E-R | BUR

n.280 del 25.09.2013 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Elenco di merito, ai sensi dell'art. 13 della L.R. 11/2010. MOdifiche dell'Allegato 1) alla determinazione n. 10177/2012 e dell'Allegato 1) alla determinazione n. 249/2013

IL DIRETTORE 

Visti:

  • la deliberazione della Giunta regionale n. 953 del 9 luglio 2012, esecutiva ai sensi di legge, avente ad oggetto “Istituzione dell’elenco di merito degli operatori economici del settore edile ai sensi dell’art. 13 della L.R. 11/2010”;
  • la determinazione n. 10177 del 1 agosto 2012 del Direttore Generale Programmazione territoriale e negoziata, intese, relazioni europee e relazioni internazionali, esecutiva ai sensi legge, recante “Elenco di merito, ai sensi dell’art. 13 della L.R. 11/2010. Approvazione del modulo di adesione all’elenco di merito, della definizione delle procedure per la formazione, modifica e revisione dell’elenco di merito e nomina dei componenti del nucleo operativo”;
  • l’allegato 1) “Adesione all’elenco di merito istituito ai sensi dell’art. 13 della L.R. 11/2010”, alla suddetta determinazione n. 10177/2012 nel quale è stabilito che saranno effettuati controlli a campione di cui agli artt. 71 e 72 del D.P.R. 445/2000, sulla veridicità delle dichiarazioni rese, agli effetti dell’applicazione delle disposizioni previste dall’art. 48 bis del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 602;
  • la determinazione n. 14048 del 7 novembre 2012 del Direttore Generale Programmazione territoriale e negoziata, intese, relazioni europee e relazioni internazionali, esecutiva ai sensi legge, recante ”Elenco di merito, ai sensi dell’art. 13 della L.R. 11/2010. Modifica della modalità di trasmissione della domanda di adesione all’elenco di merito e sostituzione dei componenti del nucleo operativo, di cui alla determinazione n. 10177/2012”;
  • la determinazione n. 249 del 15 gennaio 2013 del Direttore Generale Programmazione territoriale e negoziata, intese, relazioni europee e relazioni internazionali, esecutiva ai sensi legge, avente ad oggetto “Elenco di merito, ai sensi dell’art. 13 della L.R. 11/2010. Modifica dell’allegato 2) alla determinazione n. 10177/2012”;
  • il punto 5. “Modalità di adesione all’elenco di merito e pubblicazione” dell’allegato 1), alla summenzionata determinazione n. 249/2013, ove è previsto che gli operatori economici interessati, in possesso dei requisiti elencati al suddetto punto 4., sono invitati a collegarsi al sito http://territorio.regione.emilia-romagna.it/osservatorio, selezionando il link “Adesione volontaria elenco di merito” e a compilare il modulo di adesione all’elenco di merito, visualizzato. A seguito della compilazione, si riceverà un file di riscontro sulla casella di posta elettronica indicata nel predetto modulo; Il riferito file di riscontro pervenuto nella casella di posta elettronica indicata, deve essere firmato digitalmente e spedito tramite PEC alla seguente PEC: elencomeritocostruzioni@postacert.regione.emilia-romagna.it
  • il punto 6. “Modalità di formazione, organizzazione e gestione dell’elenco di merito” dell’allegato 1) alla citata determinazione n. 249/2013, ove è stabilito che dopo l’invio del modulo di adesione, firmato digitalmente e inviato alla PEC, indicata nel sopra riportato punto 5, l’operatore economico sarà inserito nell’elenco di merito che verrà pubblicato sul sito indicato al riferito punto 5. Successivamente il Nucleo operativo, istituito dalla summenzionata deliberazione di Giunta n. 953/2012 attiverà i controlli relativi alla veridicità delle dichiarazioni rese”;

Richiamato il Decreto legislativo 15 novembre 2012, n. 218 “Disposizioni integrative e correttive al Decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, recante “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2, della legge 13 agosto 2010, n. 136”;

Preso atto che l’art. 87 del D.lgs. n. 159/2011, come modificato dall’art. 4 del summenzionato D.lgs.n. 218/2012, prevede che le Pubbliche Amministrazioni, gli Enti Pubblici anche costituiti in stazioni appaltanti uniche, gli Enti e le Aziende vigilate dallo Stato o da altro Ente Pubblico, nonché i concessionari di opere pubbliche, devono richiedere la comunicazione antimafia alle Prefetture competenti che operano attraverso il collegamento alla banca dati nazionale unica della documentazione antimafia;

Vista la circolare del Ministero dell’Interno dell’8 febbraio 2013 n. 11001/119/20(6), contenente prime indicazioni interpretative al menzionato D.lgs.n. 218/2012, ed in particolare il punto 5., in tema di procedimento di rilascio della documentazione antimafia;

Considerato che l’art. 85 del citato D.lgs. n. 159/2011, come modificato dal summenzionato D.lgs.n. 218/2012, introduce, fra le altre, disposizioni inerenti la modifica della platea di soggetti sottoposti alle verifiche antimafia e all’ampliamento delle situazioni da cui si desume il tentativo di infiltrazione mafiosa;

Valutato necessario modificare il punto 5. dell’allegato 1), parte integrante alla citata determinazione n. 249/2013, allo scopo di adeguarlo ai punti A) e B) del dispositivo della summenzionata determinazione n 14048/2012, stabilendo che gli operatori economici interessati, in possesso dei requisiti elencati al suddetto punto 4., sono invitati a collegarsi al sito http://territorio.regione.emilia-romagna.it/osservatorio, selezionando il link “Elenco di merito”, quindi “Adesione”, quindi “modulo di adesione” e a compilare il modulo di adesione all’elenco di merito, visualizzato. A seguito della compilazione, si riceverà un file di riscontro sulla casella di Posta Elettronica Certificata indicata nel predetto modulo. Il riferito file di riscontro pervenuto nella casella di Posta Elettronica Certificata indicata, deve essere firmato digitalmente. Il file con estensione p7m deve quindi essere caricato sul sito della Regione Emilia-Romagna all’indirizzo internet indicato nella PEC ricevuta dall’utente.

Ritenuto opportuno, al fine di certificare gli aspetti di legalità e di qualificazione degli operatori economici, in ossequio ai principi ispiratori del nominato D.lgs. n. 218/2012:

1) modificare l’allegato 1), parte integrante alla succitata determinazione n. 10177/2012 come segue: 

  • inserimento della dicitura “Forma giuridica”;
  • inserimento della parte relativa alla compilazione dei dati attinenti i soggetti sottoposti alla verifica antimafia, di cui all’art.85 del D.lgs. n. 159/2011 e successive modifiche.
  • rettifica della modalità dei controlli, prevedendo che gli stessi, non siano più effettuati a campione, bensì su tutte le imprese iscritte nell’elenco di merito;

2) modificare il punto 6) dell’allegato 1), parte integrante della riferita determinazione n. 249/2013, come segue: 

  • prevedendo che la pubblicazione nell’elenco di merito dell’operatore economico, avvenga a seguito dell’espletamento positivo dei controlli attinenti l’assolvimento degli obblighi di versamento dei contributi stabiliti dalle vigenti disposizioni in materia di D.U.R.C. ed altresì, a seguito dell’invio alle Prefetture competenti della documentazione necessaria per il controllo della comunicazione antimafia, come previsto dal D.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia;
  • stabilendo che i controlli dei protesti cambiari e/o di assegni nell’ultimo quinquennio, siano effettuati con cadenza bimensile;

Attestata la regolarità amministrativa;

determina:

A) di modificare, per i motivi espressi in premessa e qui integralmente richiamati, l’allegato 1), “Adesione all’Elenco di Merito, istituito ai sensi dell’art. 13 della L.R. 11/2010”, parte integrante alla determinazione n. 10177/2012, come segue:

  • inserimento della dicitura “Forma giuridica”;
  • inserimento della parte relativa alla compilazione dei dati attinenti i soggetti sottoposti alla verifica antimafia di cui all’art. 85 del D.lgs. n. 159/2011 e successive modifiche.
  • rettifica della modalità dei controlli, prevedendo che gli stessi non siano più effettuati a campione, bensì su tutte le imprese iscritte nell’elenco di merito;

e pertanto di sostituire integralmente l’allegato 1), parte integrante alla determinazione n. 10177/2012, con l’allegato 1) “Adesione all’Elenco di Merito, istituito ai sensi dell’art. 13 della L.R. 11/2010”, parte integrante al presente atto;

B) di modificare, per i motivi espressi in premessa e qui integralmente richiamati, il punto 5 “Modalità di adesione all’elenco di merito e pubblicazione” dell’allegato 1), parte integrante alla determinazione n. 249/2013, statuendo che gli operatori economici interessati, in possesso dei requisiti elencati al suddetto punto 4., sono invitati a collegarsi al sito http://territorio.regione.emilia-romagna.it/osservatorio, selezionando il link “Elenco di merito”, quindi “Adesione”, quindi “modulo di adesione” e a compilare il modulo di adesione all’elenco di merito, visualizzato. A seguito della compilazione, si riceverà un file di riscontro sulla casella di Posta Elettronica Certificata indicata nel predetto modulo compilato. Il riferito file di riscontro pervenuto nella casella di Posta Elettronica Certificata indicata, deve essere firmato digitalmente. Il file con estensione p7m deve quindi essere caricato sul sito della Regione Emilia-Romagna all’indirizzo internet indicato nella PEC ricevuta dall’utente.;

C) di modificare il punto 6) “Modalità di formazione, organizzazione e gestione dell’elenco di merito” dell’allegato 1), parte integrante della suddetta determinazione n. 249/2013, come segue: 

  • prevedendo che la pubblicazione nell’elenco di merito dell’operatore economico, avvenga a seguito dell’espletamento positivo dei controlli attinenti l’assolvimento degli obblighi di versamento dei contributi stabiliti dalle vigenti disposizioni in materia di D.U.R.C. ed altresì, a seguito dell’invio alle Prefetture competenti della documentazione necessaria per il controllo della comunicazione antimafia, come previsto dal D.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia;
  • stabilendo che i controlli dei protesti cambiari e/o di assegni nell’ultimo quinquennio, siano effettuati con cadenza bimensile;

e pertanto di sostituire integralmente l’allegato 1) parte integrante alla determinazione n. 249/2013, con l’allegato 2) “Definizione delle procedure per la formazione, modifica e revisione dell’elenco di merito per gli operatori economici del settore edile, ai sensi della L.R. 11/2010”, parte integrante al presente atto;

D) di confermare, ad eccezione di quanto previsto ai precedenti punti A), B) e C), le proprie determinazioni n. 10177/2012 e n. 249/2013;

E) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Il Direttore generale

Enrico Cocchi

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it