E-R | BUR

n.375 del 20.11.2019 (Parte Seconda)

XHTML preview

Accordo fra la Regione Emilia-Romagna e l'Istituto Ortopedico Rizzoli - Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico - per l'anno 2019

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

- l’art.10 della l.r. n.29/2004, come modificato dalla l.r.n.2/2006 e dalla l.r.n.4/2008 che, nel dettare la disciplina sugli organi degli IRCCS, specifica il ruolo peculiare degli stessi Istituti quali parte integrante del Sistema Sanitario Regionale;

- la propria deliberazione n. 1522/2008 con la quale, dando atto che l’Istituto è in possesso dei requisiti per la conferma, ai sensi dell’art.13 del d.lgs n.288/2003, del carattere scientifico, se ne ribadisce la coerenza con la programmazione sanitaria regionale secondo le linee di produzione previste e gli ambiti di eccellenza individuati;

- il Decreto legge 25.06.2008 n. 112 convertito nella legge 6/8/2008, n. 133 che integra il decreto legislativo n. 502 del 30/12/1992 e s.m.i. all’art. 8 – quinquies del decreto 502/92 (“Accordi contrattuali”), aggiungendo la previsione che le regioni “stipulano accordi” con gli IRCCS pubblici che sono definiti con le modalità di cui all’art. 10, comma 2 del decreto legislativo 16.10.2003 n. 288;

Considerato che tale decreto definisce le modalità di finanziamento stabilendo, in particolare, che l’attività assistenziale degli IRCCS è attuata in coerenza con la programmazione sanitaria regionale ed è finanziata dalla Regione competente per territorio a prestazione, in base ai tetti di spesa ed ai volumi di attività definiti annualmente dalla programmazione regionale, nonché sulla base di funzioni concordate con le Regioni;

Ritenuto che la qualità e la tipologia dell’attività che eroga l’Istituto Ortopedico Rizzoli e le funzioni di ricerca e insegnamento svolte dallo stesso siano di per sé un elemento di qualificazione dei Servizio Sanitario Regionale e polo di eccellenza a livello nazionale; 

Atteso che con la deliberazione n. 175/2008 dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna veniva approvato il Piano Sanitario e Sociale 2008-2010 che, confermando l’organizzazione della rete ospedaliera secondo il modello Hub & Spoke, individua gli IRCSS quali nodi fondamentali della rete stessa, sia per quanto riguarda il campo della ricerca sia per quello dell’assistenza;

Dato atto che la validità del Piano Sociale e Sanitario di cui al punto che precede è stata prorogata per gli anni 2013 e 2014 con delibera assembleare n. 117 del 18 giugno 2013;

Richiamato il Piano Sociale e Sanitario 2017-2019, approvato dall’Assemblea legislativa con deliberazione n. 120/2017, il quale pone l’accento sulla necessità di perseguire il miglioramento della qualità della vita dei pazienti/utenti e al contempo supportare il sistema organizzativo e professionale per trovare la convergenza tra qualità dei servizi erogati ed efficacia, efficienza e sostenibilità complessiva del sistema;

Richiamata la propria deliberazione n. 608/2009 con la quale è stato approvato l’accordo fra la Regione Emilia-Romagna e l’Istituto Ortopedico Rizzoli, per il triennio 2009-2011, che ha definito gli obiettivi assistenziali e il ruolo dell’Istituto nella rete ospedaliera regionale per specifici ambiti di attività, nonché la previsione delle risorse dedicate, nonché le proprie deliberazioni n. 973/2013, n. 1640/2014, n. 2276/2015, n. 1713/2016, n. 12/2018 e n. 2262/2018, con le quali si è provveduto analogamente per gli anni 2013, 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018;

Richiamata inoltre la propria deliberazione n. 2040/2015 “Riorganizzazione della rete ospedaliera secondo gli standard previsti dalla Legge 135/2012, dal Patto per la Salute 2014/2016 e dal D.M. Salute 70/2015”, con la quale si è proceduto a ripuntualizzare le discipline di rilievo regionale organizzate secondo il modello hub and spoke come evoluzione di quelle già individuate dalla programmazione regionale attuativa del Piano Sanitario Regionale 1999-2001;

Dato atto che con la propria deliberazione n. 1308/2019 “Finanziamento del Servizio Sanitario Regionale anno 2019 – Assegnazione a favore di Aziende ed Enti del SSR per Funzioni e Progetti” sono assegnati 6.650.000 euro all’IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli a copertura dei maggiori costi derivanti dalla specificità per la mono specializzazione della struttura, dalla complessità della casistica trattata e dalla concentrazione di patologie per le quali è riconosciuto il ruolo di Hub dell’Istituto;

Richiamati:

- la L.R. n. 19/1994 “Norme per il riordino del servizio sanitario regionale ai sensi del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, modificato dal decreto legislativo 7 dicembre 1993, n. 517“ e successive modifiche;

- la L.R. n. 43/2001 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche;

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni”;

- la propria deliberazione n. 122 del 28 gennaio 2019 avente per oggetto “Approvazione Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2019-2021”, ed in particolare l’Allegato D) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2019-2021”;

- la determinazione dirigenziale n. 9898 del 26 giugno 2018 avente ad oggetto “Rinnovo degli incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Cura della Persona, Salute e Welfare”;

Richiamate infine le proprie deliberazioni:

- n. 193 del 27 febbraio 2015, n. 516 dell’11 maggio 2015, n. 628 del 29 maggio 2015, n. 1026 del 27 luglio 2015, n. 2185 del 21 dicembre 2015, n. 2189 del 21 dicembre 2015, n. 56 del 25 gennaio 2016, n. 106 dell’1 febbraio 2016, n. 270 del 29 febbraio 2016, n. 622 del 28 aprile 2016, n. 702 del 16 maggio 2016, n. 1107 dell'11 luglio 2016, n. 1681 del 17 ottobre 2016, n. 2123 del 5 dicembre 2016, n. 2344 del 21 dicembre 2016, n. 3 dell’11 gennaio 2017, n. 121 del 6 febbraio 2017, n. 477 del 10 aprile 2017, n. 578 del 5 maggio 2017, n. 52 del 22 gennaio 2018, n. 1059 del 3 luglio 2018 e n. 1123 del 16 luglio 2018 relative alla riorganizzazione dell’Ente Regione e alle competenze dirigenziali;

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni;

- n. 468 del 10 aprile 2017 avente ad oggetto: “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna e le Circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni, predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Dato atto che il Responsabile del Procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell'Assessore alle Politiche per la Salute

delibera:

per le motivazioni riportate in premessa:

1. di approvare l’Accordo fra la Regione Emilia-Romagna e l’Istituto Ortopedico Rizzoli per l’anno 2019 allegato al presente atto quale parte integrante e sostanziale;

2. di dare mandato all’Assessore Regionale alle Politiche per la Salute di sottoscrivere l’accordo di cui al punto precedente;

3. di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

4.di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it