E-R | BUR

n.327 del 16.10.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Concorso ordinario regionale per il conferimento di sedi farmaceutiche disponibili per il privato esercizio nella regione Emilia-Romagna. Modifica del calendario di svolgimento stabilito con delibera di Giunta regionale n. 860/2017

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

­- l'art. 6 “Concorso per il conferimento di sedi farmaceutiche” della L.R. 3 marzo 2016, n. 2 (Norme regionali in materia di organizzazione degli esercizi farmaceutici e di prenotazioni specialistiche ambulatoriali);

­- l’art. 11 del D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito con modificazioni nella legge 24 marzo 2012, n. 27 come novellato dalla L. n. 135/2012 di conversione del DL n. 95/2012 e dalla L. n. 19/2017 di conversione del DL n.244/2016, che disciplina il concorso regionale straordinario per soli titoli per il conferimento delle nuove sedi farmaceutiche individuate dai comuni sulla base dei dati Istat sulla popolazione residente al 31 dicembre 2010 e di quelle vacanti al momento dell’approvazione del bando;

­- il comma 2-bis dell’art. 2 della legge 475/1968;

Richiamati in particolare:

­- il comma 1 dell’art. 6 della L.R. 2/2016 citato, che, così come modificato dall’art. 13 della L.R. 1 agosto 2017, n. 18, dispone che “il conferimento delle sedi farmaceutiche vacanti e di nuova istituzione ha luogo mediante concorso indetto ed espletato ogni quattro anni dalla Regione per l'intero territorio regionale”;

­- il comma 6 dell’art. 11 del D.L. 24 gennaio 2012 sopra citato, così come modificato dalla L. 27 febbraio 2017 n. 19, che dispone che “la graduatoria del concorso straordinario deve essere utilizzata per sei anni a partire dalla data del primo interpello effettuato per l'assegnazione delle sedi oggetto del concorso straordinario, con il criterio dello scorrimento per la copertura delle sedi farmaceutiche eventualmente resesi vacanti a seguito delle scelte effettuate dai vincitori di concorso”;

Richiamata la propria deliberazione n. 860 del 16 giugno 2017, con la quale la Giunta regionale ha:

­- affermato la necessità limitare la sovrapposizione di due procedure concorsuali, quella ordinaria e quella straordinaria, aventi tutte ad oggetto sedi farmaceutiche e potenzialmente coinvolgenti i medesimi farmacisti, stabilendo, conseguentemente, di svolgere il concorso ordinario quando la procedura straordinaria avrebbe interessato un numero di sedi farmaceutiche più limitato e consentire l’ordinato scorrimento della graduatoria del concorso straordinario;

­- pianificato lo svolgimento del concorso ordinario secondo il seguente calendario:

  • approvazione del bando di concorso e ricevimento delle relative domande di partecipazione nell’anno 2019;
  • approvazione della graduatoria nell’anno 2020;

­- evidenziato che, in attesa dell’apertura delle farmacie nelle sedi da assegnare con concorso ordinario, nel caso ne ravvisi la necessità, il Comune può assicurare l’erogazione del servizio di assistenza farmaceutica mediante l’istituzione di un dispensario, secondo le previsioni di cui all’art. 8 della LR 2/2016; 

Richiamata la determinazione del Responsabile del Servizio Assistenza Territoriale n. 3594 del 27/2/2019 “Presa d’atto della conclusione del procedimento di revisione per l'anno 2018 delle piante organiche delle farmacie dei comuni della regione Emilia-Romagna (L.R. n. 2/2016, art. 4)” che, al punto 4 del dispositivo, riepiloga le 10 sedi disponibili per il privato esercizio da assegnare con procedura concorsuale regionale ordinaria;

Richiamata la determinazione del Direttore Generale Cura della Persona, Salute e Welfare n. 15878 del 3/9/2019 “Concorso straordinario per l'assegnazione delle sedi farmaceutiche disponibili per il privato esercizio nella regione Emilia-Romagna: disposizioni relative ai prossimi interpelli e alle modalità di controllo dei dati dichiarati dagli interessati” che:

-­ dà atto dello stato di avanzamento della procedura di concorso straordinario, evidenziando che, oltrepassata la metà dell’intervallo di tempo disponibile per lo scorrimento della graduatoria del concorso straordinario, il 40% delle farmacie non è ancora stato aperto;

­- dà atto che ad ogni interpello si assegnano sempre meno sedi rispetto quelle disponibili;

­- modifica le modalità seguite in precedenza disponendo che, al fine di velocizzare l’apertura delle farmacie, gli interpelli si svolgano a intervalli ravvicinati, senza attendere il termine di 180 giorni di apertura delle sedi accettate nel corso dei precedenti interpelli;

Dato atto che successivamente alla pianificazione dei tempi di svolgimento della procedura di concorso ordinario per l’assegnazione di sedi farmaceutiche effettuata con la già richiamata propria deliberazione n. 860 del 16 giugno 2017, la legge 124/2017, con l’art. 1 comma 161 ha aggiunto il comma 2-bis all’art. 2 della legge 475/1968 introducendo nell’ordinamento giuridico vigente in materia di assegnazione di sedi farmaceutiche una nuova, ulteriore, procedura concorsuale regionale, di trasferimento di farmacisti titolari di farmacie non sussidiate, soprannumerarie per decremento della popolazione, ubicate in comuni con meno di 6.600 abitanti, che deve perfezionarsi in data anteriore all’avvio della procedura di concorso ordinario;

Considerato pertanto necessaria una nuova pianificazione delle attività mirate al conferimento delle sedi farmaceutiche vacanti e di nuova istituzione disponibili per il privato esercizio nella Regione Emilia-Romagna che:

­- consenta di evitare la sovrapposizione delle procedure concorsuali ordinaria e straordinaria, finché sono ancora numerose le sedi da assegnare con il concorso straordinario, per le motivazioni esplicitate nella richiamata deliberazione di Giunta n. 860/2019,

­- sia coerente con i tempi di svolgimento degli interpelli successivi al sesto della procedura di concorso straordinaria, stabiliti con la richiamata determinazione n. 15878/2019;

­- consenta il necessario esperimento della procedura di trasferimento, previa definizione dei relativi criteri con atto di Giunta, prima di avviare la procedura di concorso ordinario;

­- renda disponibile, al momento della scadenza del periodo di validità della graduatoria straordinaria (inizio 2022), una graduatoria regionale (ordinaria);

Ritenuto pertanto opportuno modificare la pianificazione dello svolgimento della procedura concorsuale ordinaria regionale per l’assegnazione di sedi farmaceutiche vacanti o di nuova istituzione, prevista con la citata deliberazione di Giunta n. 860/2017, secondo il seguente calendario:

­- approvazione del bando di concorso entro dicembre 2020;

­- approvazione della graduatoria entro l’inizio del 2022;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni, per quanto applicabile;

- n. 468 del 10 aprile 2017 relativa al “Sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna” e le successive circolari applicative del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017;

- n. 56 del 25 gennaio 2016, n. 270 del 29 febbraio 2016, n. 622 del 28 aprile 2016, n. 702 del 16 maggio 2016, n. 1107 del 11 luglio 2016, n. 2344 del 21 dicembre 2016, n. 3 dell’11 gennaio 2017, n. 1059 del 3 luglio 2018 relative all’organizzazione dell’Ente Regione e alle competenze delle Direzioni Generali e dei dirigenti;

- n. 1154 del 16 luglio 2018 di “Approvazione degli incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito della Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare”;

- n. 122 del 28 gennaio 2019 di "Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021";

Richiamato inoltre il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii.;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera

per tutto quanto esposto in narrativa, che qui si intende integralmente richiamato:

1. di pianificare, a modifica di quanto stabilito con deliberazione di Giunta n. 860 del 16 giugno 2017, lo svolgimento della procedura concorsuale ordinaria regionale per l’assegnazione di sedi farmaceutiche vacanti o di nuova istituzione di cui all’art. 6 della L.R. 2/2016 secondo il seguente calendario:

- approvazione del bando di concorso entro dicembre 2020,

- approvazione della graduatoria entro l’inizio del 2022;

2. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico;

3. di dare atto, infine, che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it