E-R | BUR

n.113 del 20.04.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Deposito alla Ragioneria Territoriale dello Stato della somma di Euro 1.386,48 per rifiuto dell'indennità di esproprio e di occupazione d'urgenza delle aree necessarie soggette ad esproprio necessarie alla realizzazione del percorso pedonale ciclabile Destra Po zona est della città lotto funzionale Via Calzolai Via Malpasso

Con provvedimento della Giunta Comunale P.G.. n. 42510 in data 20 maggio 2014 - dichiarato immediatamente eseguibile ai sensi di legge, è stato approvato il progetto definitivo dei lavori della pista ciclo pedonale in via Calzolai, da via Pannonio all’ex Casello Ferrovia, con dichiarazione di pubblica utilità, ai sensi dell’articolo 15 della Legge Regionale n. 37/2002, successivamente, si è provveduto al deposito del progetto ed ai conseguenti adempimenti di partecipazione di cui all’art. 18 della L.R. 37/2002 (PG 48130/14), preordinati al ricevimento di osservazioni e/o documentazione da parte degli interessati in relazione al valore da attribuire alle aree espropriande;

nel termine prescritto dalla medesima L.R. 37 non sono pervenute osservazioni e con provvedimento della Giunta Comunale P.G. n. 54188/14 del 24 giugno 2014 dichiarato immediatamente eseguibile, è stato approvato il progetto esecutivo relativo agli interventi del percorso ciclo-pedonale Destra Po - zona est della città - lotto funzionale - Via Calzolai - Via Malpasso.

Con decreto di occupazione d’urgenza n. 1793 del 20/10/2014 PG 94343 sono state determinate in via provvisoria urgente le indennità di espropriazione e di occupazione d’urgenza dovute ai proprietari delle aree per i lavori in questione e con allegato l’elenco delle aree da espropriare e l’indicazione delle somme per l’espropriazione, è stata notificata con le forme degli atti processuali civili.

Che le seguenti ditte non hanno accettato le indennità proposte:

Ditta 6 Cavallari Marinella Indennità di esproprio rifiutata €. 348,33

Ditta 6 Medeot Giuliano Indennità di esproprio rifiutata €. 348,33

Ditta 7 Ascanelli Marzio Indennità di esproprio rifiutata €. 237,50

Ditta 11 Borghi Lara Indennità di esproprio rifiutata €. 15,83

Ditta 11 Campi Rinaldo Indennità di esproprio rifiutata €. 15,83

Ditta 43 Correggioli Angelina Indennità di esproprio rifiutata €. 20,52

Ditta 43 Correggioli Giovanni Indennità di esproprio rifiutata €. 20,52

Ditta 43 Correggioli Natalina Indennità di esproprio rifiutata €. 20,52

Ditta 43 Demissie Abebecc Indennità di esproprio rifiutata €. 51,30

Ditta 43 Cavallini Luca Indennità di esproprio rifiutata €. 307,80

si determina e si autorizza il deposito alla Ragioneria Territoriale dello Stato della somma di €. 1.386,48;

si da atto che la spesa complessiva relativa agli espropri del progetto in questione è di €. 105.000,00 di cui €. 2.330,10 per le occupazioni d’urgenza risulta impegnata con determina PG 94343/14 impegno n. 1907/1908/14, e che le indennità calcolate, comprese quelle di occupazione, sono tutte soggette a trattenuta IRPEF, in quanto riferite ad aree con destinazione urbanistica “insediamenti prevalentemente residenziali”, per cui assimilabili alle zone urbanistiche B, di cui all’art. 35 del T.U. n. 327/01 modificato dal D.L. 302/02.

 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it