E-R | BUR

n.83 del 23.05.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Estratto della deliberazione di Giunta comunale n. 25 del 9/2/2012 recante l'esito della procedura di verifica (screening) di cui al Titolo II, artt. 9 e ss. della L.R. 9/99 e s.m.i. espletata sul progetto di escavazione materiale inerte nell'ambito del Polo estrattivo di Bondeno - Proponente S.E.I. Società Escavazioni Inerti SpA

Ai sensi del Titolo I della L.R. 9/99 e s.m.i., l’Autorità competente, Comune di Bondeno (FE), in persona del Responsabile del procedimento, Arch. Fabrizio Magnani, Dirigente del Settore Tecnico, comunica la decisione relativa alla procedura di verifica (screening)del progetto di escavazione materiale inerte nell’ambito del polo estrattivo di Bondeno, localizzato in Settepolesini di Bondeno (FE), Via Cavo Napoleonico n. 7/a.

Il progetto appartiene alla categoria: Allegato B.3 industria estrattiva B.3.4.(cave e torbiere;)

In considerazione dei limitati impatti attesi sulle matrici in premessa indicate, la decisione assunta dalla Giunta Comunale di Bondeno con atto deliberativo n. 25 in data 9/2/2012, si sostanzia:nell’escludere da ulteriore procedura di VIA il progetto relativo all’attività estrattiva ubicata in Via Cavo Napoleonico in Settepolesini comune di Bondeno (FE), presentata dalla Società S.E.I. SpA (sede legale: Via Darsena, 67 Ferrara) a condizione che siano rispettate le prescrizioni ed i monitoraggi

1. Prescrizioni di carattere generale:

l'attività in esame dovrà essere svolta come descritto negli elaborati di screening e in conformità alle prescrizioni che saranno contenute nell’Autorizzazione comunale da rilasciarsi(art. 11 L.R. 17/91;)

resta fermo l’obbligo di acquisire tutte le eventuali autorizzazioni, concessioni, intese, licenze, pareri, nullaosta e assensi comunque denominati preordinati alla realizzazione del progetto, con particolare riferimento alle disposizioni di cui all’autorizzazione prevista dall’art. 11 della L.R. 17/91;

per minimizzare gli impatti sull’ambiente, dovranno essere messi in atto tutti gli interventi e azioni di mitigazione previste nel progetto;

i quantitativi di sabbia che potranno essere autorizzati sono qui dettagliati:

Validità PIAE anni 20 dal 2009 al 2028

Validità PAE anni 10 dal 2009 al 2018

Suddivisione del PAE in n. 2 quinquenni:

  • periodo 1^ quinquennio dal 2009 al 2013 quantità da autorizzare in mc 953.648
  • periodo 2^ quinquennio dal 2014 al 2018 quantità da autorizzare in mc 750.000

Totale quantità da autorizzare in mc 1.703.648

2. Ulteriori prescrizioni e monitoraggi: sulle matrici ambientali (acqua; aria, suolo; paesaggio, patrimonio culturale ed ambientale);

3. Prendere atto che le spese istruttorie ai sensi dell’art. 28 della L.R. 9/99 e s.m.i. forfetarie, in base al costo stimato risultano essere pari a Euro = 2.840,00 che verranno incassate al Cap 570 ACCE 2012/73 in entrata;

4. Prendere atto che la ditta dovrà comunicare agli Enti interessati (ARPA, Comune, Provincia) eventuali variazioni relative alle attività estrattive previste nel progetto;

5. Trasmettere la presente delibera alla Società S.E.I. SpA, alla Provincia di Ferrara, al Comune di Bondeno (SUAP); all’ARPA sezione provinciale di Ferrara, all’AUSL di Ferrara;

6. Pubblicare per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell’art. 10, comma 3 della L.R. 18 maggio 1999, n. 9, il presente partito di deliberazione.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it