E-R | BUR

n.32 del 17.02.2020 (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg. (UE) n. 1308/2013, Reg. delegato (UE) n. 1149 e Reg. di esecuzione (UE) n. 1150/2016 e delibera di Giunta regionale n. 467/2019 - Ristrutturazione e riconversione vigneti - Campagna 2019-2020. Ammissibilità e concessione del contributo spettante ai beneficiari

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

- il Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante Organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e che abroga i regolamenti (CEE) n. 922/72, (CEE) n. 234/79, (CE) n. 1037/2001 e (CE) n. 1234/2007 del Consiglio, ed in particolare l'art. 46 che regola la Misura della ristrutturazione e riconversione dei vigneti e successive mm.ii.;

- il Regolamento delegato (UE) n. 2016/1149 della Commissione del 15 aprile 2016 che integra il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i programmi nazionali di sostegno al settore vitivinicolo e che modifica il regolamento (CE) n. 555/2008 della Commissione;

- il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2016/1150 della Commissione del 15 aprile 2016 recante modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i programmi nazionali di sostegno al settore vitivinicolo;

Richiamati:

- il decreto legislativo 06/09/2011, n. 159 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia”;

- l’art. 24 comma 1-bis D.L. 113/2018 convertito in legge con L. 132/2018, come modificato dall’art. 10 comma 2 D.L. 30/12/2019, n. 162 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale, n. 305 del 31/12/2019), che, riguardo ai terreni agricoli, a qualunque titolo acquisiti, che usufruiscono di fondi europei, ha elevato, fino al 31 dicembre 2020, da 5.000 a 25.000 euro l’importo al di sopra del quale è necessario richiedere l’informazione antimafia;

- il Programma nazionale di sostegno nel settore del vino 2019-2023, predisposto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) e pubblicato sul sito internet MIPAAF, notificato alla Commissione europea in data 1 marzo 2018;

Visti:

- il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali n. 1411 del 3 marzo 2017 recante le “Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Consiglio e del Parlamento europeo, dei regolamenti delegato (UE) n. 2016/1149 e di esecuzione (UE) n. 2016/1150 della Commissione per quanto riguarda l'applicazione della misura della riconversione e ristrutturazione dei vigneti”;

- la circolare AGEA coordinamento del 7 aprile 2017, protocollo n. 31081, modificata e integrata dalla circolare AGEA coordinamento protocollo del 30 marzo 2018, n. 28280;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 467 del 25 marzo 2019 recante “Regolamento (UE) n. 1308/2013, articolo 46. Misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti. Approvazione delle disposizioni applicative per la campagna 2019/2020.”;

- la determinazione della Responsabile del Servizio Organizzazioni di mercato e Sinergie di filiera n. 9590 del 31 maggio 2019 recante “Regolamento (UE) n. 1308/2013, articolo 46. Misura ristrutturazione e riconversione vigneti. Modifiche dei termini fissati nelle disposizioni applicative approvate con Delibere di Giunta regionale n. 605/2017, n. 770/2018 e n. 467/2019.”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2331 del 22 novembre 2019 recante “Regolamento (UE) n. 1308/2013, articolo 46. Misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti. Approvazione modifiche alle disposizioni applicative per la campagna 2019/2020 adottate con deliberazione di Giunta Regionale n.467 del 25 marzo 2019 e determinazioni in merito alle risorse non impegnate su altre misure dell'OCM vino”;

- la determinazione del Direttore di AGREA n. 409 del 2 aprile 2019 recante: “Reg. (UE) n. 1308/2013, Reg. Delegato (UE) n. 1149/2016 e Reg. Di esecuzione (UE) n. 1150/2016 - ristrutturazione e riconversione vigneti - disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante e saldo campagna 2019/2020.”;

- la determinazione del Direttore di AGREA n. 680 del 3 giugno 2019 recante: “Reg. (UE) n. 1308/2013, Reg. Delegato (UE) n. 1149/2016 e Reg. di esecuzione (UE) n. 1150/2016 - ristrutturazione e riconversione vigneti - modifiche dei termini fissati nelle disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante, anticipo, saldo e collaudo con svincolo della fideiussione approvate con determinazioni AGREA nn.621/2018 e 409/2019.”.

- la determinazione del Direttore di AGREA n. 52 del 15 gennaio 2020 recante: “Reg. (UE) n. 1308/2013, Reg. Delegato (UE) n. 1149/2016 e Reg. di esecuzione (UE) n. 1150/2016 - ristrutturazione e riconversione vigneti - modifiche dei termini fissati nelle disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante, anticipo, saldo e collaudo con svincolo della fideiussione approvate con determinazioni AGREA nn.621/2018 e 409/2019.”;

Visto, altresì, che la Deliberazione di Giunta regionale n. 467 del 25 marzo 2019, modificata nei termini dalla Deliberazione di Giunta regionale n. 2331 del 22 novembre 2019, prevede che il Servizio territoriale competente, entro il 4 febbraio 2019, concluda le istruttorie di ammissibilità, approvi con specifico atto l’elenco delle domande ammesse e l’eventuale elenco delle domande non ammesse e, entro la medesima data, trasmetta l’atto adottato al Servizio Organizzazione di mercato e sinergie di filiera;

Dato atto della nota emessa dal Responsabile del Servizio Competitività delle imprese agricole ed agroalimentari prot. PG/2018/56523 del 29 gennaio 2018 recante “Richiesta accertamento requisito regolarità contributiva aziende agricole-Modalità di richiesta e di riscontro-Ulteriori precisazioni” con la quale viene stabilito che “i procedimenti non ancora conclusi o in accertamento tramite la procedura amministrativa devono intendersi come “posizioni regolari”;

Preso atto che la deliberazione di Giunta regionale n. 467/2019 e successiva modifica, ha previsto, tra l'altro, che:

- se il fabbisogno finanziario derivante dalle domande trova integrale copertura nella dotazione della Misura, i Servizi territoriali provvedono a concludere le istruttorie delle domande di aiuto e a concedere, con apposito atto, i contributi spettanti ai beneficiari, inserendo i Codici Unici Progetto (CUP);

- gli atti di concessione dei Servizi Territoriali saranno pubblicati nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;

- con la pubblicazione nel Bollettino si intendono assolti gli obblighi di comunicazione ai beneficiari;

Viste le comunicazioni del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera:

- prot.PG/2020/0031089 del 16/1/2020 con la quale viene comunicata la copertura finanziaria;

- e-mail del 20/1/2020 con la quale sono stati forniti parte dei CUP integrati poi dal Servizio Territoriale;

Dato atto che:

- entro il termine del 1 luglio 2019, secondo le modalità stabilite da AGREA, sono pervenute al STACP di Rimini n. 17 domande di aiuto relative alla Misura della ristrutturazione e riconversione dei vigneti - campagna 2019/2020 (allegato 1 parte integrante e sostanziale del presente atto);

- le domande sono state presentate e protocollate utilizzando esclusivamente il SIAG - sistema informatico di AGREA nelle modalità stabilite;

- n. 3 aziende hanno successivamente presentato a questo Servizio espressa comunicazione di rinuncia alle proprie domande di aiuto e precisamente: FAITANINI VINCENZO domanda n. 5135422, SAN VALENTINO SOCIETà AGRICOLA S.R.L. domanda n. 5135837, SOCIETà AGRICOLA SAN LORENZO DI TIRAFERRI & C. SOCIETà SEMPLICE domanda n. 5137912;

- i soggetti che hanno presentato rinuncia alla domanda di aiuto, come previsto dalla Delibera di Giunta regionale n. 2331 del 22 novembre 2019, non hanno confermato il loro interesse riguardo la possibilità di aderire al pagamento anticipato su fidejussione previa presentazione di una variante, ritirando la rinuncia entro il termine del 7 gennaio 2020;

Atteso che è stata effettuata da parte dei funzionari incaricati di questo Servizio l'istruttoria tecnico-amministrativa delle domande pervenute, finalizzata a verificare la ricevibilità e completezza dell’istanza e la sussistenza dei requisiti di ammissibilità previsti dalla deliberazione di Giunta regionale Emilia-Romagna n. 467/2019, nonché la determinazione dell’importo della spesa ammissibile e che sono stati redatti specifici verbali, come da modelli predisposti da SIAG di AGREA (verbale istruttoria di ricevibilità, verbale istruttoria tecnico-amministrativa e verbale esito finale), conservati agli atti di questo Servizio;

Dato atto che:

- sono state sottoposte a Controllo Ex-Ante, come previsto al punto 16.1 dell’allegato 1 della deliberazione di G.R. n. 467/2019, la domanda estratta a campione, per la competenza del STACP di Rimini, dal Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera con istruttoria prot. NP/2019/19722 del 11/7/2019, ed il relativo verbale di controllo è stato inserito nel Registro Unico dei Controlli (RUC);

- questo Servizio ha effettuato le procedure di controllo sulle dichiarazioni sostitutive d’atto di notorietà prestate dai richiedenti in relazione alle singole domande presentate, ai sensi di quanto previsto dal DPR 445/2000, sul campione estratto per la competenza dello STACP di Rimini dal Servizio Organizzazioni di mercato e sinergie di filiera con istruttoria prot. NP/2019/19722 del 11/07/2019;

- è stata verificata, acquisendo telematicamente il “DURC On line”, secondo le modalità specificate nella nota del Servizio competitività delle imprese agricole e agroalimentari prot. PG/2018/56523 del 29 gennaio 2018, la regolarità della posizione contributiva di tutte le imprese richiedenti aiuto;

- si è provveduto a verificare la non presenza dei suddetti beneficiari nell’elenco dei soggetti tenuti alla restituzione di aiuti oggetto di decisione di recupero della Commissione Europea (Deggendorf), in applicazione dell'art. 1, comma 4, lettera a) del Regolamento (UE) n. 651/2014 del 17 giugno 2014, in GUUE L 187 del 26 giugno 2014, pag. 1), le cui risultanze sono riportate nel verbale prot. NP/2020/6364 del 30/1/2020, depositato agli atti;

Considerato che, a seguito di istruttoria tecnico amministrativa dettagliata nella checklist (debitamente compilata e sottoscritta) allegata al verbale di istruttoria presente in ogni fascicolo:

- sono state ritenute ammissibili complessivamente n. 14 domande di cui all’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto, per gli importi spettanti in base alle domande iniziali, ritenute accoglibili in quanto conformi alle indicazioni previste dalla misura in oggetto;

- a seguito di comunicazione del Servizio Organizzazione di Mercato e Sinergie di Filiera prot. PG/2020/31089 del 16/1/2020, può essere concesso il relativo contributo alle n. 14 domande ritenute ammissibili;

Viste:

- la L.R. 30 maggio 1997, n. 15 e successive modifiche recante norme per l’esercizio delle funzioni regionali in materia di agricoltura;

- la L.R. 23 luglio 2001, n. 21 che istituisce l’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna, formalmente riconosciuta quale Organismo pagatore regionale per le Misure dei Programmi di Sviluppo Rurale con Decreto del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali del 13 novembre 2001;

- la L.R. 30 luglio 2015, n. 13 recante “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitana di Bologna, province, comuni e loro unioni”;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007." e successive modificazioni;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 2189 del 21 dicembre 2015 recante “Linee di indirizzo per la riorganizzazione della macchina amministrativa regionale”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 48 del 25 gennaio 2016 recante: “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell'ambito di alcune Direzioni generali e nell'ambito dell'Agenzia regionale di protezione civile a seguito del processo di riordino funzionale di cui alla L.R. n. 13/2015”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 270 del 29 febbraio 2016 recante “Attuazione della prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 622 del 28 aprile 2016 recante “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

Richiamate le deliberazioni di Giunta regionale:

- n. 2185 del 21 dicembre 2015 con la quale si è provveduto, tra l'altro, ad istituire dal 1 gennaio 2016, presso la Direzione Generale Agricoltura, Economia Ittica, Attività Faunistico-Venatorie, i Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca per ciascun ambito provinciale;

- n. 2230 del 28 dicembre 2015 con la quale, tra l'altro, è stata fissata al 1 gennaio 2016 la decorrenza delle funzioni amministrative oggetto di riordino ai sensi dell'art. 68 della predetta L.R. n. 13/2005 tra le quali quelle relative al settore “Agricoltura, protezione della fauna selvatica, esercizio dell'attività venatoria, tutela della fauna ittica ed esercizio della pesca nelle acque interne, pesca marittima e maricoltura”;

Visti:

- il D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.;

- la determinazione dirigenziale n. 12096 del 25 luglio 2016, recante “Ampliamento della trasparenza ai sensi dell’art. 7, comma 3, D. Lgs. n. 33/2013”;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 83 del 21 gennaio 2020, avente ad oggetto “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2020-2022” ed in particolare l’allegato D) recante “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D. Lgs. n. 33 del 2013”. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2020-2022”;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 468 del 10/4/2017 avente ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Dato atto che:

- secondo quanto previsto dal D. Lgs. 33/2013 e ss.mm. nonché sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nella deliberazione della Giunta regionale n. 83/2020, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

- la sopra citata determinazione dirigenziale n. 12096/2016, adottata dal Servizio Organizzazione e Sviluppo – Direzione Generale Risorse, Europa, Innovazioni e Istituzioni, stabilisce la pubblicazione di tutte le determinazioni dirigenziali regionali, oltre a quelle la cui pubblicazione è già resa obbligatoria dal D. Lgs. 33 del 2013;

Richiamate:

- la direttiva del Capo di Gabinetto della Giunta della Regione Emilia-Romagna, PG.2017.660476 del 13/10/2017, per la corretta applicazione degli art.li 5 “Controllo preventivo di regolarità amministrativa” e 12 “Controllo di regolarità amministrativa in fase successiva” della delibera di Giunta regionale n. 468/2017;

- la nota del medesimo Capo di Gabinetto, PG.2017.779385 del 21/12/2017, in merito alla decorrenza dell’efficacia giuridica delle norme relative al nuovo sistema dei controlli interni;

Richiamate le determinazioni del Direttore Generale Agricoltura, caccia e pesca:

- n. 16799 del 27 ottobre 2016 con la quale si è provveduto a prorogare gli incarichi di responsabilità dirigenziale dei Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca delle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Forlì-Cesena e Rimini;

- n. 6673 del 5/5/2017 “Revisione dell'assetto delle posizioni organizzative della Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca”;

- n. 9908 del 26/6/2018 “Rinnovo e conferimento incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca”;

- n. 21547 del 20/12/2018 “Conferimento incarichi di posizione organizzativa nell’ambito della Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca”;

Richiamata la determinazione del Responsabile Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Rimini n. 15315 del 25/9/2018 “PROVVEDIMENTO DI NOMINA DEI RESPONSABILI DEL PROCEDIMENTO AI SENSI ARTT. 5, 10 LEGGE N. 241/1990 E SS.MM. E AI SENSI ARTT. 11 E 55 L.R. N. 32/1993 - SERVIZIO TERRITORIALE AGRICOLTURA CACCIA E PESCA DI RIMINI”, successivamente modificata con proprie determinazioni n. 15838 del 3/10/2018 e n. 244 del 10/1/2019;

Richiamata la determinazione della Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca n. 11601 del 26/06/2019, avente ad oggetto “Conferimento dell’incarico di Responsabilità del Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Bologna, attribuzione dell’incarico ad interim di Responsabile del Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Rimini e dell’incarico ad interim della posizione dirigenziale professional “Supporto alle attività di ricostruzione a seguito di eventi calamitosi nel settore agricolo ed agroindustriale” nell’ambito della Direzione Generale Agricoltura, Caccia e Pesca”;

Dato atto che il Responsabile del procedimento dott. Paolo Tampieri ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestato che il sottoscritto Dirigente non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Visto l’esito dell’istruttoria nonché l’attestazione di “correttezza e completezza procedurale dell’istruttoria svolta” in riferimento alle domande di cui al presente provvedimento, da parte del Responsabile del procedimento dott. Paolo Tampieri;

determina

1) di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente dispositivo;

2) di dare atto che sono pervenute al Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Rimini, relativamente alla Misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti - campagna 2019-2020, n. 17 domande di aiuto di cui all'Allegato 1 parte integrante e sostanziale del presente atto;

3) di recepire integralmente le risultanze dell'attività istruttoria effettuata dal Servizio sulle suddette domande di aiuto presentate ai sensi della Misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti - campagna 2019-2020;

4) di approvare l'elenco delle n. 14 istanze ammesse all’aiuto, di cui all’Allegato 2 parte integrante e sostanziale del presente atto;

5) di concedere ai beneficiari elencati nell'Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto, il contributo ivi indicato, ai sensi della Misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti - campagna 2019-2020, per un importo complessivo pari a € 192.288,17;

6) di dare atto che ai sensi dell'art. 11 della Legge n. 3/2003 sono stati assegnati dalla competente struttura presso il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri i Codici Unici di Progetto (CUP) riportati nell’Allegato 2, parte integrante e sostanziale del presente atto;

7) di stabilire che secondo quanto previsto dal D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione, in attuazione degli indirizzi interpretativi contenuti nella deliberazione di Giunta regionale n. 83/2020;

8) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;

9) di dare atto, come previsto nella DGR 467/2019, che con la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna si intendono assolti gli obblighi di comunicazione ai beneficiari;

10) di dare atto che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso avanti il Tribunale Amministrativo Regionale territorialmente competente entro 60 (sessanta) giorni o, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato nel termine di 120 (centoventi) giorni, entrambi decorrenti dalla avvenuta conoscenza del presente atto;

11) di trasmettere il presente atto al Servizio Organizzazione di mercato e Sinergie di filiera;

12) di dare mandato al Responsabile del procedimento dott. Paolo Tampieri per gli adempimenti conseguenti al presente atto.

Il Responsabile del Servizio

Alberto Magnani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it