000,00

4.2.0.1

Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali

52.400.000,00

16.2.01

Progetti pilota e sviluppo dell’innovazione

10.000.000,00

8) di dare atto che l’efficacia degli Avvisi pubblici di cui ai precedenti punti 2), 3), 4), 5) e 6) è subordinata all’approvazione, da parte dei Servizi della Commissione Europea, delle modifiche al P.S.R. 2014-2020, adottate con deliberazione della Giunta regionale n. 173/2017;

9) di stabilire che eventuali specifiche precisazioni tecniche a chiarimento di quanto indicato negli Avvisi pubblici approvati con il presente atto, nonché eventuali proroghe al termine di scadenza per la presentazione delle domande di sostegno ed alla tempistica fissata per le fasi procedimentali possano essere disposte con determinazione del Direttore Generale Agricoltura, caccia e pesca;

10) di dare atto che secondo quanto previsto dal D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione, in attuazione degli indirizzi interpretativi contenuti nelle deliberazioni di Giunta regionale n. 66/2016 e n. 89/2017;

11) di disporre infine la pubblicazione in forma integrale della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna, dando atto che il Servizio Competitività delle imprese agricole ed agroalimentari provvederà a darne la più ampia pubblicizzazione anche sul sito internet E-R Agricoltura e Pesca.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it