E-R | BUR

n.45 del 24.02.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decadenza degli effetti del proprio decreto n. 271/2010 di "Approvazione dell'Accordo di Programma tra il Comune di Budrio, la Provincia di Bologna, la Regione Emilia-Romagna e soggetti privati relativo alla delocalizzazione dell'impianto Rai Way Om e della Ditta Pizzoli SpA di Budrio e per lo sviluppo dell'ambito produttivo e commerciale sovracomunale di cento"

IL PRESIDENTE

Visti:

- l’art. 34 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, relativo alla disciplina degli accordi di programma;

- l’art. 40 “Accordi di programma in variante alla pianificazione territoriale e urbanistica” della L.R. 24 marzo 2000, n. 20 e s.m.i.;

Premesso:

- che in data 22/9/2010 il Comune di Budrio, la Provincia di Bologna, la Regione Emilia-Romagna e altri soggetti privati sottoscrissero l'accordo di programma in variante alla pianificazione territoriale e urbanistica avente ad oggetto "Delocalizzazione dell'impianto RAI WAY OM e della Pizzoli SpA di Budrio e per lo sviluppo dell'ambito produttivo e commerciale sovracomunale di Cento, con interventi connessi alla sostenibilità territoriale ambientale ed energetica"; 

- in data 30/11/2010 il Presidente della Regione con Decreto n. 271 approvò l'accordo di programma;

- in data 22/12/2010 il decreto di approvazione fu pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna n. 176 (parte seconda) producendo gli effetti di variante del Piano Territoriale di Coordinamento (PTCP) della Provincia di Bologna e del Piano Regolatore Generale del Comune di Budrio nonché l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio e la dichiarazione di pubblica utilità delle opere previste nell’accordo di programma; 

Constatato che, nella seduta del 16/7/2015, come risulta dal verbale conservato agli atti d'Ufficio, il Collegio di Vigilanza, previsto dall'art. 14 del medesimo accordo, ha dichiarato la decadenza dell’accordo avendo preso atto che non vi era alcuna possibilità di proseguire nella ricerca di soluzioni atte alla realizzazione degli interventi previsti ed ha dato mandato agli uffici competenti di predisporre gli atti necessari;

Preso atto:

- che il Consiglio Comunale di Budrio con deliberazione n. 72 del 30/11/2015, fatta propria la decisione assunta dal Collegio di Vigilanza nella seduta del 16/7/2015, ha dichiarato la revoca degli effetti dell'accordo di programma sulla propria strumentazione urbanistica, la revoca della delibera del Consiglio Comunale n. 74/2010 di approvazione degli elaborati allegati all’accordo di Programma, la risoluzione della convenzione di lottizzazione per l’attuazione del piano particolareggiato di iniziativa privata relativo al comparto “D3.10-località Cento di Budrio” e la necessità di una ripianificazione degli strumenti urbanistici comunali che sono stati modificati a seguito dell'accordo di programma;

- che il Consiglio Metropolitano di Bologna con deliberazione n. 57 del 2/12/2015, fatta propria la decisione assunta dal Collegio di Vigilanza nella seduta del 16/7/2015, ha revocato le delibere del Consiglio Provinciale di Bologna n. 29/2010, n. 41/2010 e n. 393/2010 rispettivamente di assenso alla proposta di variante del proprio PTCP in materia di insediamenti commerciali, di approvazione dell'"Accordo territoriale per l'attuazione degli insediamenti commerciali nell'ambito produttivo-commerciale di Cento di Budrio" e di assenso alla conclusione dell'accordo di programma. Con il medesimo atto ha inoltre disposto il ripristino della previgente disciplina pianificatoria definita dal PTCP in materia di insediamenti commerciali;

- che la Giunta della Regione Emilia-Romagna con deliberazione n. 84 del 1/2/2016, ha fatto propria la decisione assunta dal Collegio di Vigilanza nella seduta del 16/7/2015 ed ha autorizzato il Presidente a dichiarare la decadenza del proprio decreto n. 271 del 30/11/2010 di “Approvazione dell'Accordo di programma tra il Comune di Budrio, la Provincia di Bologna, la Regione Emilia-Romagna e soggetti privati relativo alla delocalizzazione dell'impianto RAI WAY OM e della Ditta Pizzoli SPA di Budrio e per lo sviluppo dell'ambito produttivo e commerciale sovracomunale di Cento" e quindi di tutti i suoi effetti previsti dall'art. 40 della L.R. n. 20/2000;

Dato atto del parere allegato;

decreta:

- La decadenza degli effetti del proprio decreto n. 271 del 30/11/2010 di “Approvazione dell'Accordo di programma tra il Comune di Budrio, la Provincia di Bologna, la Regione Emilia-Romagna e soggetti privati relativo alla delocalizzazione dell'impianto RAI WAY OM e della Ditta Pizzoli SpA di Budrio e per lo sviluppo dell'ambito produttivo e commerciale sovracomunale di Cento", delle conseguenti modifiche agli strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica, del vincolo preordinato all’esproprio e della dichiarazione di pubblica utilità delle opere previste nell’accordo.

- Il presente decreto viene pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e trasmesso alla Città Metropolitana di Bologna e al Comune di Budrio per i provvedimenti conseguenti.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it